La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Responsabilità sociale e rendicontazione Relatore: Roberto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Responsabilità sociale e rendicontazione Relatore: Roberto."— Transcript della presentazione:

1 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Responsabilità sociale e rendicontazione Relatore: Roberto Russo

2 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 70 …si parla di … 80 …si teorizza su … 90 …si applica a …

3 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Nellimpresa profit privata …. - limpresa è azienda di produzione a rischio di mercato - nellimpresa i ricavi devono superare i costi - non è importante che lazionista sia privato o pubblico

4 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata FRIEDMAN, 1970 … il vero dovere sociale dellimpresa è cercare di ottenere il più possibile profitti (ovviamente in un mercato aperto, corretto e competitivo), producendo in questo modo ricchezza e lavoro per tutti nel modo più efficiente possibile. In sostanza limpresa, massimizzando il valore per gli azionisti, massimizza il benessere per tutti, adempiendo pienamente in questo modo alla sua funzione sociale …

5 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata FRIEDMAN, 1970 … il vero dovere sociale dellimpresa è cercare di ottenere il più possibile profitti (ovviamente in un mercato aperto, corretto e competitivo), producendo in questo modo ricchezza e lavoro per tutti nel modo più efficiente possibile. In sostanza limpresa, massimizzando il valore per gli azionisti, massimizza il benessere per tutti, adempiendo pienamente in questo modo alla sua funzione sociale …

6 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 1) … limpresa non ha come unici rapporti con i suoi interlocutori solamente quelli di mercato dogane, guerre, politica … sindacati, legislazioni … altri …

7 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 1) … limpresa non ha come unici rapporti con i suoi interlocutori solamente quelli di mercato holder STOCK STAKE

8 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

9 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Stakeholders are those groups of individuals, organisations, or companies (1) that affect and/or are affected by a company, for example shareholders, customers/clients, employees, business partners, NGOs, and the local community. (1) public, private and voluntary sector organisations

10 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

11 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

12 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Interesse Influenza

13 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

14 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Bilancio della famiglia Bambini Genitori Nonni Disabili Bilancio della solidarietà Cittadini invisibili Bilancio della conoscenza Studenti e docenti Artisti e spettatori Bilancio del tempo libero Turisti Bilancio delleconomia Imprenditori Lavoratori Pendolari Junior Senior Migranti Comune di Venezia

15 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 2) … il mercato non può esaurire la valutazione dellimpatto economico dellimpresa … COSTI-RICAVI DELLIMPRESA COSTI-RICAVI EXTRAMERCATO (diseconomie ed economie esterne)

16 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 3) … limpresa non può pubblicare un bilancio negativo … volontarietà soggettività

17 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata profitto filantropia marketing vision gestione sostenibile

18 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

19 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Lassunzione della responsabilità sociale di Impresa implica: - il superamento della normativa … - lo stretto legame con la sostenibilità … - la volontarietà …

20 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 RENDICONTAZIONE SOCIALE

21 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 ACCOUNTABILITY RENDICONTAZIONE SOCIALE

22 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 ACCOUNTABILITY RENDICONTAZIONE SOCIALE BILANCIO SOCIALE

23 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata ACCOUNTABILITY Responsabilità e capacità di rendere conto … …unorganizzazione è accountable se rende conto periodicamente e comunica in modo trasparente alle parti interessate quanto è stato fatto …

24 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata ACCOUNTABILITY Responsabilità e capacità di rendere conto … …unorganizzazione è accountable se rende conto periodicamente e comunica in modo trasparente alle parti interessate quanto è stato fatto …

25 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 ACCOUNTABILITY RENDICONTAZIONE SOCIALE BILANCIO SOCIALE …il dovere di spiegare o giustificare le azioni, le omissioni, i rischi e le conseguenze di cui unorganizzazione è responsabile verso i soggetti che hanno un interesse legittimo nei suoi confronti … … strumento al servizio di …

26 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Il bilancio sociale, come strumento per dar conto ai cittadini del proprio operato, rendendo trasparenti e comprensibili allesterno i programmi, le attività e i risultati raggiunti.

