La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA 2012-2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA DAOSTA Via C. Capelli, 51 – 10146 Torino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA 2012-2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA DAOSTA Via C. Capelli, 51 – 10146 Torino."— Transcript della presentazione:

1 PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA DAOSTA Via C. Capelli, 51 – Torino

2 PROGETTI DIDATTICI

3 PROGETTI DIDATTICI EDUCAZIONE MOTORIA PRESPORTIVA AMICO LIBRO EDUCAZIONE AMBIENTALE ALFABETIZZAZIONE LINGUISTICA STRANIERI SOSTEGNO ALLA DIVERSABILITA A SCUOLA DI SPECIALE NORMALITA FRUTTA E NON SOLO ADOTTA UN MONUMENTO MILLEPIEDI …. VANNO A SCUOLA DIARIO EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA: RECUPERANDO

4 EDUCAZIONE MOTORIA E PRESPORTIVA Referente: Ins. Loiacono Le attività motorie e pre-sportive che vengono proposte agli alunni promuovono la cultura del rispetto dellaltro e del rispetto delle regole comunitarie, permettendo ai bambini di socializzare e di acquisire autonomia e padronanza corporea. Le attività motorie e pre-sportive che vengono proposte agli alunni promuovono la cultura del rispetto dellaltro e del rispetto delle regole comunitarie, permettendo ai bambini di socializzare e di acquisire autonomia e padronanza corporea. Le associazioni sportive offrono la loro consulenza tecnica per lo sviluppo di progetti: Le associazioni sportive offrono la loro consulenza tecnica per lo sviluppo di progetti: - La pallavolo per tutti per le classi terze, quarte e quinte del Circolo; - La pallavolo per tutti per le classi terze, quarte e quinte del Circolo; - Minibasket rivolto alle classi terze, quarte e quinte del Circolo; - Minibasket rivolto alle classi terze, quarte e quinte del Circolo; - I valori scendono in campo rivolto alle classi terze, quarte e quinte del Circolo. - I valori scendono in campo rivolto alle classi terze, quarte e quinte del Circolo. Per valorizzare le esperienze di educazione motoria e presportiva la Scuola ha inoltre aderito al Protocollo dintesa con la Città di Torino usufruendo dei progetti: Per valorizzare le esperienze di educazione motoria e presportiva la Scuola ha inoltre aderito al Protocollo dintesa con la Città di Torino usufruendo dei progetti: -Gioca per Sport per gli alunni delle terze, quarte, quinte -Gioca per Sport per gli alunni delle terze, quarte, quinte - Trofeo Giocatletica rivolto alle classi quarte e quinte; - Trofeo Giocatletica rivolto alle classi quarte e quinte; - Educata…mente Sport rivolto alle classi prime e seconde del Circolo - Educata…mente Sport rivolto alle classi prime e seconde del Circolo - Sport: un gioco di testa rivolto alle classi quarte e quinte per comprendere i valori formativi insiti nella pratica sportiva. - Sport: un gioco di testa rivolto alle classi quarte e quinte per comprendere i valori formativi insiti nella pratica sportiva. LIstituto Scolastico favorisce, inoltre, la partecipazione delle classi, sul territorio, a manifestazioni che promuovono la pratica sportiva. LIstituto Scolastico favorisce, inoltre, la partecipazione delle classi, sul territorio, a manifestazioni che promuovono la pratica sportiva.

