La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comitato Tecnico PROGRAMMA OPERATIVO 2009-2013 ESECUTIVO ANNUALE 2013 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comitato Tecnico PROGRAMMA OPERATIVO 2009-2013 ESECUTIVO ANNUALE 2013 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013."— Transcript della presentazione:

1 Comitato Tecnico PROGRAMMA OPERATIVO ESECUTIVO ANNUALE 2013 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

2 PRIMO ANTICIPO GESTIONE FINANZIARIA Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

3 1° anticipo Entro il FINAF presenta la domanda di anticipo alla RER per il primo quadrimestre del Programma Operativo. Limporto deve essere conforme (non superiore) a quanto indicato nel Piano Finanziario allegato al PO ed approvato dalla RER. Limporto richiesto è pari al 40% delle previsioni di spesa delle OP socie che hanno deliberato di usufruire degli anticipi. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

4 Situazione esemplificativa: Si pone ora lesempio di un Fondo dEsercizio pari a così suddiviso nel corso dellanno: 1° quadrimestre: ° quadrimestre: 300 3° quadrimestre: 500 Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

5 Movimentazioni CCD della AOP F.In.A.F. Il 22/05/2013 prima della presentazione della domanda di anticipo relativo al secondo quadrimestre, il CCD di FINAF dovrà risultare movimentato con: Alimentazione del CCD da parte delle OP socie (+ 120 ) Incasso dellanticipo UE da parte di Agrea; (+ 80 ) Pagamento da F.In.A.F. alle OP socie, sui loro CCD, delle spese sostenute (per cassa o competenza) nel primo quadrimestre (- 200 ) Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

6 MOVIMENTI DEL CCD DI FINAF RELATIVI ALLANTICIPO DEL 1° QUADRIMESTRE (22/05/2013) O.P. A.O.P. = 120. (60% del Piano Finanziario) AGREA A.O.P. = 80. (40% del Piano Finanziario) A.O.P. O.P. = 200. (100% del Piano Finanziario) Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

7 Movimentazioni CCD O.P. Il prima della presentazione della domanda di anticipo relativo al secondo quadrimestre, il CCD delle OP socie di FINAF dovrà risultare movimentato con: Alimentazione del CCD OP da parte dei suoi soci o con risorse proprie (+120 ) Alimentazione del CCD di FINAF (-120 ) Pagamento da FINAF delle spese del quadrimestre (+200 ) Pagamento ai propri soci o ai fornitori per le spese direttamente sostenute (per cassa o competenza) nel primo quadrimestre (-200 ) ! ! Nei rapporti tra OP e suoi soci è ammessa la compensazione finanziaria, purché le registrazioni contabili ed i relativi mastri tengano conto dei vari movimenti. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

8 MOVIMENTI DEL CCD DI O.P. RELATIVI ALLANTICIPO DEL 1° QUADRIMESTRE (22/05/2013) O.P./Coop CCD O.P. = 120 (60% delle spese Socio singolo sostenute nel 1° quadrimestre) O.P. O.P./Coop/Socio singolo = 200 (100% delle spese sostenute nel 1° quadrimestre) Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

9 2° anticipo: Entro il FINAF presenta la domanda di anticipo alla RER per il secondo quadrimestre del Programma Operativo. Limporto deve essere conforme (non superiore) a quanto indicato nel Piano Finanziario allegato al PO ed approvato dalla RER. Limporto richiesto è la somma dei 40% delle previsioni di spesa delle OP socie che hanno deliberato di usufruire degli anticipi. ! ! Se una OP non ha sostenuto (per cassa o competenza) tutte le spese previste nel piano finanziario, quella OP non può essere inserita nella richiesta di secondo anticipo. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

10 2° anticipo Entro il 20/05/2013 Alla domanda di 2° anticipo di FINAF è allegato il mod. A-RF della AOP ed i mod. A-RF delle singole O.P. sottoscritti dai rispettivi legali rappresentanti. Entro il 28/05/2013 Andranno allegati anche copie degli estratti conto del CCD di FINAF e delle singole OP, e laddove ci siano compensazioni anche copie delle schede contabili. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

