La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La didattica nei musei pistoiesi A scuola di museo Presentazione a cura dellAssessorato alla Cultura della Provincia di Pistoia Testi e impaginazione:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La didattica nei musei pistoiesi A scuola di museo Presentazione a cura dellAssessorato alla Cultura della Provincia di Pistoia Testi e impaginazione:"— Transcript della presentazione:

1 La didattica nei musei pistoiesi A scuola di museo Presentazione a cura dellAssessorato alla Cultura della Provincia di Pistoia Testi e impaginazione: Marta Beneforti

2 I musei pistoiesi, sorti per conservare, valorizzare e divulgare limportanza del territorio, sono attivi da anni nel campo della didattica con numerose attività pensate per un pubblico di ogni età e adattabili a ogni tipo di esigenza, grazie alle quali sarà possibile esplorare la realtà locale e il suo patrimonio.

3 Elenco dei musei e delle strutture di Pistoia e provincia attive nel campo della didattica per le scuole -Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di FucecchioCentro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio -Ecomuseo della Montagna PistoieseEcomuseo della Montagna Pistoiese -Fondazione Luigi TronciFondazione Luigi Tronci -Mac, nMac, n -Musei dellAntico Palazzo dei VescoviMusei dellAntico Palazzo dei Vescovi -Museo Civico di PistoiaMuseo Civico di Pistoia -Museo della Carta di PesciaMuseo della Carta di Pescia -Museo della Città e del TerritorioMuseo della Città e del Territorio -Museo Marino MariniMuseo Marino Marini -Osservatorio Astronomico della Montagna PistoieseOsservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese -Palazzo Fabroni e Casa Studio Fernando MelaniPalazzo Fabroni e Casa Studio Fernando Melani -Villa La MàgiaVilla La Màgia Vai allofferta didattica Clicca su uno dei nomi per visitare la pagina del museo oppure

4 Altre realtà museali di Pistoia e Provincia - Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli: nata nel 2000 con la donazione alla città di Pistoia delle opere e della villa per volontà del Maestro e di sua moglie, ha lo scopo di conservare, tutelare e valorizzare il patrimonio artistico di Jorio Vivarelli. (tel ) - Gipsoteca Libero Andreotti, Pescia: raccoglie una collezione di circa 230 gessi provenienti dallo studio dellartista pesciatino, considerato dalla critica il maggiore scultore italiano del primo Novecento. (tel ) - Museo del Ricamo, Pistoia: conserva ogni testimonianza utile alla ricostruzione della storia del ricamo in città dal XVII secolo ad oggi. Pistoia vanta infatti un capillare radicamento nel territorio di questa antica arte, la cui sopravvivenza fu garantita in un primo momento dai conventi e monasteri di clausura. (tel ) - Museo Cultura Contadina: allestito nel cuore del suggestivo borgo di Casore del Monte, il museo nasce con lesigenza di voler documentare un passato solo apparentemente lontano da noi. I ragazzi potranno entrare in contatto con le antiche tradizioni del passato realizzando uno spaventapasseri. (tel ; ). - Museo Ferrucciano di Gavinana: è allestito nella casa sulla cui soglia, secondo la tradizione, sarebbe morto Francesco Ferrucci dopo la battaglia di Gavinana il 3 agosto Raccoglie documenti e immagini legati allepopea ferrucciana e allassedio di Firenze. (tel ) Torna alla pagina dei musei

5 La didattica nei musei pistoiesi Ricca e variata è lofferta didattica proposta dai musei pistoiesi: lezioni frontali, laboratori a carattere pratico, attività ludico didattiche e visite guidate sono alcune delle proposte delle strutture. Per avere una conoscenza più approfondita dellofferta clicca sotto: - Le offerte didattiche suddivise per fasce detàLe offerte didattiche suddivise per fasce detà - Le offerte didattiche suddivise per argomentoLe offerte didattiche suddivise per argomento Torna alla pagina dei musei

6 Offerte didattiche per età - Scuole dellinfanzia Scuole dellinfanzia - Scuole primarieScuole primarie - Scuole secondarie di primo gradoScuole secondarie di primo grado - Scuole secondarie di secondo gradoScuole secondarie di secondo grado - Offerte didattiche per le scuole di ogni ordine e gradoOfferte didattiche per le scuole di ogni ordine e grado Clicca su una delle opzioni per avere una lista delle offerte didattiche di tutti i musei suddivise per fasce detà oppure Torna alla pagina dellofferta didattica

7 Offerte didattiche per argomento - ArcheologiaArcheologia - ArteArte - Natura Natura - MusicaMusica - Scienze Scienze - Storia Storia - Tecniche e tradizioniTecniche e tradizioni Clicca su una delle opzioni per avere una lista delle offerte didattiche di tutti i musei suddivise per argomento oppure Torna alla pagina dellofferta didattica

8 Percorsi didattici per le scuole dellinfanzia - Animali reali e immaginariAnimali reali e immaginari - Come brilla!Come brilla! - Con il naso allinsùCon il naso allinsù - Con le mani in pastaCon le mani in pasta - Favole e storie in preziosi dipinti Favole e storie in preziosi dipinti - Gli animali del suoloGli animali del suolo - I Puccini a PistoiaI Puccini a Pistoia - Il circoIl circo - Il giardino naturalisticoIl giardino naturalistico - Il graffitoIl graffito - Il mondo della paludeIl mondo della palude - Larte raccontaLarte racconta - La città cresceLa città cresce - La giostra dei materialiLa giostra dei materiali - La magica storia di GrottolinoLa magica storia di Grottolino - Le Papier ColléLe Papier Collé - Musica ancestrale della Grande MadreMusica ancestrale della Grande Madre - Nel mondo incantato del parco di Villa MartiniNel mondo incantato del parco di Villa Martini - Oggi creiamo noi qualcosaOggi creiamo noi qualcosa - Piazza del DuomoPiazza del Duomo - Un rumore, un suono, una cavalcata di cavalliUn rumore, un suono, una cavalcata di cavalli - Vita quotidiana, passatempi e svaghi in villa Vita quotidiana, passatempi e svaghi in villa

9 Percorsi didattici per le scuole primarie - Animali reali e immaginariAnimali reali e immaginari - Aromi mediterraneiAromi mediterranei - Come brilla!Come brilla! - Come si raccontano le storieCome si raccontano le storie - Con le mani in pastaCon le mani in pasta - Favole e storie in preziosi dipintiFavole e storie in preziosi dipinti - Flora e vegetazioneFlora e vegetazione - Gli animali del suoloGli animali del suolo - Gli uccelli e le migrazioniGli uccelli e le migrazioni - I Puccini a PistoiaI Puccini a Pistoia - Il circoIl circo - Il fiumeIl fiume - Il giardino naturalisticoIl giardino naturalistico - Il mestiere dellarcheologoIl mestiere dellarcheologo - Il mondo della paludeIl mondo della palude - Il mondo termaleIl mondo termale - Il Montalbano – i castelliIl Montalbano – i castelli - Il Montalbano – naturaIl Montalbano – natura - Il Padule - naturaIl Padule - natura - Il paesaggio nel tempoIl paesaggio nel tempo - Il parco di Villa MartiniIl parco di Villa Martini - Il planetarioIl planetario - Il segno incisoIl segno inciso - LabbigliamentoLabbigliamento - LalimentazioneLalimentazione - Larte raccontaLarte racconta - La bonifica dellarea palustreLa bonifica dellarea palustre - La casaLa casa - La città cresceLa città cresce - La giostra dei materialiLa giostra dei materiali - La magia della naturaLa magia della natura - La Pomona di Marino MariniLa Pomona di Marino Marini - La tempera alluovoLa tempera alluovo - La vita e le opere di Marino MariniLa vita e le opere di Marino Marini - Le attività tradizionaliLe attività tradizionali - Lo scavo archeologicoLo scavo archeologico - Marino Marini tra i giocolieriMarino Marini tra i giocolieri - Monitoraggio ambientaleMonitoraggio ambientale - Musica ancestrale della Grande MadreMusica ancestrale della Grande Madre - Nel mondo incantato del parco di Villa MartiniNel mondo incantato del parco di Villa Martini - Oggi creiamo noi qualcosaOggi creiamo noi qualcosa - Piazza del DuomoPiazza del Duomo - San Nicola e la sua storia…San Nicola e la sua storia… - Storie sacre in preziosi dipintiStorie sacre in preziosi dipinti - Un banchetto in riva alloceanoUn banchetto in riva alloceano - Viaggio nel sistema solareViaggio nel sistema solare - WildflowersWildflowers

10 Percorsi didattici per le scuole secondarie di primo grado - Aromi mediterraneiAromi mediterranei - Arte contemporanea nella cittàArte contemporanea nella città - Cantieri e botteghe nel MedioevoCantieri e botteghe nel Medioevo - Come si raccontano le storieCome si raccontano le storie - Conoscere il cielo per misurare la terraConoscere il cielo per misurare la terra - Dal metallo al suonoDal metallo al suono - Dal museo alla cittàDal museo alla città - Flora e vegetazioneFlora e vegetazione - Gli uccelli e le migrazioniGli uccelli e le migrazioni - I metodi della ricerca archeologicaI metodi della ricerca archeologica - Il circoIl circo - Il fiumeIl fiume - Il mondo termaleIl mondo termale - Il Montalbano – i castelliIl Montalbano – i castelli - Il Montalbano – naturaIl Montalbano – natura - Il Padule – naturaIl Padule – natura - Il paesaggio nel tempoIl paesaggio nel tempo - Il planetario – La stanza del cieloIl planetario – La stanza del cielo - Il segno incisoIl segno inciso - Intorno al pozzoIntorno al pozzo - LabbigliamentoLabbigliamento - LalimentazioneLalimentazione - La bonifica dellarea palustreLa bonifica dellarea palustre - La casaLa casa - La famiglia Rospigliosi La famiglia Rospigliosi - La magia della naturaLa magia della natura - La Pomona di Marino MariniLa Pomona di Marino Marini - La tempera alluovoLa tempera alluovo - La vita e le opere di Marino MariniLa vita e le opere di Marino Marini - Le antiche pietre raccontanoLe antiche pietre raccontano - Le attività tradizionaliLe attività tradizionali - Li belli arredi di san JacopoLi belli arredi di san Jacopo - Marino Marini e il suo MuseoMarino Marini e il suo Museo - Marino Marini: percorso verso lastrazioneMarino Marini: percorso verso lastrazione - Marino Marini tra i giocolieriMarino Marini tra i giocolieri - Monitoraggio ambientaleMonitoraggio ambientale - Musica ancestrale della Grande MadreMusica ancestrale della Grande Madre - Niccolò PucciniNiccolò Puccini - Pistoia antico ComunePistoia antico Comune - Pistoia comeraPistoia comera - Pistoia nel CinquecentoPistoia nel Cinquecento - Progetto H2OProgetto H2O - San Jacopo a PistoiaSan Jacopo a Pistoia - Un ritratto da leggereUn ritratto da leggere - Vita pubblica e vita privata in cittàVita pubblica e vita privata in città - Vivere dentro le muraVivere dentro le mura - WildflowersWildflowers

11 Percorsi didattici per le scuole secondarie di secondo grado - Arte contemporanea nella cittàArte contemporanea nella città - Cantieri e botteghe nel MedioevoCantieri e botteghe nel Medioevo - Come si raccontano le storieCome si raccontano le storie - Conoscere il cielo per misurare la terraConoscere il cielo per misurare la terra - Dal metallo al suonoDal metallo al suono - Dal museo alla cittàDal museo alla città - I metodi della ricerca archeologicaI metodi della ricerca archeologica - Il culto di San Jacopo a PistoiaIl culto di San Jacopo a Pistoia - Il mondo termaleIl mondo termale - Il planetarioIl planetario - Il segno incisoIl segno inciso - Intorno al pozzoIntorno al pozzo - LabbigliamentoLabbigliamento - LalimentazioneLalimentazione - La bonifica dellarea palustreLa bonifica dellarea palustre - La casaLa casa - La collezione BigongiariLa collezione Bigongiari - La famiglia RospigliosiLa famiglia Rospigliosi - La Pomona di Marino MariniLa Pomona di Marino Marini - La tempera alluovoLa tempera alluovo - Le antiche pietre raccontanoLe antiche pietre raccontano - Leggere il paesaggioLeggere il paesaggio - Marino Marini e il suo MuseoMarino Marini e il suo Museo - Marino Marini: percorso verso lastrazioneMarino Marini: percorso verso lastrazione - Marino Marini tra i giocolieriMarino Marini tra i giocolieri - Monitoraggio ambientaleMonitoraggio ambientale - Niccolò PucciniNiccolò Puccini - Pistoia antico ComunePistoia antico Comune - Pistoia comeraPistoia comera - Pistoia nel CinquecentoPistoia nel Cinquecento - San Jacopo a PistoiaSan Jacopo a Pistoia - Suggestioni macchiaiole a PistoiaSuggestioni macchiaiole a Pistoia - Un ritratto da leggereUn ritratto da leggere - Vita pubblica e vita privata in cittàVita pubblica e vita privata in città