5 MILLEPIEDI …VANNO A SCUOLA Referente:Contartese, Saggio, Clemente Progetto proposto dal Comune di Torino, da ITER e dallUSR: Smart School Mobility (mobilità scolastica sostenibile) Progetto proposto dal Comune di Torino, da ITER e dallUSR: Smart School Mobility (mobilità scolastica sostenibile) Lobiettivo è quello di organizzare, diffondere e facilitare forme di mobilità slow e promuovere percorsi sulla cultura della mobilità sostenibile. Tutti gli alunni del Circolo compileranno il questionario sul percorso casa-scuola, quelli delle terze, quarte e quinte inoltre realizzeranno la mappa del proprio percorso per avere dati su cui riflettere. Le classi quarte, accompagnate da un architetto Tutor del Laboratorio Città sostenibile-ITER costruiranno il piano di scuola di Mobilità Sostenibile per muoversi verso e dalla scuola. Inoltre le classi avranno percorsi gratuiti, con i vari centri di Iter, legati al tema della mobilità urbana e della sostenibilità e attività con il corpo della Polizia Municipale. Lobiettivo è quello di organizzare, diffondere e facilitare forme di mobilità slow e promuovere percorsi sulla cultura della mobilità sostenibile. Tutti gli alunni del Circolo compileranno il questionario sul percorso casa-scuola, quelli delle terze, quarte e quinte inoltre realizzeranno la mappa del proprio percorso per avere dati su cui riflettere. Le classi quarte, accompagnate da un architetto Tutor del Laboratorio Città sostenibile-ITER costruiranno il piano di scuola di Mobilità Sostenibile per muoversi verso e dalla scuola. Inoltre le classi avranno percorsi gratuiti, con i vari centri di Iter, legati al tema della mobilità urbana e della sostenibilità e attività con il corpo della Polizia Municipale. E previsto un evento finale di presentazione pubblica degli esiti del percorso progettuale su scala urbana. E previsto un evento finale di presentazione pubblica degli esiti del percorso progettuale su scala urbana. Gli insegnanti del Circolo e alcuni genitori parteciperanno alle attività di formazione nel quadro del progetto Ti muovi? del C.R.E.S.S. coordinato dallUSR. Gli insegnanti del Circolo e alcuni genitori parteciperanno alle attività di formazione nel quadro del progetto Ti muovi? del C.R.E.S.S. coordinato dallUSR. Il nostro Circolo, inoltre, parteciperà al bando promosso dalla Provincia di Torino A scuola camminando con la realizzazione di giornate dedicate allandare a piedi o in bicicletta a scuola nellambito di percorsi sicuri casa-scuola. Il nostro Circolo, inoltre, parteciperà al bando promosso dalla Provincia di Torino A scuola camminando con la realizzazione di giornate dedicate allandare a piedi o in bicicletta a scuola nellambito di percorsi sicuri casa-scuola.

6 AMICO LIBRO Referente: Ins. Pasquero Il Circolo Duca dAosta, da alcuni anni aderisce, come scuola partner, alla rete di biblioteche scolastiche Torino Rete Libri condividendone le finalità e gli impegni. Il Circolo Duca dAosta, da alcuni anni aderisce, come scuola partner, alla rete di biblioteche scolastiche Torino Rete Libri condividendone le finalità e gli impegni. Si elencano alcune delle principali iniziative: Si elencano alcune delle principali iniziative: utilizzo delle biblioteche dei tre plessi da parte degli alunni delle classi del circolo per consultazione, prestito, ricerca, attività di laboratorio di lettura; utilizzo delle biblioteche dei tre plessi da parte degli alunni delle classi del circolo per consultazione, prestito, ricerca, attività di laboratorio di lettura; apertura delle biblioteche dei plessi per il prestito alle famiglie in orario extrascolastico, in particolare per i mesi estivi; apertura delle biblioteche dei plessi per il prestito alle famiglie in orario extrascolastico, in particolare per i mesi estivi; attività di lettura animata e relativo laboratorio per le classi seconde- terze del circolo svolti dalle allieve del liceo psicopedagogico Berti di Torino; attività di lettura animata e relativo laboratorio per le classi seconde- terze del circolo svolti dalle allieve del liceo psicopedagogico Berti di Torino; attività di laboratorio di lettura gestita dalla F.S. in collaborazione con la facoltà di Scienze dellEducazione dellUniversità di Torino; attività di laboratorio di lettura gestita dalla F.S. in collaborazione con la facoltà di Scienze dellEducazione dellUniversità di Torino; letture animate ad opera di scrittori/attori, insegnanti, senior; letture animate ad opera di scrittori/attori, insegnanti, senior; collaborazione con le biblioteche civiche, il C.S.T e ITER; collaborazione con le biblioteche civiche, il C.S.T e ITER; mostre del libro organizzate presso i plessi mostre del libro organizzate presso i plessi diffusione e promozione di concorsi a premi inerenti la lettura; diffusione e promozione di concorsi a premi inerenti la lettura; adesione al progetto Quotidiano in classe rivolto alle classi quarte e quinte del circolo per la promozione della lettura dei quotidiani in classe. adesione al progetto Quotidiano in classe rivolto alle classi quarte e quinte del circolo per la promozione della lettura dei quotidiani in classe.