27 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa

28 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa Non si evidenziano le conseguenze sociali negative … ma si è spinti a raccogliere dati e a promuovere limmagine nellambito di altre finalità

29 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa Scegliere gli stakeholders più influenti e documentati … senza restringere la rendicontazione soltanto a loro

30 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa Concentramento nelle aree contestate e contestabili … spesso in modo contingente e reattivo

31 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa Ruolo e approccio proattivo … senza fuorviare lattenzione degli stakeholders

32 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa Dal bilancio di esercizio per una serie di componenti interni dellazienda … con il pericolo di non considerare lambiente esterno

33 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa

34 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli scopi del BS in ambito di impresa 1)Pubbliche relazioni 2)Strategie sociali verso gli stakeholders 3)Difesa documentata 4)Difesa anti-regulation 5)Valutazione della ricchezza prodotta e distribuita 6)Miglioramento delle relazioni industriali 7)Valutazione complessiva del contributo quantitativo dellimpresa 8)Valutazione globale dellimpresa

35 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Social audit Social accounting Social balance Intellectual capital Ethical budget Bilancio sociale Bilancio societale Rendiconto sociale Bilancio socio-economico Bilancio di missione Bilancio di responsabilità sociale

36 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Contabilità e valutazione dellimpatto dei programmi di responsabilità delle aziende. Ciò si concretizza nella tenuta analitica dei conti delle spese effettuate per specifici programmi sociali aziendali e della valutazione dei loro effetti. Contabilità delle risorse umane. Corrisponde al calcolo del valore del capitale umano impiegato, sulla base di opportune capitalizzazioni. Misurazione dei costi sociali selezionati; si tratta di scegliere e verificare alcuni costi sociali considerati significativi per lazienda e la comunità civile. American Accounting Association, 1976

37 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Misurazione del impatto completo che unentità, considerata nel suo complesso, ha sulla società; si tratta di cercare di valutare contabilmente limpatto che una determinata organizzazione esercita sulla società civile svolgendo la propria attività. Rendiconto sociale (rendiconto dei risultati secondo le accezioni 1- 4). Contabilità per programmi politici. American Accounting Association, 1976

38 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 1. Bilancio sociale è lespressione più diffusa in Italia ed è da preferirsi alle parole rapporto o resoconto, in quanto ha un contenuto minimo definito da determinate procedure e comprende anche dati quantitativi di derivazione contabile. 2. Il bilancio sociale è uno strumento integrativo di comunicazione e di valutazione dellaspetto sociale dellattività aziendale. 3. Deve essere redatto dallazienda. Il Gruppo ha scelto di riferirlo alle aziende (che producono e scambiano i prodotti nel mercato sia profit che non-profit o producono per il consumo diretto di coloro che ne fanno parte o che destinano la loro produzione a terzi in forma diversa dallo scambio) piuttosto che allimpresa.

39 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata 4. E rivolto ad un pubblico ampio che comprende sia i soggetti che hanno interessi nellazienda (stakeholder) sia la società in genere e allambiente. 5. Forma di redazione libera, secondo criteri uniformi che consentano la comparabilità con cadenza annuale che abbraccia tutto lesercizio sociale. 6. Costituisce un documento a sé stante, cioè distinto dal bilancio desercizio, al quale è tuttavia collegato in quanto da esso riprende parte delle informazioni economiche.

40 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Modello narrativo Elenco delle spese sociali Inventario sociale Rendiconto di performance sociale Indicatori sociali Il conto del valore aggiunto Bilancio socio-economico quantitativo Lanalisi costi e benefici

41 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Specchio, fotografia, carta didentità Bussola, mappa, cruscotto Lego, abito, piatto di cucina Check-up, radiografia, cartella clinica

42 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

43 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata le amministrazioni pubbliche scoprono e adattano al proprio contesto una pratica già riconosciuta e sperimentata dalle imprese private … … il bilancio delle amministrazioni pubbliche non può non essere sociale per definizione, perché origina dalluso di risorse comuni destinate a generare benefici per la società.