12 Percorsi didattici per le scuole di ogni ordine e grado - Arte, magnificenza e storia di una villa mediceaArte, magnificenza e storia di una villa medicea - Centro RDP Padule di Fucecchio – Visite guidateCentro RDP Padule di Fucecchio – Visite guidate - I suoni della naturaI suoni della natura - Il Centro Naturalistico-Archeologico e le mostre naturalistiche di Palazzo AchilliIl Centro Naturalistico-Archeologico e le mostre naturalistiche di Palazzo Achilli - Il cielo in due stanzeIl cielo in due stanze - Il ghiaccio ed il ferroIl ghiaccio ed il ferro - Il Museo Diocesano dArte Sacra di PopiglioIl Museo Diocesano dArte Sacra di Popiglio - Linsediamento archeologico medievale dellAcquerinoLinsediamento archeologico medievale dellAcquerino - LOrto Botanico Forestale dellAbetoneLOrto Botanico Forestale dellAbetone - La decorazione barocca: storie di miti e di eroiLa decorazione barocca: storie di miti e di eroi - Laboratorio colori e suoniLaboratorio colori e suoni - Laboratorio del giocattoloLaboratorio del giocattolo - Laboratorio della pietraLaboratorio della pietra - Macinar castagne e fabbricar carboneMacinar castagne e fabbricar carbone - Mastri cartaiMastri cartai - Osservatorio – Visite diurneOsservatorio – Visite diurne - Osservatorio – Visite notturneOsservatorio – Visite notturne - Una giornata in villaUna giornata in villa - Viaggio nella storia della cartaViaggio nella storia della carta - Visita ai giardini di Villa La MàgiaVisita ai giardini di Villa La Màgia

13 Percorsi didattici sullarcheologia - Come si raccontano le storie Come si raccontano le storie - Dal museo alla cittàDal museo alla città - I metodi della ricerca archeologicaI metodi della ricerca archeologica - Il mestiere dellarcheologoIl mestiere dellarcheologo - Intorno al pozzoIntorno al pozzo - LabbigliamentoLabbigliamento - LalimentazioneLalimentazione - Linsediamento archeologico medievale dellAcquerinoLinsediamento archeologico medievale dellAcquerino - La casaLa casa - Le antiche pietre raccontanoLe antiche pietre raccontano - Lo scavo archeologico Lo scavo archeologico - Un banchetto in riva alloceanoUn banchetto in riva alloceano

14 Percorsi didattici sullarte - Animali reali e immaginari Animali reali e immaginari - Arte contemporanea nella cittàArte contemporanea nella città - Arte, magnificenza e storia di una villa mediceaArte, magnificenza e storia di una villa medicea - Cantieri e botteghe nel Medioevo Cantieri e botteghe nel Medioevo - Come brilla!Come brilla! - Con le mani in pastaCon le mani in pasta - Favole e storie in preziosi dipintiFavole e storie in preziosi dipinti - I Puccini a PistoiaI Puccini a Pistoia - Il circoIl circo - Il graffitoIl graffito - Il Museo Diocesano dArte Sacra di PopiglioIl Museo Diocesano dArte Sacra di Popiglio - Il segno incisoIl segno inciso - Larte raccontaLarte racconta - Laboratorio colori e suoniLaboratorio colori e suoni - La collezione BigongiariLa collezione Bigongiari - La decorazione barocca: storie di miti e di eroiLa decorazione barocca: storie di miti e di eroi - La famiglia RospigliosiLa famiglia Rospigliosi - La giostra dei materialiLa giostra dei materiali - La Pomona di Marino MariniLa Pomona di Marino Marini - La tempera alluovoLa tempera alluovo - La vita e le opere di Marino MariniLa vita e le opere di Marino Marini - Le Papier ColléLe Papier Collé - Marino Marini e il suo MuseoMarino Marini e il suo Museo - Marino Marini: percorso verso lastrazioneMarino Marini: percorso verso lastrazione - Marino Marini tra i giocolieriMarino Marini tra i giocolieri - Musica ancestrale della Grande MadreMusica ancestrale della Grande Madre - Niccolò PucciniNiccolò Puccini - Oggi creiamo noi qualcosaOggi creiamo noi qualcosa - Pistoia comeraPistoia comera - Pistoia nel CinquecentoPistoia nel Cinquecento - San Jacopo a PistoiaSan Jacopo a Pistoia - Storie sacre in preziosi dipintiStorie sacre in preziosi dipinti - Suggestioni macchiaiole a PistoiaSuggestioni macchiaiole a Pistoia - Un ritratto da leggereUn ritratto da leggere - Un rumore, un suono, una cavalcata di cavalliUn rumore, un suono, una cavalcata di cavalli - Una giornata in villaUna giornata in villa - Visita ai giardini di Villa La MàgiaVisita ai giardini di Villa La Màgia - Vita pubblica e vita privata in cittàVita pubblica e vita privata in città

15 Percorsi didattici sulla musica - Dal metallo al suonoDal metallo al suono - I suoni della naturaI suoni della natura - Laboratorio colori e suoniLaboratorio colori e suoni - Musica ancestrale della Grande MadreMusica ancestrale della Grande Madre

16 Percorsi didattici sulla natura - Aromi mediterraneiAromi mediterranei - Centro RDP Padule di Fucecchio – Visite guidateCentro RDP Padule di Fucecchio – Visite guidate - Flora e vegetazione Flora e vegetazione - Gli animali del suoloGli animali del suolo - Gli uccelli e le migrazioniGli uccelli e le migrazioni - Il fiumeIl fiume - Il giardino naturalisticoIl giardino naturalistico - Il mondo della paludeIl mondo della palude - Il Montalbano – naturaIl Montalbano – natura - Il Padule - naturaIl Padule - natura - Il paesaggio nel tempoIl paesaggio nel tempo - Il parco di Villa Martini Il parco di Villa Martini - La magia della naturaLa magia della natura - Leggere il paesaggioLeggere il paesaggio - Nel mondo incantato del parco di Villa MartiniNel mondo incantato del parco di Villa Martini - WildflowersWildflowers

17 Percorsi didattici sulle scienze - Con il naso allinsùCon il naso allinsù - Conoscere il cielo per misurare la terraConoscere il cielo per misurare la terra - Il Centro Naturalistico-Archeologico e le mostre naturalistiche di Palazzo AchilliIl Centro Naturalistico-Archeologico e le mostre naturalistiche di Palazzo Achilli - Il cielo in due stanzeIl cielo in due stanze - Il planetario – La stanza del cieloIl planetario – La stanza del cielo - LOrto Botanico Forestale dellAbetoneLOrto Botanico Forestale dellAbetone - La magica storia di GrottolinoLa magica storia di Grottolino - Monitoraggio ambientaleMonitoraggio ambientale - Osservatorio – Visite diurneOsservatorio – Visite diurne - Osservatorio – Visite notturneOsservatorio – Visite notturne - Progetto H2OProgetto H2O - Viaggio nel sistema solareViaggio nel sistema solare

18 Percorsi didattici sulla storia - Il culto di San Jacopo a PistoiaIl culto di San Jacopo a Pistoia - Il mondo termaleIl mondo termale - Il Montalbano – i castelliIl Montalbano – i castelli - La bonifica dellarea palustreLa bonifica dellarea palustre - La città cresce e si difende con nuove muraLa città cresce e si difende con nuove mura - Li belli arredi di San JacopoLi belli arredi di San Jacopo - Piazza del Duomo Piazza del Duomo - Pistoia antico ComunePistoia antico Comune - San Nicola e la sua storia…San Nicola e la sua storia… - Vita quotidiana, passatempi e svaghi in villaVita quotidiana, passatempi e svaghi in villa - Vivere dentro le muraVivere dentro le mura

19 Percorsi didattici sulle tecniche e le tradizioni - Il ghiaccio ed il ferroIl ghiaccio ed il ferro - Laboratorio del giocattoloLaboratorio del giocattolo - Laboratorio della pietraLaboratorio della pietra - Le attività tradizionaliLe attività tradizionali - Macinar castagne e fabbricar carboneMacinar castagne e fabbricar carbone - Mastri cartaiMastri cartai - Viaggio nella storia della cartaViaggio nella storia della carta

20 Centro di Ricerca,Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio - Larciano Torna alla pagina dei musei Il Padule di Fucecchio ha unestensione di circa 1800 ettari e, seppure ampiamente ridotto rispetto allantico lago-palude che un tempo occupava gran parte della Valdinievole meridionale, rappresenta tuttora la più grande palude interna italiana. Il Padule, caratterizzato da importanti associazioni vegetazionali e da una rara flora relitta, costituisce una delle tappe fondamentali nelle rotte migratorie fra la costa tirrenica e linterno e nel corso dellanno ospita oltre 200 specie di uccelli. Il Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio, che promuove la conservazione e la valorizzazione del Padule di Fucecchio e di altri ambienti della Toscana settentrionale, offre diverse proposte didattiche rivolte alle scuole. Le classi interessate, in base alla distanza della scuola dalle aree prescelte e al tempo a disposizione, possono optare fra diverse possibilità di fruizione: visite guidate, programmi personalizzati, itinerari didattici, laboratori scientifici e laboratori ludico-didattici. Vai allelenco dei laboratori didattici del Centro

21 Elenco laboratori didattici del Centro R.D.P. del Padule di Fucecchio Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Aromi mediterraneiAromi mediterranei - Flora e vegetazioneFlora e vegetazione - Gli animali del suoloGli animali del suolo - Gli uccelli e le migrazioniGli uccelli e le migrazioni - Il fiumeIl fiume - Il mondo della paludeIl mondo della palude - Il giardino naturalisticoIl giardino naturalistico - Il Montalbano – i castelliIl Montalbano – i castelli - Il Montalbano – naturaIl Montalbano – natura - Il Padule – naturaIl Padule – natura - Il paesaggio nel tempoIl paesaggio nel tempo - Le attività tradizionaliLe attività tradizionali - Monitoraggio ambientaleMonitoraggio ambientale - Visite guidateVisite guidate - WildflowersWildflowers

22 Il Padule – Natura Itinerario base Visite guidate nella zona umida ed esperienze negli spazi interni forniscono un quadro di insieme sulle caratteristiche ambientali, floristiche e faunistiche del Padule di Fucecchio. Il laboratorio si articola con un incontro in classe, dove verranno introdotti gli argomenti, seguito da una visita sul territorio che permetterà di esplorare lambiente tramite osservazioni, registrazione dati ed eventuale raccolta di "oggetti naturali" da analizzare successivamente, in laboratorio. Con unulteriore visita sul territorio sarà possibile approfondire le conoscenze acquisite e verificare le ipotesi fatte. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

23 Flora e vegetazione Itinerario di approfondimento (rivolto esclusivamente a chi ha già frequentato litinerario Il Padule – natura)Il Padule – natura Un viaggio nel mondo dei vegetali, alla scoperta delle diversità e delle strategie adattative agli ambienti umidi dacqua dolce. Il laboratorio si articola in un incontro introduttivo in classe, seguito da unescursione nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio per osservare vegetazione e flora tipiche degli ambienti palustri e per raccogliere campioni. Verrà effettuata una visita ai corsi dacqua presenti sul territorio per osservare i diversi adattamenti delle piante alla vita. Successivamente, con un incontro in laboratorio, le strutture vegetali e le specie osservate verranno analizzate; la flora campionata verrà identificata e saranno preparate delle tavole floristiche per allestire un erbario. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

24 Wildflowers – I fiori spontanei Itinerario base Percorso alla scoperta di fiordalisi, papaveri, garofanini ed altri fiori spontanei (i cosiddetti wildflowers) che, un tempo diffusi sul territorio, stanno diventando sempre più rari. Il laboratorio si articola in un incontro introduttivo in classe sulle varie specie di fiori spontanei e sulle cause della loro rarefazione, seguito da una visita sul territorio per losservazione e il riconoscimento dei fiori spontanei negli ambienti naturali e coltivati. Un incontro in laboratorio presso il Centro del Padule di Fucecchio sarà dedicato alla semina in vasetti per una successiva collocazione delle piantine nel giardino della scuola, mentre lultima visita sul territorio sarà riservata ai fiori e agli insetti impollinatori. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

25 Gli uccelli e le migrazioni Itinerario di approfondimento (rivolto esclusivamente a chi ha già frequentato litinerario Il Padule – natura)Il Padule – natura Le aree umide sono fra gli ambienti che meglio si prestano allo studio dellavifauna selvatica anche tramite la raccolta e lanalisi in laboratorio di campioni per la ricostruzione di alcune catene alimentari. Il laboratorio si articola con un incontro introduttivo in classe, seguito da unescursione nellarea umida del Padule di Fucecchio durante la quale sarà possibile effettuare molteplici attività come il birdwatching con binocoli e cannocchiali, redigere un taccuino delle osservazioni e raccogliere campioni. Un incontro in laboratorio permetterà di analizzare i campioni raccolti ricostruendo così le catene alimentari. E possibile una seconda escursione per effettuare un confronto con quanto rilevato nel corso della prima uscita. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