7 ADOTTA UN MONUMENTO Referente: Titti Francesca Il Circolo aderisce al progetto La Scuola adotta un Monumento. Lobiettivo è quello di valorizzare il patrimonio meno conosciuto che costituisce, però, il tessuto di una comunità., con la consapevolezza che adottare un luogo significa non solo studiarlo ma anche averne cura, salvaguardarlo e valorizzarlo. Il Circolo aderisce al progetto La Scuola adotta un Monumento. Lobiettivo è quello di valorizzare il patrimonio meno conosciuto che costituisce, però, il tessuto di una comunità., con la consapevolezza che adottare un luogo significa non solo studiarlo ma anche averne cura, salvaguardarlo e valorizzarlo. Si tratterà di far emergere la storia e lidentità del luogo per stabilire il legame e lintegrazione con il territorio e il quartiere. Si tratterà di far emergere la storia e lidentità del luogo per stabilire il legame e lintegrazione con il territorio e il quartiere. Il monumento che si intende adottare è la Scuola Duca DAosta ed è quindi rivolto a tutte le sue classi che parteciperanno con modalità differenti a seconda delletà e dei propri interessi. Il monumento che si intende adottare è la Scuola Duca DAosta ed è quindi rivolto a tutte le sue classi che parteciperanno con modalità differenti a seconda delletà e dei propri interessi. Il percorso prevede: Il percorso prevede: - lo studio del bene adottato nei suoi molteplici aspetti storico-iconografico- urbanistico-ambientali; - lo studio del bene adottato nei suoi molteplici aspetti storico-iconografico- urbanistico-ambientali; - la sua valorizzazione attraverso la produzione di materiali, sussidi didattici ed informativi; - la sua valorizzazione attraverso la produzione di materiali, sussidi didattici ed informativi; - la partecipazione alla manifestazione Torino Porte Aperte appuntamento in una domenica nel mese di maggio in cui il monumento sarà aperto alla cittadinanza e dove i bambini fungeranno da ciceroni. - la partecipazione alla manifestazione Torino Porte Aperte appuntamento in una domenica nel mese di maggio in cui il monumento sarà aperto alla cittadinanza e dove i bambini fungeranno da ciceroni.

8 EDUCAZIONE AMBIENTALE Referente: Ins. Titti Il progetto nasce dal bisogno di coordinare e i vari progetti di educazione ambientale che quasi tutte le classi del Circolo intendono svolgere usufruendo delle proposte della Regione, del Comune e della Circoscrizione. Il progetto nasce dal bisogno di coordinare e i vari progetti di educazione ambientale che quasi tutte le classi del Circolo intendono svolgere usufruendo delle proposte della Regione, del Comune e della Circoscrizione. Il nostro Circolo ha partecipato al Bando per larricchimento dellofferta formativa della Regione Piemonte con il progetto EDUCATAMBIENTE: alla ricerca dellanello di re Salomone. Il nostro Circolo ha partecipato al Bando per larricchimento dellofferta formativa della Regione Piemonte con il progetto EDUCATAMBIENTE: alla ricerca dellanello di re Salomone. A- Il progetto prevede un percorso conoscitivo dellambiente e del territorio, nellottica della scoperta e valorizzazione delle risorse presenti, diversificato per classi terze, quarte e quinte della scuola primaria. A- Il progetto prevede un percorso conoscitivo dellambiente e del territorio, nellottica della scoperta e valorizzazione delle risorse presenti, diversificato per classi terze, quarte e quinte della scuola primaria. Siamo in attesa della concessione del finanziamento. Siamo in attesa della concessione del finanziamento. Con i finanziamenti in parte della Regione e con lofferta allOfficina Tonolli della Circoscrizione 4 abbiamo la possibilità di offrire alle classi prime, seconde e terze del Circolo un percorso sulla vita delle api insetti capaci di unorganizzazione sociale complessa ed elaboratrici di numerosi prodotti;

