La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Paolo Moisè Le categorie promozionali: attività, obiettivi e contenuti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Paolo Moisè Le categorie promozionali: attività, obiettivi e contenuti."— Transcript della presentazione:

1 1 Paolo Moisè Le categorie promozionali: attività, obiettivi e contenuti

2 2 Benvenuti

3 3 Perché questo intervento? Continuare a stimolare la riflessione su alcuni aspetti metodologici dellattività giovanile

4 4 Perché questo intervento? 2 Esiste nelle società un responsabile dellattività giovanile? Esiste nelle società un responsabile dellattività giovanile? Società che inviano i giovani alle manifestazioni di atletica da soli Società che inviano i giovani alle manifestazioni di atletica da soli Il genitore diventa il tecnico Il genitore diventa il tecnico

5 5 Di che cosa parliamo? Analisi della situazione Analisi della situazione Proposte per lattività agonistica Proposte per lattività agonistica Contenuti dellattività Contenuti dellattività E i genitori???

6 6 Alcune considerazioni 1 Atleti sul podio nel 2008 campionati juniores Uomini - 25 su 42 tesserati nella categoria ragazzi (60%) Donne -23 su 37 tesserate nella categoria ragazze (62%)

7 7 Alcune considerazioni 2 Atleti piemontesi partecipanti ai campionati italiani assoluti 2008 Il 40% era presente nei primi 10 delle graduatorie nella categoria cadetti

8 8

9 9

10 10 A QUALE CATEGORIA APPARTIENE LATLETA PER CUI E STATO CONGEGNATO IL PROGRAMMA

11 11 ESEMPIO SETTIMANALE DI ALLENAMENTO PER PERIODO DI LAVORO 1 Periodo primaverile marzo/aprile/maggio: Periodo primaverile marzo/aprile/maggio: 3/4 sedute settimanali con salite più impegnative ma mai troppo lunghe e con tempo di seduta circa 30/40 e con qualche prova ripetuta in salita con pendenza massima 8%, 30 per ogni prova e discese alquanto impegnative brevi in sentieri nel bosco alla ricerca dellequilibrio e agilità. 3/4 sedute settimanali con salite più impegnative ma mai troppo lunghe e con tempo di seduta circa 30/40 e con qualche prova ripetuta in salita con pendenza massima 8%, 30 per ogni prova e discese alquanto impegnative brevi in sentieri nel bosco alla ricerca dellequilibrio e agilità. Nella settimana precedente alle gare lavoro meno intenso e qualche prova ripetuta al martedì. Nella settimana precedente alle gare lavoro meno intenso e qualche prova ripetuta al martedì.

12 12 ESEMPIO SETTIMANALE DI ALLENAMENTO PER PERIODO DI LAVORO 2 Periodo estivo giugno/luglio/agosto: Periodo estivo giugno/luglio/agosto: con 4/5 allenamenti ancora con un lungo- medio in settimana di circa 1h./1,30 h. su percorso fartlek e generalmente in quota a 800/1200 mt. con 4/5 allenamenti ancora con un lungo- medio in settimana di circa 1h./1,30 h. su percorso fartlek e generalmente in quota a 800/1200 mt. Le altre sedute in settimana hanno tratti di pianura circa 20 e ultimi 10 su percorsi variabili solitamente al max. Le altre sedute in settimana hanno tratti di pianura circa 20 e ultimi 10 su percorsi variabili solitamente al max. Gli ultimi mesi di luglio e agosto qualche partecipazione a gare non competitive al max di 6 km. e qualche gita in montagna al fine di incrementare la resistenza aerobica. Gli ultimi mesi di luglio e agosto qualche partecipazione a gare non competitive al max di 6 km. e qualche gita in montagna al fine di incrementare la resistenza aerobica.

