La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RELIGIONE CATTOLICA Parte prima SCHEDE RIASSUNTIVE E SCHEMATICHE PER LA CLASSE PRIMA SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO Preparate dalla prof.ssa L. ZINCONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RELIGIONE CATTOLICA Parte prima SCHEDE RIASSUNTIVE E SCHEMATICHE PER LA CLASSE PRIMA SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO Preparate dalla prof.ssa L. ZINCONE."— Transcript della presentazione:

1 RELIGIONE CATTOLICA Parte prima SCHEDE RIASSUNTIVE E SCHEMATICHE PER LA CLASSE PRIMA SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO Preparate dalla prof.ssa L. ZINCONE GENNAIO 2007 Questo lavoro integra le spiegazioni fatte in classe e può essere utile per un ripasso generale prima della verifica. La sequenza degli argomenti segue quella del libro di testo: Dio nella storia di Amorati – Giovagnoni ed. Calderini

2 I. R.C. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA E UNA MATERIA SCO- LASTICA COME TUTTE LE ALTRE. E FACOLTATIVO. E RIVOLTO A TUTTI GLI ALUNNI, ANCHE AI NON CREDENTI, CHE VOGLIONO AMPLIARE LE LORO CONOSCENZE DEI SEGNI RELIGIOSI PRESENTI NELLA NO- STRA REALTA. LI.R.C. INTERAGISCE CON LE ALTRE DISCIPLINE PER CONTRIBUIRE ALLA FORMAZIONE UMANA E CULTURALE DEGLI ALUNNI. LETTERATURA ARTE SCIENZE STORIA I.R.C. MUSICA

3 LA CATECHESI INFATTI E UN PERCORSO DI FEDE CHE FANNO SOLO I CRISTIANI CATTOLICI CHE VOGLIONO ACCRESCERE LA LORO FEDE. L I.R.C. NON VA CONFUSO CON LA CATECHESI (Catechismo) che si fa in Parrocchia.

4 CONCORDATO E UN ACCORDO TRA DUE O PIU PARTI. Il Concordato (Patti Lateranensi) stipulato nel 1929 e revisionato nel 1984 tra la Repubblica Italiana e lo Stato della Città del Vaticano stabilisce, fra laltro, come deve essere svolto linsegnamento della religione cattolica nella scuola statale italiana. REPUBBLICA ITALIANA STATO DELLA CITTA DEL VATICANO I.R.C.

5 Le principali caratteristiche dellessere umano sono: INTELLIGENZA VOLONTA LIBERTA (capacità di scegliere) Luomo si pone delle domande perché vuole CAPIRE CHI E LESSERE UMANO ?

6 Dalluomo delle caverne Alluomo moderno LE DOMANDE ESISTENZIALI SONO SEMPRE LE STESSE ? ? ? ? ?

7 CHI SONO ? DA DOVE VENGO ? DOVE VADO ? CHE SENSO HA LA MIA VITA ? PERCHE CE LA SOFFERENZA ?

8 LE RISPOSTE DELLUOMO Nellantichità luomo ha cercato di dare risposte alle domande esistenziali attraverso i racconti mitologici. I MITI (dal greco mythos, discorso) sono racconti che cercano di spiegare le origini dell uomo e del mondo. Non danno risposte scientifiche come le intendiamo noi oggi. Si fondano sulle tradizioni culturali di un popolo. Danno risposte semplici ai grandi perché dell uomo. I più importanti racconti mitologici sono babilonesi (famoso quello di Gilgamesh), egiziani, sumeri, dei Maori. ecc. Essi utilizzano alcuni elementi materiali che fanno parte delle tradizioni del proprio popolo quali: il sangue, il soffio, il tornio del vasaio, l argilla, la costola, il serpente, il diluvio universale ecc

9 NEL CORSO DEI SECOLI ARTISTI, POETI, SCRITTORI, PITTORI, MUSICISTI HANNO CERCATO DI DARE DELLE RISPOSTE A TUTTE QUESTE DOMANDE Paul Gaugin, Da dove veniamo? Cosa siamo ? Dove andiamo?, 1897 LE LORO RISPOSTE NON SONO MAI COMPLETE NE ESAURIENTI

10 I racconti della creazione sono due e si trovano nel primo libro della Bibbia: la Genesi. Lo scrittore biblico ebreo ha utilizzato le conoscenze scientifiche del suo tempo e il proprio linguaggio per cercare di dare una spiegazione dellorigine delluomo e del mondo. Egli non vuole darci risposte strettamente scientifiche. Troviamo nei racconti della Bibbia, come nei miti, alcuni elementi simbolici quali: il serpente, la costola, il soffio, gli alberi del giardino ecc. La Bibbia offre risposte esaurienti alle domande esistenziali, ma bisogna conoscerla a fondo e affrontarne la lettura con laiuto di una guida esperta. Non bisogna fermarsi alla sua interpretazione letterale. LE RISPOSTE DELLA BIBBIA

