La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RICEZIONE LA FORMAZIONE DEL RICEVITORE Prof. Marco Mencarelli Vice allenatore e resp.per la prep. fisica della Naz.Sen./f.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RICEZIONE LA FORMAZIONE DEL RICEVITORE Prof. Marco Mencarelli Vice allenatore e resp.per la prep. fisica della Naz.Sen./f."— Transcript della presentazione:

1 LA RICEZIONE LA FORMAZIONE DEL RICEVITORE Prof. Marco Mencarelli Vice allenatore e resp.per la prep. fisica della Naz.Sen./f.

2 STRUTTURA ED OBIETTIVI DELLA RELAZIONE Definire limportanza della ricezione nel gioco Confronto tra vecchio e nuovo modello di prestazione Criteri per il riconoscimento del buon ricevitore (e del possibile libero) La formazione del ricevitore Linterpretazione dellefficienza (individuale e di sistema)

3 SIGNIFICATO TATTICO DELLA RICEZIONE NELLA PALLAVOLO La ricezione è un fondamentale che non conferisce il punto per cui la sua efficienza può essere valutata: 1. come rendimento rispetto al valore potenziale massimo (contrapposizione al servizio avversario); 2. come rendimento dellazione di cambio palla che introduce (contrapposizione al sistema muro-difesa avversario).

4 QUINDI… …lerrore diretto e il mezzo punto devono in entrambe i casi essere percentualmente non significativa. …non deve subire condizionamenti (quindi non deve compromettere il sistema dattacco) determinati dalle scelte tattiche del servizio avversario

5 LOBIETTIVO DEL CAMBIO PALLA LA TENDENZA DEL CAMBIO PALLA E LA REALIZZAZIONE AUTOMATICA DELLAZIONE VINCENTE O POSITIVA

6 E IMPORTANTE CONSIDERARE CHE… prima dellRPS era opportuno non esporre il muro al rischio di mani out a vantaggio delle palle toccate e rigiocate inoltre il contrattacco da appoggio su palla toccata dal muro piuttosto che dalla difesa garantiva maggiore efficacia

7 CON LRPS… …il punteggio comunque avanza e conquistare il break prima possibile significa: - possibilità di giocare con il vantaggio mentale legato alla situazione di superiorità tattica - costringere lavversario a rischiare molto e ad esporsi allerrore.

8 DI CONSEGUENZA… 1. Si sono sviluppate maggiormente le tattiche di muro ad opzione rispetto alle tattiche a lettura 2. Ha assunto grande peso tattico il servizio che favorisce lutilizzazione delle scelte soprattutto se riesce a compromettere alcune delle soluzioni dattacco avversarie

9 LA RICEZIONE A-ASPETTI TECNICI Sono i fattori su cui si basa principalmente il miglioramento nel basso e medio livello di qualificazione B-ASPETTI COMPORTAMENTALI Sono i fattori che determinano il miglioramento nellalto livello di qualificazione

10 LA RICEZIONE A-ASPETTI TECNICI 1. Il piano di rimbalzo 2. Latteggiamento verso la palla che arriva 3. Latteggiamento nei confronti del bersaglio B-ASPETTI COMPORTAMENTALI 1. Lassunzione delle responsabilità nella ricezione 2. Latteggiamento nei confronti dellerrore

11 A- IL PIANO DI RIMBALZO CAPACITA DI ORIENTARLO - le spalle GUARDARE IL TOCCO - lavambraccio LA SENSIBILITA DEL TOCCO - gestualità degli arti superiori

12 A- LATTEGGIAMENTO VERSO LA PALLA CHE ARRIVA LA CAPACITA DI SPOSTAMENTO - guardare la palla partire - controllo dellequilibrio FRONTEGGIARE LA PALLA - quando e come INTERVENTI FUORI FIGURA - quando e come

13 A- LATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DEL BERSAGLIO ATTIVI VERSO LA PALLA - agire in spinta o in tenuta GUARDARE IL BERSAGLIO - non guardare la traiettoria di ricezione VALUTARE LA PRECISIONE - la ripetizione

