La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Franca Rossetti Mathesis di Bergamo 1. PROVE INVALSI, UNULTERIORE OPPORTUNITÀ PER CRESCERE IN CONSAPEVOLEZZA SULLA VIA DELLE COMPETENZE Paestum 29 settembre-

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Franca Rossetti Mathesis di Bergamo 1. PROVE INVALSI, UNULTERIORE OPPORTUNITÀ PER CRESCERE IN CONSAPEVOLEZZA SULLA VIA DELLE COMPETENZE Paestum 29 settembre-"— Transcript della presentazione:

1 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo 1

2 PROVE INVALSI, UNULTERIORE OPPORTUNITÀ PER CRESCERE IN CONSAPEVOLEZZA SULLA VIA DELLE COMPETENZE Paestum 29 settembre- 1 ottobre

3 Le prove INVALSI dellanno scolastico si sono svolte nelle prime settimane di maggio e si sono concluse il 20 giugno con la Prova nazionale nellambito dellesame finale della scuola media. A partire dal 2008 lINVALSI ha progressivamente realizzato il sistema di rilevazioni annuali nelle classi II e V della scuola primaria, nella I e III sec. di primo grado e, a partire da questanno, nella II classe della sec. di secondo grado. Novità nella continuità Franca Rossetti Mathesis di Bergamo 3

4 Obiettivo Misurare il livello di apprendimento in due ambiti cruciali per la formazione dei giovani: La comprensione della lettura La matematica Questanno le prove si sono svolte in tutte le scuole del Paese, statali e paritarie, con carattere censuario, coinvolgendo oltre ragazzi. 4 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

5 Proposta: 5

6 SNV – modello base Valutazione esterna INVALSI ProveApprendimento Questionario di Sistema di Sistema Alunni Istituzione Scolastica Valutazione interna Istituzione Scolastica Azioni correttive Trasmissione risultati Trasmissione elaborazione 6 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

7 Per acquisire consapevolezza delle caratteristiche del nostro insegnamento I metodi e i risultati delle valutazioni nazionali e internazionali possono essere utilizzati Per intervenire sui processi di apprendimento dei nostri allievi Per testare il raggiungimento dei nostri obiettivi formativi 7 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

8 Prove INVALSI: unopportunità da non perdere! Sulla base dei risultati complessivi disponibili sugli apprendimenti e di quelli che saranno restituiti alle singole scuole tra breve, i docenti e le varie commissioni, preposte alla lettura ed interpretazione dei dati di sistema, possono intraprendere un percorso di revisione improntato allautovalutazione circa lefficacia dellazione didattica,in unottica di miglioramento delle performance acquisite. 8 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

9 I dati verranno restituiti alla singola scuola nel modo più disaggregato possibile, cioè secondo la distribuzione delle risposte domanda per domanda. Questo modello permetterà a ciascuna scuola di individuare allinterno di ogni disciplina le aree di eccellenza e le criticità che necessitano di una particolare cura. I dati saranno depurati dalle variabili di contesto, rilevate sia attraverso le fonti amministrative esistenti sia mediante il questionario-alunno e potranno essere letti con riferimento al resto del Paese. A metà ottobre ….. 9 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

10 10 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

11 Per riflettere sulle abilità e conoscenze acquisite dagli alunni (curricolo raggiunto); sulla validità delle scelte didattiche effettuate sullefficacia dellofferta formativa programmata; sullampiezza, profondità e coerenza del curriculum effettivamente svolto (curricolo effettivo); sullopportunità dellanalisi statistica ….. 11 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

12 Le situazioni a confronto con gli esiti complessivi Le informazioni di ritorno sugli esiti complessivi delle rilevazioni costituiscono valori di riferimento per le scuole che possono confrontarli con i propri. Si tratta, infatti, di dati attendibili di alta qualità o, come si sul dire, con valori di benchmarck! reperibili sul sito dellInvalsi!!! 12 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

13 cosa ci dicono Le competenze dei nostri studenti ad es. in lettura, matematica; Le differenze negli apprendimenti su base territoriale (macro-aree); La varianza tra scuola e scuola a parità di condizioni. cosa non ci dicono I progressi compiuti dai ragazzi nel corso della loro carriera scolastica allinterno di ogni singola scuola; I processi attivati dalle singole scuole per migliorare i livelli di apprendimento degli studenti. Le rilevazioni degli apprendimenti 13 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