44 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata - deficit di trasparenza dellazione e dei risultati delle amministrazioni un deficit di trasparenza dellazione e dei risultati delle amministrazioni, non consente ai cittadini di valutarne realmente le performance rispetto al perseguimento delle finalità istituzionali e della mission dellente

45 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata - deficit di esplicitazione delle finalità, delle politiche e delle strategie un deficit di esplicitazione delle finalità, delle politiche e delle strategie delle amministrazioni, che dovrebbero essere il punto di partenza per la definizione degli obiettivi e dei programmi di intervento (e della redazione dei bilanci di previsione annuali e pluriennali), ma che spesso non sono il frutto di un sistematico e profondo processo di formulazione strategica e di individuazione delle priorità;

46 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata - deficit di misurazione dei risultati un deficit di misurazione dei risultati, molto più orientata alla corretta rilevazione dei fenomeni contabili che non alla misurazione della qualità dei servizi e alla valutazione delle politiche realizzate

47 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata - deficit di comunicazione un deficit di comunicazione, che non rende facilmente fruibile allesterno le informazioni eventualmente disponibili e non consente ai cittadini di apprezzare (nel senso proprio di dare valore) i programmi, gli sforzi e i risultati realmente conseguiti dallente.

48 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata - deficit di governance ai diversi livelli istituzionali il fatto che le valutazioni sulloperato e sulla qualità delle amministrazioni poggino quasi unicamente su dati economico-finanziari, finisce per ricondurre strutturalmente le scelte di governo a operazioni di contenimento della spesa ma rende assai più problematica la capacità di governo e di integrazione delle politiche pubbliche

49 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata - deficit di legittimazione e di fiducia se non è chiaro a cosa serve e a quali bisogni collettivi una data amministrazione è in grado di dare valide risposte, è probabile che nel tempo si sviluppi la messa in discussione della sua utilità sociale e la ricerca di soluzioni alternative

50 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata … che nella pubblica amministrazione si traduce nella capacità di creare valore economico e sociale in modo correlabile al valore delle risorse impiegate e di darne conto alla società in modo trasparente ed esaustivo. - deficit di accountability

51 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 Il bilancio sociale non è la semplice applicazione alle amministrazioni pubbliche del concetto di Responsabilità Sociale dellImpresa CSR = Responsabilità Sociale delle Amministrazioni Pubbliche

52 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata

53 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata La rendicontazione sociale : FINALITA IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 FINALITA della rendicontazione sociale contabile comunicazione politica governance interna strategico organizzativa professionale

54 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata la dimensione contabile: il bilancio sociale serve a dare risposta allesigenza di integrare e rivitalizzare il sistema di rendicontazione delluso delle risorse economico-finanziarie già adottato e disponibile per le amministrazioni pubbliche, in attuazione delle disposizioni normative vigenti la dimensione comunicativa: il bilancio sociale consente di porre al centro dellazione amministrativa il governo delle relazioni con lesterno al fine di garantire una maggiore qualità dei processi di comunicazione e di scambio con i portatori di interesse;

55 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata la dimensione politica: il bilancio sociale consente di riqualificare e rilegittimare socialmente lazione amministrativa e il sistema della rappresentanza, attraverso una maggiore trasparenza e visibilità delle scelte politiche e una possibilità di valutazione condivisa della capacità di buon governo la dimensione di governance interna: il bilancio sociale fornisce uno strumento al sistema amministrativo nel suo complesso per responsabilizzare le amministrazioni alla sostenibilità della spesa pubblica, anche con riferimento ai nuovi vincoli posti dal patto di stabilità europeo e dalle azioni di risanamento del deficit pubblico

56 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata la dimensione strategico-organizzativa: il bilancio sociale può essere uno strumento efficace per riorientare i processi di pianificazione, programmazione e controllo dellente in unottica diversa (dal punto di vista del cittadino) e ripensare lassetto organizzativo dellente la dimensione professionale: il bilancio sociale permette di ridare senso al lavoro pubblico, riorientando lorganizzazione del lavoro alla consapevolezza e al miglioramento dei risultati prodotti per i destinatari, valorizzando e sviluppando le competenze e le professionalità, trovando nuove occasioni di motivazione e di responsabilizzazione degli operatori

57 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Le FORME della rendicontazione IV Giornata degli Innovatori – Roma, 12 maggio 2004 Bilancio sociale di ente tempo ambito confini istituzionali Bilancio di mandato Bilancio di genere Bilancio ambientale Bilancio di settore Bilancio consolidato Bilancio di territorio