14 B- LATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DELLERRORE LERRORE TECNICO O DI CONFLITTO - la comprensione delle cause IL PESO DELLERRORE - il timore di ripetere lerrore: a- la ricezione in mezzo al campo b- il nervosismo (reazione a breve termine) c- linsicurezza (reazione a lungo termine)

15 B- LASSUNZIONE DELLE RESPONSABILITA DI RICEZIONE LE COMPETENZE INDIVIDUALI - le regole del sistema di ricezione - la condivisione dei compiti assegnati LA VOLONTA DI RICEVERE LA PALLA - le esperienze positive LA CAPACITA DI ANTICIPAZIONE - la conoscenza dei propri limiti

16 CRITERI PER INDIVIDUARE IL BUON RICEVITORE SUL PIANO TECNICO: La sensibilità del piano di rimbalzo perché ha pochi margini di miglioramento con lallenamento SUL PIANO COMPORTAMENTALE: Latteggiamento costruttivo nei confronti dellerrore (sia in allenamento che in partita)

17 CRITERI PER INDIVIDUARE IL BUON LIBERO Picco di efficacia in ricezione Scarsa prospettiva in attacco Grande coraggio in difesa

18 LA FORMAZIONE DEL RICEVITORE Analisi tecnica e ripetizione Allenamento dei collegamenti con la preparazione dellattacco Controllo dellattenzione nel lavoro tecnico (problema dello stile attentivo) Controllo delle situazioni difficili tramite il lavoro ad obiettivi di rendimento

19 LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI RICEZIONE LEFFICIENZA DEL SISTEMA: Efficienza individuale: - tecnica (ripetizione) - responsabilità (ricerca del rendimento) Gestione dei conflitti di competenza: - definizione delle competenze - allenamento dei collegamenti - allenamento globale

20 BUON LIVELLO DI EFFICIENZA ALLENAMENTO GLOBALE - Conflitti e collegamenti - Rendimento del sistema di cambio palla - Gestione del livello di attenzione durante lallenamento

21 BASSO LIVELLO DI EFFICIENZA: 1° esempio RICEZIONE CON ALTA PERCENTUALE DI ERRORI E BASSA PERCENTUALE DI MEZZI PUNTI. In questo caso sembra evidente un problema tecnico. Potrebbe essere significativo anche lerrore di conflitto ma probabilmente risulterà legato anchesso allerrore tecnico.

22 BASSO LIVELLO DI EFFICIENZA: 2° esempio RICEZIONE CON BASSA PERCENTUALE DI ERRORI, BASSA PERCENTUALE DI MEZZI PUNTI E MOLTE RICEZIONI IN MEZZO AL CAMPO. In questo caso si sta cercando di evitare lerrore senza prendersi le giuste responsabilità nei confronti della precisione

23 BASSO LIVELLO DI EFFICIENZA: 3° esempio RICEZIONE CON BASSA PERCENTUALE DI ERRORI, ALTA PERCENTUALE DI MEZZI PUNTI E POCHE RICEZIONI IN MEZZO AL CAMPO. In questo caso è ipotizzabile una buona prospettiva di crescita sia individuale che di squadra (ferme restando le capacità definite come prioritarie)

24 BASSO LIVELLO DI EFFICIENZA OCCASIONALE: 4° esempio CALI DI EFFICIENZA OCCASIONALI DURANTE LA PARTITA In questa caso, per esperienza personale, diventa importante prevenire il picco di tensione che potrebbe generarsi dalle continue imprecisioni e focalizzare lattenzione su come realizzare un maggior numero di break

25 DOMANDE SPAZIO DA DEDICARE A DOMANDE SU ASPETTI RELATIVI AL LAVORO IN PALESTRA.


Scaricare ppt "LA RICEZIONE LA FORMAZIONE DEL RICEVITORE Prof. Marco Mencarelli Vice allenatore e resp.per la prep. fisica della Naz.Sen./f."

Presentazioni simili


Annunci Google