La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Slide-kit Educazionale per i pazienti asmatici Giornata Mondiale dellAsma2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Slide-kit Educazionale per i pazienti asmatici Giornata Mondiale dellAsma2005."— Transcript della presentazione:

1 Slide-kit Educazionale per i pazienti asmatici Giornata Mondiale dellAsma2005

2 Adattare le linee Guida Internazionali alle esigenze socio-sanitarie italiane Garantire che tutte le persone che si occupano di pazienti asmatici conoscano le raccomandazioni contenute nelle Linee Guida Promuovere iniziative per aumentare le conoscenze nel campo della diagnosi e terapia dellasma Obiettivi del Progetto Mondiale Asma Italia

3 COSE LASMA? E una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree, che si manifesta con crisi ricorrenti di mancanza di respiro, fischi, tosse, senso di peso al petto e talora da catarro trasparente, in particolare durante la notte e/o al mattino presto.

4 Fattori individuali: predispongono lindividuo allasma Fattori ambientali: - - influenzano la possibilità di sviluppare asma in soggetti predisposti, - - scatenano le riacutizzazioni e/o causano la persistenza dei sintomi Fattori di rischio di asma

5 Fattori individuali Predisposizione genetica Atopia Iperresponsività delle vie aeree Sesso Razza/etnia Fattori ambientali Allergeni Sensibilizzanti professionali Fumo di tabacco Inquinamento atmosferico Infezioni delle vie respiratorie Fattori socio-economici Dimensioni del nucleo familiare Abitudini alimentari e farmaci Obesità Infezioni parassitarie

6 Fattori di rischio che portano allinsorgenza di asma: allergeni Allergeni domestici Sono quelli liberati da: acari animali a pelo (gatto, cane, coniglio ecc..) scarafaggi miceti Allergeni degli ambienti esterni Sono quelli liberati da: piante erbacee (graminacee, urticacee, composite, ecc..) ed arboree (oleacee, betulacee, ecc..) miceti Allergeni professionali

7 Fattori in grado di indurre riacutizzazioni asmatiche Allergeni Infezioni delle vie respiratorie Inquinanti atmosferici interni (fumo, ecc..) ed esterni (urbani, industriali, ecc..) Esercizio fisico Fattori meteorologici Farmaci Alimenti

8 COME SI SCOPRE LASMA? Avere i sintomi caratteristici: sibili, senso di peso al petto, tosse secca, affanno accentuati di notte o dopo esercizio fisico Visita medica: il dottore sente i fischi auscultando il torace Spirometria e monitoraggio del PICCO DI FLUSSO ESPIRATORIO (PEF)

9 ASMA RINITE AFFANNO TOSSE SECCA SIBILI SENSO DI PESO AL PETTO Accentuati di notte e/o nelle prime ore del mattino o dopo esercizio fisico. Scompaiono spontaneamente o dopo trattamento. OSTRUZIONE NASALE STANUTAZIONE RINORREA ACQUOSA (naso che cola) PRURITO NASALE Saluto dellallergico

10 Spirometria

11 MONITORAGGIO DEL PEF Misura il flusso di aria espulso con la massima forza possibile. Si esegue 2 volte al giorno, eseguendo ogni volta 3 prove, di cui si sceglie il valore di PEF più alto. Tali valori vengono quindi riportati su un diario del respiro.

12 DIAGNOSI ALLERGOLOGICA PRICK TEST (test sulla pelle che durano minuti) ANTICORPI DEL SANGUE:IgE totali (prelievo di sangue) RAST

13 …VI RICORDIAMO QUINDI QUALI SONO LE SOSTANZE CHE SONO PIU FREQUENTEMENTE RESPONSABILI DEI VOSTRI SINTOMI………

14 BETULACEAE LONTANO è il tipico albero che si accompagna ai corsi dacqua e ai luoghi fangosi, alto fino a 30 m, la sua pollinazione va da febbraio a marzo. In montagna la pollinazione è sempre posticipata. La BETULLA è un albero dei paesi scandinavi, in Italia è diffusa sulle Alpi e Prealpi, ma la si ritrova anche nei giardini privati come albero ornamentale. Il suo tronco ha un inconfondibile colore biancastro.La fioritura è compresa tra aprile e maggio. ONTANO BETULLA

15 GRAMINACEE Famiglia di erbe annue o perenni con fiori aspighette, comprende circa 5000 specie di erbe che si possono ritrovare nei prati, nei terreni incolti, lungo le scarpate, ai margini delle strade. Il periodo di massima pollinazione è compreso tra aprile e giugno e in tono minore fra fine agosto e settembre.

