La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liceo G. Cesare – M. Valgimigli Rimini Introduzione alleconomia BENI - BISOGNI a cura di Elio Marini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liceo G. Cesare – M. Valgimigli Rimini Introduzione alleconomia BENI - BISOGNI a cura di Elio Marini."— Transcript della presentazione:

1 Liceo G. Cesare – M. Valgimigli Rimini Introduzione alleconomia BENI - BISOGNI a cura di Elio Marini

2 Il termine economia deriva da oikou e nomos, due parole greche che indicano lattenzione del capofamiglia verso il modo migliore di gestire le risorse familiari ECONOMIA Leconomia è una scienza sociale che studia i comportamenti delluomo e le relative scelte che egli adotta per una ottima utilizzazione delle risorse disponibili ma limitate

3 BISOGNI = stati di insoddisfazione I bisogni sono il "motore" dell'attivit à dell'uomo. Se riflettiamo su ciò che ci spinge a compiere un'azione piuttosto che un'altra, ci rendiamo conto che la causa risiede nei bisogni che sentiamo Il bisogno infatti è il desiderio che spinge l'uomo a procurarsi quanto ritiene adatto a eliminare uno stato di insoddisfazione

4 Se il bisogno riguarda la sfera dei sentimenti (se ad esempio, vogliamo essere amati da una certa persona), resta un problema individuale; quando, invece, il bisogno può essere soddisfatto con beni o servizi acquistabili o producibili, siamo di fronte a un bisogno economico. Dallo stato di insoddisfazione si mette in moto un'attività che ha come obiettivo quello di procurarsi i mezzi adatti a soddisfare i propri bisogni, cioè un'attività economica

5 BISOGNI Caratteristiche Classificazioni Illimitatezza Soggettività Saziabilità Risorgenza Variabilità Secondo limportanza Secondo la causa che li origina Secondo la proiezione temporale PRIMARI INDIVIDUALI COLLETTIVI PRESENTI FUTURI SECONDARI

6 CARATTERISTICHE DEI BISOGNI I bisogni sono: ILLIMITATI: sono infiniti SOGGETTIVI: cambiano da persona a persona. RELATIVI: cambiano nel tempo e nello spazio. SAZIABILI: diminuiscono man mano che vengono soddisfatti RISORGENTI: anche dopo essere stati soddisfatti tornano.

7 TIPI DI BISOGNI PRIMARI: quelli indispensabili per la sopravvivenza. ESEMPIO: Mangiare, bere,vestirsi, curarsi … : SECONDARI: quelli legati al miglioramento della qualità della vita. ESEMPIO: bere una coca, giocare, leggere, ascoltare musica …

8 INDIVIDUALI: quelli che riguardano il singolo individuo. ESEMPIO: Mangiare, bere, vestirsi … COLLETTIVI: quelli che nascono dalla convivenza nella società bisogni pubblici quando sono soddisfatti dallo stato ESEMPIO: Giustizia, sicurezza TIPI DI BISOGNI

9 SPONTANEI: quelli che nascono spontaneamente in ogni persona ESEMPI: Mangiare, bere, avere una casa, curarsi.. INDOTTI: quelli originati dalla moda o dalla pubblicità. ESEMPI: Avere le AllStar, un tatuaggio, un iPhone, TIPI DI BISOGNI

10 PRESENTI: avvertiti e soddisfatti nel momento in cui sorgono ESEMPI: Mangiare, bere,.. FUTURI: quando saranno soddisfatti in un momento successivo ESEMPI: acquistare un capo di abbigliamento, unauto, ecc.