11 2° anticipo I movimenti finanziari del Conto Corrente Dedicato della AOP e delle singole OP relative alla movimentazione del 2° anticipo rispecchiano le procedure adottate nella gestione finanziaria del 1° anticipo. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

12 3° anticipo: Entro il FINAF presenta la domanda di anticipo alla RER per il secondo quadrimestre del Programma Operativo. Liter e le disposizioni da seguire sono analoghe a quelle indicate per il 2° anticipo. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione Finanziaria P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

13 Esempio di scritture contabili di AOP Fondo di Esercizio Gestione contabile P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione contabile P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 DA Rendicontazioni da OP10.000, ,00Note debito per costituzione F.E Anticipi e saldo UE

14 Gestione contabile P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Gestione contabile P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Esempio di scritture contabili di OP Fondo di Esercizio DA Rendicontazioni da Coop.800, ,00 Pagamento rendicontazioni da AOP Azioni dirette della OP200,00 Note di debito da AOP500,005.00,00Note di debito a coop.

15 VPC VALORE DEL PRODOTTO COMMERCIALIZZATO Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013

16 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Valore della produzione commercializzata - VPC Il VPC deve essere calcolato limitatamente al prodotto o al gruppo di prodotti, per i quali è stato chiesto il riconoscimento della O.P. La documentazione di supporto del VPC è rappresentata dai dati di bilancio e dalle fatture di vendita relative alla produzione commercializzata nel periodo di riferimento, emesse: dalla O.P.; dalla filiale dellO.P., se partecipata conformemente alle condizioni previste dallart. 50 del regolamento e se rispetta i requisiti di cui allarticolo 26 del regolamento, in ordine allattività principale; dai soci autorizzati dallOP allemissione di fatture (c.d. fatturazione delegata)

17 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Il periodo di riferimento per il calcolo del VPC Ai sensi del paragrafo 3, dellarticolo 51 del regolamento, il periodo di riferimento di 12 mesi deve coincidere con il periodo contabile dellOP. Il criterio adottato per la scelta del periodo di riferimento non può essere variato per lintera durata del programma operativo se non per circostanze debitamente giustificate (es: consistente modifica della base sociale e dei prodotti commercializzati, modifica del periodo contabile).

18 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. TABELLA DI CALCOLO DEL VPC OP/AOP……………………………………….. Voci di calcolo e variabili Segno contabile Importo dichiarato () a) Valore delle vendite dei prodotti freschi fatturate direttamente dalla OP+ b) Valore delle vendite dei prodotti freschi fatturate dai soci (fatturazione delegata autorizzata dalla Regione o Provincia autonoma) + c) valore delle vendite dei prodotti di soci di altre OP effettuate ai sensi dellarticolo 125 bis, paragrafo 2, lettere b) e c) del regolamento (CE) n.1234/ d) Valore delle vendite dei prodotti trasformati, diversi da quelli di prima trasformazione, ridotti del valore di acquisto degli ingredienti non ortofrutticoli utilizzati e/o dei i prodotti ortofrutticoli acquistati da terzi + e) d) Valore delle vendite dei prodotti trasformati, nella percentuale massima indicata allarticolo 50, paragrafo 2, del regolamento (UE) n. 543/ f) Valore delle vendite effettuate dalle filiali controllate conformemente all'articolo 50, paragrafo 9 del Regolamento (UE) 543/ g) Valore dei sottoprodotti.+ i) valore degli indennizzi percepiti per assicurazioni sul raccolto stipulate nellambito delle misure di prevenzione delle crisi o comunque gestite dallOP. +

