La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MODALITÀ DI COLLABORAZIONE TRA INSEGNANTE DI LINGUA E INSEGNANTE DI DISCIPLINA(1) IDIL2 L1L2 Linsegnante di disciplina (ID) e linsegnante di lingua(IL2)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MODALITÀ DI COLLABORAZIONE TRA INSEGNANTE DI LINGUA E INSEGNANTE DI DISCIPLINA(1) IDIL2 L1L2 Linsegnante di disciplina (ID) e linsegnante di lingua(IL2)"— Transcript della presentazione:

1 MODALITÀ DI COLLABORAZIONE TRA INSEGNANTE DI LINGUA E INSEGNANTE DI DISCIPLINA(1) IDIL2 L1L2 Linsegnante di disciplina (ID) e linsegnante di lingua(IL2) insegnano separatamente, il primo in L1, il secondo in L2. Linsegnante di lingua sceglie temi legati alla disciplina. Parla L1 Legge L2 ID Linsegnante di disciplina insegna in L1 usando materiali in L2 IDIL2 L1L2 Linsegnante di disciplina e linsegnante di lingua insegnano in compresenza, il primo in L1, il secondo in L2.

2 IDIL2 L2 MODALITÀ DI COLLABORAZIONE TRA INSEGNANTE DI LINGUA E INSEGNANTE DI DISCIPLINA (2) Linsegnante di disciplina e linsegnante di lingua insegnano in compresenza in lingua straniera. IDIL2 L2 Linsegnante di disciplina e linsegnante di lingua insegnano separatamente in lingua straniera. ID L2 Linsegnante di disciplina insegna da solo in lingua straniera

3 Casi1 e 2 Casi 1 e 2.. ma si ha focalizzazione solo sulla lingua (1) o sulla disciplina (2) Dimensione europea della disciplina Non richiedono programmazione particolare ma solo accordi tra insegnanti Caso 6 È il vero approccio CLIL, ma è spesso poco attuabile perché richiede assoluta padronanza di L2 da parte dellinsegnante di disciplina Casi 3,4,5 Si fondano sulla collaborazione di due insegnanti Non è richiesta necessariamente la compresenza ma occorre una programmazione comune Si devono concordare : contenuti, materiali e metodi, competenze richieste, ripartizione dei ruoli e dei compiti …

4 LA NOSTRA precedente ESPERIENZA : INSEGNAMENTO IN COMPRESENZA PER TUTTO IL CORSO DISTRIBUZIONE DELLE RESPONSABILITÀ OBIETTIVI ATTESI ORGNIZZAZIONE DELLA CLASSE ALTERNANZA DEI RUOLI USO DI L1 E L2 Chi? Come? RISULTATI ATTESI IN L2 RICERCA DI EQUILIBRIO TRA CONTENUTO E LINGUA

5 TIPOLOGIE DI ATTIVITÀ DERIVANTIDA DIVERSE COMBINAZIONI DI LINGUA E CONTENUTO DISCIPLIARE contenuto - + lingua + - I due assi rappresentano i due poli del CLIL: lingua e contenuto Si ottengono quattro tipologie risultanti da diverse combinazioni di lingua e contenuto

6 I q II q III q IV q QUATTRO QUADRANTI = QUATTRO TIPOLOGIE I q : attività a bassa richiesta cognitiva che richiedono uso limitato della lingua ( attività in laboratorio con apprendimento del lessico) II q : attività a bassa richiesta cognitiva, focalizzate sulla lingua ( copia di appunti, esercizi di potenziamento di L2 su contenuti disciplinari …) III q: attività a alta richiesta cognitiva che richiedono uso limitato della lingua ( schede di laboratorio in lingua con inserimento di pochi termini …) lingua contenuto IV q : attività a alta richiesta cognitiva e linguistica ( relazione su un argomento disciplinare traendo informazioni da documenti..)