14 Dentro le prove … I dati delle indagini nazionali ed internazionali hanno messo in evidenza le carenze del nostro sistema scolastico; In particolare è la situazione in Matematica a destare preoccupazione; Le ultime rilevazioni dellInvalsi segnalano, infatti, che, mediamente, solo poco più della metà del campione è stato in grado di rispondere correttamente alle varie richieste. 14 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

15 I risultati della. s * errore standard CLASSEMATEMATICA II primaria60,3 (0,31)* V primaria68,4 (0,15)* I sec. di I grado46,6 (0,31)* III sec. di I grado56,1 (0,31)* II sec di II grado47,9 (0,32) La percentuale di risposte corrette nelle prove SNV e PN Lerrore standard, se moltiplicato per 1,96, definisce la semiampiezza dellintervallo di confidenza.Es: 60,3 - 1,96 x 0,31 = 59,69 Estremo inferiore; 60,3 + 1,96 x 0,31 = 60,91 Estremo superiore. 15 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

16 Descrizione delle prove di matematica Gli ambiti di valutazione in matematica, valevoli per tutto il primo ciclo distruzione, sono stati definiti in base a un Quadro di riferimento sviluppato a partire dalle Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati del 2004 e dalle Indicazioni per il curricolo 2007, tenendo anche conto dei quadri di riferimento delle indagini comparative internazionali sulla Matematica (IEA-TIMSS e OCSE-PISA) Per la classe seconda di sec. grado è stato utilizzato, in via provvisoria, lo stesso Quadro di riferimento del primo ciclo, integrato dal Nuovo Obbligo di Istruzione( Decreto 22 agosto 2007), in quanto il riordino della Scuola Superiore è entrato in vigore nel precedente anno scolastico, nelle classi prime. 16 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

17 Alla base del quadro di riferimento, in sintesi: Obiettivi specifici di apprendimento (OSA, Decreto ). Indicazioni Nazionali per il curricolo, Ricerche internazionali (IEA PIRLS 2006, OCSE PISA 2006). Nuovo obbligo di Istruzione Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

18 Due diverse dimensioni Una dimensione dei contenuti che riguarda i diversi ambiti matematici a cui le domande fanno riferimento (vedere le Indicazioni Nazionali ai nuovi programmi e le Linee guida 2010 per una verticalizzazione del curricolo). Una dimensione cognitiva che si riferisce ai diversi processi che gli studenti utilizzano quando risolvono le prove (vedere quanto auspicato, in termini di traguardi di competenze per il primo biennio, il secondo e lanno conclusivo per la scuola superiore). 18 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

19 Gli ambiti dindagine 1. Numeri; 2. Spazio e figure; 3. Dati e previsioni; 4. Relazioni e funzioni; Questultimo ambito non è oggetto di valutazione nella classe seconda primaria, dove la prova si limita solo ai primi tre. 19 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

20 Il dominio cognitivo Sono stati considerati i seguenti processi Sono stati considerati i seguenti processi : 1. Conoscere e padroneggiare i contenuti specifici della matematica; 2. Conoscere e padroneggiare algoritmi e procedure; 3. Conoscere e padroneggiare diverse forme di rappresentazione e saper passare da una allaltra. 20 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

21 4. Saper risolvere problemi utilizzando gli strumenti della matematica; 5.Saper riconoscere in contesti diversi il carattere misurabile di oggetti e fenomeni e saper utilizzare strumenti di misura; 6.Acquisire progressivamente forme tipiche del pensiero matematico; 7.Utilizzare la matematica per il trattamento quantitativo dellinformazione in ogni ambito; 8.Saper riconoscere le forme nello spazio. 21 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

22 STRUTTURA del Quadro di Riferimento AMBITI AMBITI PROCESSI PROCESSI CONTENUTI COMPITI 22 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

23 sottolineando lopportunità di curricoli verticali, in continuità dalla scuola primaria alla secondaria di secondo grado !!!!!!!! a. Numeri; b. Spazio e figure; c. Misure, dati e previsioni; d. Relazioni e funzioni. Gli oggetti di possibile valutazione al termine del primo ciclo 23 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

