La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORIGINI DELLA CRISI ECOLOGICA Si fa strada unidea: la natura violentata, si vendica con frane, alluvioni, perdita della fertilità del suolo 1866 - E. Haeckel.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORIGINI DELLA CRISI ECOLOGICA Si fa strada unidea: la natura violentata, si vendica con frane, alluvioni, perdita della fertilità del suolo 1866 - E. Haeckel."— Transcript della presentazione:

1 ORIGINI DELLA CRISI ECOLOGICA Si fa strada unidea: la natura violentata, si vendica con frane, alluvioni, perdita della fertilità del suolo 1866 - E. Haeckel Ecologia come economia della natura. Stesso prefisso (oikos).Studio della comunità e degli scambi di beni materiali, materia ed energia Un passo indietro Fine 800 -. Gli studiosi: i successi della scienza, tecnica, industria ed economia provocano alterazioni della qualità della vita umana e delle risorse naturali 1831 - C. Darwin Tutti i viventi ubbidiscono a leggi simili. Biologia moderna 1876. 1° divieto di condurre esperimenti scientifici che provocano dolore agli animali 1901-1908. T. Roosevelt crea i primi parchi nazionali 1750 - C. Linneo: Armonia tra gli esseri viventi come risultato della saggezza del Creatore (economia divina)

2 Guerra fredda USA - URSS. Costruzione di bombe atomiche sempre più potenti, collaudate con esplosioni nellatmosfera (+ di 500 tra il 45 e il 63) 1933-1945 F. D. Roosevelt e il New deal (nuovo corso ): Per uscire dalla crisi del 29: Opere pubbliche per regolare il corso dei fiumi, lotta allerosione, nuove regole industriali. Primo Dopoguerra: Ripresa economica, sfruttamento sempre più intenso di petrolio e minerali, impoverimento delle terre fertili Si scopre: gli atomi radioattivi contaminano le catene alimentari 1950 1° movimento ecologico che chiede la cessazione degli esperimenti nucleari e la costruzione di bombe. Diminuisce la radioattività ambientale fino al disastro di Chernobyl II Guerra mondiale (1945). Bomba atomica

3 Ci si accorge: dalla Terra prendiamo risorse e restituiamo rifiuti e residui Ci si chiede: è possibile espandere senza fine una società dei consumi e dei rifiuti? 1962 – La biologa americana R. Carson denuncia i pericoli di inquinamento planetario ad opera degli insetticidi clorurati perché non biodegradabili. Così furono vietati Ci si convince: bisogna trattare la terra con cura e non sporcarla per non renderla inabitabile. Italia. Primi segni negativi del miracolo economico. Nessun programma e rispetto per i valori storici e ambientali. Disboscamenti, frane prosciugamento delle zone umide, speculazioni. 1951 Alluvione del Polesine: un avvertimento Estrazione del metano dal sottosuolo di Ravenna e Venezia provoca labbassamento del suolo Si comincia a produrre DDT

4 Sud: siccità. Nord: fiumi come scarico di città e industrie 1965 - Approvata in Italia una legge contro linquinamento, la più arretrata rispetto agli altri Paesi industrializzati. Diventa operativa solo agli inizi degli anni 70 1955 - Nasce Italia Nostra 1976 Legge Merli per la difesa delle acque. Fino al 90 non sarà del tutto applicata Commissione presieduta dal Prof. De Marchi indica opere e costi relativi al programma di difesa del territorio. 1966 - Alluvione a Trento e Firenze, forte acqua alta a Venezia Non è fatto niente e si continua con interventi sbagliati 1970 Lecologia è scoperta dai giovani del 68 Corrosione monumenti

5 1976. Seveso e Manfredonia: due esempi di inquinamento su vaste superfici Non si contano manifestazioni e congressi 1973. Il colera per mancanza di depuratori 1972 Stoccolma. Grande conferenza delle nazioni unite. Tutti i Paesi sono invitati a cercare una nuova politica per soddisfare i bisogni umani nel rispetto della natura Ancora frane, alluvioni, programmi nucleari. 1986, 26 aprile Chernobyl. Catastrofe nucleare. 1979 Three Mile Island (USA). Incidente ad un reattore nucleare 2000. Ancora frane, alluvioni, inquinamento, malattie

6 ALCUNI DATI 18041 miliardo 19272 miliardi 19875 miliardi 19996 miliardi Potrà raggiungere 2013 7 miliardi 20288 miliardi La crescita della popolazione mondiale

7 I LIMITI DELLO SVILUPPO I limiti dello sviluppo, pubblicato in tutto il mondo nel 1972, diffonde i risultati di uno studio condotto presso il Massachusetts Institute of Technology per conto del Club di Roma Una crisi a breve termine per esaurimento delle risorse naturali, aumento della popolazione, inquinamento, scarsità della produzione alimentare I governanti di tutto il mondo, avvertiti in tempo, provvedano ad evitare la catastrofe rallentando la crescita della popolazione la produzione delle merci Scandalo Merito: la questione ambientale diventa di dominio pubblico, alla moda.

8 LO SVILUPPO SOSTENIBILE Rio de Janeiro, Giugno 1992. CONFERENZA DELLE NAZIONI UNITE sullAmbiente e lo sviluppo Miglioramento della qualità della vita umana, mantenendosi entro la capacità di carico degli ecosistemi che supportano la vita E fondamentale lintegrità dellambiente Gestione mondiale delle risorse La natura risorsa soprattutto un valore


Scaricare ppt "ORIGINI DELLA CRISI ECOLOGICA Si fa strada unidea: la natura violentata, si vendica con frane, alluvioni, perdita della fertilità del suolo 1866 - E. Haeckel."

Presentazioni simili


Annunci Google