La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Amianto: Tutela e benefici per i lavoratori esposti 1) Benefici previdenziali 2) Malattie professionali 3) Risarcimento danni: - Datore di lavoro - Armatori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Amianto: Tutela e benefici per i lavoratori esposti 1) Benefici previdenziali 2) Malattie professionali 3) Risarcimento danni: - Datore di lavoro - Armatori."— Transcript della presentazione:

1

2 Amianto: Tutela e benefici per i lavoratori esposti 1) Benefici previdenziali 2) Malattie professionali 3) Risarcimento danni: - Datore di lavoro - Armatori americani - Mesotelioma nelle donne 4) Fondo amianto

3 1) BENEFICI PREVIDENZIALI Legge 27 MARZO 1992 N. 257 Sono vietate l'estrazione, l'importazione, l'esportazione, la commercializzazione e la produzione di amianto, di prodotti di amianto o di prodotti contenenti amianto. Per i lavoratori che siano stati esposti allamianto per un periodo superiore a dieci anni, lintero periodo lavorativo soggetto allassicurazione obbligatoria contro le malattie professionali derivanti dallesposizione allamianto, gestita dallINAIL, è moltiplicato, ai fini delle prestazioni pensionistiche, per il coefficiente di 1,5

4 ESPOSIZIONE QUALIFICATA Sentenza Corte di Cassazione 3 aprile 2001 n La Corte di Cassazione parla espressamente e per la prima volta dopo nove anni dallentrata in vigore della legge, di effettiva esposizione a rischio morbigeno che si concretizza quando vi sia esposizione a polveri di amianto in valori di concentrazione superiore ai limiti stabiliti dal D.Lvo 277/91 (c.d. esposizione qualificata) pari a 0,1 fibre per cm³.

5

6 RICONOSCIMENTO PER I MARITTIMI: FINALMENTE! Cassazione 19 gennaio 2007 n Il richiamo ad una assicurazione gestita dallINAIL non esprime requisito essenziale per lattribuzione dei c.d. benefici amianto, e pertanto tali benefici devono essere riconosciuti ai lavoratori marittimi anche se la loro assicurazione è esercitata dallIPSEMA (ora INAIL).

7

8

9

10

11 2) MALATTIE PROFESSIONALI Le patologie correlate allesposizione allamianto esemplificativamente sono: asbestosi, ispessimento pleurico bilaterale, placche pleuriche, cancro ai polmoni, mesotelioma, tumore gastro-intestinale, tumore allo stomaco, tumore allintestino e al colon.

12 Cronologicamente questo aspetto si è concretizzato più tardi per due ordini di motivi: 1) periodo di latenza delle malattie asbesto correlate, che possono verificarsi anche anni dopo il verificarsi del contatto con il cancerogeno minerale, addirittura in un lasso di tempo che va da 15 a 25 anni.

13 2) il secondo motivo attiene alla presa di coscienza del collegamento fra le malattie tumorali e il lavoro a contatto con lamianto (battage sullargomento amianto sugli organi di stampa, dei sindacati, patronati, medici, ecc. che hanno fornito, e ancora di più possono fornire, le corrette informazioni ai lavoratori colpiti da queste gravi malattie).

14 Anche levoluzione legislativa ha dato la giusta spinta, si veda ad esempio come nel 2008 con due Decreti Ministeriali, rispettivamente del 14/01/2008 e del 09/04/2008, sono state riviste ed aggiornate le Tabelle delle Malattie Professionali, ed ovviamente fra queste sono previste anche quelle asbesto correlate, ed esattamente:

15 quelle di elevata probabilità: - Asbestosi - Placche e ispessimenti pleurici - Mesotelioma pleurico - Mesotelioma pericardio - Mesotelioma peritoneale - Mesotelioma della tunica vaginale e testicolo - Carcinoma polmonare Limitata probabilità: Tumore della laringe Origine possibile: Tumori gastroenterici

