La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Introduzione al 900 prima lezione Un po' di storia, un po' di filosofia, un po' di noi. Introduzione alla lettura del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Introduzione al 900 prima lezione Un po' di storia, un po' di filosofia, un po' di noi. Introduzione alla lettura del."— Transcript della presentazione:

1 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Introduzione al 900 prima lezione Un po' di storia, un po' di filosofia, un po' di noi. Introduzione alla lettura del Novecento Lunedì 4 febbraio 2008

2 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Noi e la storia degli uomini Ogni generazione ha il suo rapporto con Dio Leopold von Ranke, 21 dicembre maggio 1886 La vita è un impasto confuso e disperato F. Kafka, 3 luglio 1883 – 3 giugno 1924 La libertà presuppone che nelle decisioni fondamentali ogni uomo, ogni generazione abbia un nuovo inizio" (Benedetto XVI, Spe Salvi)

3 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 La sfida del cuore delluomo Per quanto tu possa camminare, e neppure percorrendo intera la vita, tu potresti mai trovare i confini dellanima: così profondo è il suo logos Eraclito, VI-V sec. a. C, framm. 45 Diels-Kranz Qui trans mare currunt, coelum non animum mutant! Quinto Orazio Flacco 8 dicembre 65 a. C.- 27 novembre 8 a. C. Insegnami, JHWH, la tua strada, potrò camminare nella tua verità, donami un cuore unificato che abbia timore del tuo nome (Salmo 86) Inquietum est cor nostrum Domine, donec requiescat in Te. (S.Agostino)

4 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Cinque antropologie Aristotele l'uomo è un animale socievole S.Agostino luomo è socievole per natura, antisociale per peccato E. Kant "da un legno così storto, con il quale luomo è fatto, non si può tirar fuori nulla di diritto Umanesimo/Rinascimento/Bacone/ Marx luomo prometeico Thomas Hobbes homo homini lupus

5 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Dentro il XXI° secolo La nuova Genesi La demografia Energia, mobilità trasporti: viaggi planetari, interplanetari, la colonizzazione di nuovi pianeti Internet, comunicazione integrata globale il clash of civilizations il secolo delle donne Il secolo degli anziani Le tappe della vita, da tre a cinque: adolescenza, post- adolescenza, maturità, seconda rottura (50-60 anni), pensione L High Touch o leconomia della conoscenza La Knowledge Integration, il sapere vivente

6 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Filosofie della storia - I La filosofia classica: il ciclo delleterno ritorno Il libro di Daniele (250 a. C a. C.) sui quattro regni: concezione ebraica aperta SantAgostino: creazione, caduta, redenzione, giudizio finale La philosophie de l'histoire (1765) di Voltaire: epoche di luce, epoche di tenebra Hegel: lo Spirito assoluto, laicizzazione del provvidenzialismo Bacone/Comte: il ruolo della scienza Marx: il proletariato, il ruolo della politica

7 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Filosofie della storia - II Cè un quadro di Klee che sintitola Angelus Novus. Vi si trova un angelo che sembra in atto di allontanarsi da qualcosa su cui fissa lo sguardo. Ha gli occhi spalancati, la bocca aperta, le ali distese. Langelo della storia deve avere questo aspetto. Ha il viso rivolto al passato. Dove ci appare una catena di eventi, egli vede una sola catastrofe, che accumula senza tregua rovine su rovine e le rovescia ai suoi piedi. Egli vorrebbe ben trattenersi, destar i morti e ricomporre linfranto. Ma una tempesta spira dal paradiso, che si è impigliata nelle sue ali, ed è così forte che egli non può più chiuderle. Questa tempesta lo spinge irresistibilmente nel futuro, a cui volge le spalle, mentre il cumulo delle rovine sale davanti a lui al cielo. Ciò che chiamiamo il progresso è questa tempesta La tesi IX di Walter Benjamin Charlottenburg – Portbou )

8 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Scansione cronologica 1a lezione

9 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 La freccia del tempo e quattro filtri I cambiamenti economico-sociali Le scoperte tecnico-scientifiche Le rappresentazioni intellettuali Gli eventi politici

