La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL VALORE NUTRITIVO DELLA RAZIONE. Ogni alimento è dotato di una propria quota energetica la cui utilizzazione dipende da tutta una serie di fattori definibili.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL VALORE NUTRITIVO DELLA RAZIONE. Ogni alimento è dotato di una propria quota energetica la cui utilizzazione dipende da tutta una serie di fattori definibili."— Transcript della presentazione:

1 IL VALORE NUTRITIVO DELLA RAZIONE

2 Ogni alimento è dotato di una propria quota energetica la cui utilizzazione dipende da tutta una serie di fattori definibili come management aziendale, ovvero dallanimale, dalla struttura fisica della razione, dalla strategia alimentare scelta dallallevatore e dallattitudine produttiva dellanimale stesso

3 Possiamo rappresentare tutto ciò nel seguente modo: efficienza energetica = ingestione x digeribilità x efficienza metabolica dellenergia

4 Lanimale è una macchina chemio dinamica Lenergia chimica degli alimenti è la sola forma denergia utilizzabile dagli animali per le loro esigenze e produzioni.

5 La trasformazione di questa energia chimica dellalimento in altre forme utilizzabili non può mai avvenire integralmente, ma solo con la degradazione in calore di una parte rilevante dellenergia totale. Lenergia propria di un alimento viene quantizzata in Kcal.

6 E L - perdite del 33% per quota alimentare non digerita e prodotti metabolici quali enzimi, batteri, muco ecc. E D - 11% per urina e gas di fermentazione gastrointestinale EM - 21% per utilizzazione degli alimenti attraverso fermentazione, digestione, assimilazione e perdite per extracalore EN Utilizzazione come Em di mantenimento e come ENp di produzione

7 Energia di mantenimento, ovvero consumata durante i processi vitali dellanimale (respirazione, circolazione, secrezione ghiandolare, tono muscolare), durante il lavoro muscolare dei movimenti spontanei e durante i processi di termoregolazione; Energia di gravidanza, utilizzata per gli invogli ed i fluidi fetali, per laccrescimento del feto stesso e lo sviluppo nella madre di utero e mammella; Energia di accrescimento, usata per soddisfare le esigenze legate allaccrescimento ponderale dellanimale ; Energia di lattazione, necessaria per sopperire ai dispendi relativi alla produzione di latte, strettamente correlati alla composizione in grassi e proteine; Energia di prestazione dinamica, necessaria per sopperire ai fabbisogni legati alle prestazioni del soggetto (corsa, traino, lavoro).

8 Il valore nutritivo di un alimento è la sua attitudine quantitativa a fornire al soggetto che lo assume i principi nutritivi e lenergia utilizzabili per il mantenimento e la produzione.

9 Varie scuole zootecniche nel corso dellultimo secolo si sono occupate di trovare ununità di misura che riuscisse a rendere confrontabili fra loro i vari alimenti. Il metodo oggi più usato in Europa è quello delle Unità Foraggere, che assume come unità di misura il potere nutritivo di 1Kg di granella dorzo. Vengono presi pertanto in considerazione i valori di efficienza produttiva dei vari alimenti, senza tener conto della loro composizione chimica.

10

11

12 1UF =1,085 UFL1UF = 0,935 UFC In caso di foraggi UFL = (0,66XUF) + 0,25 In caso di concentrati UFL = (0,99XUF) + 0,07 CORRISPONDENZE:


Scaricare ppt "IL VALORE NUTRITIVO DELLA RAZIONE. Ogni alimento è dotato di una propria quota energetica la cui utilizzazione dipende da tutta una serie di fattori definibili."

Presentazioni simili


Annunci Google