La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e della famiglia A.A. 2013/14 prof. Ciro CASCONE prof. Ciro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e della famiglia A.A. 2013/14 prof. Ciro CASCONE prof. Ciro."— Transcript della presentazione:

1 1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e della famiglia A.A. 2013/14 prof. Ciro CASCONE prof. Ciro CASCONE 1

2 Coniugio, parentela, affinità -Coniugio: rapporto tra persone unite in matrimonio tra loro -Parentela: rapporto tra persone che discendono dalla stessa persona, detta stipite comune ( art. 74 c.c.: La parentela è il vincolo tra le persone che discendono da uno stesso stipite, sia nel caso in cui la filiazione è avvenuta all'interno del matrimonio, sia nel caso in cui è avvenuta al di fuori di esso, sia nel caso in cui il figlio è adottivo, tranne nei casi di adozione di persone maggiori di età ) -Affinità: rapporto tra una persona ed i parenti del suo coniuge ( art. 78 c.c. ) 2

3 Schema parentela IV Grado III Grado II Grado I Grado Trisavi Bisnonni Nonni Genitori II grado Fratelli Sorelle ASCENDENTI Linea retta III grado Zii Nipoti (figli di fratelli e/o sorelle) DE CUIUS COLLATERALI IV grado Prozii Pronipoti Primi cugini DISCENDENTI Linea retta V grado Figli di prozii Secondi nipoti Secondi cugini I Grado II Grado III Grado IV Grado Figli Nipoti (figli dei figli) Pronipoti Figli dei pronipoti VI gradoAltri cugini 3

4 4 Atti dello stato civile DPR 396/00 Registri pubblici tenuti presso ogni comune, a cura dellufficiale dello stato civile, in cui vengono riportate le vicende di ogni persona (dalla nascita alla morte) Il contenuto degli atti dello stato civile si presume corrispondente al vero, salvo ne venga provata la falsità 4

5 5 Cenni sulla dichiarazione di nascita DPR 396/00 Artt Dichiarazione di nascita Contenuti della dichiarazione: Generalita della puerpera Generalita della puerpera luogo, giorno e ora della nascita luogo, giorno e ora della nascita sesso del bambino sesso del bambino La dichiarazione deve essere resa entro 10 giorni dalla nascita

6 6 Dichiarazione tardiva Art. 31 – oltre il decimo giorno, il dichiarante deve indicare le ragioni del ritardo; in tal caso l ufficiale di Stato Civile procede alla formazione tardiva dandone comunicazione al PM Se il dichiarante non indica le ragioni del ritardo, la dichiarazione può essere ricevuta solo in forza di decreto del tribunale all esito del procedimento di rettificazione Art il nome imposto al bambino deve corrispondere al sesso

7 7 Articolo 30 comma 1 La madre può dichiarare la volontà di non essere nominata. Figlio di ignoti: apertura procedura di adottabilità

8 Il matrimonio Se potessimo vivere senza donne faremo volentieri a meno di questa seccatura (ea molestia) ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della razza piuttosto che ricercare piaceri effimeri (Quinto Cecilio Metellio Macedonico, 131 a.c.) Nuptiae sunt coniunctio maris et feminae, consortium omnis vitae, divini et humani iuris communicatio. (Modestino) Il matrimonio è l'unione di un uomo e di una donna, un consorzio per tutta la vita, una comunione fra diritto divino e quello umano. ( "Ubi tu Gaius, ego Gaia) Il patto matrimoniale [...] è stato elevato da Cristo Signore alla dignità di sacramento (can. 1055) 8

9 Sviluppi storici Concilio di Trento (1563) Costituzione francese 1791: la legge considera il matrimonio solo come contratto civile Code civil francese 1804: matrimonio-contratto civile che può essere sciolto con il divorzio Codice albertino 1848: viene lasciato alla Chiesa la celebrazione del matrimonio c.c. 1865: principio di laicità, matrimonio civile unica forma ammessa Patti Lateranensi 1929: matrimonio concordatario c.c. 1942: nessuna modifica sostanziale 9

10 Il matrimonio nel diritto italiano Negozio bilaterale Matrimonio come atto e come rapporto dichiara Art. 107 c.c.: l'ufficiale dello stato civile, alla presenza di due testimoni, riceve da ciascuna delle parti personalmente, l'una dopo l'altra, la dichiarazione che esse si vogliono prendere rispettivamente in marito e in moglie, e di seguito dichiara che esse sono unite in matrimonio. Atto mediante il quale luomo e la donna si impegnano a realizzare una comunione di vita e di affetti, cioè una stabile convivenza fondata sullassistenza ed il rispetto reciproco e sulla ricerca di una unità di intenti (cfr. art. 1 l. 898/70: il giudice pronuncia lo scioglimento se accerta che la comunione spirituale e materiale tra i coniugi non può essere mantenuta o ricostituita) Matrimonio civile Matrimonio concordatario 10

11 La libertà matrimoniale Art. 12 carta di Nizza : uomini e donne hanno diritto di sposarsi e di formare una famiglia Limpegno di contrarre matrimonio non è mai suscettibile di esecuzione in forma specifica Contratto di prossenetico (mediazione matrimoniale): una parte si obbliga – per scopo di lucro - a prestare la propria opera per facilitare il matrimonio di una persona Seduzione con promessa di matrimonio Matrimonio riparatore 11

12 La promessa di matrimonio La sua formalizzazione avviene con le pubblicazioni non sorge lobbligo di sposarsi, e sono nulli gli accordi di eventuali penali per mancato matrimonio (per alcuni è obbligazione naturale) dalla rottura della promessa derivano alcuni obblighi però: - restituzione doni (per entrambi) - restituzione di altri effetti personali (per entrambi) - risarcimento del danno (per chi viene meno ingiustificatamente alla promessa) domanda da proporre a pena di decadenza entro 1 anno e comprende le spese fatte e le obbligazioni assunte in vista del matrimonio (cerimonia, viaggio di nozze, abito per la cerimonia, ecc.) 12