11 R E L I G I O N E DAL LATINO RE-LIGARE CIOE UNIRE LA RELIGIONE E TUTTO CIO CHE UNISCE DIO ALLUOMO E VICEVERSA D I O U O M O

12 OGNI RELIGIONE RISPONDE IN MODO DIVERSO ALLE STESSE DOMANDE

13 POSSIAMO DIVIDERE LE RELIGIONI IN DUE GRANDI GRUPPI: RELIGIONI RIVELATE RELIGIONI NON RIVELATE Monoteiste Politeiste La divinità cerca luomo Luomo cerca la divinità ISLAMPRIMITIVE EBRAISMOINDIANE CRISTIANESIMOCINESI GIAPPONESI

14 RELIGIONI PRIMITIVE Hanno le seguenti caratteristiche: Credono in tanti dei, ma cè sempre un dio supremo; Offrono sacrifici agli dei; Hanno rispetto per i defunti; Credono nella vita dopo la morte.

15 IL SACRIFICIO PRESSO GLI ANTICHI OFFERENTE LOFFERENTE PORTA UN ANIMALE VIVO ALLALTARE PERCHE SIA OFFERTO ALLA DIVINITA IL SACERDOTE UCCIDE LA VITTIMA E OFFRE LA VITA DELLA VITTIMA ALLA DIVINITA LA DIVINITA LA DIVINITA PRENDE LA VITA DELLA VITTIMA IL SACERDOTE RESTITUISCE LANIMALE MORTO ALLOFFERENTE CHE LO CUOCE E LO MANGIA IL PUNTO DI INCONTRO TRA LOFFERENTE E LA DIVINITA E LA VITTIMA SACERDOTE

16 INDUISMO Religione non rivelata politeista indiana C R E D E IN TRIMURTI (BRAMA, VISNU, SHIVA) IN MOLTISSIMI SOTTO DEI (dei minori) NELLA REINCARNAZIONE NELLE CASTE SOCIALI

17 La società indu è divisa in categorie di persone dette CASTE: principi, guerrieri, sacerdoti, commercianti, artigiani, contadini. I fuori casta sono gli esseri più disprezzati detti intoccabili o paria che non godono di nessun diritto. La catena della reincarnazione è un susseguirsi di vite in cui lanima del defunto va a vivere nel corpo di un altro essere vivente, persona o animale, a seconda del comportamento tenuto nella vita precedente. Questa lunga catena, attraverso la PREGHIERA, il DIGIUNO e la PENITENZA, verrà interrotta dopo molte vite e lanima raggiungerà finalmente il traguardo ultimo unendosi al dio Brama e ottenendo la felicità eterna.

18 SHIVA A G N I è il fuoco del sole TEMPLI INDU

19 V I S N U YAMA Figlio del dio sole I N D R A DIVINITA INDU

20 RITI SACRI: la cremazione del defunto LIBRI SACRI: i Veda libri di preghiere BRAMINI o GURU: sono sacerdoti LUOGO DI CULTO: il tempio Purificazione nel fiume GANGE Guru indiano Interno di un tempio

21 Il matrimonio indu yogai temifigure del mitoimmagini e suoni dell'Indiaayurvedala filosofia indiana yogai temifigure del mitoimmagini e suoni dell'Indiaayurvedala filosofia indiana approfondimenti shatkarma utility home page approfondimenti shatkarma utility home page Origine sacra Il matrimonio, per un indù, rappresenta la tappa più importante della vita, sia per lo sviluppo della personalità individuale, sia per la continuità della famiglia la quale, secondo una visione tradizionale, è ancora considerata la prima istituzione sociale. Il matrimonio indu, proprio per il suo carattere sacro, è considerato indissolubile: Io prendo la tua mano nella mia chiedendo felicità, ti chiedo di vivere con me come mio consorte fino a quando raggiungeremo insieme la vecchiaia. I passi Per la linfa della vita mentre facciamo il primo passo; per il potere della vita mentre facciamo il secondo passo; per la ricchezza abbondante mentre facciamo il terzo passo; per la felicità mentre facciamo il quarto passo; per i figli, mentre insieme rinnoviamo il quinto passo; per una lunga vita mentre facciamo il sesto passo insieme, sii tu la mia compagna per la vita, mentre facciamo il settimo passo.

22 INDUISMO OGGI MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI ( ) detto il Mahatma (grande anima) è stato il personaggio più rappresentativo dellIndia nel periodo in cui si sono stabilite nuove relazione tra occidente ed oriente. La sua predicazione, basata sulla dottrina della non violenza ha contribuito alla fine della dominazione inglese in India. Nato indù ha dichiarato di sentirsi mussulmano con i mussulmani, ebreo con gli ebrei e cristiano con i cristiani dimostrando così di avere una grande apertura e una grande disponibilità verso tutti.