24 Numeri Numeri naturali e loro rappresentazione in base 10, operazioni con gli stessi, numeri decimali e frazioni, operazioni fra numeri decimali, significato delle parentesi...., operazioni con i numeri interi, potenze di numeri naturali e interi, numeri primi, multipli e divisori, rapporti, percentuali e proporzioni, numeri razionali ……….. Oggetti di valutazione 24 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

25 Spazio e figure Oggetti di valutazione Mappe, piantine e orientamento. Rappresentazione di oggetti nel piano e nello spazio…(cubo, sfera, triangolo, quadrato ….) I principali enti geometrici. Angoli e loro ampiezza, rette incidenti, parallele e perpendicolari …..Equivalenza tra figure, composizione e scomposizione di figure. Elementi di semplici figure nello spazio (vertici, spigoli …) Unità di misure di lunghezze, aree e volumi. Perimetro e area di poligoni. Teorema di Pitagora. Traslazioni, rotazioni e simmetrie …… Lunghezza della circonferenza e area del cerchio. Angoli al centro e alla circonferenza. Aree e volumi dei principali solidi… Sistema di riferimento cartesiano, rappresentazione sul piano cartesiano di figure piane e di trasformazioni geometriche. 25 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

26 Misura, dati e previsioni Oggetti di valutazione Il collettivo statistico e i suoi elementi. Prime rappresentazioni di dati (tabelle, pittogrammi, grafici a barre….) Caratteri quantitativi e qualitativi. Moda, mediana e media aritmetica. Istogrammi. Calcolo di frequenze relative e percentuali ……. Evento certo, possibile e impossibile. Campione estratto da una popolazione casuale e non casuale. Probabilità di un evento: valutazione della probabilità di eventi elementari ed equiprobabili. Semplici valutazioni di probabilità di un evento a partire da dati statistici. Misure di grandezze discrete per il conteggio. ……… Il Sistema Internazionale di misura. Stime e approssimazioni. Notazione scientifica. 26 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

27 Relazioni e funzioni Oggetti di valutazione Classificazione di oggetti, figure, numeri in base ad una determinata proprietà. Equivalenze e ordinamenti. Grandezze direttamente e inversamente proporzionali. Ricerca di regolarità in sequenze di numeri, figure, simboli e parole. Generalizzazioni di regolarità attraverso parole ed espressioni algebriche. Funzioni del tipo,, e loro rappresentazione grafica. Rappresentazione di funzioni attraverso parole, tabelle, grafici, espressioni algebriche. Equazioni di primo grado. Rappresentazione di fatti e fenomeni attraverso tabelle, grafici ed espressioni algebriche. 27 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

28 AMBITI PROVE INVALSI AMBITI PROVE INVALSI ESEMPI OGGETTI DI VALUTAZIONE Numeri Numeri naturali e loro rappresentazione in base dieci; operazioni con i numeri naturali; approssimazione e stima … Spazio e figure Mappe, piantine, percorsi; Figure nel piano e nello spazio; Aree di poligoni; Teorema di Pitagora ….. Relazioni e funzioni Classificazione di oggetti, figure, numeri in base a una determinata proprietà; Grandezze direttamente e inversamente proporzionali; Misure, dati e previsioni Misure di grandezze discrete per conteggio; Il sistema internazionale di misura; Diagrammi di vario tipo; Probabilità di un evento …. In sintesi 28 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

29 Il compito indica la specifica richiesta fatta allo studente in relazione ad un determinato quesito AMBITI PROVE INVALSI AMBITI PROVE INVALSI ESEMPI di COMPITI Numeri Stimare il risultato di unoperazione; ordinare una sequenza di numeri decimali; confrontare rappresentazioni diverse dello stesso numero Spazio e figure Calcolare il perimetro di una figura piana; individuare un punto di vista; riconoscere una trasformazione geometrica Relazioni e funzioni Riconoscere la relazione di doppio, metà, triplo; individuare una relazione di proporzionalità diretta; Individuare una regolarità numerica, geometrica,.. Misure, dati e previsioni Utilizzare il righello per misurare; Calcolare una scala di riduzione, Leggere un grafico; Passare da un grafico a una tabella; calcolare una media; individuare lo spazio degli eventi. 29 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

30 Analisi di alcune domande Di seguito vengono riportate alcune domande, inserite nei fascicoli della II, V primaria, I e III sec. di I grado, II sec. di secondo grado esaminate secondo lambito, il compito, loggetto di valutazione il processo cognitivo Nuovo obbligo dellistruzione per la classe II de secondo grado Lo scopo è quello di mettere in evidenza la complessità dellapprendimento (di concetti, di algoritmi, di utilizzo di differenti registri) Ricordando che: La matematica è una disciplina che costruisce solo su ciò che è stato già assimilato!!! 30 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