9 ALFABETIZZAZIONE LINGUISTICA STRANIERI Referente : Ins. Guariglia Referente : Ins. Guariglia Il progetto si pone in linea di continuità didattico-educativa con il percorso intrapreso nel precedente anno scolastico che ha visto lelaborazione del PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA. Il progetto si pone in linea di continuità didattico-educativa con il percorso intrapreso nel precedente anno scolastico che ha visto lelaborazione del PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA. Per il corrente anno scolastico si prevede pertanto di consolidare il processo dintegrazione linguistico-culturale e di attivare tutte quelle strategie operative necessarie per la gestione delle nuove emergenze educative. Per il corrente anno scolastico si prevede pertanto di consolidare il processo dintegrazione linguistico-culturale e di attivare tutte quelle strategie operative necessarie per la gestione delle nuove emergenze educative. Il Piano di alfabetizzazione prevede: Il Piano di alfabetizzazione prevede: un primo livello di intervento per imparare litaliano (litaliano per comunicare) per gli alunni di recente immigrazione; il laboratorio sarà condotto da alcune insegnanti in quiescenza; un primo livello di intervento per imparare litaliano (litaliano per comunicare) per gli alunni di recente immigrazione; il laboratorio sarà condotto da alcune insegnanti in quiescenza; un secondo livello per imparare in italiano (litaliano per studiare) per gli alunni che hanno già acquisito litaliano orale, nella dimensione quotidiana e funzionale delle interazioni di base condotto da alcune insegnanti. un secondo livello per imparare in italiano (litaliano per studiare) per gli alunni che hanno già acquisito litaliano orale, nella dimensione quotidiana e funzionale delle interazioni di base condotto da alcune insegnanti. Si resta in attesa del finanziamento dellUSR. Si resta in attesa del finanziamento dellUSR.

10 FRUTTA E …NON SOLO Referente: Ins. Di Blasi Il progetto Frutta e… non solo, promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in collaborazione con il MIUR e richiesto da quasi tutte le classi del Circolo, è stato finanziato unicamente per il plesso DUCA. Frutta e… non soloFrutta e… non solo Nellambito dellEducazione alla salute, ha la finalità di promuovere il consumo quotidiano di frutta fresca e verdura di stagione tra gli alunni della scuola primaria, consuetudine importante per una sana alimentazione e per il mantenimento di uno stato di salute ottimale.

11 SOSTEGNO ALLA DIVERSABILITA Referente: Ins. Revelli Questo progetto, rivolto ad alcune classi del circolo, intende: Questo progetto, rivolto ad alcune classi del circolo, intende: - rafforzare lautonomia e la capacità di condividere con gli altri interessi, desideri, fantasie ed emozioni; - rafforzare lautonomia e la capacità di condividere con gli altri interessi, desideri, fantasie ed emozioni; - sviluppare le capacità comunicative e di simbolizzazione attraverso il linguaggio del corpo; - sviluppare le capacità comunicative e di simbolizzazione attraverso il linguaggio del corpo; - sviluppare lautonomia personale e la relazione con i compagni, laccettazione delle regole delle convenzioni sociali e di comportamento in gruppo. - sviluppare lautonomia personale e la relazione con i compagni, laccettazione delle regole delle convenzioni sociali e di comportamento in gruppo. Lattuazione di tale percorso prevede le attività laboratoriali di : Lattuazione di tale percorso prevede le attività laboratoriali di : musica-teatro -danza musica-teatro -danza drammatizzazione drammatizzazione musicoterapia. musicoterapia.