26 Il Padule – Il paesaggio nel tempo Itinerario base Litinerario inquadra il Padule di Fucecchio da un punto di vista geografico e storico (dal Medioevo a oggi), evidenziando le trasformazioni paesaggistiche e ambientali legate ai tipi di organizzazione sociale che qui hanno preso forma. Il laboratorio si articola in un incontro introduttivo in classe, seguito da escursioni sul territorio per analizzare i cambiamenti subiti dallambiente nel corso degli anni, in legame con le attività produttive e la vita delluomo. I concetti appresi verranno poi rielaborati nel corso di un successivo incontro in classe. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

27 Le attività tradizionali Itinerario base Il corso è incentrato sul taglio e la lavorazione delle erbe, la pesca, lagricoltura, la caccia e tutte le attività artigianali e tradizionali collegate allambiente del Padule di Fucecchio. Il laboratorio si articola in un incontro introduttivo in classe, durante il quale i ragazzi saranno stimolati a raccogliere personalmente testimonianze delle attività tradizionali, seguito da incontri in laboratorio per lanalisi delle piante utilizzate per i lavori di intreccio, mentre un artigiano locale darà dimostrazione delle tecniche di lavorazioni tradizionali. I ragazzi potranno poi provare la pratica dellintreccio realizzando semplici manufatti. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

28 Il Montalbano - natura Itinerario base Litinerario propone unanalisi dei variegati aspetti geomorfologici e naturalistici del Montalbano dalla cui comparazione si ricavano informazioni sullevoluzione del paesaggio. Il laboratorio si articola in un incontro introduttivo in classe, seguito da una visita sul territorio che consentirà di osservare la successione dei vari ambienti (coltivi, macchia mediterranea, bosco submontano) e le caratteristiche geomorfologiche della catena collinare. Unulteriore escursione lungo un corso dacqua del Montalbano sarà utile per losservazione e riconoscimento della flora ripariale e di macroinvertebrati. Infine, una visita sul Colle di Monsummano permetterà di conoscere le piante della macchia mediterranea e le presenze faunistiche di ambienti naturali ed artificiali. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

29 Il Montalbano – i castelli Itinerario base Litinerario propone la conoscenza delle principali strutture storiche difensive dislocate lungo le pendici del Montalbano, barriera naturale lungo la quale si sono scontrate nel corso dei secoli varie dominazioni, per comprenderne la nascita, levoluzione e leredità che ci hanno lasciato. Il laboratorio si articola con un incontro introduttivo in classe, seguito da una visita al borgo medievale di Porciano o, in alternativa, allinsediamento di Cecina di Larciano. A seguire la visita alla rocca di Serravalle pistoiese permetterà di ammirare uno dei centri difensivi più importanti del Montalbano, mentre a Larciano Castello sarà possibile visitare la fortezza costituita da cassero, torre e cinta muraria. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

30 Aromi mediterranei Itinerario base Il percorso, che stimola anche le percezioni olfattive, è volto alla conoscenza delle piante aromatiche tipiche del bacino mediterraneo che, in Valdinievole, trovano rifugio sulle pendici più ripide e assolate del Colle di Monsummano. Il laboratorio si articola con un incontro introduttivo in classe. Successivamente, guidati dallolfatto, si effettuerà il riconoscimento di alcune comuni essenze aromatiche imparando le tecniche di essiccazione delle piante. A seguire verrà effettuata unescursione tra i profumi della vegetazione mediterranea del Colle di Monsummano. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

31 Il fiume Itinerario base Un viaggio alla scoperta dellecosistema fluviale e dei differenti habitat che contraddistinguono i vari tratti del corso dacqua tramite lanalisi delle sue caratteristiche chimico-fisiche e biologiche. Il laboratorio si articola con un incontro introduttivo in classe. A seguire, durante unescursione sul tratto medio-alto del corso dacqua, verranno effettuate misurazioni fisico-chimiche, unitamente allanalisi della flora e della fauna e alla raccolta di campioni. Unescursione sul tratto inferiore del corso dacqua permetterà invece un confronto con quanto visto precedentemente. I campioni raccolti verranno analizzati durante un incontro in laboratorio al Centro del Padule di Fucecchio, con limpiego di microscopi ed altre apparecchiature scientifiche. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Centro

32 Monitoraggio ambientale Itinerario base Litinerario permette, tramite un approccio di tipo sperimentale, di valutare la qualità degli ambienti fluviali mediante lapplicazione delle principali metodologie di biomonitoraggio. Il laboratorio si articola in un incontro introduttivo in classe, seguito da una visita sul territorio per osservare e raccogliere dati sulle caratteristiche fisiche-fluviali di un corso dacqua. Nel corso della visita verranno inoltre raccolti e studiati macroinvertebrati tramite lopportuna strumentazione scientifica. Durante un incontro in laboratorio al Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio sarà invece possibile determinare la classe di qualità del corso dacqua. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Centro

33 Il giardino naturalistico Laboratorio ludico-didattico Il giardino della scuola o quello di casa possono essere ambienti adatti per osservare e conoscere gli uccelli e le loro abitudini di vita, costruendo mangiatoie e abbeveratoi con materiali di varia natura. Al laboratorio può essere unita una visita nella Riserva del Padule di Fucecchio, alla scoperta dei grandi uccelli acquatici. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia e il primo ciclo della scuola primaria Torna alla pagina del Centro

34 Gli animali del suolo Laboratorio ludico-didattico Il laboratorio conduce alla scoperta del mondo nascosto del suolo e stimola la curiosità dei bambini attraverso losservazione diretta dei suoi abitanti. La costruzione di un piccolo terrario può costituire un divertente approccio scientifico per poter meglio comprendere il ruolo ecologico di questi animali. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia e il primo ciclo della scuola primaria Torna alla pagina del Centro

35 Il mondo della palude Laboratorio ludico-didattico Il laboratorio consente di scoprire, con lausilio di piccoli acquari trasportabili, gli strani adattamenti che piante e animali hanno sviluppato per poter vivere in questo particolare ambiente. A coronamento del percorso può essere prevista una visita finale al laboratorio del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia e il primo ciclo della scuola primaria Torna alla pagina del Centro

36 Visite guidate Le visite guidate hanno una durata di 2-3 ore e si svolgono in ambienti naturali come la Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, il Colle di Monsummano e le Colline del Montalbano. In particolare, sono sempre possibili le seguenti escursioni: - Visita naturalistica nel Padule di Fucecchio (da febbraio a maggio): unincredibile opportunità per osservare flora e fauna degli ambienti palustri e avvicinare specie rare e insolite. La visita a piedi si svolge lungo gli argini interni dellarea umida, con una lunga sosta allosservatorio faunistico della Riserva Naturale. - Visita storico/ambientale nel Padule di Fucecchio (tutto lanno): il Padule presenta anche motivi di grande interesse storico legati agli interventi gestionali in epoca medicea e lorenese. La visita tocca le principali emergenze storico/architettoniche lungo un percorso ai margini del bacino palustre. - Visita naturalistica sulle Colline del Montalbano (tutto lanno): diversi itinerari consentono di conoscere, dando particolare rilievo a flora e vegetazione ma non trascurando le tracce lasciate dagli animali, gli ambienti più significativi del sistema collinare: aree coltivate, macchia mediterranea, boschi submontani, corsi dacqua. - Visita naturalistica sul Colle di Monsummano (tutto lanno): permette di osservare la macchia mediterranea e di scoprire gli adattamenti di flora e fauna ad ambienti artificiali quali le cave di roccia. In primavera la visita è arricchita dalla fioritura di numerose specie di orchidee selvatiche. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina del Centro

37 Info e prenotazioni: Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio Tel Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

38 Ecomuseo della Montagna Pistoiese Attivo dal 1990, è costituito da un insieme di sei itinerari (Itinerario del Ghiaccio, Itinerario del Ferro, Itinerario dellArte Sacra e della Religiosità Popolare, Itinerario della Vita Quotidiana, Itinerario Naturalistico, Itinerario della Pietra) che permettono di conoscere il territorio della Montagna pistoiese attraverso i segni che il rapporto tra uomo e ambiente ha lasciato durante secoli di storia. Un ambiente essenziale, dove lacqua e il bosco hanno fornito materia prima ed energia, utilizzata dagli abitanti per impianti produttivi semplici e ingegnosi: ferriere, ghiacciaie, molini. Queste strutture, recuperate ad una nuova funzionalità, insieme con le forme dellarte e della tradizione, dei saperi artigianali e agricoli hanno dato vita al primo esperimento di ecomuseo italiano. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici dellEcomuseo

39 Elenco laboratori didattici dellEcomuseo della Montagna Pistoiese Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Il Centro Naturalistico-Archeologico e la mostre naturalistiche di Palazzo AchilliIl Centro Naturalistico-Archeologico e la mostre naturalistiche di Palazzo Achilli - Il ghiaccio ed il ferroIl ghiaccio ed il ferro - Il Museo Diocesano dArte Sacra di PopiglioIl Museo Diocesano dArte Sacra di Popiglio - Linsediamento archeologico medievale dellAcquerinoLinsediamento archeologico medievale dellAcquerino - LOrto Botanico forestale dellAbetoneLOrto Botanico forestale dellAbetone - Laboratorio del giocattoloLaboratorio del giocattolo - Laboratorio della pietraLaboratorio della pietra - Macinar castagne e fabbricar carboneMacinar castagne e fabbricar carbone

40 Laboratorio della pietra La via Francesca della Sambuca, variante della via Francigena, collegava Pistoia a Bologna, risalendo sul versante toscano il crinale tra la Brana e lOmbrone. Nel territorio della Sambuca, terra di confine, transitarono tra VII e XII secolo i maestri comacini, esperti scalpellini, dai quali gli artigiani locali appresero larte di cavare, lavorare, utilizzare e murare la pietra. Fino a pochi decenni fa lopera degli scalpellini locali si è esercitata sul materiale presente in loco, la pietra serena. Al Polo didattico di Pavana, parte dellItinerario della Pietra dellEcomuseo della Montagna Pistoiese, è possibile entrare in contatto con queste antiche e affascinanti tecniche sperimentando in prima persona il lavoro dello scalpellino. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina dellEcomuseo

41 Il ghiaccio ed il ferro Viaggio nellarcheologia industriale dellAppennino Pistoiese Nel XVI secolo la Montagna pistoiese era il primo polo siderurgico del Granducato di Toscana. Grazie alla presenza di numerosi corsi dacqua e di fitti boschi la zona disponeva infatti delle energie naturali necessarie per gli opifici di lavorazione del ferro. Il Polo e il Giardino didattico del ferro a Pontepetri, parte dellItinerario del Ferro dellEcomuseo della Montagna Pistoiese, permettono di approfondire questa tematica. Nel Giardino Didattico sono stati ricostruiti un maglio, una ruota verticale ed una ruota da molino, oltre a una turbina idraulica tutti funzionanti ad acqua. Insieme a quella del ferro anche la produzione del ghiaccio era unattività particolarmente importante per la Montagna pistoiese: tra 700 e 900 infatti si producevano lungo la Valle del Reno migliaia di tonnellate di ghiaccio. Un esempio di tale complesso produttivo è il Comparto del Ghiaccio della Madonnina a Le Piastre. Questa, insieme al Polo didattico del Ghiaccio di Pracchia, fa parte dellItinerario del Ghiaccio dellEcomuseo della Montagna Pistoiese. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

42 Linsediamento archeologico medievale nella Riserva Naturale Biogenetica dellAcquerino Il sito Archeologico, risalente ad un periodo tra il X e lXI secolo e inserito nellItinerario della Pietra dellEcomuseo della Montagna Pistoiese, è stato interpretato come un complesso monastico esistito durante lalto medioevo e scomparso dopo la fondazione dellAbbazia di Fontana a Taona. La visita guidata al sito è completata da una spiegazione floro-faunistica dellAppennino Tosco-Emiliano a cura del Corpo Forestale dello Stato, dato che il complesso è inserito allinterno della Riserva Naturale Biogenetica dellAcquerino. Periodo di visita al Sito Archeologico maggio-settembre-ottobre condizioni atmosferiche permettendo. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

43 Macinar castagne e fabbricar carbone Nella Val dOrsigna la Cooperativa Val dOrsigna ha ristrutturato e reso attivi vari edifici con cui trasforma i frutti del bosco: un metato per seccare le castagne ed il Molino di Giamba a due palmenti andante ad acqua, costruito nel Nei castagneti vicini si sperimentano nuove tecniche di coltivazione e trasformazione della castagna. Sempre in Val dOrsigna sono state ricostruite a scopi didattici la Via del Carbone, la capanna del carbonaro, con tutti gli attrezzi del mestiere, il focolare ed i poveri giacigli ed una carbonara didattica a grandezza naturale. In alcuni periodi dellanno si realizzano delle vere carbonare con produzione di carbone. La visita al Molino di Giamba e alla Via del Carbone, inseriti nellItinerario della Vita Quotidiana dellEcomuseo della Montagna Pistoiese, permetterà di scoprire queste antiche tecniche così importanti nel passato per la vita degli abitanti della montagna. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