31 COMMENTO Al bambino si chiede di leggere un grafico con relativa legenda. La difficoltà sta proprio nel collegare la legenda al grafico. Risposta corretta: C La risposta A implica la sola lettura del grafico e la non considerazione della legenda. La risposta B implica la lettura parziale del grafico ad esempio solo della riga del mercoledì. AMBITO: Misura, dati e previsioni COMPITO: leggere un grafico con relativa legenda OGGETTO DI VALUTAZIONE: rappresentazione di dati PROCESSO COGNITIVO: Utilizzare la matematica appresa per il trattamento quantitativo dell'informazione in ambito scientifico, tecnologico, economico e sociale (descrivere un fenomeno in termini quantitativi, interpretare una descrizione di un fenomeno in termini quantitativi con strumenti statistici o funzioni, utilizzare modelli matematici per descrivere e interpretare situazioni e fenomeni,...) ESEMPIO di QUESITO 31 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

32 Classe II primaria 32 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

33 Classe II primaria 33 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

34 Classe V primaria 34 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

35 Prima secondaria di primo grado 35 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

36 Prova nazionale termine primo ciclo 36 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

37 Importante: abituare gli alunni allargomentazione fin dal primo ciclo! 37 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

38 Classe II di secondo grado In una città il costo dellautobus è passato da 1 euro a 1,20 euro, se il biglietto viene acquistato a terra e da 1 euro a 1,50 se acquistato a bordo. Qual è, in percentuale, il sovrapprezzo per lacquisto a bordo rispetto a allacquisto in biglietteria? A)20% ; B) 25% C) 30% D) 50% Commento: La risposta corretta è la B), occhio ai distrattori !!! Ambito prevalente: relazioni e funzioni Processo prevalente: saper risolvere problemi utilizzando gli strumenti della matematica Nuovo obbligo distruzione: Competenza: utilizzare le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico e algebrico ….. Abilità : impostare uguaglianza di rapporti per risolvere problemi di proporzionalità e percentuale 38 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

39 Altro esempio In un cinema il biglietto intero costa 9 euro e quello ridotto 6 euro. Sono entrati 170 spettatori e lincasso è stato di euro Quanti biglietti interi e quanti ridotti sono stati venduti? 2.Scrivi i calcoli che hai fatto per trovare la risposta Commento: sono stati venduti 120 biglietti interi e 50 ridotti. Possibile calcolo: x = biglietti a prezzo pieno, (170-x) = biglietti a prezzo ridotto 9X+6(170-x) = 1380 Tipologia: 1. domanda aperta a risposta univoca; 2) procedimento di calcolo Ambito: relazioni e funzioni Processo prevalente:saper risolvere problemi utilizzando gli strumenti della matematica Nuovo obbligo di istruzione Competenza: individuare le strategie appropriate per risolvere problemi Abilità: tradurre dal linguaggio naturale al linguaggio algebrico e viceversa; formalizzare il percorso di soluzione attraverso modelli algebrici e grafici. 39 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

40 La situazione in generale, dati provvisori. 40 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

41 Classe II primaria Sud e Isole con i valori più bassi !!! 41 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

42 42 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

43 Le differenze di genere 43 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

44 Differenza tra scuole …. 44 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

45 Classe V primaria 45 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

46 Lelevato numero di risposte errate evidenzia che i problemi si presentano, soprattutto, laddove sono in gioco i significati piuttosto che gli aspetti algoritmici. I guai di una lettura superficiale 46 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

47 Ancora errori 47 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

48 E gli alunni stranieri? 48 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

49 In merito alle differenze…. Gli apprendimenti seguono, sostanzialmente, un processo cumulativo che tende nel tempo ad ampliare le differenze. In media la nostra scuola primaria riesce a contenere questo processo divergente, anche se non riesce a sovvertirlo e a garantire a tutti le stesse opportunità a prescindere dalla scuola frequentata. 49 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