7 COSA SCEGLIERE PER IL NOSTRO CLIL? TUTTE LE ATTIVITÀ POSSONO RIENTRARE, IN MOMENTI DIVERSI, NEL NOSTRO CLIL LA SFIDA È: RAGGIUNGERE ATTIVITÀ POSIZIONABILI NEL III E IV QUADRANTE LAPPRENDIMENTO CLIL SI PUÒ IDENTIFICARE COME UN PERCORSO DAL BASSO (ESPERIENZA) ALLALTO (CONCETTUALIZZAZIONE E COMPLESSITÀ)

8 Fasi del progetto Descrizione e stesura del disciplinare del progetto Condivisione dellargomento da trattare con gli alunni Realizzazione della scheda di progettazione Somministrazione questionario inizio progetto Stesura mappa concettualeStesura mappa concettuale Contenuti Esperimenti, tabelle, schede di lavoro, trattamento dati Somministrazione questionario fine progetto Verifica dei risultati e proposte di miglioramento Realizzazione di un Cd-rom Realizzazione di locandine, dossier, articoli per la pubblicizzazione del progetto

9 CLIL tematiche di carattere scientifico, geografico, storico e letterario in lingua inglese …… cosmology Skeleton and muscles British Constitution

10 …. e francese

11 Step one: realizzare una mappa concettuale: brainstorming EXOGENIC PROCESSES ENDOGENIC PROCESSES THE STRUCTURE OF THE EARTH VOLCANOES EARTHQUAKES WHAT IS A VOLCANO? TYPES OF VOLCANO EFFECTS OF VOLCANIC ERUPTIONS WHERE AND HOW DO VOLCANOES HAPPEN? WHAT ARE THE PLATES? WHERE DO EARTHQUAKES HAPPEN? FEATURES OF AN EARTHQUAKE WHAT ARE THE EFFECTS OF AN EARTHQUAKE? MEASURING AN EARTHQUAKE DAMAGE REDUCED WHEN DO EARTHQUAKES HAPPEN?

12 Photosynthesis Heat and temperature Forces Kinetic theory Work and power Sources of energy Gases Motion Different forms of energy Energy transfers

13

14

15

16 The Five Senses Give information to the body through SightHearingTouch by using EYESEARS SKIN HANDS FEET NOSETONGUEMOUTH Smell Taste

17 ENVIRONMENT PROBLEMS SOLUTIONS ACID RAIN ACID RAIN RAINFOREST DESERTIFICATION GREEN HOUSE EFFECT GREEN HOUSE EFFECT POLLUTION WASTE PRODUCTS WASTE PRODUCTS VEHICLE EXAUST VEHICLE EXAUST RECYCLING RENEWABLE ENERGY HYDRO-ELECTRIC POWER HYDRO-ELECTRIC POWER SOLAR POWER SOLAR POWER WIND POWER WIND POWER GEOTHERMAL ENERGY GEOTHERMAL ENERGY GLOBAL WARMING GLOBAL WARMING

18 How do earthquakes happen ? Where do earthquakes happen ? How can the effects of an earthquake be reduced ? What are the effects of an earthquake ?

19

20 Chemical notions Elements and Compounds Acidic Basic Neutral Substances Experiments pH Indicators What is it? Where? When? Why? pH tests Data gathering and processing Pollution Normative Conferences ACID RAIN

21 QUALE VALUTAZIONE ? UNICA SEPARATA PER DISCIPLINA e LINGUA SEMBRA ESSERE MIGLIORE : - Il CLIL entra nel programma di lingua e di disciplina e la documentazione del percorso deve essere presente in entrambi - almeno in tappe intermedie è opportuno che compiti e valutazioni siano separati per organizzare pronte attività di recupero ove siano necessarie - la distinzione delle performances evita di danneggiare gli allievi in difficoltà in una delle due materie del CLIL

22 lingua CLILdisciplina Nel CLIL convergono conoscenze disciplinari e abilità linguistiche. La valutazione si può concentrare, in momenti diversi, sia sui segmenti parziali sia sul segmento più propriamente CLIL IL TRIDENTE

23 LE PROVE DI VERIFICA CLIL -VERIFICA DELLE CONOSCENZE : esercizi, test diversi …. in cui si possono ipotizzare risposte attese sia di tipo linguistico che disciplinare, con misurazioni separate che danno luogo a voti distinti -VERIFICA DELLE ABILITÀ PRODUTTIVE: relazione, problema, decisione … in cui lingua e disciplina si integrano per raggiungere le finalità richieste

24 FASI DEL PERCORSO DI VALUTAZIONE 1. Definire come misurare i progressi Stessa prova per D e L2 ? Prove distinte? 2. Stabilire un punteggio per le prove oggettive 3. Definire i comportamenti attesi nel caso di prove più complesse 4. Stabilire una scala comune di misurazione dei risultati Consiglio : annotare difficoltà, correzioni, successi del percorso intrapreso per attuare prontamente piani di miglioramento!!!