16 COMPOSITE Vasta famiglia di piante erbacee o con arbusto, che comprende più di specie, sono provviste di fiori sessili riuniti in infiorescenze a capolino. I generi di maggiore importanza allergologica sono lArtemisia, lAmbrosia e il Tarassaco. Il periodo di pollinazione va da aprile a settembre.

17 PARIETARIA Sembra unortica, provvista di peli urticanti, cresce abbondantemente nellItalia meridionale e in Liguria. Si trova facilmente lungo le fessure dei muri, sui ruderi, ai lati delle strade. Il periodo di pollinazione va da marzo a settembre ma nell Italia Meridionale puo diventare anche perenne.

18 LANCIUOLA Pianta formata da un cespo di foglie lanceolate, riunite a formare una rosetta basale, dal mezzo della quale spunta un lungo stelo recante sulla sommità uninfiorescenza a spiga. Il periodo di pollinazione va da aprile allestate inoltrata.

19 FARINACCIO Si trova nei ruderi, terreni incolti, orti e luoghi abitati. Sulle foglie e sui rami si nota una polvere simile alla farina, pertanto la pianta è detta volgarmente farinaccio. Lo si ritrova dalla costa alle montagne e la pollinazione si estende da giugno a ottobre.

20 DERMATOFAGOIDI o ACARI DELLA POLVERE Gli acari della polvere o Dermatophagoides sono animaletti invisibili, che si trovano prevalentemente nei materassi, cuscini, coperte, trapunte, nei divani-poltrone e nei tappeti e si nutrono della nostra forfora. I materassi in LATTICE non impediscono la crescita degli acari, pertanto non rappresentano unadeguata soluzione al problema!! Per proteggersi dagli acari occorre: - rendere la casa asciutta e ben areata (esporre coperte al sole). -Tenere sempre pulito con un panno inumidito o panni elettrostatici cattura-polvere. - evitare moquette, tappeti, pedane, tendaggi, tappezzerie, poltrone e divani. - evitere pelouche. - Adottare coprimaterassi e copricuscini anti-acaro. - pulire il materasso con aspirapolvere 1 o 2 volte/settimana. - usare laspirapolvere, non la scopa!

21 GATTO Lallergene del gatto (Fel d1) è contenuto nella saliva, nelle urine e nel PELO dellanimale. Molto stabile, perciò è inutile lavare il gatto. Viene trasportato passivamente dai vestiti e pertanto è rilevabile anche in ambienti in cui non è mai stato presente lanimale:scuole, autobus,cinema... UNICA SOLUZIONE: Allontanare il gatto!! Se non è possibile, non farlo entrare in camera da letto.

22 LASMA è SEMPRE ALLERGICO? NO!

23 FATTORI SCATENANTI Sostanze che causano allergia (pollini, acari, muffe, peli animali…) Aria fredda e nebbia Gas irritanti Sbalzi caldo-freddo Attività fisica Forti emozioni Infezioni respiratorie (influenza, mal di gola…) Fumo di sigaretta Farmaci (aspirina)

24 Classificazione della Severità dellAsma Caratteristiche Cliniche prima del Trattamento Sintomi SintomiNotturni FEV 1 o PEF LIVELLO 4 Severo Persistente LIVELLO 3 Moderato Persistente LIVELLO 2 Lieve Persistente LIVELLO 1 Intermittente difficile avere una vita normale Tosse-fischi tutti I giorni,non gioco, non vado a scuola,non dormo Tosse-fischi > 1 volta a settimana, ma 1 volta a settimana, ma < 1 volta al giorno Tosse-fischi < 1 volta settimana Frequenti > 1 volta settimana > 2 volte al mese 2 volte al mese 60% predetto 60% predetto Variabilità > 30% % predetto Variabilità > 30% 80% predetto 80% predetto Variabilità % 80% predetto 80% predetto Variabilità < 20% La presenza di una caratteristica di severità è sufficiente per classificare il paziente in quella categoria. Trattamento Trattamento

