La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il SOGGETTO ECONOMICO è rappresentato dalle persone o dallinsieme di persone che assumono le decisioni fondamentali e che di fatto governano e controllano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il SOGGETTO ECONOMICO è rappresentato dalle persone o dallinsieme di persone che assumono le decisioni fondamentali e che di fatto governano e controllano."— Transcript della presentazione:

1 il SOGGETTO ECONOMICO è rappresentato dalle persone o dallinsieme di persone che assumono le decisioni fondamentali e che di fatto governano e controllano limpresa la componente personale S = ƒ(M,P,O) organizza il suo funzionamento predispone la struttura aziendale; conferisce, in tutto o in parte, i mezzi necessari per la sua realizzazione; concepisce il progetto aziendale; livello volitivo livello direttivo/amministrativo livello esecutivo

2 dimensionedinamicacomposizione e la flessibilità La dimensione, la dinamica, la composizione e la flessibilità dellorganismo personale determinano la sua flessibilità al variare degli altri elementi della struttura aziendale LORGANISMO PERSONALE Lorganismo personale è linsieme delle persone che, con il proprio lavoro, partecipano direttamente allo svolgimento dellattività economica dellistituto. variabili individuali variabili sociali Si qualifica in termini di variabili individuali (valori, bisogni, competenze professionali) e di variabili sociali (relazioni interpersonali).

3 B. di realizzazione La scala dei bisogni di Maslow Bisogni elementariBisogni di sicurezzaBisogni di socialitàBisogni di stima

4 Lassetto istituzionale fa riferimento ai soggetti primari e alle regole del gioco fondamentali dellistituto e dellazienda, proprio per questo motivo deve essere visto come elemento sovraordinato della struttura aziendale LASSETTO ISTITUZIONALE Soggetti Contributi Ricompense Prerogative di governo economico meccanismi e strutture che regolano le correlazioni tra contributi e ricompense e di esercizio del governo economico Scelte di assetto istituzionale Scelte di configurazione delle combinazioni produttive Scelte di assetto tecnico Scelte di assetto organizzativo Scelte di organismo personale Scelte relative alla configurazione e alla destinazione del patrimonio

5 Al soggetto economico competono le prerogative di governo economico, ossia le decisioni in merito a: operazioni di fusione e concentrazione di più aziende oggetto della gestione struttura degli organi rappresentativi del soggetto economico, definizione dei relativi compiti e nomina delle persone componenti misura del capitale proprio modalità di remunerazione del capitale proprio e del lavoro politiche e piani generali di gestione, di organizzazione e di rilevazione

6 Soggetto Economico governo aziendale (principi, istituzioni e meccanismi regolatori) potere di comando (livello volitivo) potere di gestione (livello direttivo - amministrativo) ImprenditorialitàManagerialità

7 Soggetto Giuridico soggetto a cui fanno capo i diritti e le obbligazioni derivanti dallattività economica dimpresa. Strutture legali dimpresa Forma societaria impresa individuale impresa familiare personali società in nome collettivo società a responsabilità limitata società per azioni società in accomandita semplice società in accomandita per azioni di capitali cooperative Forma individuale La scelta della forma aziendale dipende da svariate considerazioni sia di natura soggettiva e psicologica che di natura oggettiva. Motivazioni di carattere finanziario. Disponibilità a condividere la gestione aziendale con potenziali soci.

8 Soggetto economico e soggetto giuridico Forma giuridicaImpresa individualeSocietà di personeSocietà di capitali Soggetto giuridicoTitolareSocietà SociSocietà Soci (di riflesso) Autonomia patrimoniale AssenteImperfettaPerfetta Soggetto economico TitolareTutti i sociamministratori con potere di comando e di indirizzo (nella s.a.s. esclusi gli accomandanti) Soci detentori del capitale di comando e amministratori legittimati dalla proprietà

9 LE REGOLE DI GOVERNANCE DETERMINANO LE PIU IMPORTANTI DECISIONI DELLIMPRESA, CONSENTONO UN EFFICACE ESERCIZIO DEL POTERE ED IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI INSIEME DI PRINCIPI, ISTITUZIONI E MECCANISMI CHE REGOLANO LESERCIZIO DEL POTERE DI GOVERNO DI UN IMPRESA. CORPORATE GOVERNANCE

10 I modelli di Corporate Governance Impresa padronale Impresa consociativa Public Company stabile variabile STABILITÀSTABILITÀ unitariaarticolata Articolazione della compagine azionaria Compagine proprietaria potere di influenza grado di identificazione

11 Vantaggi: Rischi: Impresa padronale - Il soggetto economico coincide con la figura dellimprenditore - Lobiettivo dellimpresa e la massimizzazione del profitto nel rispetto dei valori extraeconomici, dellorizzonte temporale (breve lungo periodo) e della propensione al rischio. natura imprenditoriale dedizione agilità decisionale e flessibilità operativa debolezza finanziaria elevato costo del capitale debolezza manageriale successione dellimprenditore

