La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISLAMISLAM GRUPPO: WIDAD EDOARDO ALESSIA CLASSE 5°A ANNO SCOLASTICO 2008- 2009 Scuola Primaria di Gossolengo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISLAMISLAM GRUPPO: WIDAD EDOARDO ALESSIA CLASSE 5°A ANNO SCOLASTICO 2008- 2009 Scuola Primaria di Gossolengo."— Transcript della presentazione:

1 ISLAMISLAM GRUPPO: WIDAD EDOARDO ALESSIA CLASSE 5°A ANNO SCOLASTICO Scuola Primaria di Gossolengo

2 CHE COSA SIGNIFICA LA PAROLA ISLAM? La parola Islam deriva dal verbo arabo aslama che significa sottomettersi e dallo stesso verbo deriva anche il termine muslim cioè musulmano col quale sono indicati i fedeli di tale religione, cioè coloro i quali si sottomettono totalmente al volere del Dio Allah.

3 LA STORIA DELLA NASCITA DELL'ISLAM Maometto è il profeta dei Mussulmani, egli nacque nel 570 d.C. alla Mecca, un centro commerciale dell'Arabia occidentale. Verso il 610 d.C. Egli ebbe la prima serie di rivelazioni che lo convinsero di essere scelto come messaggero di Allah. Cominciò così a predicare il messaggio affidatogli: C'è un solo Dio, al quale tutti gli uomini devono sottomettersi. Gli abitanti della Mecca, irritati dai suoi attacchi contro il Politeismo, costrinsero Maometto ad emigrare con alcuni seguaci a Medina. Questa migrazione avvenne attorno al 622 d.C. Nella città di Medina, Maometto si impose come guida religiosa e militare. Egli ebbe sotto controllo la religione circostante e nel 630 d.C. Conquistò finalmente la Mecca. Quando egli morì, intorno al 632 d.C. Assicurò fedeltà all'Islam e alle sue leggi divine.

4 Dopo la morte del profeta Maometto la tradizione Islamica desiderava come successore SHI'at Ali, suo cugino però Ali era occupato e alcuni Musulmani fecero un nuovo capo Abu Bakr, amico di Maometto.

5 Abu Bakr aveva tre collaboratori essi sono conosciuti dai Musulmani come i quattro Veri Capi Califfi.

6 Questo spiega perchè l'Islam è stato diviso per secoli in due gruppi: Musulmani Sunniti e Musulmani Sciiti. DOPO LA MORTE DEL PROFETA

7 LA PRIMA FORMA DELL'ISLAM I Musulmani Sunniti I Musulmani Sunniti costituiscono un'abbondante percentuale della comunità musulmana, l'Umma. Il loro nome deriva dalla parola sunnah, che significa via. Per i Musulmani Sunniti, il Corano è fondamentale. La sunnah fu il primo autorevole commento sul libro sacro.

8 LA SECONDA FORMA DELL'ISLAM I Musulmani Sciiti I Musulmani Sciiti sono i veri seguaci di Shi'at Ali, cugino di Maometto, che divenne, col tempo, il Quarto Califfo.

9 LA DIFFUSIONE Anche se molti musulmani si oppongono vivacemente a quanti parlano di Maometto come fondatore dell'Islam. Un'espressione che, secondo loro, nega implicitamente l'iniziativa divina e compromette con la storia le origini dell'Islam. Nessuno solleva dubbi riguardo il fatto che l'Islam abbia inizio con la vita del profeta e in particolare negli anni in cui ricevette le divine rivelazioni ricordate nel Corano. Pare che l'Islam ebbe inizio nella città di Higizena della Mecca. Dopo alcuni anni Maometto riuscì a conquistare la Mecca. La religione Islamica si è diffusa soprattutto in Africa, in Asia e in alcuni paesi del Mediterraneo.

10 IDEE FONDAMENTALI Fin dall'antichità, ogni musulmano doveva rispettare un regolamento composto dai tre articoli di tede. Gli articoli sono: 1)L'UNICITÀ DEL DIO ALLAH 2)LA PROFEZIA A MAOMETTO 3)IL MISTERO DEI GIORNI ESTREMI. Per essere unuomo islamico, oltre a questi tre principi, bisogna rispettare il bene e la pietà

11 SIMBOLO Il simbolo che rappresenta la religione Islamica (Islam), è una grande mezzaluna con una stella posta in alto, piuttosto vicino alla mezzaluna.

12 IL TESTO SACRO L'unico testo sacro è il Corano. Non esiste, molto probabilmente, nessuna scrittura religiosa letta più spesso o più frequentemente imparata a memoria del Corano. Per i Musulmani, il Corano è la parola di Dio, eterna, assoluta e incomparabile. La parola araba Qur'an significa recitazione, lettura, e la bellezza del libro sacro può essere pienamente apprezzata solamente quando si ha letto ad alta voce, nell'originale arabo, sebbene siano permesse alcune traduzioni.

