La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 Clara Alemani LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 5 luglio 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 Clara Alemani LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 5 luglio 2012."— Transcript della presentazione:

1 Il RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 Clara Alemani LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 5 luglio 2012

2 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Illustrare la struttura del RAV; fornire indicazioni relative alle modalità per redigere diffondere utilizzare il Rapporto di Autovalutazione OBIETTIVI DELLA PRESENTAZIONE 2

3 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: QUANDO E CHI 3 Il GAV predispone il Rapporto al termine del processo di AV

4 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: LA STRUTTURA 4 Presentazione dellistituto scolastico; presentazione del processo di AV; relazione conclusiva di valutazione di ogni sottocriterio. Il RAV deve contenere questi elementi

5 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: LA PRESENTAZIONE DELLISTITUTO SCOLASTICO 5 Grassetto = elementi necessari Normale = elementi opportuni Breve storia della scuola in relazione al contesto in cui opera; sedi, dislocazione e numero di persone; organigramma; elenco dei portatori di interesse (stakeholder) di riferimento; principali fornitori di prodotti e servizi; servizi e/o prodotti erogati; mappa dei processi; principali dotazioni e tecnologie utilizzate; principali partnership stabilite dalla scuola. Max. 2 pagine

6 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: LA PRESENTAZIONE DEL PROCESSO DI AV 6 Le modalità attraverso le quali: è stato realizzato il processo di autovalutazione (step da 1 a 6 delle linee guida del Modello); sono stati raccolti i dati relativi ai Fattori Abilitanti e ai Risultati e individuate le priorità di intervento. Max. 2 pagine

7 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: PRESENTAZIONE DEL PROCESSO DI AV - SUGGERIMENTI 7 Redigere la descrizione Step by Step. Esempio: Step 1 La Dirigenza … Step 2 La comunicazione delle attività di AV … Motivare la scelta del punteggio avanzato (più adatto al settore scuola, più adatto a organizzazioni con un livello di maturità già consolidato, già utilizzato da altre organizzazioni che hanno partecipato a Premi, procedure internazionali, …)

8 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE GLI STEP DEL VIAGGIO CAF 8 Decidere come organizzare e pianificare lAV Comunicare il progetto di AV Formare il Gruppo di AV (GAV) Organizzare la formazione Condurre lAV: pianificazione realizzazione Stendere un report descrittivo dellAV Elaborare un piano di miglioramento, basato sullAV Comunicare il piano di miglioramento Implementare il piano di miglioramento Step 1Step 2Step 3 Step 6Step 5Step 4 Step 7Step 8Step 9 Pianificare la successiva AV Step 10

9 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: LA RELAZIONE DI VALUTAZIONE PER OGNI SOTTOCRITERIO 9 Sintesi complessiva del sottocriterio (che cosa, come, perché / per chi); punti di forza; aree da migliorare; idee per il miglioramento; evidenze; punteggio di ogni fase e punteggio totale 1 pagina per ogni sottocriterio

10 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: ELEMENTI DI VALUTAZIONE / PUNTI DI ATTENZIONE 10 Completezza dei dati e delle informazioni; integrazione delle diverse fonti di informazione (Questionario, Interviste, Dati e Informazioni); equilibrio delle diverse parti; pertinenza delle informazioni e delle evidenze ai sottocriteri nei quali sono state inserite; elaborazione dei contenuti tenendo in considerazione le fasi della metrica PDCA per i Fattori Abilitanti e le fasi per lanalisi dei Risultati (trend, obiettivi, confronti, copertura).

11 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE LA DIFFUSIONE DEL RAV 11 Al DS; al personale; ai principali portatori di interesse

12 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: PRESENTAZIONE AL DIRIGENTE 12 Il GAV presenta il rapporto di autovalutazione al DS. E opportuno documentare la riunione e annotare le osservazioni emerse. Il DS definirà le modalità da seguire per utilizzare al meglio i risultati dellautovalutazione (come integrarli nella pianificazione, come individuare le priorità di miglioramento); diffondere i risultati dellAV tra il personale e i principali portatori di interesse

13 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: PRESENTAZIONE AL PERSONALE E AI PORTATORI DI INTERESSE 13 La Dirigenza / Il referente del GAV / I componenti del GAV presentano la relazione finale con strumenti adeguati (slides, grafici, … cfr. Piano della comunicazione) al personale della scuola (docenti e ATA) e ai principali portatori di interesse, per promuoverne il coinvolgimento nelle azioni correttive e di miglioramento. E opportuno documentare gli incontri e annotare i suggerimenti.