44 LOrto Botanico forestale dellAbetone Il programma prevede la visita allOrto Botanico, la cui caratteristica peculiare è lintima connessione con lambiente vegetale che lo circonda e la capacità di guidare alla conoscenza delle rarità botaniche del territorio. I temi affrontati durante la visita potranno essere sviluppati al Polo didattico di Fontana Vaccaia, struttura inserita insieme allOrto Botanico nellItinerario Naturalistico dellEcomuseo della Montagna Pistoiese e dotata di microscopi ed altre apparecchiature scientifiche. Periodo di visita allOrto Botanico maggio-settembre-ottobre condizioni atmosferiche permettendo. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

45 Il Museo Diocesano dArte Sacra di Popiglio con il laboratorio sui telai a mano Il Museo, da poco rinnovato nel suo allestimento e inserito nellItinerario dellArte Sacra e della Religiosità Popolare dellEcomuseo della Montagna Pistoiese, prevede una sezione dedicata alle opere darte, agli ori ed argenti con rari esempi di barocco romano, ed unaltra ai paramenti ed arredi sacri. Limitrofo al Museo è il Polo didattico dove si possono svolgere varie attività didattiche come quella della tessitura sui telai a mano. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

46 Laboratorio del giocattolo Il Museo della Gente dellAppennino pistoiese, a Rivoreta, è inserito allinterno dellItinerario della Vita Quotidiana dellEcomuseo della Montagna Pistoiese. La struttura propone un viaggio nella vita della gente di questo territorio dalla modernità ai giorni nostri, sollecitando il visitatore a calarsi nella dimensione del fare con le mani che nelle società preindustriali significa soprattutto pensare con le mani. Allinterno del museo è allestito il Laboratorio del giocattolo, dove i ragazzi potranno sperimentare la propria fantasia e la propria manualità, costruendo direttamente e con materiali poveri semplici giocattoli. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

47 Il Centro Naturalistico- Archeologico dellAppennino pistoiese e le mostre naturalistiche di Palazzo Achilli Il programma prevede una visita al Centro Naturalistico di Campo Tizzoro, parte dellEcomuseo della Montagna Pistoiese e contenente reperti preistorici e geopaleontologici dellAppennino Nord-Occidentale, tra cui lo scheletro di un orso delle caverne, dove è possibile anche fare laboratori come quello dellaccensione del fuoco. Successivamente il percorso prosegue con la visita a Palazzo Achilli a Gavinana, punto informativo centrale dellEcomuseo e sede espositiva di periodiche mostre di argomento naturalistico. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Torna alla pagina dellEcomuseo Per le scuole di ogni ordine e grado

48 Info e prenotazioni: Ecomuseo della Montagna Pistoiese Tel (Ufficio Cultura, Provincia di Pistoia) Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

49 MAC,N – Monsummano Terme Costruita in località Il Renatico per volere di Ferdinando Martini intorno al 1887 secondo il gusto eclettico della Toscana dellepoca, Villa Martini è oggi sede del Museo dArte Contemporanea e del Novecento (MAC,N). Oltre alla collezione civica Il Renatico, composta da opere di grafica, pittura e scultura realizzate da importanti artisti del Novecento, il museo ospita anche mostre temporanee, oltre alla Biennale dincisione, evento al quale partecipano numerosi allievi delle Accademie di Belle Arti sia italiane che straniere. La villa è inoltre circondata da un ampio parco, rinomato per le sue pregiate essenze vegetali tra cui querce da sughero e sequoie. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici del MAC,N

50 Elenco laboratori didattici del MAC,N Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Il graffitoIl graffito - Il parco di Villa MartiniIl parco di Villa Martini - Il segno incisoIl segno inciso - La tempera alluovoLa tempera alluovo - Le Papier CollèLe Papier Collè - Nel mondo incantato del parco di Villa MartiniNel mondo incantato del parco di Villa Martini

51 Le Papier Collé: storia di un assemblaggio di collage La tecnica del Papier Collé consente anche ai più piccoli di avvicinarsi allarte, grazie allutilizzo di una manualità piuttosto elementare ma che possiede comunque una forte carica espressiva. Gli autori delle avanguardie artistiche predilessero questa tecnica perché capace di tradurre il loro linguaggio. Oltre ad un aspetto prettamente pratico, volto a sviluppare la creatività e la manualità del ragazzo, il laboratorio al MAC,N prevede uno studio preliminare su forme e colori e sulle avanguardie che utilizzarono questa tecnica. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia Torna alla pagina del Museo

52 Il graffito: tecnica di ieri……linguaggio di oggi Il laboratorio al MAC,N offre la possibilità di ripercorrere la storia del graffito dalle sue origini preistoriche alle testimonianze del muro di Berlino fino ai giorni nostri con il linguaggio underground, soffermandosi, in particolare, sulla differenza tra arte-espressione e vandalismo. E inoltre previsto un momento pratico durante il quale, con laiuto degli operatori, i ragazzi potranno creare un loro personale graffito in classe. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia Torna alla pagina del Museo

53 Nel mondo incantato del parco di Villa Renatico Martini La visita al parco dellottocentesca Villa Renatico Martini, che ospita oggi il Museo di Arte Contemporanea e del Novecento (MAC,N), può essere uno spunto per riflettere sullimportanza che da sempre alberi e arbusti hanno esercitato sulla storia delluomo e sullo sviluppo delle diverse civiltà. Miti, leggende e tradizioni ispirati dalla natura stimoleranno la creatività degli alunni e li condurranno alla realizzazione di laboratori pratici legati al parco. Un anello di congiunzione tra scuola e natura. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia e scuole primarie Torna alla pagina del Museo

54 La tempera alluovo Questo laboratorio ha come obiettivo quello di far conoscere lantichissima tecnica attraverso cui, miscelando il pigmento con un legante naturale quale luovo, prendono vita i colori a tempera. Durante lincontro a scuola, i ragazzi verranno accompagnati nella realizzazione di un elaborato con il tema della Natura Morta, utilizzando gli strumenti del disegno dal vero. Durante il secondo incontro, che si svolge invece al MAC,N, verrà spiegata la storia della tecnica e la vita di bottega di una volta. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

55 Il segno inciso Il laboratorio si articola in due appuntamenti. A scuola, con il supporto di materiale didattico, verrà percorsa la storia dellincisione per avvicinare i ragazzi allaffascinante mondo della calcografia. Durante il secondo appuntamento al MAC,N i ragazzi potranno invece mettersi in gioco utilizzando il torchio calcografico per provare ad effettuare la stampa. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

56 Il parco di Villa Martini: un ambiente da esplorare L'educazione ambientale può essere definita come l'insieme di metodologie e mezzi per sviluppare la conoscenza e la consapevolezza della complessità dell'ambiente, dei processi che vi hanno luogo e delle interazioni che si verificano con l'uomo. Il laboratorio dedicato al parco di Villa Renatico Martini, edificio ottocentesco che ospita oggi il Museo di Arte Contemporanea e del Novecento (MAC,N), è dedicato alla conoscenza e alla valorizzazione delle peculiarità naturalistiche e ambientali del territorio e, in particolare, al parco della villa, rinomato per le sue essenze vegetali. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie Torna alla pagina del Museo

57 Info e prenotazioni: MAC,N Comune di Monsummano Terme – Ufficio Attività di Educazione e Formazione Tel Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

58 Musei dellAntico Palazzo dei Vescovi - Pistoia Lantico episcopio, edificio medievale risalente allXI secolo, accoglie diverse raccolte e sezioni museali dedicate a vari aspetti della storia e dellarte cittadina: oltre a un Percorso archeologico attrezzato è possibile ammirare le tempere murarie del pittore macchiaiolo Giovanni Boldini, la Sagrestia de Belli arredi (citata da Dante nel XXIV Canto dellInferno), visitare il Museo della Cattedrale di S. Zeno e la Collezione Bigongiari dedicata alla pittura del Seicento fiorentino. Di recente inaugurazione è il Museo Tattile - La città da toccare, un percorso da fare con le mani per esplorare i principali monumenti cittadini. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici dellAntico Palazzo dei Vescovi

59 Elenco laboratori didattici dellAntico Palazzo dei Vescovi Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Come si raccontano le storieCome si raccontano le storie - Dal museo alla cittàDal museo alla città - I metodi della ricerca archeologica I metodi della ricerca archeologica - Il culto di San Jacopo a PistoiaIl culto di San Jacopo a Pistoia - Intorno al pozzoIntorno al pozzo - Labbigliamento Labbigliamento - Lalimentazione Lalimentazione - La casa La casa - La collezione BigongiariLa collezione Bigongiari - Le antiche pietre raccontanoLe antiche pietre raccontano - Li belli arredi di San Jacopo Li belli arredi di San Jacopo - Lo scavo archeologico Lo scavo archeologico - San Nicola e la sua storiaSan Nicola e la sua storia - Suggestioni macchiaiole a Pistoia Suggestioni macchiaiole a Pistoia - Un banchetto in riva alloceano Un banchetto in riva alloceano

60 Come si raccontano le storie Itinerario didattico per scoprire il Percorso Archeologico Attrezzato NellAntico palazzo dei Vescovi sono visibili reperti archeologici e testimoni di scavo che costituiscono il risultato di una ricerca scientifica che ha usato un particolare metodo: lo scavo stratigrafico. Litinerario didattico si svolge in modo interattivo, proponendo come caso di studio le origini e lo sviluppo della città di Pistoia. I ragazzi saranno stimolati ad osservare e a porre domande, comprendendo come si utilizzano nella ricostruzione storica le fonti archeologiche combinandole con altre fonti disponibili. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

61 Un banchetto in riva alloceano: la morte presso gli etruschi Laboratorio di approfondimento A partire dallosservazione dellurnetta e dei cippi funerari etruschi, conservati presso lAntico Palazzo dei Vescovi, i ragazzi saranno guidati nella scoperta della religione etrusca e del rito funerario in particolare. Unattività di drammatizzazione consentirà agli alunni di scoprire pratiche religiose, miti e simboli antichi, in alcuni casi utilizzati ancora oggi. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

62 Labbigliamento Laboratorio di approfondimento Come si vestivano i Romani? Seguivano la moda? Portavano le parrucche? Che rapporto avevano con il corpo? Partendo dalle domande si approfondiscono le funzioni dellabbigliamento nellambito della società romana attraverso le fonti archeologiche, iconografiche e letterarie. Durante la visita al Percorso Archeologico Attrezzato dellAntico Palazzo dei Vescovi i ragazzi potranno creare un proprio personaggio e mettersi nei suoi panni, dando spazio alla propria immaginazione. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

63 La casa Laboratorio di approfondimento A partire dallosservazione del plastico della domus scavata nel 1903 nella piazza del Duomo a Pistoia, esposto al Percorso Archeologico Attrezzato dellAntico Palazzo dei Vescovi, è proposto un approfondimento sui diversi tipi di abitazioni dellepoca romana e sulla vita quotidiana allinterno delle case. I ragazzi, divisi in squadre, giocheranno il ruolo di immaginari abitanti di una domus, sfidandosi nellesplorazione delle stanze della casa alla ricerca di un oggetto smarrito. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

64 Lalimentazione Laboratorio di approfondimento Il laboratorio, che si svolge al Percorso Archeologico Attrezzato dellAntico Palazzo dei Vescovi, vuole fare entrare i partecipanti in modo suggestivo nella realtà di una cucina romana, attraverso i rumori e gli odori. Il tema dellalimentazione viene approfondito attraverso le fonti archeologiche e le fonti letterarie per scoprire che cosa mangiavano i Romani, quali erano gli strumenti della cucina, della tavola e come si conservavano i cibi senza frigorifero. Lincontro si conclude con la simulazione dellallestimento di un orto secondo le indicazioni di Columella. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

65 Lo scavo archeologico Laboratorio di approfondimento Partendo dallosservazione del lavoro degli archeologi nellAntico Palazzo dei Vescovi, i ragazzi sperimenteranno attraverso la simulazione le fasi dello scavo archeologico: la scelta del luogo da scavare, lo scavo stratigrafico, la raccolta e la catalogazione dei reperti, lo studio e la comunicazione dei risultati. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

66 San Nicola e la sua storia… Il percorso offre una visita ambientata allinterno della cappella vescovile, costruita alla fine del XII secolo, dedicata a San Nicola e trasformata nel Quattrocento in prigione politica. Sarà proprio questo santo ad accompagnare idealmente i bambini nella lettura delle misteriose tracce lasciate dalla storia sulle pareti della cappella: attraverso il gioco, dal mondo dei martiri e dei santi losservazione conduce a riflessioni sulla storia della città dal Medioevo ai giorni nostri. Il laboratorio si svolge allinterno della cappella di San Nicola nellAntico Palazzo dei Vescovi e introduce i ragazzi allesercizio della lettura iconografica delle immagini attraverso losservazione e lintegrazione delle parti lacunose degli affreschi. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