58 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata La norma SA8000 rappresenta un codice internazionale di condotta etica cui tutte le aziende, indipendentemente dallambito geografico di riferimento, dal settore di appartenenza e dalle caratteristiche dimensionali, sono invitate ad uniformarsi per operare nel rispetto dei diritti umani dei lavoratori. Elaborato nella sua prima versione nel 1997 ad opera del Council on Economics Priorities Accreditation Agency (CEPAA), successivamente denominato Social Accountability International (SAI), questo standard si contraddistingue per una serie di principi etici di riferimento, al cui rispetto sono preordinate apposite procedure di gestione e di controllo. Le aziende che decidono di aderire allo standard si sottopongono ad una verifica esterna di conformità, da parte di enti appositamente accreditati dalla SAI. I requisiti di responsabilità cui si riferisce lo standard SA8000 sono limitati al rapporto con una sola categoria di stakeholder, i lavoratori.

59 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata La struttura della norma è idealmente scomponibile in due parti: la prima riguarda gli ambiti di responsabilità disciplinati. La norma definisce i requisiti della responsabilità sociale dimpresa in otto aree del rapporto di lavoro: 1. lavoro minorile, 2. lavoro obbligato, 3. salute e sicurezza, 4. libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva, 5. discriminazioni, 6. procedure disciplinari, 7. orario di lavoro, 8. retribuzione; la seconda attiene al processo di implementazione e ai sistemi di verifica di conformità dello standard. Il punto 9. dello standard definisce, infatti, il complesso di procedure organizzative e gestionali per la sua adozione, nonché per lo svolgimento dellattività di controllo e di registrazione necessarie al rilascio della certificazione da parte dellente accreditato dalla SAI.

60 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Il certificato di conformità ha durata triennale e comporta verifiche periodiche di mantenimento dei requisiti. La rilevanza dello standard è strettamente legata al controllo del rispetto di detti requisiti lungo la catena del valore, estendendosi al rapporto con i fornitori e subappaltatori dellazienda. Questultima si impegna, infatti, a mantenere attive procedure appropriate per la valutazione e la selezione dei fornitori sulla base della loro capacità di rispondere ai requisiti della norma. In ordine al rapporto tra questo standard e gli strumenti di comunicazione sociale, va detto che esso vincola le aziende che vi aderiscono a stabilire e mantenere attive procedure per comunicare regolarmente a tutte le parti interessate dati e informazioni che si riferiscono ai requisiti dello standard, ma non prevede con quali strumenti vada attuata la comunicazione, né la periodicità che essa deve assumere. Lo standard non si occupa di definire, quindi, i requisiti dellattività di rendicontazione sociale, essendo prevalentemente incentrato sui processi di gestione e di auditing esterno.

61 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata LAA1000 è uno standard di adesione volontaria elaborato nel 1999 dallInternational Council of the Institute of Social and Ethical AccountAbility (meglio noto come AccountAbility), formato da imprese, Ong, università e società di consulenza. Esso si pone come obiettivo il miglioramento della responsabilità e della performance delle organizzazioni, e focalizza lattenzione sulla qualità dellimpegno etico e sociale verso i vari interlocutori dellazienda. Nella versione aggiornata al 2002, lAA1000 Series include anche delle linee guida per lauditing e il reporting, ovvero le fasi di verifica complessiva dei risultati e di loro comunicazione allesterno. Lo standard è indirizzato anche alle medie e piccole imprese e alle organizzazioni no profit.

62 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata LAA1000 individua analiticamente le fasi del processo di implementazione di un sistema di social accounting and reporting allinterno dellazienda, dettando una serie di principi guida da osservare in questo processo. Questultimo si articola in cinque fasi fondamentali: 1. la pianificazione (planning); 2. la rilevazione (accounting); 3. la verifica delle informazioni e la comunicazione (auditing and reporting); 4. lintegrazione nel più ampio sistema di gestione (embedding); 5. il coinvolgimento degli stakeholder (engagement). Principio ispiratore del modello è il concetto di accountability, ovvero la capacità dellazienda di spiegare o dare giustificazione delle azioni delle quali essa è responsabile verso gli stakeholder. Mediante il dialogo con gli stakeholder, lo standard intende indirizzare lazienda verso il recepimento delle loro attese, in modo da integrare in un unico e coerente modello gestionale le azioni in campo sociale, ambientale ed economico. Lo standard definisce il processo mediante il quale ciascuna azienda perviene alla identificazione di un insieme di indicatori relativi allanalisi delle relazioni con gli stakeholder.

