La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 1 METODOLOGIA 1 La classificazione della pallavolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 1 METODOLOGIA 1 La classificazione della pallavolo."— Transcript della presentazione:

1 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 1 METODOLOGIA 1 La classificazione della pallavolo tra le discipline sportive – Cenni sulle problematiche dellallenamento sportivo

2 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale OBIETTIVO GENERALE DEL MODULO Dallidentificazione di alcuni aspetti (criteri di classificazione), caratterizzanti la pallavolo come disciplina sportiva, e dallanalisi attenta di come esse influiscono sullo sviluppo delle capacità di movimento finalizzato (tecnica sportiva), è possibile trarre, da un lato alcuni basilari principi dellallenamento sportivo (principi metodologici), dallaltro dei criteri efficaci nella scelta dei contenuti prioritari da inserire in un programma di lavoro.

3 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale LA CLASSIFICAZIONE DELLA PALLAVOLO TRA LE DISCIPLINE SPORTIVE Aspetti che identificano la pallavolo sul piano metodologico Concetto di sport di situazione Concetto di sport di squadra Impossibilità di fermare la palla sport basato sul rimbalzo

4 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale LA PALLAVOLO COME SPORT DI SITUAZIONE Disciplina open skill La componente percettiva e la lettura situazionale La componente elaborativa e la memoria La componente esecutiva e il feedback Tecnica esecutiva e struttura del movimento (riferimento bibliografico: Teoria del Movimento di K.Meinel)

5 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale LA PALLAVOLO COME SPORT DI SQUADRA Le dinamiche del gruppo Il gruppo giovanile ed il gruppo squadra La condivisione degli obiettivi Lorganizzazione delle abilità individuali

6 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale LA PALLAVOLO COME SPORT BASATO SUL RIMBALZO DELLA PALLA Problematica relativa alle traiettorie della palla in arrivo Importanza dei posizionamenti Problematica dellorientamento al bersaglio Aspetto correlato alla ricerca di precisione Problematica del rapporto potenza (velocità / impegno massimale) – precisione (controllo esecutivo / adattamento motorio) Aspetto che incide sulla scelta delle strategie di insegnamento ottimali

7 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale IDENTIFICAZIONE DEL CORRETTO RAPPORTO ESISTENTE TRA GIOCO, TECNICA E TATTICA Il gioco e lagonismo sono le spinte motivazionali primarie La tattica è lespressione finalizzata del comportamento tecnico – coordinativo e psicologico – cognitivo La tecnica è il mezzo per giocare e lespressione del comportamento fisico – condizionale

8 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale ASPETTI DELLA TEORIA DELLALLENAMENTO SPORTIVO 1/3 Principi teorici fondamentali La continuità nellesperienza motoria e situazionale La progressività nella difficoltà del compito motorio e situazionale La variabilità dei mezzi e dei metodi di lavoro

9 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale ASPETTI DELLA TEORIA DELLALLENAMENTO SPORTIVO 2/3 Particolarità dellallenamento nel contesto giovanile La motricità di base e la tecnica di base La scelta dei modelli di riferimento tecnici Criteri di valutazione della qualità dei modelli tecnici Grado di dipendenza dalle qualità fisico – condizionali Grado di dipendenza dallesperienza tattica specifica Il concetto di analisi – sintesi – globale nellapprendimento delle tecniche Lo sviluppo dellautonomia tattica – comportamentale

10 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale ASPETTI DELLA TEORIA DELLALLENAMENTO SPORTIVO 3/3 Criteri di identificazione dei contenuti prioritari del processo di allenamento Le caratteristiche del gioco La ripetizione tecnica prioritaria e efficace nello sviluppo del cambio palla La ripetizione situazionale necessaria ed efficace nello sviluppo del break point Il concetto di analisi – sintesi – globale nello sviluppo del gioco La progressiva introduzione delle variabili situazionali nellesercizio di sintesi Le regole tattiche del sistema di gioco Filosofia del sistema di gioco dellallenatore

11 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale IL PROFILO MOTIVAZIONALE DEL GIOVANE PRATICANTE LA PALLAVOLO Spinta motivazionale primaria: bisogno di acquisizione di competenze specifiche Bisogno di disporre di mezzi per la risoluzione delle problematiche situazionali poste dal gioco Bisogno di tecniche specifiche oggetto del sistema di allenamento Bisogno di gioco ed agonismo come spinte motivazionali primarie verso la pratica sportiva in senso generale Componente ludico – sportiva e finalizzazione del confronto Bisogno di una forma di competizione più possibile equilibrata e di pari livello di qualificazione

12 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale DOMANDE E CONSIDERAZIONI ?


Scaricare ppt "© by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 1 METODOLOGIA 1 La classificazione della pallavolo."

Presentazioni simili


Annunci Google