La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FIGURA 1 – TRATTAMENTO A PASSAGGIO MIXER PER CHIARIFICHE ED ALTRO CON OMOGENEIZZAZIONE –PER TRATTAMENTI A PASSAGGIO O STATICI. CONTEMPORANEA IMMISSIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FIGURA 1 – TRATTAMENTO A PASSAGGIO MIXER PER CHIARIFICHE ED ALTRO CON OMOGENEIZZAZIONE –PER TRATTAMENTI A PASSAGGIO O STATICI. CONTEMPORANEA IMMISSIONE."— Transcript della presentazione:

1 FIGURA 1 – TRATTAMENTO A PASSAGGIO MIXER PER CHIARIFICHE ED ALTRO CON OMOGENEIZZAZIONE –PER TRATTAMENTI A PASSAGGIO O STATICI. CONTEMPORANEA IMMISSIONE : O2, CO2, N2, SO2. CONTEMPORANEA AMALGAMAZIONE DELLA MASSA Tubazione scorrevole Blocco scorrimento Tubazione entrata mosto o vino Tubazione uscita mosto/vino

2 FIGURA 2 SPECULA VISIVA DIN 80 M/F.PER TRATTAMENTO A PASSAGGIO Tubazione chiarificanti Venturimetro Candela porosa Specula visiva Tubazione scorrevole

3 FIGURA 3 SISTEMA RETRATTILE CON ALIMENTATORE CHIARIFICATI ED ALTRO ED ALIMENTATORE O2,CO2,N2,SO2. ENTRATA O2,CO2,N2,SO2 ENTRATA CHIARIFICANTI ED ALTRO

4 FIGURA 4 – TRATTAMENTO- STATICO IN SERBATOI PIENI MIXER PER CHIARIFICHE ED ALTRO CON OMOGENEIZZAZIONE –PER TRATTAMENTI STATICI. CONTEMPORANEA IMMISSIONE : OSSIGENO, CO2, N2, SO2. CONTEMPORANEA AMALGAMAZIONE DELLA MASSA TAPPO

5 FIGURA 5 A COSA SERVE IL MIXER: Ad effettuare chiarificazioni od aggiunte di prodotti chimici (Carboni decoloranti o deodoranti, acido ascorbico, citrico, tartarico ed altro) a circuito chiuso (A passaggio, vedi fig. 1) in rimontaggio o durante un travaso). Il Mixer può immettere in contemporanea dellAzoto (N2) micronizzato tutelando il prodotto da assorbimenti di ossigeno durante la chiarificazione e, se desiderato, potete inoltre immettere della S.O2 pura (e da prediligere) collegando un solfitometro (alla valvola entrata gas, vedi figura 3) del Mixer o fare aspirare del metabisolfito di potassio pre-sciolto dalla valvola (Entrata chiarificanti Vedi figura 3); sempre in fase di chiarifica o di travaso. Con il Mixer potete addizionare i mosti di O2 per agevolare la fase fermentativa, potete aggiungere CO2 sui vini per vivacizzarli, immettere N2 quale protettivo antiossidante o per espellere residui di CO2 prima di imbottigliare del vino stagionato che viene richiesto completamente piatto e potrete effettuare anche aggiunte di SO2 allo stato liquido o gassoso. COME SI UTILIZZA Il posizionameto ottimale del Mixer per effettuare le chiarifiche od aggiunte di prodotti chimici a passaggio, in fase di rimontaggio o travaso e quello di applicarlo in aspirazione della pompa adibita alloperazione dal lato della specula e collegando la tubazione di aspirazione dallattacco laterale della T (Vedere figura 1 ) ed alla valvola del serbatoio da chiarificare. Si collegarà con un flessibile la valvola (Entrata chiarificanti Figura 3) al miscelatore contenente i prodotti chiarificanti/chimici. E volendo immettere gas, si collegherà con un flessibile la valvola (Entrata O2,CO2,N2,SO2 Figura 3) alla bombola del gas prescelto). Collegando il Mixer nel modo sopra descritto si avrà una aspirazione dei chiarificati e dei prodotti chimici che si dovranno aggiungere lentamente durante il rimontaggio o travaso e, lentrata degli stessi si potrà regolare sia dal rubinetto di entrata chiarificanti del Mixer (figura 3). E sia dal rubinetto del serbatoio N:° 1 che chiudendolo leggermente, farà aumentare laspirazione della pompa dalla valvola «entrata dei chiarificanti « ed aprendolo al massimo invece la farà diminuire. Il Mixer, grazie al sistema venturi applicato, può essere inserito anche in mandata se si utilizza una pompa che permetta di sfruttare le doti del venturimetro. Mixer 1 2