13 13 ESEMPIO SETTIMANALE DI ALLENAMENTO PER PERIODO DI LAVORO 3 Periodo autunnale settembre/ottobre/novembre: Periodo autunnale settembre/ottobre/novembre: lavoro con quattro sedute settimanali con percorsi prevalentemente pianeggianti su sentieri nei prati e con prove ripetute almeno due volte la settimana (serie di 4/5 prove di 1 cadauna e recupero di circa 2 sempre in corsa lenta). lavoro con quattro sedute settimanali con percorsi prevalentemente pianeggianti su sentieri nei prati e con prove ripetute almeno due volte la settimana (serie di 4/5 prove di 1 cadauna e recupero di circa 2 sempre in corsa lenta). Un allenamento settimanale di circa 1 h. lungo e lento per recupero muscolare. Un allenamento settimanale di circa 1 h. lungo e lento per recupero muscolare.

14 14 ESEMPIO SETTIMANALE DI ALLENAMENTO PER PERIODO DI LAVORO 4 Periodo invernale dicembre/gennaio/febbraio: Periodo invernale dicembre/gennaio/febbraio: prime partecipazioni ai cross mantenendo costanti 3/4 allenamenti settimanali prevalentemente su percorsi pianeggianti su sentieri in mezzo ai prati di circa 30/40 per ciascuna seduta ed esercizi di preatletica per 3 volte la settimana della durata di circa 30. prime partecipazioni ai cross mantenendo costanti 3/4 allenamenti settimanali prevalentemente su percorsi pianeggianti su sentieri in mezzo ai prati di circa 30/40 per ciascuna seduta ed esercizi di preatletica per 3 volte la settimana della durata di circa 30. Prove in salita 6/7 di circa 1 con recupero di 3 dopo ogni prova (una volta alla settimana). Prove in salita 6/7 di circa 1 con recupero di 3 dopo ogni prova (una volta alla settimana).

15 15 27/10/ piani 27/10/ piani 27/10/ metri 27/10/ metri 03/09/ metri 03/09/ metri 01/05/ metri 01/05/ metri 09/06/ metri 09/06/ metri 02/06/ metri 02/06/ metri 13/05/ metri 13/05/ metri 20/05/ metri 20/05/ metri 07/10/ metri 07/10/ metri 15/09/ metri 15/09/ metri 09/06/2007 Salto in lungo 09/06/2007 Salto in lungo 03/09/2007 Salto in lungo 03/09/2007 Salto in lungo 09/06/ metri 09/06/ metri 15/09/2007 Vortex 15/09/2007 Vortex Una vita da fondista

16 16 Prove Multiple = Multilteralità ?????

17 17 Quali sono le indicazioni metodologiche???

18 18

19 19 Sviluppo delle fasi (Locatelli, 1990) A) 8-10 anni preparazione generale polivalente B) anni preparazione multilaterale mirata allatletica leggera C) anni avviamento ai diversi gruppi di specialità dellatletica leggera o preparazione multilaterale specifica

20 20 Sviluppo delle fasi 2 (Locatelli, 1990) D) anni 1)Specializzazione iniziale per gruppi di specialità 2)Definizione della specializzazione nella singola disciplina E) anni allenamento per il raggiungimento dellalta qualificazione

21 21 Attività Esordienti

22 22 Quale atletica leggera? SPECIALITAADULTOBAMBINO VELOCITA 100 metri 50 metri CORSA PROLUNGATA 1500 metri 400 metri SALTO IN LUNGO passi di rincorsa 8-10 passi di rincorsa LANCIO DEL PESO 7,260 kg. 2 kg.

23 23 Il campo di atletica

24 24

25 25 ATLETICA LEGGERA SCUOLA DI MOVIMENTO In un periodo dove i bambini si muovono poco dobbiamo convincere i pediatri a dire ai bambini di fare atletica come dicono di far nuoto Paissan, 1996

26 26 Lanciare??

27 27 Salto in alto?????

28 28 GRAN BRETAGNA 1

29 29 GRAN BRETAGNA 2

30 30 Kinderzehnkamp online.de/leicht/leichtunter.html online.de/leicht/leichtunter.html

31 31 Spagna Carrera 10 x 10 metros Carrera 10 x 10 metros Salto lateral de obstáculo bajo Salto lateral de obstáculo bajo Lanzamiento dorsal por encima de la cabeza de Balón medicinal Lanzamiento dorsal por encima de la cabeza de Balón medicinal Salto de longitud desde parado Salto de longitud desde parado Lanzamiento de Jabalina blanda Lanzamiento de Jabalina blanda

32 32Ragazzi

33 33 Insegnare la tecnica o contribuire allo sviluppo delle abilità??? contribuire allo sviluppo delle abilità???