10 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 LEuropa nel 1903

11 Giovanni Cominelli, 4 febbraio La pesante eredità sociale dellunificazione del Paese Paese legale/Paese reale: la mancata integrazione del popolo Il movimento operaio, a egemonia socialista Il movimento contadino, a egemonia cattolica

12 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Censimenti dicembre % 31 dicembre % 31 dicembre ,9% 10 febbraio ,8% 10 giugno ,1% 1 dicembre ,1%

13 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Censimenti aprile ,4% 21 aprile ,5% 4 novembre ,4% 15 ottobre ,4% 24 ottobre ,7% 25 ottobre ,4% 20 ottobre ,4% 21 ottobre ,4%

14 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : il quadro internazionale - I 22 gennaio 1905: la domenica di sangue di San Pietroburgo 27 maggio 1905: la battaglia di Tsushima 10 febbraio 1906: si vara la Dreadnought, e poi nuovi incrociatori; Invincibile, Inflexibile, Indomitabile 1908: l'Austria annette la Bosnia-Erzegovina

15 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : il quadro internazionale-II 1911: l'Italia di Giolitti avvia l'occupazione della Libia 1912: la Bulgaria, la Grecia, il Montenegro e Serbia muovono contro l'Impero Ottomano. Di qui incomincia a svilupparsi l'idea della Grande Serbia (cfr. Milosevic, fine anni '80) 1°gennaio 1912: viene proclamata la repubblica cinese di Sun Yat Sen 28 giugno 1914: a Sarajevo viene assassinato il principe Ferdinando d'Asburgo, erede al trono dAsburgo

16 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Perché la Prima guerra mondiale? il conflitto tra imperialismi per il controllo dei commerci internazionali e dei mari: made in England e made in Germany la rivalità tra russi e austriaci per spartirsi l'eredità dell'Impero ottomano nell'Europa sud-orientale, che si andava disgregando insorgenze nazionaliste aggressive verso lesterno i conflitti per il compimento di unità nazionali: la Francia rivuole l'Alsazia-Lorena, perduta nel 1871; l'Italia il Trentino e la Venezia-Giulia la questione balcanica, le mire della Grecia e della Serbia sulla Macedonia il conflitto per il controllo del continente africano tra inglesi, francesi, tedeschi, italiani

17 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Nuove tecnologie: la Radio Nel 1901 nasce la radio telegrafia, cioè la trasmissione dei segnali Morse via radio (prima occorrevano i fili!) Nel 1906 incomincerà la trasmissione della voce umana Nel 1920 incominciano a nascere i network americani: NBC Nel 1922 in Europa: nasce la BBC Nel 1922 nasce l'Unione radiofonica italiana (URI), che nel 1928 diventerà EIAR (Ente italiano Audizioni Radio), nel dopoguerra RAI (Radio audizioni italiane) e poi Rai-TV

18 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Nuove tecnologie: lAuto L'11 luglio 1899 viene firmato a Torino, a Palazzo Bricherasio, l'atto costitutivo della "Società Anonima Fabbrica Italiana Automobili Torino, poi FIAT. Tra i membri del consiglio di amministrazione, Giovanni Agnelli Il 16 giugno del 1903, a Detroit - nei locali di una vecchia fabbrica di vagoni ferroviari riconvertita per l'occasione - nasce Ford Motor Company, Henry Ford introdusse la catena di montaggio nella produzione, portò la paga giornaliera di tutti operai della sua fabbrica a 5 dollari - la cosiddetta 5 dollars workday -e abbassò l'orario di lavoro ad 8 ore dalle 9 richieste in precedenza La Toyota Motor Company fu fondata come società indipendente nel 1937

19 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Nuove tecnologie:lAereo 17 dicembre 1903: tentativi dei fratelli Wright. Velocità media circa 15.8 Km/h 24 luglio1909: Blériot attraversa il canale della Manica. Velocità media 64 km/h 30 giugno 1914: Igor Sikorsky, compie in 6 tappe il volo andata e ritorno da S.Pietroburgo a Kiev. Velocità media 100 Km/h Nel 1914 i primi aerei militari sono esclusivamente ricognitori. Nel 1918 hanno già ruoli specializzati: ricognizione, caccia, bombardamento 21 maggio 1927: Charles Lindenberg effettua la traversata senza scalo da New York a Parigi con lo Spirit of S.Louis 1919: primi voli civili tra Parigi e Londra. L'Olanda fonda la KLM nel 1919, nel 1926 nasce la Deutsche Luft Hansa, nel 1933 nasce la Air France, nel 1939 in Gran Bretagna la BOAC. Alitalia incomincia il 5 maggio 1947 con un volo sulla tratta Torino-Roma-Catania