25 eTwinning Cosè eTwinning? eTwinning è un'azione pluriennale per l'istituzione di gemellaggi elettronici tra scuole europee primarie e secondarie, nata all'interno del programma eLearning per contribuire all'effettiva integrazione delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC) nei sistemi d'istruzione e formazione in Europa. Nell'ambito dei programmi comunitari esistevano già da tempo possibilità di collaborazione tra paesi europei, ma eTwinning si configura come uno strumento flessibile, adattabile ad ogni esigenza scolastica per costruire collaborazioni a lungo termine.

26 Perché sviluppare un progetto con eTwinning? Molte le ragioni: usare le tecnologie dell'informazione e della comunicazione per accorciare le distanze e consentire ad insegnanti e studenti di raggiungere realtà differenti; motivare gli studenti con attività innovative, nuove e interessanti; imparare cose nuove sui diversi sistemi scolastici nelle altre nazioni europee; condividere e scambiare opinioni in ambito pedagogico con altri insegnanti europei arricchendo così la propria esperienza; mostrare la pratica educativa della scuola ai genitori, al contesto locale, alle autorità scolastiche; migliorare la conoscenza delle lingue straniere utilizzando metodologie CLIL migliorare i metodi di insegnamento mettendoli a confronto e adottando un diverso approccio.

27 Il gemellaggio si intende stabilito tra almeno due scuole di due diversi paesi europei che propongano attività interessanti da un punto di vista didattico- pedagogico e che prevedano l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC). Partecipare ad un gemellaggio elettronico significa coinvolgere la scuola in un progetto intercurriculare che utilizza una lingua europea come lingua veicolare e che può essere parte integrante del piano dell'offerta formativa dell'Istituto scolastico, contribuendo a evidenziarne la partecipazione alle politiche europee di cooperazione.

28 Cosa è richiesto? I requisiti necessari sono i seguenti: L'individuazione di un partner europeo L' utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione La dimensione europea del progetto. Gli strumenti per un gemellaggio elettronico sono: l'utilizzo di Internet, della posta elettronica, di videoconferenze e di tutti i sistemi multimediali e di scambio. Cosa si può fare con eTwinning ? Possibili tematiche: materie del curriculum scolastico delle scuole europee (storia, lingue, matematica, geografia ecc.); discipline di tipo trasversale (quali l'educazione interculturale, ambientale, l'educazione alla pace); temi basati su un'esperienza specifica della scuola. eTwinning consente ai giovani di integrare la cittadinanza europea e la ricchezza culturale e linguistica del nostro continente in un'efficace e divertente esperienza di apprendimento.

29 Come partecipare? Si partecipa attraverso il portale europeo dei gemellaggi elettronici (http//www.etwinning.net). INDIRE è stato nominato dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ) struttura di riferimento dell'Unità Nazionale eTwinning Italia, in collaborazione con l'Agenzia Socrates, per incoraggiare lo sviluppo di gemellaggi elettronici tra scuole europee. Il compito dell'Unità italiana è quello di fornire informazioni e supporto alle scuole che partecipano al gemellaggio e contribuire alla diffusione di buone pratiche. A livello europeo, invece, l'Unità Europea eTwinning (Central Support Service - CSS), composta dallo staff di European Schoolnet, contribuisce alla promozione dell'azione e costituisce il punto di comunicazione e di raccordo per tutti gli attori coinvolti ai vari livelli nell'eTwinning. European Schoolnet è inoltre responsabile del portale europeo dei gemellaggi elettronici su incarico della Direzione Generale Istruzione e Cultura della Commissione Europea.

30 Gemellaggio e-Twinning m Progetto NUTRIZIONE con Scuola polacca

31 Progetto Green energy con Scuola greca

32 VIVERE SANI: ESPERIENZE A CONFRONTO


Scaricare ppt "MODALITÀ DI COLLABORAZIONE TRA INSEGNANTE DI LINGUA E INSEGNANTE DI DISCIPLINA(1) IDIL2 L1L2 Linsegnante di disciplina (ID) e linsegnante di lingua(IL2)"

Presentazioni simili


Annunci Google