12 A SCUOLA DI SPECIALE NORMALITA Referente: Ins. Sanmartino Il progetto nasce dallesigenza di costruire una scuola capace di rispondere ai bisogni di tutti, di dare attuazione alle leggi regionali e nazionali che riconoscono le Esigenze e i Bisogni Educativi Speciali (in primis i Disturbi Specifici di Apprendimento) e di costruire azioni personalizzate allo scopo di realizzare un efficace diritto allo studio e una vera inclusione. Il progetto nasce dallesigenza di costruire una scuola capace di rispondere ai bisogni di tutti, di dare attuazione alle leggi regionali e nazionali che riconoscono le Esigenze e i Bisogni Educativi Speciali (in primis i Disturbi Specifici di Apprendimento) e di costruire azioni personalizzate allo scopo di realizzare un efficace diritto allo studio e una vera inclusione. Si tratta di aiutare il bambino nello sviluppo del suo progetto di vita; di saper favorire gli apprendimenti e la partecipazione in situazioni complesse, rispettando il suo stile. Si tratta di aiutare il bambino nello sviluppo del suo progetto di vita; di saper favorire gli apprendimenti e la partecipazione in situazioni complesse, rispettando il suo stile. Per ottenere ciò è indispensabile da parte dei docenti: Per ottenere ciò è indispensabile da parte dei docenti: individuare il potenziale disturbo in base allosservazione delle prestazioni e del comportamento; individuare il potenziale disturbo in base allosservazione delle prestazioni e del comportamento; stabilire rapporti di collaborazione con le famiglie e con i tecnici per la compilazione dei piani educativi personalizzati che esplicitino strategie, strumenti compensativi e valutazioni; stabilire rapporti di collaborazione con le famiglie e con i tecnici per la compilazione dei piani educativi personalizzati che esplicitino strategie, strumenti compensativi e valutazioni; ricercare e costruire materiale di lavoro e verifiche adatte. ricercare e costruire materiale di lavoro e verifiche adatte. Il lavoro si svilupperà a partire da uno screening iniziale per le classi prime e seconde con prove standardizzate per una precoce individuazione delle difficoltà. Il lavoro si svilupperà a partire da uno screening iniziale per le classi prime e seconde con prove standardizzate per una precoce individuazione delle difficoltà.

13 EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA: RECUPERANDO EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA: RECUPERANDO Referente: Ins. Sanmartino La scuola ha aderito al bando Azioni di sistema a sostegno delle fasce deboli delle Istituzioni Scolastiche Statali del Piemonte dellUSR. Il progetto, rivolto a tutte le classi prime e seconde, ha come obiettivo principale quello di identificare tempestivamente disagi cognitivi e comportamentali, di creare momenti di ascolto, al fine di produrre aggiustamenti nella programmazione dell'attività didattica e di organizzare eventuali attività di recupero, potenziamento o consolidamento. Le attività sono volte a promuovere il processo di crescita degli alunni, facilitando la comunicazione tra le diverse componenti della comunità scolastica, creando e rafforzando il senso di appartenenza allIstituto e la relazione educativa. In attesa di concessione di finanziamento In attesa di concessione di finanziamento

14 DIARIO Referente: Ins. Maddalena Diario, pur nella sua veste completamente rinnovata, vuole suscitare negli alunni e nei docenti il senso di appartenenza alla medesima Scuola. I bambini di tutte le classi del Circolo potranno proporsi come scrittori del diario producendo brevi testi e disegni. Inoltre, gli alunni potranno relazionare su esperienze significative vissute nei vari laboratori e su momenti interessanti e caratteristici di vita scolastica. Stimolando alla lettura, alla rielaborazione personale, alla creatività e allo sviluppo della fantasia, si propone, poi, come strumento di lavoro. I bambini, infatti, attraverso racconti, attività ludiche, quiz, disegni…, sono giocosamente invitati a riflettere, ad individuare valori, ad operare piccole scelte, ad assumere impegni personali. Si effettuerà un concorso interno tra gli alunni del Circolo per progettare la nuova copertina del diario.

15 PROGETTI DI SUPPORTO ALLA DIDATTICA

16 PROGETTI DI SUPPORTO ALLA DIDATTICA PROGETTO ARCOBALENO FORMAZIONE E RICERCAZIONE C0NSOLIDAMENTO RECUPERO POTENZIAMENTO OPEN DAY CONTINUITAOPEN DAY CONTINUITA SITO WEB LIM & INTERNET IN PROGRESS VALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE

17 CONSOLIDAMENTO, RECUPERO E POTENZIAMENTO Referente: Ins. Paolillo Il progetto risponde ad una precisa esigenza del Collegio Docenti, che ha deliberato, per quanto concerne le ore eccedenti allattività frontale con gli alunni (ex- compresenza), il seguente utilizzo: Il progetto risponde ad una precisa esigenza del Collegio Docenti, che ha deliberato, per quanto concerne le ore eccedenti allattività frontale con gli alunni (ex- compresenza), il seguente utilizzo: - sei ore di supplenza nella propria interclasse; - sei ore di supplenza nella propria interclasse; - arricchimento dellofferta formativa attraverso la gestione e lutilizzo dei laboratori di scienze, arte ed informatica interni alla scuola; - arricchimento dellofferta formativa attraverso la gestione e lutilizzo dei laboratori di scienze, arte ed informatica interni alla scuola; - partecipazione a gite, viaggi distruzione, soggiorni e ad attività museali, laboratoriali e teatrali presenti sul territorio; - partecipazione a gite, viaggi distruzione, soggiorni e ad attività museali, laboratoriali e teatrali presenti sul territorio; - attività finalizzate al recupero individualizzato e di piccolo gruppo. - attività finalizzate al recupero individualizzato e di piccolo gruppo. Questo progetto coinvolge tutte le classi e gli insegnanti del Circolo, ad eccezione di quelli che hanno unorganizzazione oraria che non lo consente. Questo progetto coinvolge tutte le classi e gli insegnanti del Circolo, ad eccezione di quelli che hanno unorganizzazione oraria che non lo consente. Il nostro circolo ha aderito ai Giochi di Matematica del Mediterraneo 2013 per sviluppare atteggiamenti positivi verso la matematica e valorizzare le eccellenze. A tale iniziativa hanno aderito molte classi terze, quarte e quinte del circolo. Il nostro circolo ha aderito ai Giochi di Matematica del Mediterraneo 2013 per sviluppare atteggiamenti positivi verso la matematica e valorizzare le eccellenze. A tale iniziativa hanno aderito molte classi terze, quarte e quinte del circolo. I Giochi prevedono una prima fase per tutti gli alunni, a seguire una finale dIstituto, successivamente una finale provinciale e infine una finale nazionale. I Giochi prevedono una prima fase per tutti gli alunni, a seguire una finale dIstituto, successivamente una finale provinciale e infine una finale nazionale.

18 PROGETTO ARCOBALENO Referente: Manuela Babiloni Il progetto nasce dallesigenza di rispondere alle particolari necessità di alcune classi che non dispongono di ore di ex-compresenza per poter: effettuare uscite didattiche per ampliare lofferta formativa usufruendo delle opportunità offerte dal territorio (laboratori di Crescere in città, visite ai Musei cittadini, alle Biblioteche civiche, gite e soggiorni…). effettuare uscite didattiche per ampliare lofferta formativa usufruendo delle opportunità offerte dal territorio (laboratori di Crescere in città, visite ai Musei cittadini, alle Biblioteche civiche, gite e soggiorni…). offrire agli alunni, con particolari difficoltà in ambito cognitivo, la possibilità di svolgere attività di rinforzo e consolidamento; offrire agli alunni, con particolari difficoltà in ambito cognitivo, la possibilità di svolgere attività di rinforzo e consolidamento; garantire il diritto allo studio per soddisfare il bisogno di apprendere, conoscere e comunicare. garantire il diritto allo studio per soddisfare il bisogno di apprendere, conoscere e comunicare. Il progetto Arcobaleno intende, inoltre, garantire un percorso di istruzione domiciliare teso a limitare il disagio di unassenza prolungata da scuola per gravi motivi di salute. Il progetto Arcobaleno intende, inoltre, garantire un percorso di istruzione domiciliare teso a limitare il disagio di unassenza prolungata da scuola per gravi motivi di salute. Si prevedono eventuali forme di flessibilità per permettere linserimento, la socializzazione e lintegrazione, in corso danno scolastico, di alunni che vivono situazioni di particolare disagio. Si prevedono eventuali forme di flessibilità per permettere linserimento, la socializzazione e lintegrazione, in corso danno scolastico, di alunni che vivono situazioni di particolare disagio.