67 I metodi della ricerca archeologica: il survey e la topografia di Pistoia romana Laboratorio di approfondimento Lo scavo non è lunico metodo della ricerca archeologica sul campo. Il survey, o ricognizione, è un metodo di ricerca non distruttivo usato per studiare i paesaggi antichi. Il laboratorio presenta i metodi dellarcheologia dei paesaggi proponendo come caso di studio la topografia del territorio di Pistoia romana, caso che consente di inserire in un contesto geografico più ampio quanto si è osservato nel Percorso Archeologico Attrezzato dellAntico Palazzo dei Vescovi. Il programma del laboratorio, adattabile alle esigenze didattiche degli insegnanti, può prevedere una introduzione pratico-teorica e una parte pratica. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Laboratorio per le scuole secondarie di primo e secondo grado Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

68 Le antiche pietre raccontano Visita guidata interattiva al Museo e allAntico Palazzo dei Vescovi La visita offre una panoramica generale sullAntico Palazzo dei Vescovi e sugli arredi della Cattedrale qui allestiti e conservati, offrendo interessanti occasioni di approfondimento degli eventi salienti della storia medievale della città di Pistoia. Obiettivo didattico è quello di imparare a leggere stratificazioni murarie e stili artistici come segni dei cambiamenti storici, culturali, istituzionali… Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

69 I longobardi a Pistoia: dal pozzo alla città Intorno al pozzo Il sottosuolo dellAntico Palazzo dei Vescovi ha restituito interessanti tracce della presenza longobarda a Pistoia: un pozzo sul cui fondo sono stati raccolti numerosi boccali di terracotta quasi integri. Quante persone saranno venute per attingere lacqua? Cosa cera allora intorno a quel pozzo? Attraverso la suggestione dellincontro con un personaggio, la lettura dei documenti antichi e lanalisi delle fonti archeologiche gli studenti saranno guidati in una ricostruzione storicamente poetica della Pistoia longobarda. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

70 Dal museo alla città Un percorso-esplorazione che si articola per le vie e le piazze della città Dopo losservazione della planimetria della città medievale conservata nellAntico Palazzo dei Vescovi si ripercorrono i luoghi delle attività politiche, religiose e mercantili di epoca longobarda: le mura urbane, la piazza di San Zeno con la cattedrale e il gardingo, la sala dove era il palazzo del gastaldo, le chiese di SantAnastasio e Bartolomeo edificate da due notabili del tempo: Ratpert e Gaidoald, il medico reale. La visita è supportata da materiali didattici con piantine e fonti storiche. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

71 Li belli arredi di San Jacopo, santo patrono e protettore di pellegrini a Pistoia La visita accompagna i ragazzi in un percorso ricco di spunti di approfondimento in un contesto strettamente connesso al culto di San Jacopo e SantAtto, particolarmente forte in città a partire dal Medioevo: la sagrestia di belli arredi di dantesca memoria e la sala delludienza dellOpera di San Jacopo allAntico Palazzo dei Vescovi, che ospitano il reliquiario di San Jacopo e oggetti appartenuti a SantAtto. Il percorso consente di approfondire il significato dei pellegrinaggi nel Medioevo e di coglierne limportanza nel contesto del libero comune di Pistoia. Luscita dalla porta della sala delludienza dellOpera di San Jacopo permette una sosta sotto il portico della Cattedrale per uno sguardo dinsieme ai luoghi del culto jacopeo. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

72 Il culto di San Jacopo a Pistoia nellorbita dei pellegrinaggi medievali: unalternativa italiana dal sapore internazionale Il ruolo della devozione a San Giacomo il Maggiore allinterno delle politiche cittadine comunali viene analizzato attraverso i preziosi oggetti, oggi custoditi nellAntico Palazzo dei Vescovi, appartenuti al suo culto e a quello del Vescovo Atto che, nel 1145, fece giungere da Santiago di Compostella la reliquia dellApostolo. Il percorso, a carattere interattivo, consente di approfondire il significato dei pellegrinaggi nel Medioevo e di coglierne limportanza nel contesto del libero comune di Pistoia. Luscita dalla porta della sala delludienza dellOpera di San Jacopo permette una sosta sotto il portico della Cattedrale per uno sguardo dinsieme ai luoghi del culto jacopeo. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

73 La collezione Bigongiari: la pittura del Seicento fiorentino La collezione di dipinti del Seicento fiorentino di Piero Bigongiari, conservata nellAntico Palazzo dei Vescovi, costituisce unoccasione unica di riflessione sulla cultura figurativa di questo secolo. I dipinti della collezione, che provengono da nobili famiglie fiorentine quali quelle dei Medici, degli Strozzi, dei Bardi o dei Peruzzi, offrono un ventaglio ampio e ricco di riflessioni sul secolo di Galileo. I temi trattati, per lo più letterari, si traducono in una pittura morbida e sfumata in cui si traspongono sentimenti, passioni e travagli tipici dellepoca del grande scienziato. Pittura, letteratura, musica e teatro intrecciano legami di grande suggestione e fascino. Il progetto di studio prevede una visita guidata e un laboratorio di approfondimento inerente la pittura, i testi letterari di riferimento e la musica contemporanea. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

74 Suggestioni macchiaiole a Pistoia: le tempere murali di Giovanni Boldini a villa Falconer e lambiente ottocentesco pistoiese tra Niccolò Puccini, Louisa Grace Bartolini e la cultura di fine secolo Allinterno dellAntico Palazzo dei Vescovi, la sala che ospita le tempere murali staccate da villa Falconer a Colle Gigliato, eseguite da Giovanni Boldini verso il 1868, permette di tracciare uno spaccato su uno degli episodi più singolari della cultura ottocentesca pistoiese. Morto infatti Niccolò Puccini e venduta villa di Scornio a nobili francesi, una colonia di giovani intellettuali e macchiaioli si ritrovava nelle campagne tra Pistoia e Montemurlo alla scoperta della natura: Borrani, Sernesi, Achille Lega, Banti, Signorini, Boldini camminarono per le vie della città e delle immediate vicinanze, fino anche a raggiungere San Marcello Pistoiese, raccogliendone forti suggestioni. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di secondo grado Torna alla pagina di Palazzo dei Vescovi

75 Info e prenotazioni: Antico Palazzo dei Vescovi Tel / (Dott.ssa Cristina Tuci, Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia) Fax Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica Costo didattica: 1,00 per ogni attività 2,00 visita + laboratorio 6,00 attività di scavo

76 Museo civico di Pistoia Di origine ottocentesca, è la prima e la maggiore istituzione museale cittadina, aperta al pubblico nel 1922 nel Palazzo comunale, il trecentesco Palazzo degli Anziani. Lattuale allestimento, inaugurato nel 1982, consente, sui due piani più prestigiosi delledificio monumentale, un percorso cronologico fra importanti testimonianze della pittura pistoiese e fiorentina, provenienti dalle chiese e dai conventi soppressi della città, da donazioni e da acquisti. Il museo espone soprattutto dipinti su tavola e su tela, sculture e oggetti di arte applicata, presentando lintera storia artistica della città dal XIII al XIX secolo. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco delle visite e degli itinerari didattici sul territorio presentati dal Museo Civico

77 Elenco percorsi didattici del Museo Civico Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Animali reali e immaginariAnimali reali e immaginari - Arte contemporanea nella cittàArte contemporanea nella città - Cantieri e botteghe nel MedioevoCantieri e botteghe nel Medioevo - Come brilla!Come brilla! - Favole e storie in preziosi dipintiFavole e storie in preziosi dipinti - I Puccini a PistoiaI Puccini a Pistoia - Larte raccontaLarte racconta - La città cresce e si difende con nuove muraLa città cresce e si difende con nuove mura - La famiglia RospigliosiLa famiglia Rospigliosi - La storia di San JacopoLa storia di San Jacopo - Niccolò PucciniNiccolò Puccini - Piazza del DuomoPiazza del Duomo - Pistoia antico ComunePistoia antico Comune - Pistoia comeraPistoia comera - Pistoia nel CinquecentoPistoia nel Cinquecento - San Jacopo a PistoiaSan Jacopo a Pistoia - Storie sacre in preziosi dipintiStorie sacre in preziosi dipinti - Un ritratto da leggereUn ritratto da leggere - Vita pubblica e vita privata in cittàVita pubblica e vita privata in città

78 Come brilla! La sorpresa e la meraviglia delloro vero è il punto di partenza di una caccia alloro fra i dipinti più antichi esposti al Museo Civico, dove il prezioso materiale è usato nelle più intense rappresentazioni delle storie sacre. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e il primo ciclo della scuola primaria Torna alla pagina del Museo

79 Al Museo Civico: favole e storie in preziosi dipinti I grandi dipinti del Seicento esposti al Museo Civico sono una scenografia coinvolgente per raccontare ai bambini le favole della mitologia e della letteratura, dove personaggi fantastici vivono straordinarie avventure: da Re Mida a Apollo, da Erminia a Venere, da Giove a molti altri. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e il primo ciclo della scuola primaria Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

80 Il cuore antico della città: la Piazza del Duomo Cuore della vita cittadina, Piazza del Duomo è frequentata dai bambini e dai loro genitori che, oggi come centinaia di anni fa, la vivono come luogo privilegiato per incontrarsi, comprare, giocare. Obiettivo del percorso è rendere i bambini consapevoli di questo importante spazio dello loro città, attraverso un esplorazione giocosa dei principali monumenti della piazza: il Palazzo Comunale, il Palazzo del Tribunale, il Duomo, il Battistero, il Campanile. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e scuole primarie Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

81 Larte racconta: storie sacre dipinte e scolpite Sui pulpiti, sulle architravi e sui dipinti delle chiese pistoiesi gli artisti hanno realizzato le storie del Vecchio e del Nuovo Testamento. Personalità come Gruamonte, Guido da Como, Giovanni Pisano, Guglielmo da Pisa affrontavano le storie del Vangelo con modelli di rappresentazioni sacre che suscitavano lammirazione e lattenzione del popolo. Così, attraverso un racconto per immagini, larte tramandava la memoria del messaggio religioso in tempi in cui pochi sapevano leggere. La proposta consente un itinerario attraverso la scultura e la pittura sacra, con una lettura delle sue radici classiche e cristiane e unattenzione particolare alla funzione comunicativa delle immagini. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e scuole primarie Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

82 Animali reali e immaginari, fantastici giardini Le cattedrali, le chiese, i palazzi sono spesso popolati da strani animali, mostri, draghi, uccelli scolpiti o dipinti. A volte il loro aspetto sembra reale e familiare, altre volte sono fantastici o paurosi. La frequentazione delle opere d'arte medievali ci ha abituato alle diverse rappresentazioni di questo bestiario. Si vuole ora osservarlo con attenzione e scoprirne il significato attraverso un itinerario fra le più importanti testimonianze artistiche del centro storico di Pistoia, come laltare dargento e lArazzo Millefiori della Cattedrale. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e scuole primarie Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

83 La città cresce e si difende con nuove mura Mura diverse, pietre diverse, storie diverse. Toccando e osservando, i bambini sono stimolati alla ricerca delle tracce delle mura che ancora si conservano nel tessuto cittadino. Una narrazione avvincente propone la storia della città come storia di un organismo vivente, che cresce e si trasforma insieme a noi. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e scuole primarie Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

84 Una famiglia di successo: i Puccini a Pistoia Nel 700 e nell 800 esponenti di primo piano di questa famiglia contribuirono notevolmente allo sviluppo culturale, economico e sociale di Pistoia, che conserva importanti tracce di questa presenza: la Villa e il Parco di Scornio, la collezione di opere darte nella sezione dedicata del Museo Civico, gli edifici e i giardini storici pubblici e privati. Il percorso ricostruisce lintreccio di storie di alcuni personaggi esemplari di questa casata, come Tommaso e Niccolò Puccini, attraverso itinerari selezionati alle testimonianze lasciate in città dalla loro passione per larte, larchitettura, il progresso. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e scuole primarie Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

85 Al Museo Civico: storie sacre in preziosi dipinti Una selezione di capolavori della cultura pittorica religiosa pistoiese e fiorentina del Medioevo viene presentata ai bambini durante la visita alle sale del Palazzo Comunale e del Museo Civico, con una particolare attenzione allaspetto narrativo delle opere. Successivamente verranno poi affrontati temi come la costruzione del quadro, l'organizzazione della bottega del pittore, il rapporto artista-committente, il linguaggio figurativo, l'iconografia dei santi. Torna allofferta didattica Per le scuole dellinfanzia (5 anni) e il primo ciclo della scuola primaria Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

86 San Jacopo a Pistoia: storia, culto, iconografia Il percorso propone una lettura delle più importanti testimonianze figurative del culto di San Jacopo, patrono di Pistoia, presenti nel Museo Civico, nella Cattedrale e nel centro storico. Insieme ai ragazzi, vengono ricostruiti i molteplici aspetti di questa devozione: le sue origini, l'arrivo della reliquia jacobea, i rapporti tra Vescovo e Comune nel XII secolo, il significato del pellegrinaggio nel Medioevo e in particolare di quello pistoiese verso Compostella, i compiti religiosi e civili dell'Opera di San Jacopo. Visitando la Cattedrale sarà possibile riconoscere le strutture architettoniche legate al culto jacobeo e osservare laltare dargento, uno dei più celebri capolavori di oreficeria sacra medievale. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