12 Vantaggi: Rischi: Public company - polverizzazione della proprietà del capitale - separazione tra proprietà e management - lobiettivo dellimpresa è massimizzare il valore del capitale management professionale ridotto costo del capitale elevato frazionamento del rischio disponibilità di capitale basso livello di investimenti redditizi miopia gestionale distruzione di ricchezza opportunismo del management

13 Vantaggi: Rischi: Impresa consociativa -Il soggetto economico è formato da un nucleo stabile e ristretto di azionisti che esercitano il potere di governo. - Lobiettivo dellimpresa è assicurare continuità dellimpresa e la crescita. cogestione basso costo del capitale controllo sul management flessibilità finanziaria alta stabilità del capitale crescita patologica lentezze decisionali rischio di inefficienza alto conservatorismo e prudenza bassa redditività

14 CONCLUSIONI IL PROCESSO DI GLOBALIZZAZIONE IN ATTO, ANPLIA ED INTENSIFICA LA COMPETIZIONE TRA LE IMPRESE E DETERMINA LEVOLUZIONE DI TUTTI I MODELLI DI CORPORATE GOVERNANCE VERSO FORME CONVERGENTI DI GOVERNO. SI SVILUPPANO IN TAL MODO MODELLI DI GOVERNANCE INTERMEDI CHE RACCOLGONO LE ISTANZE DEI MERCATI E DEGLI STAKEHOLDER PER PRODURRE RISULTATI DUREVOLI ED ETICAMENTE PIU EFFICACI

15 Le strategie di sviluppo dellimpresa Accrescimento della quota di mercato Superamento di barriere allentrata Facilità di finanziamento Convenienza Crescita interna Attuata attraverso investimenti in fattori a fecondità semplice o ripetuta, finanziati con il ricorso a mezzi di origine esterna o allautofinanziamento Attuata mediante aggregazione che si traducono in forme di integrazione (fusioni, acquisizioni) o in forme di cooperazione non competitive (alleanze ed accordi interaziendali) Crescita esterna Atmosfera di cambiamento positiva per lorganizzazione Ottimizzazione della localizzazione Acquisizione di nuova tecnologia Rapidità

16 Sviluppo monosettoriale Sviluppo polisettoriale Sviluppo internazionale Sviluppo verticale Sviluppo multinazionale della gestione Conglomerativa Sviluppo orizzontale Sviluppo internazionale del mercato Le strategie di sviluppo dellimpresa Economie di costo Economia di scala manageriali, organizzative e finanziarie Economie di scopo Diversificazione del rischio Integrazione a monte Integrazione a valle Nuovi prodotti per i mercati tradizionali Orizzontale Strategie di diversificazione Concentrica Nuovi prodotti con sinergie di marketing e/o tecnico- produttive, ingresso in nuovi mercati Sviluppo di attività non correlate con le attuali in termini di prodotti, mercati e tecnologie Espansione in altri Paesi con gusti dei consumatori omogenei Società facenti capo ad unimpresa dominante la cui espansione avviene mediante la partecipazione, il controllo e la gestione di imprese operanti in altri Stati

17 Informali senza strutture convenzionali Gentlemens agreements Formali relazioni contrattuali o patrimoniali Associazioni in partecipazione Joint ventures cartelli consorzi Affitto dazienda Vendita e affitto Gruppi aziendali Distretti industriali Reti di subfornitura Le aggregazioni aziendali

18 Modalità di costituzione dei gruppi aziendali Acquisto di una partecipazione nel capitale di unimpresa preesistente Creazione di una nuova impresa giuridicamente distinta ed acquisizione di una parte o di tutto il suo capitale Scorporo dazienda conferendo autonomia giuridica ed acquisendo una partecipazione Costituzione di una società capogruppo a cui più imprese conferiscono i pacchetti di controllo ed affidano la direzione del gruppo Prerequisiti costitutivi dei gruppi aziendali Pluralità di imprese con autonomia giuridica Struttura societaria delle imprese Legame finanziario attraverso il possesso di partecipazioni di controllo, prevalentemente azionarie

19 FINALITA DEI GRUPPI MOLTIPLICARE IL CAPITALE CONTROLLATO PER EFFETTO DELLE LEVA AZIONARIA DISTRIBUIRE IL RISCHIO IMPRENDITORIALE TRA LE AZIENDE DEL GRUPPO ELUDERE VINCOLI GIURIDICI E FAVORIRE L ACCESSO A BENEFICI DERIVANTI DALLA NORMATIVA TRASFERIRE IL REDDITO IN CORSO DI FORMAZIONE TRA LE AZIENDE DEL GRUPPO

20 Controllo diretto A B Controllo indiretto A B C Holding Sub-holding Il controllo nei gruppi Controllo di diritto = totalità o maggioranza assoluta dei diritti di voto influenzadominante Controllo di fatto = diritti di voto sufficienti per esercitare uninfluenza dominante influenza notevole Collegamento = diritti di voto sufficienti ad esercitare uninfluenza notevole

21 Struttura a catenaStruttura complessastruttura semplice A BCDE C D A B EF C A B Strutture di gruppo


Scaricare ppt "Il SOGGETTO ECONOMICO è rappresentato dalle persone o dallinsieme di persone che assumono le decisioni fondamentali e che di fatto governano e controllano."

Presentazioni simili


Annunci Google