34 34

35 35 Età Biologica Eta anagrafica

36 36

37 37

38 38 Saltare e Lanciare (Tirare)

39 39

40 40 Cadetti Peso-disco Peso-disco Martello-disco Martello-disco Martello-peso Martello-peso Giavellotto-triplo-alto??? Giavellotto-triplo-alto???

41 41 Cadetti Ma è importante che un cadetto che lancia Ma è importante che un cadetto che lancia Sappia balzare? Sappia balzare? Sappia correre? Sappia correre? Abbia una sufficiente base aerobica? Abbia una sufficiente base aerobica?

42 ESPERIENZA ADDESTRAMENTO ESORDIENTI EDU-ALLENAMENTO Finalità Categoria RAGAZZI CADETTI

43 43 Allenamento Ragazzi 1 riscaldamento (vedi appendice) riscaldamento (vedi appendice) funicella + allungamento funicella + allungamento andature * calciata dietro 3 x 50 toccate * skip 3 x 50 toccate (con movimenti combinati degli arti sup.) andature * calciata dietro 3 x 50 toccate * skip 3 x 50 toccate (con movimenti combinati degli arti sup.) allunghi 4 x allunghi 4 x ostacoli ostacoli passaggi con ostacoli disposti a varie distanze, varie altezze, passando sopra o sotto lostacolo passaggi con ostacoli disposti a varie distanze, varie altezze, passando sopra o sotto lostacolo preacrobatica (rotolamenti su piani inclinati, sul dorso o sullasse longitudinale/capovolte in avanti con diverse modalità) preacrobatica (rotolamenti su piani inclinati, sul dorso o sullasse longitudinale/capovolte in avanti con diverse modalità) circuito di destrezza (CON RIFERIMENTO ALLA CORSA- slalom, laterale, in arretramento, ecc.) circuito di destrezza (CON RIFERIMENTO ALLA CORSA- slalom, laterale, in arretramento, ecc.) 20 di corsa su percorso misto 20 di corsa su percorso misto allungamento allungamento

44 44 Allenamento Cadetti 1 8 di corsa + allungamento + andature coordinative 8 di corsa + allungamento + andature coordinative andature * calciata dietro 1 x 80 toccate * skip 1 x 60 toccate * passo e stacco alternato 3 x 30 metri andature * calciata dietro 1 x 80 toccate * skip 1 x 60 toccate * passo e stacco alternato 3 x 30 metri allunghi 6 x allunghi 6 x ostacoli ostacoli esercizi propedeutici con particolare riferimento allarticolazione coxo-femorale esercizi propedeutici con particolare riferimento allarticolazione coxo-femorale passaggi camminando (altezza cm. distanza 6 piedi) lavorare con entrambi gli arti passaggi camminando (altezza cm. distanza 6 piedi) lavorare con entrambi gli arti lo stesso con doppio appoggio lo stesso con doppio appoggio lo stesso con doppio appoggio alternando la prima gamba lo stesso con doppio appoggio alternando la prima gamba CIRCUITO (vedi allegato) CIRCUITO (vedi allegato) allungamento allungamento

45 45 Allenamento Ragazzi 2 6 di corsa + allungamento + andature coordinative 6 di corsa + allungamento + andature coordinative andature * calciata dietro 3 x 50 toccate * skip 3 x 50 toccate andature * calciata dietro 3 x 50 toccate * skip 3 x 50 toccate allunghi 6 x 50 metri allunghi 6 x 50 metri salto in lungo con 8-10 passi di rincorsa (utilizzando entrambi gli arti) salto in lungo con 8-10 passi di rincorsa (utilizzando entrambi gli arti) salti con rincorsa completa (utilizzando entrambi gli arti) salti con rincorsa completa (utilizzando entrambi gli arti) passaggi con il vortex (o pallina) passaggi con il vortex (o pallina) lanci con il vortex con breve rincorsa lanci con il vortex con breve rincorsa allungamento allungamento

