La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NUOVO PIANO PARTICOLAREGGIATO del Centro Storico CITTÀ di MATELICA PROVINCIA DI MACERATA Matelica, lì 14.05.2004Ing. Roberto Ronci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NUOVO PIANO PARTICOLAREGGIATO del Centro Storico CITTÀ di MATELICA PROVINCIA DI MACERATA Matelica, lì 14.05.2004Ing. Roberto Ronci."— Transcript della presentazione:

1 NUOVO PIANO PARTICOLAREGGIATO del Centro Storico CITTÀ di MATELICA PROVINCIA DI MACERATA Matelica, lì Ing. Roberto Ronci

2 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano Particolareggiato del Centro Storico ILLUSTRAZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI NUOVO PPCS 3. PROGETTO 2. INDAGINI 1. PREMESSA 4. UTILIZZO

3 Ufficio Tecnico Comunale BILANCIO APPLICAZIONE VECCHIO PPCS 1.PREMESSA ASPETTI NEGATIVI approvato con atto di Consiglio comunale n. 45 del ASPETTI POSITIVI - diffusione di una cultura del restauro e del rispetto del tessuto del C.S. - creazione di un elevato standard di progettazione degli interventi nel C.S. - stimolo alla realizzazione di interventi sul patrimonio edilizio del C.S., anche mediante lesenzione dal pagamento degli OO.UU. - limitazione degli interventi troppo invasivi e non rispettosi del tessuto urbanistico del C.S. Città di Matelica- Nuovo Piano Particolareggiato del Centro Storico - limitazione degli interventi sulle singole unità immobiliari poiché vincolati da prescrizioni di carattere generale - appesantimento procedure amministrative per gli edifici di tipo A, anche se non formalmente vincolati - carenza nella definizione degli elementi di arredo urbano - rigidità eccessiva per la possibilità di inserimento di diverse destinazioni duso - carenza nella regolamentazione degli interventi allinterno degli edifici - carenza di regolamentazione per la realizzazione di reti infrastrutturali e tecnologiche - scarsa possibilità di controllo sugli interventi di sfruttamento edilizio spinto

4 Ufficio Tecnico Comunale OBBIETTIVI REDAZIONE NUOVO PPCS 1.PREMESSA - mantenimento della città antica in tutti i suoi elementi - correzione alterazioni recenti incompatibili - adeguamento a condizioni ed esigenze funzionali attuali; - convivenza con la città moderna circostante - incentivazione della diffusione della cultura del restauro e del rispetto del tessuto del C.S., - mantenimento dellattuale standard di progettazione per gli interventi nel C.S., grazie anche allesperienza maturata con gli interventi post-sisma - creazione di nuovi stimoli per incentivare gli interventi di recupero del patrimonio edilizio del C.S - limitazione degli interventi troppo invasivi e non rispettosi del tessuto urbanistico del C.S. - ammissibilità degli interventi sulle singole unità immobiliari, svincolandoli da pesanti prescrizioni di carattere generale - eliminazione della classificazione degli edifici di tipo A - definizione compiuta degli elementi dei fronti, delle coperture e dellarredo urbano - possibilità di inserimento di diverse destinazioni duso - regolamentazione degli interventi per n. 4 parti costitutive degli edifici - fornire ai cittadini ed ai professionisti uno strumento di lavoro chiaro, semplice ed oggettivo nella definizione degli interventi nel C.S. - fornire alla Città di Matelica uno strumento urbanistico dinamico Città di Matelica- Nuovo Piano Particolareggiato del Centro Storico

5 Ufficio Tecnico Comunale 2.1 ATTREZZATURE PUBBLICHE E DI INTERESSE PUBBLICO Numero abitanti residenti nel C.S al 2001 = forte presenza di attrezzature pubbliche forte presenza di attrezzature di interesse pubblico Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico Numero famiglie residenti nel C.S al 2001 = INDAGINI

6 Ufficio Tecnico Comunale 2.2.ESERCIZI COMMERCIALI E ATTIVITA PRODUTTIVE Discreta presenza e concentrazione attività commerciali lungo il Corso Presenza di diverse attività artigianali soprattutto nella parte est del C.S. Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI

7 Ufficio Tecnico Comunale 2.3.INTERVENTI EDILIZI EFFETTUTATI TRA GLI ANNI 1994 E 2004 Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI INTERVENTI EDILIZI CHE HANNO RIGUARDATO TUTTO IL FABBRICATO numero interventi = 71 localizzazione: parte est C.S.