20 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Gli scienziati della crisi dei fondamenti - I Russell (Trelleck –Galles – 18 maggio febbraio 1970) il paradosso del barbiere (1901) Albert Eistein (Ulm, 14 marzo 1879 – Princeton, 18 aprile 1955) teoria della relatività (1905) e equazione fisica E = mc2 - alla base della costruzione della bomba atomica

21 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Gli scienziati della crisi dei fondamenti-II Werner Heisenberg (Würzburg, 5 dicembre 1901 – Monaco di Baviera, 1 febbraio 1976) non è possibile conoscere simultaneamente posizione e quantità di moto di un dato oggetto con precisione; perciò a un livello microfisico, l'universo fisico non esiste in forma deterministica, ma piuttosto come una collezione di probabilità o potenziali Kurt Goedel (Brno, 28 aprile 1906, Princeton 28 aprile 1978) i suoi teoremi di incompletezza del 1931 arrivano alla seguente conclusione: Nessun sistema coerente può essere utilizzato per dimostrare la sua stessa coerenza

22 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 I filosofi della crisi dei fondamenti Friederich Nietzsche Roeken, 15 ottobre 1844 – Weimar, 25 agosto 1900 Dio è morto! Martin Heidegger Messkirch, 26 settembre 1889 – Friburgo in Brisgovia, 26 maggio 1976 lEssere si manifesta nel Da-sein Ludwig Wittgenstein Vienna, 26 aprile 1889 – Cambridge, 29 aprile 1951 nella Logischphilosophische Abhandlung del 1921 la filosofia è declassata ad attività chiarificatrice degli asserti logici ed empirici al fine di dissolvere gli pseudo-problemi della metafisica Sigmund Freud Freiberg, 6 maggio 1856, Londra 23 settembre 1939 Es, Ich, Ueber-Ich

23 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 La fine del sogno prometeico di Francis Bacon Bacone (Londra, 22 gennaio 1561, Londra 9 aprile 1626) Opere: La Nuova Atlantide (1614) Novum Organum (1620) La scienza sperimentale e il Regno delluomo sulla Terra Lelenco dei pregiudizi: 1.gli idoli della tribù, pregiudizi collegati ai vari gruppi umani e che presuppongono la presunzione umana; 2.gli idoli della caverna, pregiudizi presenti nella coscienza del singolo; 3.gli idoli del mercato: pregiudizi collegati alla dimensione linguistica; 4.gli idoli del teatro: pregiudizi collegati alle differenti filosofie provenienti dalla tradizione classica e scolastica

24 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Il nichilismo filosofico - I Karl Gustav Jacob Jacobi Potsdam, 10 dicembre 1804 – Berlino, 18 febbraio 1851 il sistema kantiano della ragion pura "annichila ogni cosa che sussista fuori di sé", "riduce la forma alla cosa e la cosa al nulla". Arthur Schopenhauer Danzica 22 febbraio Francoforte 21 settembre 1860) la realtà fenomenica è l'apparenza della Volontà irrazionale e inconscia che origina il cosmo intero Fedor Michajlovic Dostoevskij (Mosca, 30 ottobre 1821-Pietroburgo, 28 gennaio 1881) il nichilismo indica la perdita dei valori tradizionali cristiani nel mondo moderno

25 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Il nichilismo filosofico - II Emil Cioran ( Rasinari 8 aprile Parigi 20 giugno 1995) lEssere è solo una distrazione del Nulla Karl Theodor Jaspers (Oldenburg, – Basilea, lesistenza è un naufragio nel mare della vita Jean Paul Sartre (Parigi il 21 giugno Parigi 15 aprile 1980) luomo è una passione inutile Gilles Deleuze (Parigi, – Parigi, ) Michel Foucault. (Poitiers Parigi