16 STIME STIME Complessivamente, considerando oltre al gettito di casi di mesotelioma, anche i tumori del polmone e della laringe indotti da esposizione ad amianto e i decessi per asbestosi, è possibile dimensionare il fenomeno dei decessi per malattie asbesto-correlate intorno ai casi/anno nel nostro Paese

17 CRITERIO DI ALTA PROBABILITA Sussiste il nesso di causalità tutte le volte che risulti altamente probabile che il lavoratore ammalato e/o deceduto abbia potuto contrarre la patologia, avendo operato in un ambiente inquinato, e secondo criteri di prove statistiche. (Cass n. 2002)

18 3) RISARCIMENTO DEL DANNO «Tutti i datori di lavoro sono obbligati ad adottare le misure necessarie per tutelare lintegrità fisica e morale dei lavoratori» Prevenzione del rischio da amianto necessaria nel corso di operazioni di bonifica (rimozione, incapsulamento, confinamento), gestione di rifiuti contenenti amianto, manutenzioni su manufatti contenenti amianto Uso di DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE Misure per la protezione di terzi (isolamento dellarea di lavoro, affissione di segnaletica di avvertimento, installazione di adeguati sistemi di ricambio dellaria) Valutazione del rischio INFORMARE E FORMARE i lavoratori sui rischi per la salute dovuti allesposizione da amianto

19 LA RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO Cass, 26 gennaio 2009 n Rilevanza della conoscenza della potenziale pericolosità (in base alle nozioni scientifiche note al momento) delle procedure lavorative cui il lavoratore è esposto, e non solo violazione di una specifica disposizione di legge. Rilevanza delladozione degli strumenti di tutela della salute attesa la risalente conoscenza della pericolosità dellamianto.

20 LIQUIDAZIONE DEL DANNO CRITERIO DI PERSONALIZZAZIONE DEL DANNO (Cass n ) Oltre al danno fisico bisogna tener conto di tutti i pregiudizi sofferti, anche quelli esistenziali Intensità delle sofferenze subite Decorso della malattia Prevedibilità dellesito letale Assenza di speranza

21

22

23

24 ARMATORI AMERICANI Risarcimento danni per gli ammalati di patologie asbesto correlate. I marittimi che sono stati imbarcati su navi costruite o arredate da armatori americani, hanno diritto ad avere il risarcimento del danno. Negli USA i cittadini stranieri possono chiedere il risarcimento.

25 Mesotelioma nelle donne Difficoltà diagnostica del mesotelioma maligno Difficoltà diagnostica del mesotelioma maligno Diagnosi differenziale con patologie sia benigne sia maligne primitive e secondarie Diagnosi differenziale con patologie sia benigne sia maligne primitive e secondarie Nella donna può esserci maggiore difficoltà diagnostica Nella donna può esserci maggiore difficoltà diagnostica

26

27 FONDO AMIANTO Il Decreto Interministeriale del 12 gennaio 2011 ha istituito un fondo che prevede lindennizzo a favore di chi ha contratto una malattia dipendente dallesposizione ad amianto, contratta a causa del lavoro svolto; lindennizzo in parola è cumulabile con altri diritti già riconosciuti agli ammalati; il fondo eroga una prestazione economica aggiuntiva alla rendita diretta o ai superstiti, fissata in una percentuale della rendita già erogata. Si parte dalle rendite in godimento per il periodo 2008 – Non si parla affatto di dipendenti pubblici e militari. È previsto che venga corrisposto un acconto del 10% della rendita per il 2011, un secondo acconto entro il 30 giugno 2012 e poi un conguaglio finale.

28


Scaricare ppt "Amianto: Tutela e benefici per i lavoratori esposti 1) Benefici previdenziali 2) Malattie professionali 3) Risarcimento danni: - Datore di lavoro - Armatori."

Presentazioni simili


Annunci Google