50 Classe I media (sec. di primo grado) 50 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

51 Le differenze di genere 51 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

52 Le maggiori difficoltà 52 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

53 A proposito di Dati e previsioni ambito tematico poco presente (o del tutto assente) nella formazione iniziale dei docenti; a livello normativo: il nucleo è stato introdotto tardi, per la prima volta nel 79 La matematica del certo e del probabile (DM 26 agosto 1981, esame di licenza media); nucleo tematico poco presente nella prassi didattica. sempre più importante nella società moderna per comprendere e interpretare fenomeni sociali e scientifici risultati confermati da indagine PISA, prassi didattica, rilevazione prova nazionale Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

54 La prova nazionale 54 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

55 Le differenze di genere 55 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

56 Primo ciclo distruzione: considerazioni a caldo! In generale, un dato positivo che emerge in tutte le prove del primo ciclo distruzione, per la matematica, è la forte riduzione delle omissioni degli studenti nelle domande aperte che richiedono di motivare o argomentare una risposta. Questo dato è molto importante in quanto il numero dei quesiti, nella rilevazione 2011, che richiedeva argomentazioni e giustificazioni è aumentato rispetto alle edizioni precedenti. 56 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

57 Una panoramica della situazione 57 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

58 La scuola secondaria superiore classe seconda La scuola secondaria superiore classe seconda Gli esiti complessivi delle prove INVALSI, della scuola secondaria superiore, sono perfettamente coerenti con quanto emerso dalle prove OCSE-PISA 2009 che accertano competenze non strettamente collegate al quadro degli ordinamenti scolastici nazionali. E confermato, inoltre, progressivamente, nel passaggio dal primo al secondo ciclo, il fenomeno della varianza tra scuole, cioè la differenza nei risultati medi tra scuole, molto più ampia rispetto alla varianza dentro le scuole, riferita alle differenze tra le varie classi delle singole scuole. 58 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

59 Linee di tendenza Si conferma, in linea di massima, una tripartizione dei livelli di risultato tra Nord, Centro e Sud, con un significativo miglioramento in Puglia e, in parte anche in Abruzzo e Basilicata. In particolare nelle regioni settentrionali, dove gli esiti delle prove sono in genere migliori,si riscontra una sostanziale equivalenza dei risultati di matematica tra i licei e gli istituti tecnici. Questo risultato è particolarmente significativo perché le competenze in matematica sono più strettamente legate allazione della scuola/docenti, rispetto a quelle linguistiche che risentono maggiormente dellambiente familiare di origine. 59 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

60 Nota dellINVALSI Questanno per la prima volta, in base alla direttiva 67/2010, si è svolta la rilevazione censuaria degli esiti degli apprendimenti. Le prove non sono state differenziate rispetto agli indirizzi di studi puntando principalmente sulla misurazione delle abilità e delle competenze essenziali al termine dellobbligo scolastico. 60 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

61 La situazione in numeri…. 61 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

62 UnItalia a diverse velocità il Nord del Paese con risultati significativamente al di sopra della media nazionale (Nord Est migliore di Nord Ovest); Il Centro, che con la sola eccezione del Lazio, consegue anchesso risultati statisticamente più elevati di quelli nazionali (tuttavia, il Centro, inteso come area geografica, ottiene risultati significativamente più bassi del Nord-Ovest e del Nord-Est); Con la sola eccezione della Puglia e dellAbruzzo le regioni del Sud ottengono, invece, risultati significativamente più bassi della media nazionale; Suscitano, inoltre, una certa preoccupazione i risultati di alcune regioni del Sud e delle Isole. 62 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

63 63 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

64 Le differenze di genere 64 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

65 In base alla nazionalità 65 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

66 Le differenze in base allindirizzo di studi A differenza della scuola primaria la canalizzazione induce di per sé una differenza nella composizione del corpo studentesco e,di conseguenza, nei risultati medi che si osservano. Circa i comportamenti, un tratto comune che è emerso, è la tendenza a saltare le domande a risposta aperta. 66 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

67 Nei licei 67 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

68 Istituti tecnici 68 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

69 Una panoramica 69 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

70 70 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

71 Dove le maggiori difficoltà? 71 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

72 Le difficoltà emerse 72 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

73 Ancora errori!!!! 73 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

74 Le maggiori difficoltà Le domande D16-D21-D22, quesiti presenti in qualsiasi libro di testo!!!!! Alla domanda relativa alla divisibilità di un polinomio solo il 21,1% risponde correttamente. Le cose non cambiano quando loggetto delle domande riguarda le proprietà delle potenze. Molte critiche mosse alle prove INVALSI sono basate sullosservazione che esse sono lontane da ciò che i ragazzi fanno quotidianamente a scuola. Le percentuali di risposte corrette ai quesiti precedenti chiaramente smentiscono …. 74 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