25 Reliever: β 2 -agonisti inalatori rapidi Spray al cortisone mattino e sera Spray a base di cortisone+ broncodilat atore mattino e sera Se I sintomi scompai ono, cercare di ridurre I farmaci LIVELLO 1: Intermittente LIVELLO 2: Persistente Lieve Persistente LIVELLO 3: Persistente Moderato Persistente LIVELLO 3: Persistente Moderato Persistente LIVELLO 4: Persistente Severo Persistente LIVELLO in discesa Obiettivo: far scomparire I sintomi dellasma Obiettivo: Miglior RisultatoPossibile Ventolin: 1 spruzzo al bisogno + pillole di cortisone Approccio a Gradini della Terapia dellAsma nellAdulto Farmaci di controllo e di rapido sollievo devono essere tenuti in considerazione Spray a base di cortisone+ broncodilat atore mattino e sera

26 TERAPIA PER VIA INALATORIA 1) SPRAY 2) TURBOHALER 3) DISKUS 4) AEROSOL TRADIZIONALE PER VIA ORALE PER VIA INTRAMUSCORALE E VENOSA

27 DIVERSI TIPI DI EROGATORI SPRAY DISTANZIATORE DISKUS TURBOHALER

28 DISTANZIATORE

29 IL BAMBINO ASMATICO HA UNA VITA NORMALE? SI! Però deve: -PORTARE SEMPRE CON SE IL VENTOLIN SPRAY (nello Zaino) -Fare un lungo riscaldamento (di 30 minuti) prima di iniziare uno sport.

30 SPORT E ASMA Il paziente asmatico può fare sport, anzi è fortemente consigliabile!

31 SPORT E ASMA ATTENZIONE: Lesercizio fisico può agire da fattore scatenante per lasma: durante lo sforzo, infatti, si tende a respirare di più con la bocca e quindi viene a mancare la funzione di filtro, riscaldamento ed umidificazione dellaria che svolge il naso. La respirazione orale porta ad una riduzione dellumidità relativa dellaria (aria dalla bocca %, aria dal naso 80-90%).

32 SPORT E ASMA INDICAZIONI a) - non fare sport quando laria è fredda e secca b) – evitare le ore centrali se è una giornata con molto polline nellaria c) – non fare esercizio fisico se si è raffreddati d) - Prendere i farmaci preventivi prima di fare sport se sono stati prescritti e controllare di avere sempre a portata di mano i farmaci sintomatici (VENTOLIN SPRAY). e) - Eseguire bene la fase del riscaldamento: ALMENO MINUTI f) - Ricordarsi di bere adeguatamente durante il proprio esercizio fisico. g) - Riferire al proprio allergologo ed al proprio istruttore della propria condizione di asmatico e dellintenzione di praticare lo sport. h) - Se sin dallinizio della attività fisica peggiorano i disturbi, interrompere lo sforzo e parlarne al proprio allergologo, in quanto potrebbe essere il segnale di un peggioramento del controllo dellasma. i) - Conoscere e rispettare i propri limiti nella pratica dello sport.

33 SPORT E ASMA Quali sport sono più adatti a chi soffre dasma? Se lasma è sotto controllo si può eseguire qualsiasi tipo di sport. Più tollerati: nuoto, ciclismo, jogging (prevedono unattività respiratoria regolare e mai esasperata ). M eno tollerati: sci, sport di montagna, sport estremi, calcio, basket, maratona. In realtà qualsiasi tipo di sport può essere praticato, a patto di seguire con la massima scrupolosità tutte le regole prima indicate: alcuni campioni del basket o della corsa di fondo sono asmatici! Lasma e le Olimpiadi Molti atleti olimpici sono asmatici. Alle olimpiadi del 1996 un atleta su sei soffriva di asma bronchiale Il 30 % degli atleti asmatici vinse delle medaglie olimpiche (lo stesso risultato raggiunto dagli atleti non asmatici – 28.7 %).

34 SPORT VIETATI AL PAZIENTE ASMATICO IMMERSIONI SUBACQUEE MOTOCICLISMO DELTAPLANO


Scaricare ppt "Slide-kit Educazionale per i pazienti asmatici Giornata Mondiale dellAsma2005."

Presentazioni simili


Annunci Google