La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO DI FORMAZIONE Dlgs.59 a.s. 2004/2005 Introduzione al concetto di accessibilità (Il contenuto di questa presentazione è stato liberamente tratto dai.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO DI FORMAZIONE Dlgs.59 a.s. 2004/2005 Introduzione al concetto di accessibilità (Il contenuto di questa presentazione è stato liberamente tratto dai."— Transcript della presentazione:

1 CORSO DI FORMAZIONE Dlgs.59 a.s. 2004/2005 Introduzione al concetto di accessibilità (Il contenuto di questa presentazione è stato liberamente tratto dai Materiali di studio presenti in Puntoedu RIFORMA) e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

2 Indice Principio della progettazione universale Tecnologia Assistiva e normativa in materia di accessibilità Tecnologia Assistiva e normativa in materia di accessibilità Lusabilità Valutazione W3C e WCAG I 10 principi di Nielsen Priorità e raccomandazioni Sitografia e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

3 Principio della progettazione universale 1/4 Un ambiente multimediale, se non realizzato con criteri di accessibilità, può presentare barriere insormontabili, o comunque difficoltà di fruizione, per coloro che non possiedono tutte le funzionalità fisiche e sensoriali. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

4 Principio della progettazione universale 2/4 In base al principio della progettazione universale, va studiata la possibilità di sviluppare strumenti informatici tali da consentirci di rivolgerci a unutenza allargata, piuttosto che al classico utente medio. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

5 Principio della progettazione universale 3/4 Il rispetto di tale principio favorisce ladozione di soluzioni, per i prodotti informatici, che mettano a disposizione degli utenti con problemi particolari modalità di uso alternativo, ma non per questo speciale, perché facenti parte delle scelte di riconfigurazione, disponibili sul prodotto stesso. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

6 Principio della progettazione universale 4/4 Le ricerche più avanzate studiano la possibilità di sviluppare strumenti informatici secondo il Principio della Progettazione Universale,ma per ora tale salto di qualità dei prodotti informatici è solo ipotizzato… e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

7 Tecnologia Assistiva Attualmente gli strumenti informatici sono resi accessibili con adattamenti applicativi a posteriori, come, ad esempio, laggiunta di un lettore di schermo con riga braille per i ciechi e laggiunta di un programma di ingrandimento dei contenuti dello schermo per gli ipovedenti… e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

8 Normativa in materia di accessibilità alle nuove tecnologie 1/2 Legge n. 4 del 9 gennaio 2004 Dallart. 2 della suddetta Legge: … si intende per: a) «accessibilità»: la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari; e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

9 Normativa in materia di accessibilità alle nuove tecnologie 2/2 b) «tecnologie assistive»: gli strumenti e le soluzioni tecniche, hardware e software, che permettono alla persona disabile, superando o riducendo le condizioni di svantaggio, di accedere alle informazioni e ai servizi erogati dai sistemi informatici. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

10 Ingegneria dellusabilità nello sviluppo del web Per perseguire lobiettivo dellusabilità, viene applicato lapproccio sistematico dellingegneria. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

11 Le quattro figure in cui è partizionato il concetto di usabilità Efficienza Efficacia Apprendibilità Gradevolezza Tali quattro figure risultano quantificabili. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

12 Efficacia ed efficienza Lefficacia caratterizza la qualità dei risultati che il sistema permette di raggiungere Lefficienza qualifica la capacità del sistema di permettere allutente di ottenere risultati efficaci rispetto al rapporto tra risultati ottenuti e risorse impegnate e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

13 Apprendibilità e gradevolezza Lapprendibilità qualifica la capacità del sistema di rendere facile allutente lapprendimento dei modi di interazione che ne permettono un uso efficiente ed efficace La gradevolezza qualifica la capacità del sistema di permettere allutente una interazione che viene soggettivamente percepita come soddisfacente e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

14 Le tre fasi di sviluppo di un qualunque sistema Analisi (focalizza sul cosa, perché viene determinato il contesto di uso) Progetto (focalizza sul come: viene determinata la risoluzione del problema) Implementazione (la risoluzione assunta viene realizzata) e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

15 Usabilità Lo standard ISO9241 (che definisce i requisiti ergonomici per il lavoro con i videoterminali) qualifica lusabilità di un sistema come la sua capacità di permettere a un utente di svolgere i suoi compiti in maniera efficace, efficiente, con un limitato costo di apprendimento e in maniera gradevole. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

16 Contesto di uso Seguendo lo standard ISO9241 – 11, ilcontesto duso, può essere caratterizzato in base alle caratteristiche dellutente (qualificate dai fattori culturali), alle caratteristiche dei suoi compiti e alle caratteristiche organizzative del contesto nel quale lutente opera. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

17 Valutazione euristica e valutazione empirica La valutazione euristica mira a ottenere un giudizio circa la potenziale usabilità di una soluzione, confrontandola contro principi e linee guida consolidati La valutazione empirica consiste nellosservazione delluso di un prodotto da parte di uno o più utenti e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

18 W3C W3C (sigla di World Wide Web Consortium) è lorganismo internazionale, senza fini di lucro, che dal 1994 ha il compito di definire i linguaggi e le procedure standard per rendere il web uno strumento democratico e universale e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

19 WCAG WCAG è lacronimo di Web Content Accessibility Guidelines Tali linee guida per l'accessibilità dei contenuti Web spiegano come realizzare contenuti per il Web in modo che siano accessibili a persone diversamente abili. e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

20 I 10 principi di Nielsen 1/2 Tali dieci principi di Nielsen rappresentano le linee guida di livello generale più note: 1) Usare il linguaggio dellutente 2) Usare il linguaggio semplice e naturale 3) Coerenza 4) Prevenire gli errori 5) Fornire buoni messaggi di errore e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

21 I 10 principi di Nielsen 2/2 6) Chiarire lesito di un evento 7) Fornire retroazione 8) Minimizzare il carico di memoria dellutente 9) Aiuto e documentazione 10) Scorciatoie e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

22 Priorità numero 1 Mantenere alta la qualità dei contenuti dovrebbe sempre rimanere la priorità numero uno. Ogni altro aspetto è secondario e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

23 Raccomandazioni, per il realizzo di pagine web a elevata accessibilità 1) Scrivere in italiano 2) Rendere il contenuto percepibile da qualsiasi utente 3) utilizzabile con efficacia 4) comprensibile 5) robusto (cioè adattabile alle tecnologie per laccessibilità) e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05

24 Sitografia, per approfondire largomento riguardo al concetto di accessibilità e-tutor Ivana Niccolai DLgs 59 a.s. 2004/05


Scaricare ppt "CORSO DI FORMAZIONE Dlgs.59 a.s. 2004/2005 Introduzione al concetto di accessibilità (Il contenuto di questa presentazione è stato liberamente tratto dai."

Presentazioni simili


Annunci Google