75 Un ripensamento dellapproccio didattico è suggerito e auspicato da più parti tenendo conto delle indicazioni ministeriali e dellapproccio per competenze, a cui il presente convegno si ispira !!!!! La Matematica deve ritrovare la giusta collocazione tra le discipline fondamentali per lo sviluppo del pensiero umano nonché il necessario apprezzamento da parte degli studenti; prerequisito fondamentale allapprendimento. Rimedi possibili e suggerimenti 75 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

76 In quanto …. Lapprendimento della matematica è una componente fondamentale nelleducazione e nella crescita della persona. Lanalisi quantitativa dellinformazione dei risultati delle prove INVALSI ci consente di sondare se le conoscenze che la scuola, ai diversi livelli, stimola e trasmette, sono ben ancorate ad un insieme di concetti fondamentali di base e di conoscenze stabili, almeno su livelli essenziali. 76 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

77 Quale conoscenza? Si vuole in primo luogo valutare la conoscenza della disciplina matematica e dei suoi strumenti: conoscenza concettuale, frutto di interiorizzazione dellesperienza e di riflessione critica; non di addestramento meccanico o di apprendimento mnemonico; senza eccessi di astrazione e di formalismo. 77 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

78 Pertanto …. La formalizzazione matematica dovrebbe essere acquisita a partire dalla sua necessità ed efficacia nellesprimere ed usare il pensiero matematico. Gli aspetti algoritmici applicativi ed esecutivi, che pur costituiscono una componente irrinunciabile della disciplina, non dovrebbero essere considerati fine a se stessi. Dunque matematica come strumento di pensiero e come disciplina con un proprio specifico statuto epistemologico!!!! 78 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

79 Matematica Matematica utile Matematica come strumento di pensiero Disciplina con un proprio specifico statuto epistemologico 79 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

80 Importanza della verticalità del curricolo!!!! Molto interessanti i risultati positivi conseguiti dagli studenti della secondaria di secondo grado in alcuni quesiti che vertono su competenze chiave sviluppate nel primo ciclo, ma che solitamente non sono riprese in modo esplicito durante il biennio superiore. Infine, nota dellINVALSI 80 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

81 Suggerimento dellINVALSI dopo constatazione …. Investire energie e sforzi nella continuità tra i diversi cicli di istruzione produce, nel medio- lungo periodo, effetti positivi e, soprattutto, stabili. E, infatti, noto che un problema cruciale, non solo nel nostro Paese, è quello della volatilitàdelle competenze acquisite. In questo caso le prove standardizzate (INVALSI) possono rappresentare un valido strumento per misurare il fenomeno e, quindi, contrastarlo nel modo più efficace possibile. 81 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

82 Domande possibili da porsi per utilizzare le prove INVALSI al meglio In quale ambito i risultati sono stati migliori? In quale ambito i risultati sono stati peggiori? Quali le caratteristiche dei quesiti di questi ambiti e quale loggetto della valutazione? (ambito dei contenuti e ambiti cognitivi: conoscere, applicare, ragionare) Quali riflessioni conseguenti? tenendo presente le due dimensioni dei quesiti (sia i contenuti coinvolti sia i processi, le capacità e le decisioni richieste) Utile la lettura dei quesiti a confronto in verticale, dalla seconda primaria alla seconda superiore!!!!! 82 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

83 Studiare le differenze variabilità locale peculiarità del contesto scolastico prassi didattiche formazione degli insegnanti percorso delle singole classi La varianza 83 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo

84 GRAZIE PER LATTENZIONE E……….. BUON LAVORO!!!!! nel visitare il sito da cui le informazioni della presente comunicazione sono state trattewww.invalsi.it 84 Franca Rossetti Mathesis di Bergamo


Scaricare ppt "Franca Rossetti Mathesis di Bergamo 1. PROVE INVALSI, UNULTERIORE OPPORTUNITÀ PER CRESCERE IN CONSAPEVOLEZZA SULLA VIA DELLE COMPETENZE Paestum 29 settembre-"

Presentazioni simili


Annunci Google