6 FIGURA 6 TRATTAMENTO- STATICO IN SERBATOI PIENI MIXER PER CHIARIFICHE ED ALTRO CON OMOGENEIZZAZIONE A MEZZO DI GAS INERTI. CONTEMPORANEA IMMISSIONE : Di chiarificanti e prodotti chimici con contemporanea immissione di: O2, o CO2, o N2, SO2. AMALGAMAZIONE DELLA MASSA a mezzo Co2 od N2. Il Mixer, è uno stumento versatile, oltre ad essere utilizzato per effettuare chiarificazioni in fase di rimontaggio e travasi, può essere utilizzato allo stesso scopo per effettuare trattamenti in serbatoi pieni. Come si utilizza Si retrae lasta di entrata prodotti chiarificanti/chimici insieme allasta di entrata gas, in modo che il venturimetro e la candela porosa rientrino nella propria sede per poter collegare lo strumento al serbatoio da trattare. Una volta collegato lo strumento(Bisogna sempre comunicare il tipo di attacco che si desidera e la misura es. Din 80 o Garolla); si può aprite la valvola del serbatoio, il mosto o vino, entrerà nel sistema di alloggiamento venturimetro/ candela porosa; a questo punto si spingerà lasta allinterno del serbatoio da trattare e si bloccherà lo scorrimento della stessa con lapposito sistema. A questo punto siamo pronti per iniziare i trattamenti esempio: In fase pre fermentativa se volessimo agevolare la partenza della fermentazione potremmo immettere dell O2 micronizzata e quando lenologo lo riterrà opportuno potrà fare aggiungere della SO2 sia gassosa che liquida o soluzione di metabisolfito di potassio pre sciolto dalla valvola entrata chiarificanti vedi Figura 3. Per immettere i chiarificanti, carboni e quantaltro potremmo fornire una pompa adatta allo scopo con variatore di portata, basta dirci le quantità orarie richiesta minime e massime. Per omogeneizzare la massa, basta immettere N2 o CO2 collegando la bombola prescelta alla valvola di entrata Gas del Mixer. Il Gas entrando nel serbatoio micronizzato alzerà una colonna di liquido che discenderà dalle pareti del silos creando un movimento continuo ascensionale. Le prime prove di omogeneizzazione dellanidride solforosa furono da me effettuate una trentina di anni or sono, immisi una bombola da 54 kg. Di SO2 in un serbatoio da hl (leggermente smezzato) di MOSTO MUTO, con contemporanea micronizzazione di N2 (1 bombola da 20 Kg.). Loperazione durò circa 20 minuti dopo di che prelevammo 3 campioni di mosto, in superficie, al centro ed in basso, lenologo fece lanalisi e riscontrò su tutti e tre i campioni le stesse quantità di SO2. Il Mixer oltre ad immettere i prodotti omogeneizzandoli alla massa, in serbatoi pieni, può mantenere in sospensione i chiarificanti, carboni ecc, evitando che precipitino velocemente aumentando in tal modo il tempo di contatto con i prodotti chimici immessi con il mosto o vino sfruttando al massimo le qualità degli stessi; con dosi inferiori di prodotti, si raggiungono risultati ottimali; per far ciò, automatizziamo il flusso del gas inerte, lapparecchio immetterà il gas nei tempi programmati esempio; partenza erogazione per 5 minuti ogni 2 ore. Con il Mixer si possono aggiungere quantità programmate di CO2 in autoclavi e serbatoi ottenendo vini con


Scaricare ppt "FIGURA 1 – TRATTAMENTO A PASSAGGIO MIXER PER CHIARIFICHE ED ALTRO CON OMOGENEIZZAZIONE –PER TRATTAMENTI A PASSAGGIO O STATICI. CONTEMPORANEA IMMISSIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google