63 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata La struttura della norma si regge sullapproccio contrattualista, ossia per ogni gruppo di stakeholder essa prevede lidentificazione delle questioni o gli elementi più rilevanti nelle sue relazioni con limpresa. Una volta definiti tali aspetti, si individuano gli indicatori più idonei per misurare o esprimere in modo indiretto i risultati raggiunti in relazione alla questione corrispondente. Il modello dà, quindi, risalto alle modalità di coinvolgimento degli stakeholder quale momento centrale della definizione dei contenuti stessi della responsabilità etico-sociale dimpresa. Ciò presuppone linclusione di tutti gli stakeholder – nellaccezione del dare voce alle attese e al giudizio degli stessi – nelle varie fasi del processo. I principi enunciati dallo standard sono, in sintesi, i seguenti: completezza, rilevanza, regolarità e tempestività con riferimento allo scopo e alla natura del processo; verifica esterna da parte di terzi indipendenti, accessibilità e qualità dellinformazione (in termini di comparabilità, verificabilità, comprensibilità, utilità) con riferimento alla significatività dellinformazione; integrazione nei sistemi di gestione e miglioramento continuo in una prospettiva dinamica. Trattandosi di uno standard di processo, lAA1000 non perviene ad una definizione del contenuto del reporting sociale; non detta, infatti, indicazioni circa la definizione della struttura del modello di rendicontazione sociale, né circa le informazioni minime che esso deve riportare, consentendo, anzi, la più ampia personalizzazione degli strumenti ad opera della singola azienda.

64 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata La Global Reporting Initiative (GRI) è uniniziativa internazionale diretta a sviluppare e diffondere delle linee guida per la redazione di un documento che integri linformativa economica, ambientale e sociale. Il gruppo che lha proposta è attivo sin dal 1997, e ad esso aderiscono associazioni di categorie contabili professionali, istituti di ricerca, importanti imprese, associazioni ambientaliste e sociali, coalizioni imprenditoriali e istituti di certificazione. Obiettivo primario della GRI è quello di contribuire ad un crescente dialogo con gli stakeholder, nella consapevolezza che il processo di coinvolgimento non comincia né finisce con la pubblicazione del rapporto di sostenibilità. Nella sua attività di promozione di standard di sostenibilità e di rendicontazione sociale, la Global Reporting Initiative si pone come missione quella di rendere credibili, comparabili e verificabili i documenti volontariamente redatti dalle aziende, alla stessa stregua del bilancio desercizio. Le prime linee-guida GRI sono state pubblicate nel 2000, lultima versione delle stesse è quella del Le Sustainability Reporting Guidelines on Economic, Environmental and Social Performance introducono alla redazione su base volontaria di un Rapporto di sostenibilità, denominazione adottata per sottolineare che la sintesi dei tre profili dei risultati aziendali nella cosiddetta triple bottom line trova corrispondenza nel concetto di sviluppo sostenibile. Le informazioni relative ai tre aspetti della sostenibilità – economica, ambientale e sociale – sono integrate in un unico modello di rendicontazione, la cui struttura consente tuttavia una loro separata identificazione.

65 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata La struttura del Rapporto di sostenibilità è articolata in cinque parti: 1. Vision e strategia; 2. Profilo dellorganizzazione; 3. Struttura di governo e sistema di management; 4. Indicatori di performance; 5. Informazioni aggiuntive discrezionali. Gli indicatori di performance sono riferiti ai tre richiamati profili di risultato. Vengono rappresentati in modo analitico alcuni indicatori di primaria importanza, associando alla descrizione degli stessi unaddizionale valutazione integrata delle performance. Gli indicatori integrati (cross-cutting indicators) sono costruiti assumendo come variabili due o più dimensioni della performance (ambientale, economica e sociale). Le misure di eco-efficienza ne costituiscono un tipico esempio. Inoltre, sono presenti indicatori di sistema (systemic indicators), costruiti rapportando grandezze definite a livello micro (es. a livello impresa) a grandezze macro-economiche (es. a livello regionale, nazionale o globale). Gli indicatori di performance economica distinguono gli impatti con riferimento alle seguenti categorie di stakeholder: clienti, fornitori, lavoratori, finanziatori (a titolo di rischio e di prestito), settore pubblico. Particolarmente ampia è la sezione riservata agli indicatori di performance ambientale. Essi si riferiscono a: materiali, energia, acqua, biodiversità, emissioni scarichi e rifiuti, fornitori, prodotti e servizi, compliance, trasporto, informazioni generali.