26 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Il nichilismo letterario Kafka – Svevo - Moravia Il Padre nostro di Ernest Hemingway (dai Quarantanove racconti) : Nulla nostro, che sei nel nulla, sia santificato il tuo nulla, venga il tuo nulla, sia fatto il tuo nulla, dovunque nel nulla. Dacci oggi il nostro nulla quotidiano, e rimetti a noi i nostri nulla, come noi li rimettiamo agli altri nulla. E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal nulla. Amen Il Salmo di Paul Celan : Nessuno ci forma di nuovo traendoci fuori da terra e fango, nessuno parla alla nostra polvere. Nessuno. Tu sia lodato, Nessuno. Per amor tuo fioriamo. Al tuo cospetto. Un nulla eravamo, siamo, resteremo fiorendo: rosa del nulla e di nessuno

27 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Prima guerra mondiale

28 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Prima guerra mondiale

29 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : il quadro internazionale 28 luglio 1914 l'Austria- Ungheria dichiara guerra alla Serbia 1° agosto la Germania entra in guerra contro la Russia 3 agosto la Germania dichiara guerra alla Francia 4 agosto l'Inghilterra lancia un ultimatum ai tedeschi in difesa della neutralità del Belgio 6 agosto la Serbia dichiara guerra alla Germani e l'Austria alla Russia 11 agosto la Francia dichiara guerra all'Austria, l'Inghilterra lo fa il 12 agosto 7 maggio 1915 i tedeschi affondano al largo delle coste irlandesi la nave inglese Lusitania, con molti cittadini americani a bordo. Nel 1917 gli Stati uniti entreranno in guerra

30 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : il quadro nazionale Le correnti interventiste: nazionalismo di fine Ottocento, il sindacalismo rivoluzionario, il mazzinianesimo democratico Le correnti neutraliste: Giolitti, i socialisti di Turati, i cattolici con Benedetto XV (Enciclica Ad Beatissimi Apostolorum del 1° novembre 1914) Oscilliamo in trattative con l'Intesa (Russia, Francia, Gran Bretagna), che ci offre le terre irredente più il riconoscimento di interessi in Istria, Dalmazia e Dodecanneso e con la Triplice Alleanza (Austria- Germania-Italia), che ci offre le terre irredente in cambio della neutralità il 3 maggio l'Italia esce dalla Triplice e il 24 maggio del 1915 entra in guerra contro contro l'Austria

31 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Le conseguenze della Grande guerra La fine di quattro imperi: austriaco, tedesco, russo, ottomano 8 milioni di morti, di cui in Italia (più di 1 milione di feriti) nascita di movimenti rivoluzionari di sinistra : rivoluzione dOttobre(5 novembre 1917), Rivolta spartachista a Berlino , Repubblica sovietica di Monaco (6 aprile- 3 maggio 1919), Repubblica ungherese (21 marzo -1° agosto 1919), Fondazione della Terza internazionale (marzo 1919), Partito comunista dItalia (21 gennaio 1921) movimenti rivoluzionari di destra: Fasci italiani di combattimento (19 marzo 1919); il Putsch della birrerria di Monaco, tentato da Hitler tra l8 e il 9 novembre gennaio 1919 don Luigi Sturzo fonda Il Partito Popolare Italiano (PPI), partito di cattolici, non partito cattolico

32 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Dopo la prima guerra mondiale

33 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Dopo la prima guerra mondiale

34 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 La rivoluzione russa febbraio 1917: rovesciamento di Kerenski 3 aprile 1917: ritorno di Lenin in Russia. Pubblica le sue Tesi di Aprile 25/26 ottobre 1917: insurrezione a Pietrogrado e presa del Palazzo dinverno. Incomincia la guerra civile tra Rossi e Bianchi fino al 1921 La NEP: : vittoria di Stalin contro le opposizioni, la collettivizzazione dellagricoltura, la distruzione dei kulaki, decine di milioni di morti per fame, inizio dei piani quinquennali, costruzione dello stato totalitario : purghe contro i vecchi bolscevichi, lArmata rossa (3 marescialli su 5, 8 ammiragli su 8, i 9/10 dei comandanti di corpo d'armata e ufficiali su , deportazione di intere popolazioni GULAG: Direzione centrale statale dei campi di lavoro dell'Urss, sotto il controllo; nel 1923, nelle isole di Solovki, venne organizzato il primo campo per prigionieri politici; tra il 1928 e il 1940 esistevano almeno 162 lager, in cui vennero internati, secondo stime approssimative, tra i 10 e i 20 milioni di prigionieri