23 BUDDISMO Religione non rivelata politeista indiana Si può considerare una filosofia di vita C R E D E NEGLI INSEGNAMENTI DI BUDDHA ( a.C) LE QUATTRO NOBILI VERITA GLI OTTO SENTIERI

24 PAGODE O TEMPLI BUDDISTI

25 RITI SACRI: LA CONSACRAZIONE DEI BONZI (monaci) LIBRI SACRI: I TRE CANESTRI LUOGO DI CULTO: IL TEMPIO o la pagoda Non ci sono sacerdoti, ma monaci che vivono nei monasteri per un certo periodo della vita (sono uomini e donne).

26 ISLAM E una religione rivelata monoteista C R E D E nellunico DIO ALLAH e in MAOMETTO (MUHAMMAD) suo profeta ( nato nel 570 circa – morto nel 632 dopo Cristo) I pilastri dellIslam sono cinque: FEDEPREGHIERAELEMOSINADIGIUNO PELLEGRINAGGIO

27 CITTA SANTA: LA MECCA LIBRO SACRO: IL CORANO Scritto in arabo antico dai seguaci di Maometto. Comprende 114 Sure o capitoli. Contiene leggi religiose e civili. IL MINARETO LA KAABA pietra nera

28 GIORNO DELLA PREGHIERA IN MOSCHEA: IL VENERDI. GLI UOMINI HANNO LOBBLIGO DI PREGARE NELLA MOSCHEA. LE DONNE POSSONO PREGARE A CASA O NELLA MOSCHEA DOVE CE UNA ZONA LORO RISERVATA SEPARATA DAGLI UOMINI LUOGO SACRO: LA MOSCHEA LE DONNE ISLAMICHE DEVONO USCIRE DA CASA velate.

29 LIslam non ha un solo capo, ma tanti IMAM che guidano la comunita locale. I mussulmani si dividono in tanti gruppi e sottogruppi. I principali gruppi sono i SUNNITI e gli SCIITI. Il Corano permette alluomo di avere fino a quattro mogli al fine di avere certamente un figlio maschio che assicuri la sua discendenza. Il Corano non dà alla donna gli stessi diritti delluomo. In alcuni paesi le regole del Corano hanno ispirato le leggi dello Stato, in altri paesi il Corano stesso è diventato legge dello Stato.

30 COME DEVONO COMPORTARSI I CRISTIANI QUANDO SI RELAZIONANO CON PERSONE CHE PROFESSANO ALTRE RELIGIONI ? LA RISPOSTA PIU AUTOREVOLE CI VIENE OFFERTA DAL DOCUMENTO NOSTRA AETATE REDATTO DURANTE IL CONCILIO VATICANO II. COSA E IL CONCILIO VATICANO II?

31 IL CONCILIO VATICANO II E la riunione a Roma, nella città del Vaticano, di tutti i vescovi del mondo convocati da Papa Giovanni XXIII (Angelo Roncalli) per discutere i problemi dell uomo moderno. Si è svolto tra il 1962 e il E stato chiuso da Papa Paolo VI (Giovanni Battista Montini). I padri conciliari (i vescovi) non hanno cambiato il contenuto della fede cattolica che è, ovviamente, sempre lo stesso ma hanno indicato un n nn nuovo modo di trasmettere la fede all uomo moderno la cui condizione di vita era notevolmente cambiata nel XX secolo dopo due guerre mondiali e l introduzione di nuove tecnologie e nuovi modi di vivere.

32 I Padri conciliari (circa 2500) hanno redatto 16 documenti pubblicati in un unico testo: TUTTI I DOCUMENTI DEL CONCILIO Fra questi 16 documenti, tutti molto importanti, uno riguarda le religioni non cristiane che abbiamo studiato: è la dichiarazione NOSTRA AETATE che inizia con le parole Nel nostro tempo… e nella quale i Padri Conciliari invitano i cristiani: - ad avere un sincero dialogo con chi professa una religione diversa dal cristianesimo; - fare il possibile per vivere in pace con tutti gli uomini. Il Concilio ha introdotto alcune novità nella vita della comunità cristiana. Le più importanti sono: L introduzione delle lingue nazionali, al posto del latino, nella celebrazione dei sacramenti; La partecipazione attiva dei laici alla vita della Chiesa: tutti i battezzati formano la Chiesa; L importanza per ogni persona umana a qualunque razza, religione, cultura appartenga. Gli scopi del matrimonio sono il bene dell altro coniuge, l accettazione e l educazione dei figli. L educazione cristiana dei figli è affidata ai genitori.

33 QUESTA PRESENTAZIONE NON E TERMINATA. PROSEGUIRA CON: LEBRAISMO IL CRISTIANESIMO E LA CHIESA CATTOLICA LE ALTRE CHIESE CRISTIANE: ORTODOSSA, LUTERANA E ANGLICANA.


Scaricare ppt "RELIGIONE CATTOLICA Parte prima SCHEDE RIASSUNTIVE E SCHEMATICHE PER LA CLASSE PRIMA SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO Preparate dalla prof.ssa L. ZINCONE."

Presentazioni simili


Annunci Google