66 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Gli indicatori di performance sociale si suddividono in relazione a: condizioni di lavoro; diritti umani; società; responsabilità del prodotto. Il modello contiene indicatori cardine (core indicators), e complementari (additional indicators). I primi sono validi per qualunque tipo di azienda e di interesse per qualunque stakeholder, i secondi si riferiscono al fabbisogno informativo specifico di alcune aziende e/o di particolari categorie di stakeholder. Ladeguamento allo standard GRI può realizzarsi anche per approssimazioni successive. Lazienda può scegliere, infatti, di conformare la rendicontazione in modo integrale al modello standard, recependo in pieno le indicazioni delle linee guida, oppure sperimentarne lapplicazione gradatamente. Lazienda che sceglie di aderire totalmente alla struttura del documento è tenuta a riportare tutti gli indicatori cardine, ovvero a motivare lomissione di uno o più di essi. La distinzione tra indicatori di generale applicabilità e indicatori specifici per determinati settori consente di dotare la struttura del Rapporto di sostenibilità di significativi margini di flessibilità. Inoltre, è lasciato spazio alla inclusione di informazioni non espressamente specificate dalle linee guida, in modo particolare se gli stakeholder dellazienda ne fanno richiesta. Il pregio principale di questo modello consiste nello sforzo di ricondurre a sistema i diversi profili della performance aziendale e di ancorare i dati al sistema informativo-contabile. Tuttavia, si osservi come nella proposta metodologica in esame i diversi gruppi di stakeholder siano considerati in ciascuna delle sezioni del rapporto di sostenibilità (economica, ambientale e sociale), potendosi esprimere un giudizio di sintesi sul loro grado di soddisfazione solo subordinatamente alle lettura integrata delle diverse parti del documento. Paradossalmente, la scelta di trattare separatamente le diverse dimensioni della performance aziendale produce come effetto la difficoltà a ricondurre a sistema il contenuto informativo degli indicatori.

67 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Il GBS – Gruppo di studio per la statuizione dei principi di redazione del Bilancio Sociale, formato da studiosi e professionisti provenienti dal mondo accademico e della consulenza, è sorto nel 1998 con lobiettivo di offrire una guida sulle finalità e sulle procedure di formazione del bilancio sociale, e ha presentato nella primavera 2001 lo standard generale per la redazione del bilancio sociale8. La proposta del Gruppo, intesa di generale applicabilità a tutte le aziende, si pone in sintonia con i principi di AA1000 e della GRI, pur presentando alcuni caratteri distintivi. Il gruppo ha definito un modello di rendicontazione particolarmente ampio9, rivolto a tutti gli stakeholder, nessuno escluso, nel quale vengono presi in considerazione i molteplici effetti connessi al comportamento dellazienda. La denominazione di bilancio sociale per il documento che raccoglie questo tipo di informazioni è stata scelta con lintento di sottolineare la funzione di periodico rendiconto che gli è propria, nonché il forte aggancio che esso deve mantenere con i dati contabili riportati nel bilancio di esercizio, dei quali rappresenta lintegrazione e il completamento. Il GBS ha indicato un contenuto minimo di informazione al di sotto del quale non è consentito scendere, lasciando spazio allaggiunta di informazioni facoltative a discrezione delle aziende. Alla scelta del contenuto minimo, che è garanzia di completezza del bilancio, si è aggiunta quella della sua struttura, che è rivolta a tutelare luniformità nel modo di presentare le informazioni. Il modello proposto prevede una struttura articolata in tre parti: 1. identità aziendale, 2. produzione e distribuzione del valore aggiunto, 3. relazione sociale, Le tre parti sono tutte obbligatorie. La prima parte del bilancio sociale, riservata allidentità aziendale, fa riferimento a quellinsieme di condizioni che si riflettono sul modo di essere dellazienda, dalla scelta degli obiettivi, al modo di realizzarli, al rapporto con gli stakeholder. Gli elementi che definiscono lidentità aziendale sono: lassetto istituzionale, i valori di riferimento, la missione, le strategie e le politiche. La sezione dedicata al calcolo e alla distribuzione del valore aggiunto serve per ancorare il bilancio sociale ai dati contabili, i quali hanno una loro autonoma valenza sociale che non traspare dal bilancio di esercizio e che deve essere comunque esplicitata10.

