La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Seminario Legacoop sui Fondi Comunitari 13 ottobre 2010 – S. Caterina di Pittinuri Or Riccardo Barbieri – dg Fidicoop Sardegna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Seminario Legacoop sui Fondi Comunitari 13 ottobre 2010 – S. Caterina di Pittinuri Or Riccardo Barbieri – dg Fidicoop Sardegna."— Transcript della presentazione:

1 Seminario Legacoop sui Fondi Comunitari 13 ottobre 2010 – S. Caterina di Pittinuri Or Riccardo Barbieri – dg Fidicoop Sardegna

2 Interventi diretti e indiretti Interventi diretti: fondi strutturali (agiscono direttamente sullimpresa, in genere mediante contributi in c/capitale) Interventi indiretti: partecipazioni, prestiti mezzanini, sistemi di garanzia (agiscono sullimpresa attraverso un intermediario finanziario)

3 Un esempio AttivoPassivo Investimento 100c/capitale 50 = diretto Mezzi propri 25 = indiretto = fondi di investimento, finanziarie di sviluppo, società di equity Finanza esterna 25 = indiretto = garanzie vs banche, mezzanini

4 Strumenti operativi degli interventi indiretti Bei (banca europea per gli investimenti): cofinanzia progetti specifici di sviluppo – Fei (fondo europeo per gli investimenti): è il braccio operativo della Bei – vedi e agisce mediantewww.eif.org Venture capital (investe in fondi che partecipano al capitale di rischio delle imprese innovative)

5 Il Fei Garanzie i sistemi di garanzia sono prioritari da diversi anni in ambito UE, in quanto favoriscono lo sviluppo economico mediante la leva finanziaria determinata dalla mitigazione del rischio di credito sostenuto dalla banca sono basati sulla ripartizione dei rischi con i sistemi di garanzia nazionali (Fondo Centrale L. 662/96 gestito da MCC) e regionali (fondi dei confidi)

6 Fei, lo SMEG (sme guarantee facility) Co-garantisce la banca o controgarantisce il confidi (sussidiaria o a prima richiesta) Garanzia totale del 70% del finanziamento (35/35) Per investimenti (di cui il 40% per liquidità), capitale circolante, scorte Per tutti i settori esclusa lagricoltura primaria A fronte di finanza addizionale, mediante assegnazione di un plafond coperto in automatico se viene raggiunto il cap

7 Altri programmi Jeremie: iniziativa congiunta UE, Bei e Fei – le regioni possono usare parte dei fondi strutturali per realizzare strumenti di leva finanziaria (prestiti, equity, garanzie e consulenza) – 1 euro investito = fino a 10 euro di capitale privato aggiuntivo Seed Capital: programmi CBS1 = capitale di avviamento e CBS2 = consulenza Business Angel: le reti locali BAN per il capitale di rischio

8 Il Fondo di Garanzia FERS In attuazione della LR1/2009 art. 4 comma 4, obiettivo P.O. FERS 2007/13 linea A Dotazione iniziale 238,2 mln euro per le pmi operanti in tutti i settori esclusi commercio e agricoltura primaria 5 mln euro coperti da fondi regionali per il commercio + 5 mln euro saranno coperti da f.r. per lagricoltura primaria

9 Il fondo FERS consente il rilascio di garanzie sussidiarie e a prima richiesta, in forma di controgaranzia o cogaranzia, su linee di credito concesse da banche a PMI controgarantisce o cogarantisce i confidi (il cumulo delle garanzie rilasciate - Fondo + Confidi - non può superare l'80% la controgaranzia è prevista fino all'80% della garanzia prestata dai Confidi (max 64% della linea di credito garantita) la cogaranzia è prevista fino al 40% della linea di credito garantita (40/40)

10 Il Fondo FERS per rifinanziamenti: finanziamenti fino a 144 mesi, concessi sotto qualsiasi forma a PMI e finalizzati: - al consolidamento dell'indebitamento a breve termine - alla rinegoziazione di finanziamenti finalizzata alla riduzione della rata

11 Il Fondo FERS Per nuovi finanziamenti: operazioni finanziarie di qualsiasi genere – durata max 18 mesi meno un giorno, destinate all'ottenimento di finanza addizionale rispetto a quella già in essere operazioni finanziare di durata tra 18 e 144 mesi, concessi sotto qualsiasi forma (anche leasing) a PMI e per la copertura di programmi di investimento finalizzati a sostenere i processi di crescita e innovazione.

12 Il Fondo FERS limiti di valore: se rilasciate secondo le modalità e i criteri degli aiuti "de minimis", il limite di importo garantito è pari a 1,5 milioni per impresa se rilasciate secondo regimi di garanzia statale, il cui ESL è calcolato in base ai c.d. "premi esenti", il limite di importo garantito è pari a 2,5 milioni per impresa (soglia 1,57%)

13 Il Fondo FERS Lobiettivo di addizionalità: in Sardegna ci sono mln euro di crediti, di cui circa alle pmi con un moltiplicatore max di 10, il fondo può garantire mln euro, pari a mln euro in cogaranzia con i confidi, pari a mln euro di nuova finanza al sistema grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Seminario Legacoop sui Fondi Comunitari 13 ottobre 2010 – S. Caterina di Pittinuri Or Riccardo Barbieri – dg Fidicoop Sardegna."

Presentazioni simili


Annunci Google