13 Il matrimonio civile Requisiti per contrarre matrimonio : sesso diverso perché il matrimonio è solo quello eterosessuale cosa succede allestero non è trascrivibile in Italia un matrimonio omosessuale celebrato allestero art. 3 l. 898/70: il mutamento del sesso di uno dei coniugi comporta lo scioglimento del vincolo, mentre la normativa del c.c. fa riferimento a marito e moglie (artt bis- 156bis) capacità di intendere e di volere maggiore età insussistenza di impedimenti 13

14 Gli impedimenti Mancanza di stato libero, parentela, affinità, adozione, delitto Divieto di contrarre matrimonio (rivolto agli sposi) e divieto di celebrare il matrimonio (rivolto allufficiale stato civile). Se il matrimonio viene comunque celebrato, gli impedimenti diventano invalidità (tranne il lutto vedovile, che comporta ammenda per il celebrante) Impedimenti dispensabili (suscettibili di essere rimossi dal Tribunale: es., età, parentela coll. 3° grado, affinità coll. 2° grado, divieto temporaneo di nozze) e non dispensabili Impedimenti di ordine pubblico: bigamia, incesto delitto 14

15 15 Matrimonio del minore Diritto del minore a costruire una sua famiglia Art. 84 c.c.:autorizzazione del TM a chi ha compiuto 16 anni Condizioni richieste: Maturità psico-fisica (valutazione da effettuarsi in concreto) Fondatezza delle ragioni addotte (deve trattarsi di ragioni oggettive, verificabili) Gravi motivi (criterio vago e incerto; valutazione complessiva della situazione del minore, verificando se il matrimonio potrà aiutare il suo processo maturativo piuttosto che bloccarlo)

16 Pubblicazioni È una forma di pubblicità notizia Si richiede, oralmente, allufficiale di stato civile di residenza di uno degli sposi, viene effettuata in entrambi i comuni per almeno 8 giorni Lusc può rifiutare la pubblicazione, in tal caso si ricorre al tribunale Le opposizioni in caso di impedimenti (genitori, ascendenti, parenti entro il 3°, tutore, curatore, PM) Imminente pericolo di vita: no pubblicazioni 16

17 Celebrazione Art. 107 ss. c.c. La dichiarazione degli sposi di volersi prendere come marito e moglie costituisce lelemento centrale della celebrazione Lettura articoli Di conseguenza, la dichiarazione dellusc non ha efficacia costitutiva ma solo dichiarativa Dopo la celebrazione va redatto latto, sottoscritto dagli sposi, dai testimoni e celebrante, e iscritto nel registro di matrimonio Matrimonio per procura (militari in tempo di guerra, quando uno degli sposi risiede allestero e vi sono gravi motivi, previa aut. Tribunale) 17

18 Il matrimonio concordatario Efficacia civile del matrimonio canonico La particolarità sta nel fatto che gli adempimenti richiesti sono di competenza non solo degli organi statuali ma anche del parroco, organo di un altro ordinamento di natura confessionale Pubblicazioni previste dal c.c. La celebrazione costituisce atto religioso, subito dopo la quale vi sono alcuni adempimenti (lettura artt ), redazione di atto di matrimonio in duplice copia, una delle quali trasmessa allusc entro 5 gg per la trascrizione da cui discendono gli effetti civili Se vi sono impedimenti non vi sarà trascrizione 18

19 Il matrimonio nei culti acattolici Intese tra stato e confessioni religiose: tavola valdese, assemblee di dio in Italia, unione italiana chiese avventiste, unione comunità israelitiche, chiesa evangelica luterana, unione cristiana battista È un matrimonio civile celebrato in forma speciale, il ministro di culto deve essere cittadino italiano (tranne valdesi) 19

20 Il matrimonio dellitaliano allestero e dello straniero in Italia Il cittadino può sposarsi allestero, con le forme diplomatiche e consolari (simile al matrimonio celebrato in Italia) o nelle forme previste dalla legge del luogo, o addirittura in forma religiosa (quando la legge del luogo ne riconosca gli effetti) Il matrimonio è ammissibile se sussistono i requisiti previsti dalla legge italiana Lo straniero può sposarsi in Italia sia in forma civile che religiosa. Deve presentare allusc una dichiarazione del proprio Stato di nulla osta al matrimonio Matrimonio del minore straniero Modifiche del d.l. 94/09 dichiarate incostituzionali Matrimonio poligamico 20

21 Diritti e obblighi nascenti dal matrimonio Uguaglianza morale e giuridica dei coniugi Disposizioni discriminatorie: 143bis (cognome), 316 (potere del padre), 362 (cognome dei figli), 5 l. 194/78 (interruzione gravidanza) Fedeltà: creare un rapporto affettivo esclusivo Assistenza morale e materiale: sostegno reciproco Collaborazione: comunione di vita e soddisfacimento bisogni materiali della famiglia attraverso il proprio fativo comportamento Coabitazione: convivere sotto lo stesso tetto e condividere la medesima esperienza di vita Concordare lindirizzo della vita familiare (144) Doveri verso i figli (147 – 315bis): mantenere, istruire ed educare la prole, tenendo conto delle capacità, dellinclinazione naturale e dellaspirazione dei figli 21


Scaricare ppt "1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e della famiglia A.A. 2013/14 prof. Ciro CASCONE prof. Ciro."

Presentazioni simili


Annunci Google