11 Data la limitatezza dei mezzi a disposizione, non possiamo soddisfare immediatamente tutti i nostri bisogni, siamo quindi costretti a fare delle scelte: soddisfiamo per primi i bisogni con maggiore intensità e rinviamo al futuro i bisogni meno urgenti Lo psicologo americano Abraham H. Maslow concepì il concetto di "Hierarchy of Needs" (gerarchia dei bisogni o necessità. Questa scala di bisogni è suddivisa in cinque differenti livelli, dai più elementari (necessari alla sopravvivenza dell'individuo) ai più complessi (di carattere sociale). L'individuo si realizza passando per i vari stadi, i quali devono essere soddisfatti in modo progressivo. Le 3 leggi di Maslow: 1. Un bisogno è un impulso che ci spinge ad intraprendere delle azioni per soddisfarlo 2. Un bisogno, dopo che è soddisfatto cessa di essere un bisogno 3. I bisogni hanno una scala definita e non si può passare ad un gradino superiore se non è soddisfatto il gradino inferiore

12 PROBLEMA ECONOMICO soddisfare dei BISOGNI illimitati con dei BENI scarsi

13 BISOGNI ECONOMICI sono bisogni dell'uomo che possono essere soddisfatti in quantità limitata tramite i beni economici. I bisogni economici sono soltanto una parte dei bisogni umani

14 BENI Tutto ciò che soddisfa un bisogno Beni liberi o non economici BENI ECONOMICI

15 Beni liberi Non sono economici i beni: NON SCARSI ad esempio laria NON UTILI ad esempio mosche zanzare NON REPERIBILI ad esempio i minerali su Marte

16 BENI ECONOMICI I BENI economici sono: SCARSI : pochi rispetto ai bisogni UTILI: capaci di soddisfare un bisogno ACCESSIBILI : deve essere possibile procurarseli ONEROSI: ottenuti con un sacrificio (in denaro o con altri beni HANNO UN PREZZO

17 TIPI DI BENI ECONOMICI BENI DI CONSUMO Soddisfano direttamente un bisogno ESEMPIO: Un panino, un vestito… BENI STRUMENTALI Servono per ottenere altri beni o servizi ESEMPIO: Stoffa, farina, trattore …

18 TIPI DI BENI ECONOMICI BENI DUREVOLI Possono essere usati più volte per soddisfare un bisogno ESEMPIO: Scarpe, bicchiere, auto BENI NON DUREVOLI Si esauriscono man mano che soddisfano il bisogno ESEMPIO : Cibo, sigarette, benzina

19 TIPI DI BENI ECONOMICI BENI COMPLEMENTARI Devono essere usati insieme per soddisfare un bisogno ESEMPIO: Caffè e zucchero Auto e benzina BENI SUCCEDANEI Possono essere usati alternativamente per soddisfare lo stesso bisogno ESEMPIO: Zucchero o dolcificante / Burro o margarina

20 SERVIZI Attività svolte dalluomo per soddisfare il bisogno di altri, che ne usufruiscono nel momento in cui vengono offerti servizi PRIVATI o servizi PUBBLICI ESEMPIO Lezione dinglese, Visita medica, Consulenza dellavvocato, trasporto in autobus SERVIZI

21

22 LE ATTIVITA ECONOMICHE Le attività svolte dalluomo per risolvere il problema economico (procurarsi i mezzi per soddisfare i bisogni)

23 1. LAVORO Lo sforzo umano necessario per produrre beni o servizi AUTONOMO il lavoratore deve fornire un certo risultato (bene o servizio) a chi gli ha dato lincarico ES: artigiano, negoziante, libero professionista… DIPENDENTE Il lavoratore mette a disposizione del datore di lavoro le sue capacità fisiche o intellettuali in cambio di una somma di denaro (retribuzione) ES: operaio, impiegato…

24 2. CONSUMO Acquisto di beni o servizi per soddisfare i bisogni ES.: Mangiare una pizza, bere una birra…

25 3. RISPARMIO Mettere da parte denaro o altri beni per soddisfare bisogni futuri ES.:Non spendere tutto lo stipendio fare scorta di legna…

26 4. PRODUZIONE Trasformazione di beni in altri beni più utili ESEMPIO: Confezionare un vestito Allevare galline Coltivare un campo di grano

27 5. INVESTIMENTO IN GENERALE: Acquisti da cui trarre un guadagno ESEMPIO: comprare un quadro, una casa… PER LE IMPRESE: Acquisti di beni strumentali per migliorare o aumentare la produzione di beni ESEMPIO: comprare computer, macchinari…

28


Scaricare ppt "Liceo G. Cesare – M. Valgimigli Rimini Introduzione alleconomia BENI - BISOGNI a cura di Elio Marini."

Presentazioni simili


Annunci Google