35 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Lascesa del fascismo 19 marzo 1919: fondazione dei Fasci italiani di combattimento ll Partito Nazionale Fascista fondato a Roma il 7 novembre 1921 da Benito Mussolini, trasforma in partito i Fasci Italiani di Combattimento 28 ottobre 1922: Marcia su Roma6 aprile 1924 elezioni: 40 mln di abitanti, 12 mln. aventi diritto, votanti 7.5 mln., il Listone prende mln. (64%), seggi 356; le opposizioni 2.5 mln (35,1%), seggi giugno. Rapimento e assassinio di Matteotti (il cadavere sarà ritrovato il 16 agosto), Aventino 3 gen 1925: discorso di Mussolini alla Camera 14 gennaio Leggi Rocco contro le opposizioni 31 dicembre: Legge sulla stampa 1926: Tribunale speciale 1929: I patti Lateranensi : gli anni del consenso

36 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Quattro Internazionali Associazione internazionale dei lavoratori, costituita a Londra il 28 settembre 1864, sciolta nel Il programma e lo statuto furono elaborati da Karl Marx La Seconda Internazionale fondata nel 1989 a Parigi dai partiti socialisti e laburisti europei; proponeva riforme nel campo economico e della legislazione sociale, oltre a propugnare una politica antimilitarista. Divisa tra marxisti ortodossi (Karl Kautsky) e revisionisti riformisti (Eduard Bernstein). Sciolta nel Sua erede è lInternazionale Socialista nel 1951 a Francoforte, comprende oltre 150 partiti. La Terza internazionale (Komintern) fondata da Lenin nel marzo 1919, sciolta da Stalin nel Nel 1947 viene fondato il Cominform, Organismo politico internazionale di informazione e collaborazione tra i partiti comunisti europei. Vi aderirono i partiti comunisti di Urss, Bulgaria, Cecoslovacchia, Francia, Italia, Iugoslavia, Polonia, Romania e Ungheria. Il partito iugoslavo ne fu espulso nel 1948 in seguito alla sua accettazione degli aiuti del piano Marshall Quarta Internazionale: fondata da Lev Trotski nel 1938

37 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 I Patti lateranensi (11 febbraio 1929) I Patti lateranensi constano di due strumenti: un Concordato che definisce le relazioni civili e religiose in Italia tra la Chiesa e Stato, precedentemente disciplinate dalla legge delle Guarentigie, approvata dal Parlamento italiano il 13 maggio 1871, dopo la presa di Roma del 20 settembre 1870 un Trattato che riconosce l'indipendenza e la sovranità della Santa Sede e che crea lo Stato della Città del Vaticano

38 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 LIRI (1933) ovvero lo stato controlla leconomia nasce come Ente provvisorio con il compito di salvare il sistema bancario e industriale italiano paralizzato dalla crisi del 1929 prevede la separazione fra banca e imprese industriali la gestione è improntata a un criterio rigidamente privatistico di efficienza regolata dal mercato Nel 1937 lo stato italiano controlla il 100% della siderurgia bellica (Terni, Ansaldo, Cogne); il 40% della siderurgia comune; l80-90% delle costruzioni navali; il 30% dellindustria elettrica; il 25% dellindustria meccanica; il 20% dellindustria del rayon; il 15% dellindustria chimica; il 15% dellindustria cotoniera; l80% del settore bancario (le tre principali banche italiane: Banca commerciale italiana, Credito italiano, Banco di Roma )

39 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : lascesa del nazismo 30 gennaio 1933: Hitler viene chiamato da Hindenburg alla Cancelleria 27 febbraio 1933: l'incendio del Reichstag 5 marzo 1933: nuove elezioni. Hitler prende il 43% dei voti 10 maggio 1933: rogo dei libri sulla Opernplatz di Berlino. (H.Heine: "Dort wo man Bücher verbrennt, verbrennt man auch am Ende Menschen) giugno 1934: la notte dei lunghi coltelli (SchutzStaffeln – SS- contro le SturmAbteilung – SA- di Roehm) la messa fuori legge dei comunisti e dei sindacati 15 settembre: leggi razziali contro gli ebrei 9 novembre 1938: la notte dei cristalli contro i negozi ebrei

