La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte Seminario di presentazione del PFR Piemonte Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Direzione Tutela e Risanamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte Seminario di presentazione del PFR Piemonte Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Direzione Tutela e Risanamento."— Transcript della presentazione:

1 Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte Seminario di presentazione del PFR Piemonte Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Direzione Tutela e Risanamento Ambientale - Programmazione - Gestione Rifiuti

2 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 2 Programma di sviluppo e rete SINAnet Intesa Stato Regioni per lattuazione del Programma di sviluppo del sistema nazionale di osservazione e di informazione ambientale del Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio Convenzione tra lAgenzia per la protezione dellambiente e per i servizi tecnici - APAT e i Punti Focali Regionali

3 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 3 Gli accordi per lattivazione del PFR del SINAnet

4 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 4 I tempi del SINAnet LIntesa tra lo Stato e le Regioni risale al novembre A fine 2004 viene approvato in Conferenza Stato lo schema di convenzione triennale tra lAPAT ed i Punti Focali Regionali. Le decisioni della Regione Piemonte in merito al PFR sono del settembre 2002.

5 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 5 Il Punto Focale Regionale del SINA istituire il Punto Focale Regionale del SINA presso la Regione Piemonte La REGIONE PIEMONTE, con D.G.R. n del 2/9/2002, ha stabilito di: costituire un Gruppo di lavoro per lavvio del PFR Piemonte, con la partecipazione dei Referenti appositamente nominati dai Direttori delle Direzioni regionali più direttamente interessate prevedere il coinvolgimento dell ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) e del CSI Piemonte, per quanto di rispettiva competenza

6 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 6 Il Punto Focale Regionale del SINA Le Direzioni interessate : Organizzazione Programmazione e statistica Programmazione e Valorizzazione dellAgricoltura Economia Montana e Foreste Pianificazione e gestione urbanistica Turismo Sport e Parchi Difesa del suolo Pianificazione Risorse idriche Servizi tecnici di prevenzione ( successivamente transitata in ARPA )

7 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 7 Il PFR Piemonte Il P IEMONTE ha utilizzato il Progetto di PFR per fare sistema a livello locale ha promosso la realizzazione dei sistemi informativi ambientali a livello provinciale, in modo da costruire un sistema distribuito e condiviso in ambito RUPAR

8 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 8 La convenzione APAT/Regione (1/3) La Convenzione prevede che il PFR debba assicurare le elaborazioni dei dati al fine di realizzare prodotti e servizi informativi di interesse del sistema nazionale garantire il flusso delle informazioni allinterno della rete SINAnet

9 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 9 La convenzione APAT/Regione (2/3) Nel programma operativo del primo anno, si richiede ai PFR …… la messa a disposizione, in via sperimentale, di dati e servizi relativi ai tematismi ambientali per cui è già stato definito o è in corso di definizione il contenuto informativo, nellambito normativo di riferimento o attraverso accordi tra il livello nazionale e regionale, secondo modalità concordate

10 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 10 Il fabbisogno informativo (1/2)

11 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 11 Il fabbisogno informativo (2/2)

12 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 12 I dati trasmessi

13 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 13 Dati e informazioni disponibili

14 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 14 Classificazione per argomenti

15 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 15 I servizi informativi offerti dal PFR

16 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 16 Convenzione APAT/Regione: Il Progetto di PFR (3/3) La convenzione richiede: messa a punto del primo presidio tecnico- organizzativo comprendente le risorse umane, le dotazioni informatiche e la struttura logistica necessarie per lavvio delle funzioni proprie del PFR elaborazione di una proposta tecnico-economica della struttura organizzativa di regime del PFR, che tenga conto dello stato di consistenza dei sistemi informativi ambientali e territoriali della Regione, di interesse del SINAnet

17 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 17 Lo studio di fattibilità del PFR Piemonte Costituzione del Punto Focale Regionale del SINAnet del Piemonte proposta tecnico-economica redatta secondo gli accordi previsti nellambito della convenzione (Art. 6 – punto c) tra APAT e le Regioni/Province autonome, per la costituzione dei Punti Focali Regionali del SINA Giugno 2006 __________________________________________________________ Approvato dal Gruppo di Lavoro per lattivazione del PFR Piemonte istituito con D.G.R n del 2/9/2002

18 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 18 I soggetti del SINAnet ISTAT APAT CTN MAMB IPR Regioni Prov. Aut. PFR AUT. BACINO, AUT. PARCO, ENEA, CNR, DSTN, UNIONCAMERE, UNCEM, ISS 1 ASS. CONSORTILI TRA ARPA/APPA 2 ORG. TECNICO-TEMATICI 3 ASS. CONSORTILI TRA 1 E 2 ATMOSFERA, CLIMA ED EMISSIONI IN ARIA ACQUE INTERNE E MARINO-COSTIERE SUOLO E SITI CONTAMINATI RIFIUTI AGENTI FISICI CONSERVAZIONE DELLA NATURA ARPA/APPA STRUTTURE REGIONALI

19 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 19 Larchitettura SINAnet SPAZIO SINAnet MP3 N1 N2 N3 N4 Nm Polo P1 MC MP1 IP1C Polo P2 MC MP2 IP2C Polo P3 MC IP3C MP4 Polo P5 MC IP4C MP5 MC IP5C Polo Pn MPn MC IPnC MC: Modulo Comune MP:Modulo Proprio o Proprietario MPn:Modulo Proprietario del Polo n IPnC:Modulo Interfaccia tra MC e MPn

20 Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Seminario di presentazione del PFR Piemonte Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte 20 I primi risultati il quadro dunione dei sistemi e delle banche dati di interesse ambientale ed il metodo per implementarlo ed estenderlo ad altri enti, in primo luogo le province la sezione PFR sul sito web le regole e gli strumenti per sperimentare il trasferimento dati e la connessione al SINAnet, non appena lAPAT sarà pronta e riprendere i lavori I risultati


Scaricare ppt "Obiettivi e caratteristiche del PFR Piemonte Seminario di presentazione del PFR Piemonte Torino, 6 marzo 2007 Giusi Turco Direzione Tutela e Risanamento."

Presentazioni simili


Annunci Google