68 Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Infine, la terza parte del bilancio sociale è destinata alla descrizione dei risultati connessi allattività aziendale, che vengono osservati sotto tre dimensioni: ciò che lazienda si proponeva di conseguire; ciò che lazienda ha realizzato; ciò che i destinatari dei risultati ritengono di avere ottenuto. Gli stakeholder che vengono presi in considerazione dal modello sono: personale, soci, finanziatori, clienti, utenti, fornitori, pubblica amministrazione, collettività. Questultima categoria comprende, tra laltro, gli interessi di natura sociale e ambientale. Per ciascun gruppo di stakeholder il bilancio deve, quindi, riferire in ordine alle politiche intraprese e ai risultati attesi, al grado di soddisfazione rilevato rispetto alle aspettative, alle modalità di comunicazione e al livello di conflitto. Il GBS recepisce in buona parte i principi dello standard AA1000, sebbene ne presenti unelencazione più analitica, tenuto conto che alcuni dei principi GBS sono contenuti in un solo principio Accountability. Ne deriva che i principi del modello in questione sono 17 a fronte degli 8 di Accountability. Tra i principi di redazione del GBS non sono esplicitati levidenza e il miglioramento continuo, ma la differenza è soltanto formale, dal momento che levidenza è insita in altri principi, come la completezza, la significatività e rilevanza, mentre per quanto attiene al miglioramento continuo, ad esso è dedicato un apposito punto (2.3.6.) del documento GBS denominato appunto Miglioramento del bilancio sociale. Nellelenco di principi GBS manca anche la trasparenza, anche se essa viene di fatto richiamata più volte dal documento. Mentre lo standard AA1000 fornisce una guida per il processo di rendicontazione, ma non indica quale deve essere il contenuto di uno specifico documento di comunicazione sociale, il modello GBS si contraddistingue per lo sforzo di definire la struttura e il contenuto minimo del bilancio sociale, quale presupposto per la validità del documento e per la comparabilità spaziale e temporale delle informazioni che esso contiene. Rispetto alle linee guida GRI, il modello GBS presenta significativi punti di contatto, brevemente sintetizzabili nei seguenti: il processo di elaborazione del documento prevede il coinvolgimento degli stakeholder, rispetto ai quali il bilancio sociale riferisce analiticamente sui risultati raggiunti; viene dato ampio risalto allaggancio tra il reporting sociale e i dati contabili dellazienda. Avuto riguardo al primo aspetto, la proposta GBS si propone di integrare in un unico modello – secondo la struttura appena descritta – le informazioni sui vari profili della performance aziendale. Si discosta, quindi, dalle linee guida GRI per il fatto di assegnare al valore aggiunto la funzione di leggere in chiave sociale i risultati economici, in luogo di considerare singoli indicatori per ciascun profilo della performance. Inoltre, il modello GBS riserva ampio spazio ai rapporti con gli stakeholder nella relazione sociale, che assume carattere descrittivo, compendiando informazioni di natura qualitativa e quantitativa. Con riferimento al secondo aspetto, si sottolinea come la stretta correlazione con il bilancio di esercizio, che si traduce nella contestuale o comunque avviata redazione dei due documenti, sia da considerarsi di primaria importanza per le interessanti sinergie in termini di verifica esterna.


Scaricare ppt "Seminario Bilancio Sociale del 20/10/2005 © 2005 Consorzio Gamma Servizi - Riproduzione vietata Responsabilità sociale e rendicontazione Relatore: Roberto."

Presentazioni simili


Annunci Google