8 Ufficio Tecnico Comunale 2.3.INTERVENTI EDILIZI EFFETTUTATI TRA GLI ANNI 1994 E 2004 Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico INTERVENTI EDILIZI CHE HANNO RIGUARDATO LE SINGOLE UNITA IMMOBILIARI 2.INDAGINI numero interventi = 101 localizzazione: parte nord C.S.

9 Ufficio Tecnico Comunale 2.3.INTERVENTI EDILIZI EFFETTUTATI TRA GLI ANNI 1994 E 2004 Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI INTERVENTI EDILIZI CHE HANNO RIGUARDATO ATTIVITA COMMERCIALI, UFFICI O MAGAZZINI numero interventi = 43 localizzazione: lungo il Corso

10 Ufficio Tecnico Comunale 2.3.INTERVENTI EDILIZI EFFETTUTATI TRA GLI ANNI 1994 E 2004 Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI INTERVENTI EDILIZI EFFETTUATI A SEGUITO DEL SISMA DEL E SEGUENTI numero interventi = 78 localizzazione: diffusi

11 Ufficio Tecnico Comunale 2.3.INTERVENTI EDILIZI EFFETTUTATI TRA GLI ANNI 1994 E 2004 Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI INTERVENTI EDILIZI EFFETTUATI SULLE FACCIATE numero interventi = 22 localizzazione: parte sud C.S.

12 Ufficio Tecnico Comunale 2.4.VIABILITA, PARCHEGGI E VERDE PUBBLICO ATTREZZATO Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI viabilità migliorata per il rifacimento di vari selciati, sottoservizi e pubblica illuminazione superficie parcheggi pubblici= mq 8.182, capaci di soddisfare abitanti equivalenti Il verde pubblico attrezzato è collocato nei giardini pubblici e in Via Circonvallazione

13 Ufficio Tecnico Comunale 2.5.INDAGINI GEOLOGICHE, GEOMORFOLOGICA, IDROGEOLOGICA E GEOTECNICA Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI - raccolta documentazione bibliografica e cartografica esistente - rilevamento geologico, geomorfologico ed idrogeologico di dettaglio - esecuzione campagna di sondaggi meccanici esplorativi - analisi ed elaborazione dei dati acquisiti I^ FASE - carta geologica - carta geomorfologica - carta litotecnica carta delle zone a maggior pericolosità sismica locale - carta delle pericolosità geologiche e della vulnerabilità - sezioni stratigrafiche - stratigrafie dei sondaggi geognostici e penetrometrici eseguiti e reperiti II^ FASE -- zonizzazione del C.S. in funzione delle pericolosità geologiche e della vulnerabilità III^ FASE

14 Ufficio Tecnico Comunale 2.5.INDAGINI GEOLOGICHE, GEOMORFOLOGICA, IDROGEOLOGICA E GEOTECNICA Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 2.INDAGINI M: AREE A PERICOLOSITA MEDIA gli interventi edilizi che comportino aumenti dei carichi dei fabbricati andranno preceduti da uno studio geologico-geotecnico A: AREE A PERICOLOSITA ALTA In tali aree sono sconsigliati movimenti di terreno consistenti, nonché la creazione di scarpate non protette e sostanziali aumenti del carico degli edifici. Qualora dovessero essere effettuati dei movimenti terra o degli interventi che comportino laumento del carico dei fabbricati sul terreno, questi dovranno essere preceduti da uno studio geologico e geotecnico che ne accerti la fattibilità, in funzione dello stato delle fondazioni e delle caratteristiche geotecniche dei terreni in cui sono impostate, nonché le condizioni di stabilità dei fronti di scavo. Devono inoltre evitarsi fondazioni che possano subire cedimenti diffusi. MA: AREE A PERICOLOSITA MASSIMA In tali aree non sono ammesse nuove costruzioni. Le infrastrutture urbanistiche possono essere realizzate solamente qualora non esistano altre scelte praticabili. È vietato qualsiasi impedimento al deflusso delle acque, i riporti, gli scavi ed i movimenti di terreno che alterino in modo sostanziale e/o stabilmente il profilo del terreno, salvo le opere relative ai progetti di recupero ambientale. E' ammessa la ristrutturazione senza ampliamento volumetrico, salvo per la realizzazione di servizi igienici, il restauro, il risanamento conservativo ed il consolidamento dei singoli fabbricati. Sono consentiti-consigliati, sempre previa ed accurata indagine geologica che possa indirizzare la progettazione, interventi di sistemazione, bonifica e consolidamento, regimazione delle acque superficiali e sotterranee, volte alla riduzione della pericolosità. In tali aree gli interventi edilizi dovranno essere preceduti da uno studio geologico e geotecnico atto a valutare la fattibilità in funzione dello stato delle fondazioni, delle caratteristiche geotecniche dei terreni in cui sono impostate e della stabilità delle scarpate.