46 46 Allenamento Cadetti 2 8 di corsa + allungamento + andature coordinative (addominali 2 x 20 lombari 2 x 12) 8 di corsa + allungamento + andature coordinative (addominali 2 x 20 lombari 2 x 12) andature * calciata dietro 1 x 80 toccate * skip 1 x 60 toccate * passo e stacco alternato 3 x 30 metri andature * calciata dietro 1 x 80 toccate * skip 1 x 60 toccate * passo e stacco alternato 3 x 30 metri allunghi 2 x 60 metri allunghi 2 x 60 metri salto in lungo (stacco libero) salto in lungo (stacco libero) passi di rincorsa stacco e arrivo sull'arto libero passi di rincorsa stacco e arrivo sull'arto libero passi di rincorsa stacco e arrivo sull'arto di stacco passi di rincorsa stacco e arrivo sull'arto di stacco salti completi con rincorsa completa salti completi con rincorsa completa 4 allunghi di 80 metri 4 allunghi di 80 metri 4 progressivi di 80 metri 4 progressivi di 80 metri allungamento allungamento

47 47 Allenamento Ragazzi 3 6 di corsa (inserendo variazioni es. correre su una panca traslocare sulla spalliera + andature coordinative + funicella + allungamento 6 di corsa (inserendo variazioni es. correre su una panca traslocare sulla spalliera + andature coordinative + funicella + allungamento andature * calciata dietro 3 x 50 toccate * skip 3 x 50 toccate (con movimenti combinati degli arti sup.) andature * calciata dietro 3 x 50 toccate * skip 3 x 50 toccate (con movimenti combinati degli arti sup.) allunghi 4 x allunghi 4 x lanci (a due mani con palle di vario tipo: dal petto /dallalto a coppie) lanci (a due mani con palle di vario tipo: dal petto /dallalto a coppie) gara di lancio della palla a due mani dal petto (di precisione o con ricerca della lunghezza) gara di lancio della palla a due mani dal petto (di precisione o con ricerca della lunghezza) palla prigioniera con piccoli gruppi palla prigioniera con piccoli gruppi 20 di corsa su percorso misto 20 di corsa su percorso misto

48 48 Allenamento Cadetti 3 8 di corsa + allungamento + andature coordinative (addominali 2 x 20 lombari 2 x 12) 8 di corsa + allungamento + andature coordinative (addominali 2 x 20 lombari 2 x 12) andature * calciata dietro 3 x 80 toccate * skip 3 x 60 toccate andature * calciata dietro 3 x 80 toccate * skip 3 x 60 toccate allunghi 6 x allunghi 6 x salti salti passo e stacco in varie modalità (in alto, in avanti, in alto - avanti) passo e stacco in varie modalità (in alto, in avanti, in alto - avanti) stacchi a canestro con rincorsa diagonale stacchi a canestro con rincorsa diagonale stacchi a canestro con rincorsa curvilinea stacchi a canestro con rincorsa curvilinea lanci con palla medica lanci con palla medica (dal petto 2 x 10 dal basso 2 x 10 dorsale 2 x 10 dallalto 2 x 1) 1-2 kg/femmine 2-3 kg/maschi (dal petto 2 x 10 dal basso 2 x 10 dorsale 2 x 10 dallalto 2 x 1) 1-2 kg/femmine 2-3 kg/maschi a mò di peso con partenza di fronte a mò di peso con partenza di fronte a mò di peso con partenza laterale a mò di peso con partenza laterale Allungamento Allungamento

49 49 Parte pratica Alcuni esempi di esercitazioni da proporre nel riscaldamento

50 50 Iniziative Corsi per insegnanti di E.F. in tutte le province Corsi per insegnanti di E.F. in tutte le province Spazio al Winter Park Spazio al Winter Park Presenza allo Sport Day Presenza allo Sport Day Settimana dellAtletica Settimana dellAtletica

51 51 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "1 Paolo Moisè Le categorie promozionali: attività, obiettivi e contenuti."

Presentazioni simili


Annunci Google