87 Cantieri e botteghe nel Medioevo: committenti, artigiani e tecniche Il percorso propone la lettura di uno dei periodi più significativi dell'evoluzione artistica pistoiese, attraverso l'analisi delle pratiche costruttive e artistiche dei cantieri architettonici e delle botteghe artigiane, secondo un'idea di unità delle arti che appartenne al periodo medievale: dall'architettura alla scultura, dall'affresco alla tavola dipinta. Durante gli incontri vengono visitati i luoghi religiosi cittadini che conservano importanti testimonianze di questi processi, come la chiesa di San Bartolomeo, la chiesa di Sant'Andrea e la chiesa di San Francesco. Lultima visita al Museo Civico consente di esaminare la pala di San Francesco qui conservata, proveniente dallomonima chiesa cittadina, eccellente esempio di pittura su tavola del XIII secolo. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

88 Pistoia antico Comune Levoluzione storica di Pistoia nel Medioevo viene proposta attraverso losservazione di alcune opere conservate al Museo Civico e dei più importanti luoghi ed edifici storici, che spesso conservano ancora oggi le funzioni di ordine economico, politico, religioso che ne motivarono la costruzione. Si tratta di una lettura di tipo interdisciplinare della città, vista come organismo vivente in perenne mutazione, che consente una successiva riflessione sulle innumerevoli tracce di continuità fra passato e presente e sullidentità storico-culturale di una città. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

89 Pistoia nel Cinquecento: opere darte, chiese, palazzi e la Fortezza S.Barbara Si tratta di una proposta di lettura interdisciplinare del Cinquecento, attraverso le opere più significative presenti nel Museo Civico e nella città. Dopo l osservazione dei dipinti conservati nelle sale museali, il percorso prevede la visita alla chiesa della Madonna dell'Umiltà, alla cui costruzione collaborarono alcuni dei più importanti architetti del XV secolo. Litinerario prosegue con la visita alla chiesa della Madonna delle Grazie o del Letto, sorta in sostituzione delloratorio fondato per celebrare il miracolo mariano del 1336, e losservazione del fregio robbiano dellospedale del Ceppo. Conclude il programma la visita alla Fortezza di Santa Barbara, esempio spettacolare di architettura militare rinascimentale. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

90 Vita pubblica e vita privata in città: due palazzi a confronto Il programma propone la conoscenza di Pistoia attraverso la visita a due fra i più importanti palazzi monumentali: il palazzo Comunale, pubblico, dove si amministra la città, e il palazzo Rospigliosi, privato, dimora storica di una delle più illustri famiglie pistoiesi del Seicento. Saranno messi in evidenza il valore sociale, gli spazi, le funzioni, la vita che si svolgeva all'interno dei due edifici posti luno di fronte allaltro sulla centrale Ripa del Sale. La proposta comprende quindi anche una breve visita alle sale che ospitano il Museo Civico, il Museo Rospigliosi e il Museo Diocesano. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

91 La famiglia Rospigliosi nella Pistoia del Seicento La storia e lambiente culturale di Pistoia nel Seicento attraverso la passione per larte della famiglia Rospigliosi, che dette i natali a Papa Clemente IX. Le tre tappe previste dal programma (al Museo Civico, al Palazzo Rospigliosi e nel centro storico) consentono di conoscere le emergenze artistiche di un periodo che, grazie al collezionismo di questa casata e allaffezione del Papa per la sua città dorigine, vide la presenza a Pistoia di artisti di fama nazionale. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

92 Niccolò Puccini: attualità di un illustre pistoiese dellOttocento Il percorso consente di conoscere la vita di Niccolò Puccini, personaggio di primo piano della famosa casata. Appassionato darte, di architettura, di politica e questioni sociali, è una delle figure di maggior rilievo e popolarità nella storia locale. Niccolò visse nella Pistoia della prima metà dell'800, contribuendo notevolmente allo sviluppo culturale, economico e sociale della città, che conserva importanti tracce di questa presenza: la Villa e il Parco di Scornio, la collezione di opere darte nella specifica sezione del Museo Civico, la casa natale di via del Can Bianco, recentemente restaurata. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

93 Pistoia comera: arte e architettura nella prima metà del Novecento Il programma offre una panoramica completa della cultura figurativa pistoiese a partire dalla fine dellOttocento fino alla prima metà del Novecento. Losservazione degli edifici, delle opere conservate in città, della raccolta del Museo Civico e le lezioni, supportate da materiale visivo, consentono agli studenti di inserire lesperienza artistica e architettonica di Pistoia nel contesto culturale nazionale, allinterno del quale la nostra città ebbe una presenza attiva e originale. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

94 Un ritratto da leggere Dietro ogni ritratto dipinto o scolpito si celano la storia, la psicologia, i segreti di un personaggio famoso o sconosciuto. Il progetto vuole stimolare la curiosità dei ragazzi e aiutarli a scoprire la complessa personalità dei soggetti rappresentati e del linguaggio usato dall'artista per realizzarli. A questo scopo, il programma prevede di associare alla lettura dell'opera d'arte testi letterari e poetici coerenti per autore, contenuto, contesto, per conoscere a fondo ciò che il ritratto illustra o suggerisce del personaggio rappresentato. La proposta ha un arco cronologico dalla fine del Settecento alla prima metà del Novecento, e presenta una serie di ritratti dipinti e scolpiti della collezione del Museo Civico e del Museo Marino Marini. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina del Museo

95 Info e prenotazioni: Museo Civico di Pistoia Tel Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

96 Museo della Carta di Pietrabuona - Pescia Il museo permette un interessante percorso per la comprensione della filiera produttiva della carta grazie a modellini in scala perfettamente funzionanti e agli antichi macchinari presenti nella storica cartiera Le Carte, il cui nucleo originario risale al XV secolo e che venne successivamente ampliata e ristrutturata nelle forme attuali nella prima metà del Lopificio, per la perfezione e raffinatezza dei suoi lavori, era un tempo conosciuto in tutto il mondo. Qui venne infatti realizzata nel 1810 la filigrana con leffige di Napoleone Bonaparte e di Maria Luisa d'Austria per le partecipazioni di nozze dell'Imperatore. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici del Museo della Carta

97 Elenco laboratori didattici Museo della Carta di Pietrabuona Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Mastri cartai Mastri cartai - Viaggio nella storia della cartaViaggio nella storia della carta

98 Questo laboratorio didattico, pensato per avvicinare i ragazzi allantica tecnica della fabbricazione della carta fatta a mano, si articola in due fasi distinte: unintroduzione teorica sulla storia della carta illustrata dalle origini ai giorni nostri, durante la quale viene posta particolare attenzione al tema del riciclo con il gioco Un mondo fatto di carta. Successivamente verrà illustrato il funzionamento dei macchinari posti allinterno del Museo della Carta. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina del Museo

99 Mastri cartai Questo laboratorio didattico, pensato per avvicinare i ragazzi allantica tecnica della fabbricazione della carta fatta a mano, unisce al programma del laboratorio Viaggio nella Storia della Carta un divertente momento di pratica. Viaggio nella Storia della Carta Il Mastro Cartaio del Museo della Carta mostrerà ai ragazzi, che diventeranno suoi collaboratori, ogni singola fase dellantica tecnica della realizzazione di un foglio di carta fatto a mano. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina del Museo

100 Info e prenotazioni: Museo della Carta di Pietrabuona-Pescia Tel Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

101 Museo della Città e del Territorio - Monsummano Terme Ha sede nellOsteria dei Pellegrini, fatta costruire nel XVII secolo dal granduca Ferdinando I de Medici per accogliere i pellegrini che si recavano a venerare limmagine miracolosa della Madonna del vicino Santuario della Fontenuova. Organizzato per sezioni funzionali, il museo raccoglie materiali di natura e di tipo diverso: reperti archeologici, documenti fotografici e sonori, oggetti darte, cartografie, strumenti scienfici e modelli ricostruttivi a documento della storia della città e della Valdinievole. Il filo conduttore che guida il visitatore attraverso le diverse sezioni è rappresentato dalle interazioni fra luomo e lambiente e le corrispettive forme di organizzazione del territorio verificatesi nel corso del tempo fino a oggi. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici del Museo della Città e del Territorio

102 Elenco laboratori didattici del Museo della Città e del Territorio Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Con il naso allinsù Con il naso allinsù - Conoscere il cielo per misurare la terra Conoscere il cielo per misurare la terra - Il cielo in due stanze Il cielo in due stanze - Il mestiere dellarcheologo Il mestiere dellarcheologo - Il mondo termaleIl mondo termale - Il planetario – la stanza del cieloIl planetario – la stanza del cielo - La bonifica dellarea palustre La bonifica dellarea palustre - La magica storia di Grottolino La magica storia di Grottolino - La magia della natura La magia della natura - Leggere il paesaggioLeggere il paesaggio - Progetto H2O Progetto H2O - Viaggio nel sistema solareViaggio nel sistema solare - Vivere dentro le muraVivere dentro le mura

103 Con il naso allinsù Un percorso didattico che vuole avvicinare i bambini in maniera ludica e divertente al mondo dellastronomia. Il laboratorio permette di acquisire informazioni di base sui corpi celesti e le loro caratteristiche principali. Attraverso un viaggio virtuale tra stelle e pianeti i bambini scopriranno le costellazioni, ascolteranno racconti mitologici e avranno modo di inventarsi e realizzare una propria costellazione. Il progetto prevede anche una sosta allinterno del planetario presente nel Museo della Città e del Territorio. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia Torna alla pagina del Museo

104 La magica storia di Grottolino Ascoltando le fantastiche storie di Grottolino e dei suoi amici sarà possibile imparare a conoscere le capacità terapeutiche dellacqua, un suo utilizzo diverso da quello a cui siamo abituati e scoprire il fantastico mondo di Grotta Giusti. Una mattinata divertente al Museo della Città e del Territorio, dove fantasia, gioco e avventure sono assicurate. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia Torna alla pagina del Museo

105 La magia della natura: piante e animali del Colle di Monsummano Alto Un percorso didattico alla scoperta della natura di un territorio che, per la ricchezza delle sue specie vegetali e animali, costituisce una riserva di biodiversità. Verranno affrontati temi riguardanti la vegetazione naturale e le sue peculiarità, la flora con i suoi colori, profumi e specie notevoli, la vita tra le fessure delle rocce affioranti, la fauna e le sue tracce. Il laboratorio si articola in due momenti: una visita al Museo della Città e del Territorio e unescursione guidata lungo il sentiero natura che attraversa le pendici del Colle. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Museo

106 Il planetario La stanza del cielo Torna allofferta didattica Il laboratorio prevede tre diversi itinerari al Planetario del Museo della Città e del Territorio che possono essere sviluppati dalle singole classi: a) Le fiabe celesti, mitologia delle costellazioni b) Alla scoperta del cielo nella nostra galassia: il sistema solare; quattro passi fra le stelle; impariamo a conoscere il cielo di notte c) Scoprire il cielo a Monsummano, oggi e nel passato: un primo approccio per una lettura scientifica del cielo stellato, abituandosi allosservazione. Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

107 Viaggio nel sistema solare Torna allofferta didattica Un percorso per avvicinare i ragazzi in maniera ludica e divertente al mondo dellastronomia. Fra gli obiettivi primari lacquisizione di informazioni di base sui corpi celesti e le loro caratteristiche principali, la catalogazione delle stelle per luminosità, il sistema solare e la via lattea. Oltre a un momento teorico i ragazzi potranno scoprire gli strumenti scientifici del Museo della Città e del Territorio e fare attività pratiche con elaborazione di schede e ricostruzione di modelli. Info e prenotazioni Per le scuole primarie Torna alla pagina del Museo

108 La bonifica dellarea palustre e la fondazione della città di Monsummano Torna allofferta didattica Attraverso lattività di laboratorio al Museo della Città e del Territorio, la visita al Santuario della Madonna della Fontenuova e lattività pratica di lavorazione di erbe palustri sarà approfondita la storia delle trasformazioni operate dalluomo sul territorio. Il percorso affronterà le seguenti tematiche: -i segni della bonifica dallantichità a oggi -Monsummano e Montevettolini: le due terre nella riorganizzazione territoriale del Seicento -Monsummano da terra a comunità, la costruzione della forma urbana. Gli affreschi e il tesoro della Madonna della Fontenuova. -Conoscenza e conservazione delle tradizioni e degli antichi mestieri legati allambiente e alluso delle risorse del territorio. Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

109 Alla scoperta del mestiere dellarcheologo Torna allofferta didattica Il laboratorio si divide in due sezioni: nella prima parte, teorica, vengono fornite ai ragazzi nozioni relative alla figura dellarcheologo e alle attività legate allo scavo archeologico. Successivamente i ragazzi, suddivisi in gruppi, avranno lopportunità di mettere in pratica le conoscenze apprese, esercitandosi nel mestiere dellarcheologo con una simulazione di scavo al Museo della Città e del Territorio. Info e prenotazioni Per le scuole primarie Torna alla pagina del Museo