13 CAPITOLI E VERSETTI Il Corano si autodefinisce come la tavoletta conservata e madre di ogni libro. Un singolo verso, nel libro sacro, è chiamato un ayah, mentre ogni capitolo è una sura. Vi sono complessivamente 114 sure e tutte, eccetto una, cominciano con le parole Nel nome di Allah, clemente, misericordioso! In arabo, questo è conosciuto come il Bismillab, e i musulmani lo recitano abitualmente prima di intraprendere qualcosa di importante.

14 LE FESTE PRINCIPALI In Islam le feste che segnano ogni tappa nella vita sono: -la nascita, il matrimonio e la morte- che vengono celebrate sia in pubblico sia in privato. Un'altra festa molto importante è il Rammadam dove si può mangiare solo quando il sole è tramontato e prima dellalba. Un'altra festa alquanto importante è la festa grande (aidù atha). r Infine c'è una particolare festache festeggia la nascita dei profeti.

15 LUOGHI DI CULTO Il luogo di culto, per la religione Islamica, è la Moschea. I musulmani possono pregare ovunque, ma tutti i musulmani maschi cercano di trovarsi alla Moschea per la Preghiera del Venerdì, a mezzogiorno. La Moschea è prima di tutto un luogo di preghiera, ma è utilizzata anche come scuola, tribunale e centro della comunità.

16 L'ESTERNO DELLA MOSCHEA Molte moschee sono tra le costruzioni più belle del Mondo. Le moschee, per la maggior parte, hanno una linea deliberatamente semplice. La moschea ha due peculari caratteristiche: la cupola, che rappresenta l'universo, sul quale Allah ha il totale controllo, e quattro minareti, dai quali il muezzin intona il richiamo alla preghiera, o adhan, cinque volte al giorno. Ogni musulmano deve lavarsi accuratamente prima di entrare nella moschea e pregare.

17 MOSCHEE ORIENTALI E OCCIDENTALI Le moschee orientali sono dotate di rubinetti posti nel cortile esterno. Questi rubinetti servono per il wudu, l'elaborato lavaggio rituale che precede sempre la preghiera; ma nelle moschee occidentali, questi sono preferibilmente disposti all'interno dell'edificio.

18 L'INTERNO DELLA MOSCHEA Entrando in una moschea, ogni musulmano si deve togliere le scarpe e le riporle nell'apposito luogo come segno di rispetto per Allah. Non vi sono sedie nella sala per la preghiera, ma ognuno può sedersi su un tappeto dove riccamente ornato c'è un arco a sesto acuto rivolto verso la Mecca. Molti fedeli, portano con sé il proprio tappetino per pregare. Durante la preghiera ogni musulmano deve guardare in direzione della Mecca.

19 LA DECORAZIONE INTERNA DI UNA MOSCHEA Nella moschea non ci sono né dipinti né statue, poiché si crede che essi favoriscano l'idolatria. Al contrario i muri e i pilastri possono essere decorati con motivi ornamentali o versi presi dal Corano

20 I CINQUE PILASTRI DELL'ISLAM I Cinque Pilastri dell'Islam sono le fondamenta sulle quali Maometto ha costruito gli obblighi di ogni Musulmano e sono: Il Shahadah è la dichiarazione che vi è un essere supremo, Allah, e che Maometto è il suo Profeta. La credenza che Dio è unico, così fondamentale per l'Islam, è chiamata il tawhid. Il Salah è la preghiera. Le preghiere sono recitate cinque volte al giorno. Il Zakah è dare l'elemosina al povero. Il Sawm è il digiuno durante il mese di Ramadan. Lo Hajj è il pellegrinaggio ai luoghi sacri dell'Islam.

21 LA PREGHIERA Vi sono due tipi di preghiere nell'Islam. La preghiera rituale o Salah, è abitualmente elevata nella Moschea, è solo in lingua araba, mentre la preghiera privata, o du'a, può essere elevata in ogni tempo.

22 IL MODO DI VIVERE MUSULMANO I Musulmani mangiano con tanta riconoscenza il semplice e salutare cibo provvisto da Allah, ciò è per se stesso un atto di culto. Alcune sostanze sono tuttavia proibite, come il maiale e l'alcol, dal momento che sono fonte di pericolo individuale e sociale.

23 L'ISLAM OGGI L'Islam si sta espandendo da un capo all'altro del mondo. Vi sono ora più di 1000 milioni di musulmani nel Medio Oriente, in Africa, India, Asia Centrale e in altri paesi del mondo. La più vasta comunità musulmana ha le sue basi in Indonesia, dove i musulamani costituiscono oltre il 90% della popolazione. Vi sono anche nell'Europa Occidentale specialmente in Italia, in Germania e nei Paesi Bassi. Il 5% della popolazione francese è Musulmana. Si pensa che presto l'Islam diventerà la seconda religione negli USA. I musulmani ora costituiscono la maggioranza degli abitanti in 30 paesi del mondo. In molte altre aree, come la Nigeria, l'India, le Filippine e la parte Nord della Cina Occidentale. L'Islam è la religione più importante sia in alcuni dei paesi più ricchi del mondo sia in altri più poveri.


Scaricare ppt "ISLAMISLAM GRUPPO: WIDAD EDOARDO ALESSIA CLASSE 5°A ANNO SCOLASTICO 2008- 2009 Scuola Primaria di Gossolengo."

Presentazioni simili


Annunci Google