19 RICERCAZIONE FORMAZIONE E RICERCAZIONE Referente: Ins. Cambio Rosanna Referente: Ins. Cambio Rosanna Il progetto ha lo scopo di formalizzare la costruzione del curricolo di scuola, nel rispetto dellautonomia scolastica, in coerenza con le scelte educative del Piano dellOfferta Formativa, per rispondere ai bisogni formativi dellalunno e per promuovere lo sviluppo di competenze, a partire dal documento nazionale Indicazioni per il curricolo della scuola dellinfanzia e del primo ciclo, emanato dal ministero della Pubblica Istruzione. Il progetto ha lo scopo di formalizzare la costruzione del curricolo di scuola, nel rispetto dellautonomia scolastica, in coerenza con le scelte educative del Piano dellOfferta Formativa, per rispondere ai bisogni formativi dellalunno e per promuovere lo sviluppo di competenze, a partire dal documento nazionale Indicazioni per il curricolo della scuola dellinfanzia e del primo ciclo, emanato dal ministero della Pubblica Istruzione. Il curricolo individuerà, per ogni disciplina, i nuclei e le abilità, i descrittori e i criteri di valutazione fondamentali dotati di senso, ricchi di interesse e reali. Il curricolo individuerà, per ogni disciplina, i nuclei e le abilità, i descrittori e i criteri di valutazione fondamentali dotati di senso, ricchi di interesse e reali. Oggi i bambini ricevono innumerevoli stimoli, per questo la scuola deve assumere un ruolo specifico e centrale nel dare loro organicità e significatività, superando la frammentazione e lepisodicità, garantendo a tutti gli alunni il raggiungimento dei Traguardi Minimi Irrinunciabili. Oggi i bambini ricevono innumerevoli stimoli, per questo la scuola deve assumere un ruolo specifico e centrale nel dare loro organicità e significatività, superando la frammentazione e lepisodicità, garantendo a tutti gli alunni il raggiungimento dei Traguardi Minimi Irrinunciabili.

20 SITO WEB, LIM & INTERNET IN PROGRESS Referente: Ins. Mirabella Francesco Il SITO WEB, diventato dinamico, ha come finalità principale quella di rendere esplicita limpronta culturale della scuola e il suo orientamento, per creare nuove forme di contatto, di comunicazione, di partecipazione e di appartenenza alla comunità scolastica. Saranno presentate a grandi linee le figure e gli organi di riferimento della scuola, i documenti e le informazioni sullofferta formativa. Uno spazio sarà dedicato allesposizione dei lavori degli alunni per promuovere le attività messe in atto e le manifestazioni a cui le classi aderiscono. Il SITO WEB, diventato dinamico, ha come finalità principale quella di rendere esplicita limpronta culturale della scuola e il suo orientamento, per creare nuove forme di contatto, di comunicazione, di partecipazione e di appartenenza alla comunità scolastica. Saranno presentate a grandi linee le figure e gli organi di riferimento della scuola, i documenti e le informazioni sullofferta formativa. Uno spazio sarà dedicato allesposizione dei lavori degli alunni per promuovere le attività messe in atto e le manifestazioni a cui le classi aderiscono. Ogni plesso è stato dotato di una LIM (lavagna interattiva multimediale) e se ne prevede un graduale utilizzo nella prassi didattica. Ogni plesso è stato dotato di una LIM (lavagna interattiva multimediale) e se ne prevede un graduale utilizzo nella prassi didattica. INTERNET INTERNET