110 Il mondo termale attraverso la storia, larte, la letteratura dallantichità ad oggi Torna allofferta didattica Partendo dal termalismo dellepoca romana fino ad arrivare ai giorni nostri il percorso studia levoluzione del mondo termale dal punto di vista storico, economico e ambientale. Il laboratorio si articola in due momenti: il primo, teorico, al Museo della Città e del Territorio, seguito da una visita guidata allo Stabilimento termale di Grotta Giusti, con possibilità di una seconda visita agli stabilimenti di Montecatini Terme. Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

111 Progetto H2O Torna allofferta didattica Questo laboratorio permette di offrire degli spunti per riflettere sullimportanza dellacqua e sulle sue innumerevoli proprietà ed usi: come fonte di vita, per scopi curativi ed estetici e come fonte di energia. Dopo un momento introduttivo al Museo della Città e del Territorio i ragazzi potranno, attraverso lutilizzo di miscroscopi, analizzare le presenze di vita nellacqua. Il laboratorio è completato da una visita guidata allo Stabilimento termale di Grotta Giusti. Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo grado Torna alla pagina del Museo

112 Conoscere il cielo per misurare la terra Torna allofferta didattica Il laboratorio ha lo scopo di avvicinare gli studenti allambiente e alla natura e portarli alla comprensione di un metodo fondamentale per studiare il rapporto uomo- ambiente: il metodo scientifico. Attraverso un primo incontro al Museo della Città e del Territorio i ragazzi potranno approfondire la conoscenza della figura di Galileo, della sua scuola sperimentale e, in particolare, del matematico Vincenzo Viani. Successivamente i ragazzi avranno modo di mettere in pratica le conoscenze acquisite svolgendo rilevazioni catastali: un vero e proprio esercizio per capire come misurare la terra. Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

113 Vivere dentro le mura Torna allofferta didattica Partendo da testimonianze come torri, strutture fortificate, rocche ancora conservate e dalle ricostruzioni presenti al Museo della Città e del Territorio, questo laboratorio ha come obiettivo quello di avvicinare i ragazzi alla storia medievale. Gli alunni avranno la possibilità di mettere in pratica quanto appreso attraverso un gioco didattico che simula un vero assedio medievale a un castello. Il laboratorio è completato da una visita guidata ai resti del castello di Monsummano Alto. Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo grado Torna alla pagina del Museo

114 Leggere il paesaggio Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Un percorso che permette di approfondire le conoscenze sulle trasformazioni operate dalluomo sul territorio, affrontando diverse tematiche: geomorfologia e paesaggio fisico e vegetale; la rappresentazione del paesaggio, analisi, lettura e interpretazione della cartografia di riferimento e storica; analisi delle restituzioni iconografiche e letterarie; il paesaggio della natura e il paesaggio delluomo; la conoscenza volta alla tutela. Il laboratorio si articola in lezioni teoriche al Museo della Città e del Territorio, seguite da una visita guidata sul territorio che permetterà di mettere in pratica quanto appreso. Per le scuole secondarie di secondo grado Torna alla pagina del Museo

115 Info e prenotazioni: Museo della Città e del Territorio Tel (Ufficio Cultura, Comune di Monsummano Terme) Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

116 Museo Marino Marini - Pistoia Il museo, dedicato al celebre artista, nato a Pistoia nel 1901, ha sede nellantico complesso trecentesco un tempo casa dellOrdine Ospitaliero di S. Antonio Abate detto del Tau. Vi sono esposte un folto numero di sculture in bronzo, gesso e terracotta, oltre a disegni, dipinti e opere grafiche fra cui acqueforti, incisioni e puntesecche. Il museo è inoltre dotato di una biblioteca specializzata sullartista. Sono a disposizione dei visitatori una fototeca ed una videoteca che documentano la vita e le opere di Marino Marini nonché una raccolta completa di ritagli di stampa tratti da riviste e quotidiani dal 1927 ad oggi. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici del Museo Marino Marini

117 Elenco laboratori didattici del Museo Marino Marini Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Con le mani in pastaCon le mani in pasta - Il circo Il circo - Laboratorio colori e suoniLaboratorio colori e suoni - La giostra dei materialiLa giostra dei materiali - La Pomona di Marino MariniLa Pomona di Marino Marini - La vita e le opere di MarinoLa vita e le opere di Marino - Marino Marini e il suo museoMarino Marini e il suo museo - Marino Marini: percorso verso lastrazioneMarino Marini: percorso verso lastrazione - Marino Marini tra i giocolieriMarino Marini tra i giocolieri - Musica ancestrale della Grande MadreMusica ancestrale della Grande Madre - Oggi creiamo noi qualcosaOggi creiamo noi qualcosa - Un rumore, un suono, una cavalcata di cavalliUn rumore, un suono, una cavalcata di cavalli

118 Un rumore, un suono, una cavalcata di cavalli Torna allofferta didattica Dalla ricerca dei rumori prodotti in uno spazio, attraverso gli strumenti forniti dal proprio corpo, allascolto dei suoni per dar vita a una personalissima cavalcata di cavalli: un progetto formativo incentrato su una rielaborazione autonoma da parte dei bambini del tema dei cavalli e cavalieri affrontato da Marino Marini. Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia Torna alla pagina del Museo

119 La giostra dei materiali Torna allofferta didattica Gesso, Argilla, Bronzo, Oro, Argento e…Colori! Sagome di cavalli e cavalieri montati in una scultura leggera e mobile, trattati con materiali diversi per scoprirne le caratteristiche quali superficie, luminosità, cromia intrinseca e applicata. Questo percorso può essere affiancato a visite tematiche proposte dal Museo Marino Marini. Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia e scuole primarie Torna alla pagina del Museo

120 Con le mani in pasta: un laboratorio sul modellare Torna allofferta didattica Dal greco Kèramos argilla deriva il termine di ceramica. Scoprire la magia di unarte antica, la scultura, basata sulla manipolazione di un materiale la cui caratteristica è la plasticità. Gli Etruschi, maestri nel modellare largilla in sculture di grandi dimensioni, hanno fortemente affascinato e influenzato Marino Marini che ha spesso utilizzato questo materiale per le sue opere sia come modello per fusioni in bronzo, sia indipendentemente da esse. Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia e scuole primarie Torna alla pagina del Museo

121 Oggi creiamo noi qualcosa Torna allofferta didattica Il laboratorio si articola in tre incontri: -Cavalli e cavalieri: ai bambini verrà proposto di disegnare un cavallo con il suo cavaliere cercando di farlo apparire felice, impaurito, triste, attraverso lutilizzo di forme e colori. Un percorso alla scoperta dellevoluzione poetica della figura equestre. -Pomona: ai bambini verrà proposto di raffigurare il concetto di abbondanza, felicità e vita, utilizzando la figura umana e gli elementi della natura. Durante la visita al Museo Marino Marini verrà illustrato il significato di Pomona per lartista. -Il ritratto: ai bambini verrà proposto di rappresentare il volto di alcuni personaggi ritratti da Marino seguendo le regole che lo stesso artista applicava: durante la visita al Museo scopriranno in che modo lartista sia riuscito a rendere la psicologia dei personaggi ritratti. Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia e scuole primarie Torna alla pagina del Museo

122 Il circo Torna allofferta didattica I ragazzi, con lausilio di immagini riguardanti il teatro e il circo di Marino Marini e di altri artisti del Novecento, potranno confrontarsi sul tema e sul concetto di equilibrio di forme e colori, producendo un proprio acrobata in movimento. Durante il percorso museale sarà possibile scoprire gli acrobati, i saltimbanchi, le ballerine e i pagliacci, protagonisti del colorato mondo di Marino. Queste figure sono per lartista pretesto per studiare movimento ed equilibrio, ma anche una poetica immagine della vita giocata tra realtà e finzione: così gli acrobati e i saltimbanchi, divenuti talvolta spericolati cavalieri, possono riscattare luomo dai dolori e dalle difficoltà immergendolo in un universo di colori scintillanti. Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Museo

123 La vita e le opere di Marino attraverso le immagini Torna allofferta didattica Un percorso che si sviluppa allinterno dello storico complesso monumentale del Tau, alla scoperta delle opere di Marino Marini. La visita illustrerà la vita e il lavoro dellartista sia con lausilio di supporti fotografici, sia attraverso losservazione diretta delle opere esposte nelle sale del museo. Lincontro dei ragazzi con la poliedrica personalità di Marino Marini sarà da stimolo per la realizzazione di elaborati. Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Museo

124 Marino Marini e il suo Museo Torna allofferta didattica Attività dedicata ai ragazzi che affrontano per la prima volta lopera di Marino Marini, favorendone la conoscenza sia come uomo, sia come artista. Litinerario lungo il percorso espositivo puntualizza le note salienti della biografia dello scultore pistoiese, considerato uno dei protagonisti indiscussi dellarte del Novecento, e mette poi in evidenza lo svolgimento del suo lavoro attraverso una metodologia aperta e colloquiale, volta allosservazione del linguaggio poetico e formale dei ritratti, delle mitiche figure femminili di Pomona e del gruppo equestre. Specifici legami possono essere tracciati con la cultura artistica e letteraria italiana e internazionale, mentre, per chi lo desidera, sarà possibile copiare dal vero le opere. Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

125 Marino Marini: percorso verso lastrazione Torna allofferta didattica Lincontro con le opere conservate nelle sale del Museo Marino Marini consente ai ragazzi di capire come il linguaggio dellartista sia toccato da una forma di astrazione fondata sia sullemozione data dalluso del colore sia sulla partecipazione del corpo nellazione pittorica. Il laboratorio è incentrato sulla rappresentazione di sensazioni, emozioni e sentimenti attraverso la tecnica del dripping (sgocciolature di colore) e le modalità dellAction painting (pittura dazione) adottate anche da Marino Marini nelle sue opere dei primi anni Sessanta. Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina del Museo

126 Musica ancestrale della Grande Madre: la natura ci racconta una storia Torna allofferta didattica Il laboratorio si articola in due incontri, uno al Museo Marino Marini e laltro alla Fondazione Luigi Tronci, che espone una vasta raccolta di strumenti musicali provenienti da ogni parte del mondo. Durante il primo incontro sarà approfondita la tematica della simbologia di Pomona, i suoi legami con un passato arcaico e ancestrale e i legami di Marino con la natura e con il tema della Grande Madre. Durante il secondo incontro sarà possibile evocare un passato che affonda le sue radici nella natura attraverso un suggestivo intervento tattile sui materiali più diversi. Per finire sarà possibile suonare insieme le pance, cercando di creare una suggestione che riporti ad un lontano passato che resta sempre dentro di noi. Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia, primarie e secondarie di primo grado Torna alla pagina del Museo

127 Laboratorio colori e suoni Torna allofferta didattica Il progetto prevede innanzitutto la posa in opera di una scultura suonante, realizzata dallartista Andrea Dami, caratterizzata da determinati requisiti: una grande cassa armonica, piatti e chiodi (violino di ferro) nonché corde metalliche per ottenere unampia gamma di suoni. Il laboratorio consiste nella realizzazione di un lavoro artistico che verrà eseguito su un grande foglio di carta steso davanti ai giovanissimi disposti attorno e pronti a lavorare di getto, secondo le proprie emozioni e pensieri, con pennelli e colori. Successivamente il lavoro artistico verrà diviso in quadrati per quantificare le parti di colore steso sul foglio perché ad ogni colore verrà associato un suono (acuto, basso…) tale da formare uno spartito/griglia musicale. Con strumenti semplici e seguendo lo spartito/griglia si otterrà il suono scaturito dal grande dipinto, insomma un piccolo concerto. Info e prenotazioni Per ragazzi da 5 anni in su Torna alla pagina del Museo Progetto di Andrea Dami in collaborazione con la Sezione didattica Museo Marino Marini Progetto POF

128 La Pomona di Marino Marini come una grande madre Torna allofferta didattica I ragazzi vengono introdotti alla conoscenza della figura di Marino Marini attraverso immagini della sua vita e la visione delle opere. Una particolare attenzione verrà affidata allanalisi delle tematiche elaborate dal maestro e al concetto di immagine simbolica. Marino Marini, nel corso della sua attività artistica, ha a lungo lavorato attorno alla figura di Pomona, divinità preposta alla cura della natura coltivata degli orti. Analizzando la tematica scopriamo che essa ha radici profonde nellimmagine archetipica della Venere primordiale, la Grande madre che ha ispirato artisti di tutti i tempi. Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie Torna alla pagina del Museo Progetto POF

129 Marino Marini tra i giocolieri Torna allofferta didattica Acrobati, saltimbanchi, giocolieri, danzatrici e strani cavalieri popolano spesso le opere di pittura e di grafica di Marino Marini. Attraverso una metodologia di gioco, scoperta e sperimentazione in prima persona vengono proposte una serie di attività volte a stimolare limmaginario dei bambini: la figura simbolica del giocoliere diviene così il protagonista di un circo personale immaginato dentro di noi. Gli spunti di lavoro saranno: I mondi fantastici degli artisti; Forme e colori in equilibrio; Il ricordo; Il circo impossibile; Corpi in equilibrio e disequilibrio. Info e prenotazioni Per le scuole primarie e secondarie Torna alla pagina del Museo Sezione didattica Museo Marino Marini, Artemisia Associazione Culturale, Centro Culturale Il Funaro Progetto POF