40 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : verso la Seconda guerra mondiale 1936: l'impresa etiopica di Mussolini, l'Asse Roma-Berlino, la guerra civile spagnola 13 marzo 1938: l'Anschluss dell'Austria Conferenza di Monaco 30 settembre 1938: Daladier, Chamberlain, Mussolini concedono i Sudeti a Hitler 15 marzo 1939: annessione dei Sudeti, protettorato di Boemia e Moravia 7 aprile 1939: occupazione italiana dell'Albania 23 agosto 1939: patto Molotov-Von Ribbentrop 1° settembre 1939: i tedeschi passano il confine della Polonia 3 settembre 1939: Francia e Inghilterra dichiarano guerra

41 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Cronologia II guerra mondiale

42 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : la Seconda guerra mondiale 14 giugno 1940 i tedeschi a Parigi 22 giugno 1940 armistizio con il Maresciallo Pétain, divisione della Francia, governo di Vichy 10 luglio 1940: la battaglia aerea d'Inghilterra; dura fino al 16 maggio giugno Operazione Barbarossa: attacco allUrss Agosto Primo incontro Churchill-Roosevelt: firma della Carta Atlantica dicembre 1941: Pearl Harbour

43 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : la Seconda guerra mondiale 20 gennaio 1942: Conferenza di Wannsee per la soluzione finale 4 giugno 1942: la Battaglia di Midway 23 ottobre 1942: la Battaglia di El Alamein 13 maggio 1943: resa in Africa 31 gennaio 1943: Capitolazione di Friederich von Paulus a Stalingrado 6 giugno 1944: operazione Overlord, sbarco in Normandia

44 Giovanni Cominelli, 4 febbraio : la Seconda guerra mondiale 4/11 febbraio 1945: Conferenza di Yalta. Roosevelt, Churchill, Stalin 23 aprile 1945: i Russi a Berlino 30 aprile 1945: Hitler si suicida 8 maggio 1945: la resa incondizionata della Germania 17 luglio 1945: Conferenza di Postdam Truman, Attlee, Stalin sulla Germania 6 agosto 1945: Hiroshima - 9 agosto 1945: Nagasaki 2 settembre 1945: pace con il Giappone, fine della guerra mondiale

45 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 LEuropa dopo la II guerra mondiale

46 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 LItalia nella Seconda guerra mondiale 10 giugno 1940: l'entrata in guerra dell'Italia contro la Francia 28 ottobre 1940: La campagna di Grecia 6 aprile 1941: Italia e Germania invadono la Jugoslavia Luglio 1942: Partono le prime tradotte dell'ARMIR per la Russia, con 210 treni (per il ritorno ne basteranno 17) 26 gennaio 1943: la battaglia di Nikolajevka 25 luglio 1943 cade il fascismo: Mussolini messo in minoranza sull'Odg. Grandi e fatto arrestare dal re

47 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 LItalia nella Seconda guerra mondiale 8 settembre 1943 : armistizio di Cassibile 23 settembre 1943: Mussolini fonda la RSI, Paese diviso 9 settembre 1943: a Roma nasce il CLN, incomincia la Resistenza 4 giugno 1944: la liberazione di Roma da parte alleata 13 novembre 1944: proclama del generale Alexander 25 aprile 1945 : la Liberazione

48 Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Le prossime 4 lezioni Le fondamenta della Prima Repubblica (1943 – 1950) Lunedì 11 febbraio 2008 Dall'Italia contadina all'Italia industriale ( ) Martedì 19 febbraio 2008 Il decennio del nostro scontento ( ) Lunedì 25 febbraio 2008 La crisi della Prima Repubblica ( ) Martedì 4 marzo 2008


Scaricare ppt "Giovanni Cominelli, 4 febbraio 2008 Introduzione al 900 prima lezione Un po' di storia, un po' di filosofia, un po' di noi. Introduzione alla lettura del."

Presentazioni simili


Annunci Google