14 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE LUTILIZZO DEL RAV: PERCHE, PER CHI 14 Informazioni e commenti destinati alla scuola stessa valutare efficaci azioni di miglioramento, definendone importanza e priorità.

15 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: DUBBI, CHIARIMENTI, SUGGERIMENTI – I QUESTIONARI 15 I componenti del GAV rispondono al questionario; i docenti rispondono individualmente al questionario; la colonna «motivare brevemente la scelta» consente di riflettere sulle risposte mentre le si formula; le risposte possono essere utilizzate per sottolineare alcuni aspetti (nella Sintesi del sottocriterio, nei PdF, nelle AdM).

16 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: DUBBI, CHIARIMENTI, SUGGERIMENTI – LA SINTESI COMPLESSIVA DEL SOTTOCRITERIO La descrizione condivisa dal GAV di ciò che la scuola fa in relazione a quel sottocriterio. La base per definire i Punti di Forza, le Aree da Migliorare, le Idee per il miglioramento, il punteggio. 16

17 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: DUBBI, CHIARIMENTI, SUGGERIMENTI – I RISULTATI Numeri, grafici per chiarire Motivare lassenza di confronti (con gli obiettivi, con altre organizzazioni) 17

18 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: DUBBI, CHIARIMENTI, SUGGERIMENTI – STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE INDIVIDUALE E DI GRUPPO Il tool informatico e per chi preferisce il cartaceo… 18

19 PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 PON Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II –Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE IL RAV: DUBBI, CHIARIMENTI, SUGGERIMENTI – STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE INDIVIDUALE E DI GRUPPO (2) 19 Fase Attributi Scala TREND I trend sono positivi e/o le performance sono costantemente buone Nessuna misurazione o indicazioni sporadiche o trend negativi non motivati Alcuni trend positivi o alcune performance soddisfacenti negli ultimi 3 anni e che riguardano le aree e/ o attività pertinenti Trend positivi o performance soddisfacenti negli ultimi 3 anni e che riguardano il 40% circa dei risultati delle aree e/o attività pertinenti Trend positivi o performance buone negli ultimi 3 anni e che riguardano il 60% circa dei risultati delle aree e/o attività pertinenti Trend positivi o performance eccellenti negli ultimi 3 anni e che riguardano l'80% circa dei risultati delle aree e/o attività pertinenti Trend positivi o performance eccellenti negli ultimi 3 anni e che riguardano tutti i risultati delle aree e/o attività pertinenti Punteggio TREND TARGET OBIETTIVI Gli obiettivi (Target o Risultati attesi) sono stati raggiunti e gli stessi sono stati definiti in modo appropriato. Non ci sono obiettivi o vengono fornite indicazioni sporadiche Alcuni obiettivi raggiunti e appropriati Raggiunti e appropriati per il 40% circa dei risultati Raggiunti e appropriati per il 60% circa dei risultati Raggiunti e appropriati per il 80% circa dei risultati Raggiunti e appropriati per tutti i risultati Punteggio OBIETTIVI CONFRONTI Confronti favorevoli con altre organizzazioni (interne e/o esterne) e scelte in modo appropriato. Nessun confronto o confronti con organizzazioni scelte in modo non appropriato Confronti non favorevoli o favorevoli per alcuni risultati Alcuni confronti favorevoli pari almeno al 25% dei risultati scelti in modo appropriato Alcuni confronti favorevoli pari almeno al al 40% dei risultati scelti in modo appropriato Alcuni confronti favorevoli pari almeno al al 60% dei risultati scelti in modo appropriato Confronti favorevoli per tutti i risultati scelti in modo appropriato Punteggio CONFRONTI COPERTURA I risultati sono relativi alle aree pertinenti ed eventualmente segmentati quando appropriato. Nessun risultato o indicazioni sporadiche I risultati riguardano il 20% delle aree e/o attività pertinenti I risultati riguardano il 40% delle aree e/o attività pertinenti e sono segmentati quando appropriato I risultati riguardano il 60% delle aree e/o attività pertinenti e sono segmentati quando appropriato I risultati riguardano il 80% delle aree e/o attività pertinenti e sono segmentati quando appropriato I risultati riguardano tutte le aree e/o attività pertinenti e sono segmentati quando appropriato Punteggio COPERTURA Punteggio Totale % (Somma/4)


Scaricare ppt "Il RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF – Webinar 4 Clara Alemani LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 5 luglio 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google