130 Info e prenotazioni: Fondazione Marino Marini Pistoia Tel Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

131 Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese - Gavinana Situato su di una radura sui monti sopra Gavinana, nella Montagna pistoiese, in una zona immersa nel silenzio e lontana da fonti di inquinamento luminoso, rappresenta un ambiente ideale per losservazione dei corpi celesti. LOsservatorio, dotato di due cupole rotanti, due telescopi e numerosi strumenti scientifici e didattici, è di proprietà pubblica e viene gestito dal Gruppo Astrofili Montagna pistoiese, con la consulenza scientifica dellOsservatorio di Arcetri (Università di Firenze) e dellUniversità di Pisa. È il primo in Italia ed al 38° posto nel mondo per la scoperta di nuovi pianetini. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici dellOsservatorio

132 Elenco laboratori didattici dellOsservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Il Cielo in due StanzeIl Cielo in due Stanze - Osservatorio Astronomico – visite diurneOsservatorio Astronomico – visite diurne - Osservatorio Astronomico – visite notturneOsservatorio Astronomico – visite notturne

133 Osservatorio astronomico Visite diurne Le visite diurne consentono unintroduzione alle tematiche della nostra stella, il Sole; nel corso di esse si osserva direttamente il Sole con il telescopio e con il binoscopio, attraverso adeguati filtri solari, per osservare le macchie solari, la fotosfera e le protuberanze. Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina dellOsservatorio

134 Osservatorio astronomico Visite notturne Le visite notturne sono strutturate in due fasi: una lezione introduttiva a carattere interattivo sui temi generali dellastronomia, seguita dallosservazione, a occhio nudo e al telescopio, dei più interessanti oggetti celesti visibili nei vari periodi (Luna, Pianeti, Satelliti, Stelle, Ammassi Stellari, Nebulose…). Info e prenotazioni Torna allofferta didattica Per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina dellOsservatorio

135 Info e prenotazioni: Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese Tel Fax (Biblioteca comunale S. Marcello Pistoiese) Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

136 Il Cielo in due Stanze LOsservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e il Planetario del Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme si sono uniti per proporre alle scuole due diversi laboratori:Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme Laboratorio diurno – Il sole Laboratorio notturno – Il cielo stellato Entrambi i laboratori si articolano in due momenti: un incontro al Planetario, per una comprensione generale dei movimenti celesti; una visita allOsservatorio Astronomico, per losservazione dal vivo dei pianeti e delle stelle. Clicca sui laboratori per saperne di più. Torna allofferta didattica

137 Laboratorio diurno: il sole Il Cielo in due Stanze LOsservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e il Planetario del Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme si sono uniti per proporre alle scuole questo laboratorio dedicato alla nostra stella, che si articola in due diversi momenti: Una prima lezione a carattere teorico al Planetario, seguita da una seconda lezione allOsservatorio, durante la quale i ragazzi potranno osservare direttamente, attraverso la moderna strumentazione scientifica, quanto appreso precedentemente. Info e prenotazioni Torna al progetto Il cielo in due stanze Per le scuole di ogni ordine e grado

138 Laboratorio notturno: il cielo stellato Il Cielo in due Stanze LOsservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e il Planetario del Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme si sono uniti per proporre alle scuole questo laboratorio dedicato al cielo stellato che si articola in due diversi momenti: Una prima lezione a carattere teorico al Planetario, seguita da una visita allOsservatorio, durante la quale i ragazzi potranno osservare direttamente, attraverso la moderna strumentazione scientifica, quanto appreso precedentemente. Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna al progetto Il cielo in due stanze

139 Info e prenotazioni: Per la visita al Planetario del Museo della Città e del Territorio: Tel (Ufficio Cultura, Comune di Monsummano Terme) Per la visita allOsservatorio Astronomico della Montagna P.se: Tel Fax (Biblioteca comunale S. Marcello Pistoiese) Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere le strutture? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

140 Palazzo Fabroni e Casa Studio Fernando Melani - Pistoia Palazzo Fabroni, di nobile impianto seicentesco, è oggi la sede delle attività espositive sullarte contemporanea del Comune di Pistoia. Accanto allattività espositiva temporanea il palazzo ospita una collezione permanente, costituita da opere donate dagli artisti ospitati, da fondi originari del Museo Civico e da acquisizioni di altri artisti pistoiesi e italiani. La visita a Palazzo Fabroni offre quindi una sintesi dei principali fenomeni dellarte contemporanea italiana a partire dal secondo dopoguerra. La Casa-Studio dellartista pistoiese Fernando Melani ( ) costituisce un esempio unico di spazio dove, in perfetta armonia, si riflettono lintera esperienza artistica dellautore e il suo itinerario di ricerca attraverso i principali movimenti dellarte della seconda metà del XX secolo, dallArte Povera allArte Concettuale alla Minimal Art. Nei diversi ambienti una gran quantità di opere occupa i soffitti, le pareti, i pavimenti secondo la disposizione che Melani stesso aveva ideato fin dalla loro realizzazione. Torna alla pagina dei musei

141 Arte contemporanea nella città A partire dagli anni Novanta, grazie allattività di Palazzo Fabroni e allapertura della casa-studio di Fernando Melani, il Comune di Pistoia è stato presente e attivo nei circuiti dellarte contemporanea più qualificati a livello regionale e nazionale. Questa storia è ora documentata e leggibile nelle raccolte civiche e in prestigiose collezioni private. Gli itinerari tematici proposti consentono di osservare opere di alcuni dei maggiori artisti attuali e di conoscere gli aspetti più innovativi del linguaggio della contemporaneità, anche attraverso importanti approfondimenti monografici. Torna allofferta didattica Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Info e prenotazioni Torna alla pagina di Palazzo Fabroni

142 Info e prenotazioni: Palazzo Fabroni e Casa-studio Fernando Melani Tel (servizi educativi) Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

143 Villa La Màgia - Quarrata Situata su unaltura alle pendici del Montalbano, Villa La Màgia domina incontrastata la pianura circostante. Nata nel Trecento per volere della famiglia pistoiese dei Panciatichi, passata poi in proprietà ai Medici che ne affidano la ristrutturazione al celebre architetto Bernardo Buontalenti, la villa ospita oggi un parco tematico di arte ambientale. Artisti come Fabrizio Corneli, Anne e Patrick Poirier, Marco Bagnoli, Hidetoshi Nagasawa, Maurizio Nannucci, Daniel Buren sono stati infatti capaci di tradurre il genius loci in straordinari oggetti darte. Una sfida tra passato e presente, fra arte contemporanea e capolavori settecenteschi, in costante evoluzione e alla portata di tutti. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici di Villa La Màgia

144 Elenco laboratori didattici di Villa La Màgia Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Arte, magnificenza e storia di una villa mediceaArte, magnificenza e storia di una villa medicea - La decorazione barocca: storie di miti e di eroiLa decorazione barocca: storie di miti e di eroi - Una giornata in villaUna giornata in villa - Visita ai giardini di Villa La MàgiaVisita ai giardini di Villa La Màgia - Vita quotidiana, passatempi e svaghi in villa Vita quotidiana, passatempi e svaghi in villa

145 Vita quotidiana, passatempi e svaghi in villa Visita animata La classe sarà accompagnata nelle stanze principali di Villa La Màgia e nel suo giardino da una Grandama che farà scoprire ai bambini i personaggi che hanno vissuto nella villa, gli ambienti nei quali si muovevano e i passatempi a cui si dedicavano. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole dellinfanzia Torna alla pagina di Villa La Màgia

146 Arte, magnificenza e storia di una villa medicea L'itinerario privilegia la lettura di Villa La Màgia da diversi punti di vista: artistico, storico e sociale, soffermandosi in particolare sulla struttura architettonica della dimora e sulle trasformazioni subite nel corso dei secoli, sulla magnificenza degli ambienti, sugli arredi e sui fastosi apparati decorativi, nonché sul talento degli artisti che prestarono la loro opera nella residenza. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina di Villa La Màgia

147 La decorazione barocca: storie di miti e di eroi L'analisi degli affreschi che ornano le sale di rappresentanza di Villa La Màgia consente di indagare i contenuti allegorici e lo stile tipici della decorazione barocca. Anche gli stucchi sono parte integrante dell'insieme, riprendendo i ritmi curvilinei e turgidi della decorazione pittorica e accentuando, coi toni bianchi, le tonalità luminose dell'affresco. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina di Villa La Màgia

148 Visita ai giardini storici di Villa La Màgia ed alla Collezione permanente darte contemporanea La visita storico artistica dei giardini è arricchita da un approfondimento sul paesaggio e sulle diverse tipologie di giardini che caratterizzano lo spazio che circonda Villa La Màgia. Questo splendido museo a cielo aperto è stato arricchito da opere permanenti di famosi artisti contemporanei come Fabrizio Corneli, Anne e Patrick Poirier, Marco Bagnoli, Hidetoshi Nagasawa e Maurizio Nannucci. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina di Villa La Màgia

149 Una giornata in villa Attraverso laiuto dei dipinti e degli arredi che ancora oggi ornano la principesca Villa La Màgia i ragazzi potranno conoscere i personaggi che popolavano la dimora, gli ambienti delle fattoria ed i luoghi riservati allo svago. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina di Villa La Màgia

150 Info e prenotazioni: Villa La Màgia Tel /771408/ (Comune di Quarrata Biblioteca multimediale) Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

151 Fondazione Luigi Tronci – Pistoia La Fondazione, nata nel 2008, si occupa di ricerca, conservazione e catalogazione dei circa 800 strumenti e reperti musicali acquisiti dal fondatore Luigi Tronci, grande appassionato di musica e collezionista, nel corso di quasi 50 anni. Gli strumenti raccolti ripercorrono la storia della musica a Pistoia nel corso dei secoli: antiche campane, storici organi e suggestive macchine utilizzate nei teatri per la riproduzione di particolari suoni. Inoltre, largo spazio trovano gli strumenti a percussione quali piatti, gongs, tam tam provenienti da tutti i continenti e da tutte le culture. Torna alla pagina dei musei Vai allelenco dei laboratori didattici della Fondazione

152 Elenco laboratori didattici della Fondazione Luigi Tronci Info e prenotazioni Torna allofferta didattica - Dal metallo al suono Dal metallo al suono - I suoni della natura – Costruirsi da soli uno strumento musicale I suoni della natura – Costruirsi da soli uno strumento musicale

153 I suoni della natura – Costruirsi da soli uno strumento musicale Esistono infiniti modi di fare musica, non soltanto attraverso gli strumenti tradizionali. Elementi naturali quali legni, foglie secche, conchiglie e rocce, percossi fra loro o con dei battenti, producono suoni diversi e, se accuratamente disposti e lavorati, possono trasformarsi in veri e propri strumenti musicali. Il percorso didattico in esame offre la possibilità agli studenti di creare da soli e con materiali poveri come legnetti e foglie degli strumenti musicali che potranno poi essere utilizzati a scuola. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole di ogni ordine e grado Torna alla pagina della Fondazione

154 Dal metallo al suono Questo laboratorio permette agli studenti di avvicinarsi al mondo della musica scoprendo le tecniche che stanno dietro alla costruzione degli strumenti a percussione. I metalli, le loro proprietà, la fusione, la loro particolare lavorazione e le leggi della fisica del suono sono alcuni degli elementi fondamentali che stanno permettono ad uno strumento di riprodurre determinati suoni. Perché ad esempio un gong suona solo se appeso a una certa altezza? Attraverso la visita alla Fondazione i visitatori potranno così scoprire ciò che sta dietro il mondo della musica. Torna allofferta didattica Info e prenotazioni Per le scuole secondarie di primo e secondo grado Torna alla pagina della Fondazione

155 Info e prenotazioni: Fondazione Luigi Tronci Tel Problemi a trovare un mezzo di trasporto per raggiungere la struttura? Scopri Bus-siamo al Museo! Torna allofferta didattica

156 Bus-Siamo al Museo Bus-siamo al Museo è il nuovo progetto volto a far scoprire agli studenti degli istituti scolastici pistoiesi i musei provinciali e le strutture paramuseali del territorio, offrendo un trasporto bus che possa mettere in collegamento scuole e musei. Finanziato dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Pistoia, Bus-siamo al Museo consente infatti, agli istituti che ne faranno richiesta, di prenotare un servizio di trasporto bus per i musei che vogliono visitare. Possono usufruirne le classi di ogni ordine e grado degli istituti scolastici di Pistoia e provincia. Si richiede una compartecipazione di 2 Euro a ragazzo. Info e prenotazioni: Numero verde Torna alla pagina dei musei


Scaricare ppt "La didattica nei musei pistoiesi A scuola di museo Presentazione a cura dellAssessorato alla Cultura della Provincia di Pistoia Testi e impaginazione:"

Presentazioni simili


Annunci Google