21 OPEN DAY – CONTINUITA Referente: Ins. Di Blasi LOpen Day è uniniziativa volta a far conoscere il nostro Circolo alle famiglie, degli alunni che si devono scrivere alla prima classe, attraverso la presentazione e la realizzazione di alcuni segmenti del percorso formativo. La manifestazione è atta ad offrire ai genitori la possibilità di conoscere le proposte educativo-didattiche e lorganizzazione scolastica attraverso la visione di attività curricolari svolte in forma laboratoriale LOpen Day è uniniziativa volta a far conoscere il nostro Circolo alle famiglie, degli alunni che si devono scrivere alla prima classe, attraverso la presentazione e la realizzazione di alcuni segmenti del percorso formativo. La manifestazione è atta ad offrire ai genitori la possibilità di conoscere le proposte educativo-didattiche e lorganizzazione scolastica attraverso la visione di attività curricolari svolte in forma laboratoriale Accanto a questa iniziativa, da anni, il Circolo Duca DAosta cerca momenti di incontro per attività comuni tra alunni di ordini di scuola diversi. Accanto a questa iniziativa, da anni, il Circolo Duca DAosta cerca momenti di incontro per attività comuni tra alunni di ordini di scuola diversi. In questottica, gli alunni dellultimo anno delle scuole dellinfanzia di zona sono accolti in un primo approccio con la scuola primaria, per favorirne il futuro inserimento. In questottica, gli alunni dellultimo anno delle scuole dellinfanzia di zona sono accolti in un primo approccio con la scuola primaria, per favorirne il futuro inserimento. Gli alunni delle classi quinte si recheranno, invece, nelle scuole medie di zona per Gli alunni delle classi quinte si recheranno, invece, nelle scuole medie di zona per visitarle e svolgere un percorso di scoperta. visitarle e svolgere un percorso di scoperta. I rapporti di collaborazione tra i docenti dei vari ordini avranno il fine di agevolare il passaggio degli alunni dalla scuola dellinfanzia alla scuola primaria e da questa alla scuola secondaria di primo grado. I rapporti di collaborazione tra i docenti dei vari ordini avranno il fine di agevolare il passaggio degli alunni dalla scuola dellinfanzia alla scuola primaria e da questa alla scuola secondaria di primo grado.

22 V ALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE V ALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE Referente: Manuela Babiloni Ogni anno gli alunni delle classi seconde e quinte partecipano, su indicazione del Ministero della Pubblica Istruzione alla rilevazione esterna degli apprendimenti in Italiano e in Matematica, mediante prove standardizzate, predisposte dallINVALS,I sulla base delle Indicazioni per il curricolo, definite a livello nazionale per i diversi gradi di scuola. Nel nostro Circolo i docenti delle classi quinte e seconde somministrano e tabulano i dati delle prove che sono poi elaborati e restituiti alle scuole dallInvalsi. Ogni anno gli alunni delle classi seconde e quinte partecipano, su indicazione del Ministero della Pubblica Istruzione alla rilevazione esterna degli apprendimenti in Italiano e in Matematica, mediante prove standardizzate, predisposte dallINVALS,I sulla base delle Indicazioni per il curricolo, definite a livello nazionale per i diversi gradi di scuola. Nel nostro Circolo i docenti delle classi quinte e seconde somministrano e tabulano i dati delle prove che sono poi elaborati e restituiti alle scuole dallInvalsi. E nata quindi lesigenza di istituire un Gruppo di lavoro con il compito di occuparsi della lettura, dellanalisi approfondita e dello studio dei risultati, per progettare, sulla base di una autovalutazione, un processo di miglioramento dellefficacia della propria azione educativa. E nata quindi lesigenza di istituire un Gruppo di lavoro con il compito di occuparsi della lettura, dellanalisi approfondita e dello studio dei risultati, per progettare, sulla base di una autovalutazione, un processo di miglioramento dellefficacia della propria azione educativa. Nellambito dellAUTOVALUTAZIONE il Circolo intende avviare riflessioni sulla qualità dellofferta formativa della nostra scuola. Nellambito dellAUTOVALUTAZIONE il Circolo intende avviare riflessioni sulla qualità dellofferta formativa della nostra scuola. Si predisporranno questionari anonimi online rivolti ai genitori riguardo allofferta formativa, agli aspetti organizzativi e agli stili di direzione e rivolti ai bambini per conoscere come percepiscono la vita scolastica. Si predisporranno questionari anonimi online rivolti ai genitori riguardo allofferta formativa, agli aspetti organizzativi e agli stili di direzione e rivolti ai bambini per conoscere come percepiscono la vita scolastica. Inoltre saranno predisposti questionari interni rivolti a tutto il personale in servizio per lautovalutazione Inoltre saranno predisposti questionari interni rivolti a tutto il personale in servizio per lautovalutazione


Scaricare ppt "PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA 2012-2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA DAOSTA Via C. Capelli, 51 – 10146 Torino."

Presentazioni simili


Annunci Google