19 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. i) Valore dei prodotti inviati alla distribuzione gratuita di cui all'articolo 103 quinquies, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 1234/ j) Valore degli imballaggi utilizzati per il confezionamento di cui ai punti precedenti (se fatturati separatamente) + k) Valore dei prodotti di prima trasformazione, come definiti allarticolo 21, paragrafo 1, lettera i) del regolamento (CE) 1580/ l) Valore di vendita dei prodotti di nuovi soci acquisiti dalla OP e non presenti ai punti precedenti.+ m) Valore di vendita dei prodotti di soci dimessi dalla OP e conteggiati ai punti precedenti.- n) Valore di vendita di prodotti ortofrutticoli eventualmente acquistati da terzi ed inseriti ai punti precedenti. - o) Spese di trasporto- p) Sconti, abbuoni, ristorni, connessi a rettifiche degli importi delle singole fatture di vendita- TOTALE GENERALE

20 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Valore della produzione commercializzata – VPC E opportuno che la tabella del calcolo del VPC venga riportata da ciascuna O.P. nella Relazione sulla gestione del Bilancio. La tabella dovrà risultare al netto del: Valore di vendita dei prodotti di nuovi soci acquisiti dalla OP, e non presenti ai punti precedenti (+) Valore di vendita dei prodotti di soci dimessi dalla OP e conteggiati ai punti precedenti. (-) Il valore indicato nel totale della tabella dovrà essere anche riportato nei conti dordine.

21 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Valore della produzione commercializzata – VPC ATTENZIONE!!! Il controllo del calcolo del VPC eseguito nella fase di esecuzione del PO o nella fase di rendicontazione che riscontri inesattezze sul valore dichiarato incide sullapplicazione della penale del 3% prevista dal par. 5 dellart. 117 del Reg. UE 543/2011 (penale 3%). Tale valore farà cumulo con eventuali tagli sulle azioni realizzate nel Programma Operativo.

22 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Calcolo del VPC P.O Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Controllo del VPC Il controllo riguarda in modo specifico e dettagliato tutti gli elementi utilizzati per la determinazione del VPC. Degli elementi utilizzati nel calcolo verrà estratto un campione di fatture per il riscontro effettivo con il documento contabile.

23 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 PROGRAMMA OPERATIVO Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. PROGRAMMA OPERATIVO Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Programma Operativo (?) LAssemblea Generale dei Soci di ciascuna O.P. dovrà approvare il VPC e il nuovo PROGRAMMA OPERATIVO POLIENNALE entro il giorno 25/09/2013 Contestualmente lAssemblea Generale dei Soci conferirà il mandato al CdA della O.P. di deliberare in merito allapprovazione delle successive modifiche.

24 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 PROGRAMMA OPERATIVO Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. PROGRAMMA OPERATIVO Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Programma Operativo (?) LAssemblea Generale dei Soci di FINAF approverà il VPC e il nuovo PROGRAMMA OPERATIVO POLIENNALE complessivo della AOP il giorno 26/09/2013.

25 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 PROGRAMMA OPERATIVO Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. PROGRAMMA OPERATIVO Conforme alle disposizioni del Reg. UE 543/2013, alle Disposizioni nazionali e al manuale delle Procedure della R.E.R. Programma Operativo 2013 Materiale distribuito: Nota FINAF per costituzione fondo di Esercizio Modello A-RF Copia della delibera di approvazione del Programma Operativo 2014 – 2018 Moduli RER di controllo del VPC Schema delle sedi e delle date dei controlli del PO 2012

26 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 COMUNICAZIONI VARIE Pianificazione delle sedi in cui si effettuerà il collaudo del PO 2012 da parte della Regione Aggiornamento inserimento dati nel portale SIAN Applicativo Finaf: nuove funzioni

27 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013 ATTIVITA COMITATO TECNICO Comitato Tecnico Prossimo incontro mese di luglio: Risultato verifiche PO 2012 Aggiornamento Regolamenti UE Programmazione attività 2014


Scaricare ppt "Comitato Tecnico PROGRAMMA OPERATIVO 2009-2013 ESECUTIVO ANNUALE 2013 Villanova di Castenaso, 14 maggio 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google