15 Ufficio Tecnico Comunale 1Residenza 3Terziarie 4Mobilità 2Attrezz. pubbl. e di interesse pubbl. Attività artigianali Attività industriali compatibili incompatibili mantenimento delocalizzazione 3.1.DESTINAZIONI DUSO NEL C.S. Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO inserimento

16 Ufficio Tecnico Comunale 3.2.1PERIMETRAZIONE DEL C.S.. Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO Zona A vecchio PRG limiti vecchio PPCS Zona A nuovo PRG limiti nuovo PPCS

17 Ufficio Tecnico Comunale Isolato:porzione di centro storico delimitata da vie e/o spazi pubblici Numero isolati: 100 (vecchio PPCS 92) 3.2.2INDIVIDUAZIONE ISOLATI Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO

18 Ufficio Tecnico Comunale 3.2.3INDIVIDUAZIONE UNITA MINIME DI INTERVENTO (u.m.i.) Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO u.m.i.:porzione di tessuto edilizio, non necessariamente coincidente con le proprietà, con una propria individualità storica esistente o recuperabile Numero u.m.i: 647

19 Ufficio Tecnico Comunale c.u.:uno o più edifici e/o aree da trasformare, appartenenti a più proprietari o aventi titolo ad edificare Numero c.u.: INDIVIDUAZIONE COMPARTI UNITARI (c.u.) Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO

20 Ufficio Tecnico Comunale Esterno degli edifici su spazi pubblici (ESP) comprende, le fronti con i relativi risvolti e raccordi, le coperture (orditura, falde, terrazze, abbaini, sistemi di camini e altri elementi accessori), prospettanti su spazio pubblico o in continuità visiva con esso Sistema distributivo (SD) comprende gli ambienti di ingresso e di distribuzione principale orizzontale (anditi, androni, logge e gallerie) e gli ambienti di distribuzione verticale (scaloni e scale interne ed esterne) Corti, giardini privati e fronti degli edifici verso tali spazi (CGFS) comprendono le superfici scoperte, pavimentate o piantumate e le fronti interne degli edifici che le delimitano o in continuità visiva con esse; le fronti comprendono i risvolti, i raccordi e le coperture (orditura, falde, terrazze, abbaini, sistemi di camini e altri elementi accessori) Interno dei corpi di fabbrica (IN) comprende gli ambienti delimitati dalle fronti interne ed esterne degli edifici e dalla copertura ad esclusione degli ambienti che costituiscono il sistema distributivo principale 3.3DEFINIZIONE PARTI DEGLI EDIFICI Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO

21 Ufficio Tecnico Comunale Manutenzione ordinaria (MO) Manutenzione straordinaria (MS) Restauro e risanamento conservativo (RRC) Ristrutturazione edilizia (RE) Demolizione senza ricostruzione (DSR) Demolizione con ricostruzione (DMC) 3.4TIPOLOGIA INTERVENTI AMMISSIBILI NEL C.S. Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO

22 Ufficio Tecnico Comunale EA0:edifici di interesse storico artistico con vincolo EA1:edifici di interesse storico artistico senza vincolo EB0:edifici di interesse storico-ambientale EAR:edifici delle classi EA0 e EA1già ristrutturati con pesanti manomissioni EBR:edifici delle classi EB0 già ristrutturati con pesanti manomissioni EC1:edifici di recente costruzione senza sostanziale compromissione dellambiente EC2:edifici di recente costruzione con sostanziale compromissione dellambiente EC3:nuove costruzioni ME0:manufatti e reperti di valore storico-documentativo o monumentale 3.5CLASSI DEGLI EDIFICI DEL C.S. Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO

23 Ufficio Tecnico Comunale 3.6INTERVENTI AMMISSIBILI IN FUNZIONE DELLA CLASSE DELLEDIFICIO Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO TIPOLOGIA INTERVENTI AMMISSIBILI MOMSRRCREDSRDCR EA0XXX EA1XXX EB0XXXX EARXXXX EBRXXXX EC1XXXXX EC2XXXXXX EC3 ME0XXX

24 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO 3.7CLASSIFICAZIONE IN PIANTA DEGLI EDIFICI DEL C.S. Tipologia interventoNumero isolatoNumero u.m.i.Codice univoco XYZ00 XYZ/00/00

25 Ufficio Tecnico Comunale TIPOLOGIA PRESCRIZIONI DI DETTAGLIO - riqualificazione cornicioni - riordino bucature - revisione infissi - riordino e riqualificazione superfetazioni - riqualificazione balconi - riqualificazione lastrico solare - ripristino faccia a vista - ridimensionamento bucature - inserimento sottotraccia impianti a vista - demolizione superfetazioni - demolizione balcone Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO 3.8INDIVIDUAZIONE PRESCRIZIONI DI DETTAGLIO

26 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO 3.9.1DEFINIZIONE PRESCRIZIONI PUNTUALI - FRONTI A) FRONTI Prescrizioni di carattere generale Murature e paramenti esterniMurature faccia a vista Facciate intonacate e tinteggiate Cornicioni, mostre e decorazioni varieApparati decorativi Zoccolo basamentale Mensola di gronda e gronde Testimonianze storiche Riordino componenti impiantisticheCanali di gronda e pluviali Cavi elettrici, telefonici, tubazioni gas metano e acquedotto Impianti tecnologici privati Dispositivi di miglioramento sismico InfissiSerramenti interni ed esterni Porte e portoni Vetrine e negozi Davanzali e soglie Serramenti di oscuramento Ferro lavoratoInferriate e chiusura di sicurezza Ringhiere, cancelli, cancellate e ferri battuti Terrazze e balconi Riqualificazione e riordino superfetazioni Riordino bucaturePrescrizioni di carattere generale Conservazione antiche aperture Inserimento nuove aperture Dimensionamento nuove aperture

27 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO 3.9.2DEFINIZIONE PRESCRIZIONI PUNTUALI - COPERTURE B) COPERTURE Falde e manti Canne fumarie e torrini esalatori Abbaini e lucernari Norme per linstallazione di antenne televisive Norme per linstallazione degli apparati ri ricezione trasmissioni satellitari Installazione di pannelli e collettori solari Riqualificazione lastrici solari Terrazze a tasca

28 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 3. PROGETTO 3.9.3DEFINIZIONE PRESCRIZIONI PUNTUALI – ARREDO URBANO C) ARREDO URBANO Insegne Targhe Tende frangisole Illuminazione privata a servizio di esercizi commerciali Contenitori espositivi e distributivi Targhe toponomastiche Pavimentazioni stradali Pubbliche affissioni Pubblica illuminazione Fioriere, sedili e arredi vari

29 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 4. APPLICAZIONE ESEMPIO DI APPLICAZIONE NUOVO PPCS Individuazione isolato Individuazione u.m.i. Classificazione edificio in pianta EA0 EA1 EB0 EAR EBR EC1 EC2 EC3 MEO Parte di edificio ESP SD CGFS IN Tipologia intervento MO MS RRC RE DSR DCR …. 100 Prescrizioni generali Prescrizioni di dettaglio FRONTI COPERTURE ARREDO URBANO Prescrizioni puntuali Tavole D6NTA Prescrizioni tinteggiature Piano colore

30 Ufficio Tecnico Comunale Città di Matelica- Nuovo Piano particolareggiato del Centro Storico 5. CONCLUSIONE GRUPPO DI PROGETTAZIONE: U.T.C. Matelica Roberto Ronci Bruno Carovana Francesco Troncanetti Daniela Medori Giovanni Bartocci Sergio Brenciani Enrico Ricciutelli Ulderico Fantini Gianluca Faustini Giovanni Boldrini Gabriella Antonelli


Scaricare ppt "NUOVO PIANO PARTICOLAREGGIATO del Centro Storico CITTÀ di MATELICA PROVINCIA DI MACERATA Matelica, lì 14.05.2004Ing. Roberto Ronci."

Presentazioni simili


Annunci Google