La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Legislazione europea sui diritti dei bambini Unione Europea Consiglio dEuropa Unione europea non ha una competenza specifica in materia di infanzia i diritti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Legislazione europea sui diritti dei bambini Unione Europea Consiglio dEuropa Unione europea non ha una competenza specifica in materia di infanzia i diritti."— Transcript della presentazione:

1 Legislazione europea sui diritti dei bambini Unione Europea Consiglio dEuropa Unione europea non ha una competenza specifica in materia di infanzia i diritti dei bambini sono presi in considerazione nellambito delle politiche e della legislazione solo in maniera ad hoc Mancanza di una base legale sui diritti dellinfanzia nei trattati istitutivi

2 UE - Bozza di costituzione europea Articolo 3 (obiettivi interni e esterni dellUnione) include la protezione dellinfanzia Articolo II-24: Diritti del bambino (Carta europea dei diritti fondamentali) 1.I bambini hanno diritto alla protezione e alle cure necessarie per il loro benessere. Essi possono esprimere liberamente la propria opinione; questa viene presa in considerazione sulle questioni che li riguardano in funzione della loro età e della loro maturità.

3 Articolo II-24: Diritti del bambino (segue) 2. In tutti gli atti relativi ai bambini, siano essi compiuti da autorità pubbliche o da istituzioni private, l'interesse superiore del bambino deve essere considerato preminente. 3. Ogni bambino ha diritto di intrattenere regolarmente relazioni personali e contatti diretti con i due genitori, salvo qualora ciò sia contrario al suo interesse. Bozza di costituzione europea

4 Articolo II-32: Divieto del lavoro minorile e protezione dei giovani sul luogo di lavoro (Carta europea dei diritti fondamentali) Il lavoro minorile è vietato. L'età minima per l'ammissione al lavoro non può essere inferiore all'età in cui termina la scuola dell'obbligo, fatte salve le norme più favorevoli ai giovani ed eccettuate deroghe limitate. I giovani ammessi al lavoro devono beneficiare di condizioni di lavoro appropriate alla loro età ed essere protetti contro lo sfruttamento economico o contro ogni lavoro che possa minarne la sicurezza, la salute, lo sviluppo fisico, mentale, morale o sociale o che possa mettere a rischio la loro istruzione.

5 Bozza di costituzione europea Art. 168 – parte III Sulla politica di immigrazione e la riunificazione familiare, prevede la lotta contro la tratta di persone in particolare donne e bambini Art. 172 – parte III Sulla cooperazione giudiziaria in materia penale La legge quadro europea può stabilire norme minime relative alla definizione dei reati e delle sanzioni in sfere di criminalità particolarmente grave incluso lo sfruttamento sessuale di donne e bambini

6 Risoluzioni Parlamento europeo Carattere non vincolante, funzione di raccomandazione e di orientamento nellinterpretazione delle norme Risoluzione più importante Risoluzione su una Carta europea dei diritti del fanciullo, 1992

7 UE – Legislazione e politiche che hanno conseguenze sullinfanzia Politiche di eguaglianza uomo – donna e di conciliazione del lavoro e della vita familiare - direttiva del 1992 che fissa le norme minime in materia di salute e sicurezza per le lavoratrici in gravidanza; direttiva del 1996 sui congedi parentali Violenza contro i bambini – programma Daphne Lotta allo sfruttamento sessuale, programma Stop Lotta allesclusione sociale

8 UE – Legislazione e politiche che hanno conseguenze sullinfanzia (II) politica dei consumatori (impatto dei consumi sui minori, es. per giocattoli e televisione) Lavoro dei giovani (>15 anni) - Fondo strutturale europeo ai giovani disoccupati; direttiva sui giovani lavoratori del 1994 volta a promuovere la salute e la sicurezza dei giovani sul luogo di lavoro. politiche sullistruzione e sulla preparazione dei giovani al lavoro

9 Verso una politica europea per linfanzia Istituzione della Giornata europea dellinfanzia - Parigi 20 novembre 2000 (preceduta da una riunione preparatoria organizzata il 13 novembre a Firenze, presso lIstituto degli Innocenti ) Istituzione del Gruppo intergovernativo permanente denominato LEurope de lenfance

10 Gruppo Intergovernativo Composizione: Ministri / rappresentanti dei ministri responsabili per linfanzia di ogni paese membro UE Scopo: Creare un luogo di incontro e di scambio per confrontarsi sulle politiche, le strategie, le migliori pratiche sullinfanzia nel contesto delle politiche dellUE e della Convenzione ONU sui diritti del bambino. Lavorare per lintroduzione di politiche di mainstreaming a favore dellinfanzia e dei diritti dellinfanzia in tutte le politiche dellUnione.

11 Gruppo Intergovernativo (II) Poteri e procedure Il Gruppo non può adottare dichiarazioni vincolanti. Il Gruppo si riunisce in riunioni informali al di fuori delle strutture dellUE Frequenza degli incontri Almeno una riunione durante ogni Presidenza di turno Temi Abuso, partecipazione allungass, handicap,esclusione sociale e povertà, lavoro minorile, mediatore europeo per linfanzia, gioco, partecipazione, ascolto nei procedimenti giudiziari

12 ChildONEurope Rete Europea di Osservatori Nazionali per lInfanzia Sito web: Ufficialmente costituita il 24 Gennaio 2003 in seguito a due anni di lavori preparatori nellambito del Gruppo Intergovernativo permanente LEurope de lEnfance Composizione Membri: Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Portogallo e Spagna Osservatori: Austria, Finlandia, Germania, Grecia, Olanda, Regno Unito e Svezia

13 scambio di conoscenze e informazioni sulle leggi, le politiche, i programmi, i dati statistici, gli studi, le ricerche, le migliori pratiche riguardanti linfanzia e ladolescenza scambio di conoscenze sulle metodologie e gli indicatori utilizzati al fine di ottenere una comparabilità delle informazioni analisi comparative su argomenti specifici ChildONEurope - Scopi

14 ChildONEurope – Poteri e procedure Assemblea dei membri composta dalle istituzioni nominate dagli Stati membri della rete, organo con poteri decisionali. (gli Stati dellUnione Europea che non sono membri della rete possono partecipare in qualità di osservatori) Segretariato Le funzioni del Segretariato (funzioni propositive e di supporto scientifico, documentale e organizzativo) sono state assegnate al Centro Nazionale di Documentazione e Analisi per lInfanzia e lAdolescenza, Istituto degli Innocenti

15 ChildONEurope - Agenda 2003 convocazione di due Assemblee questionario sulle attività degli osservatori nazionali degli Stati membri di ChildONEurope realizzazione di una pagina web comune (www.minori.it/childoneurope/)www.minori.it/childoneurope seminario sul tema dei minori stranieri non accompagnati attività di ricerca fondi a Bruxelles per la prosecuzione delle attività a partire dal 2004 contatti con altre organizzazioni internazionali

16 ChildONEurope - Agenda 2004 Organizzazione di due Assemblee Realizzazione di un dépliant informativo Prosecuzione dellelaborazione dei risultati del questionario sulle attività degli Osservatori Nazionali realizzato nel 2003 e preparazione di un report Produzione di un CD Rom contenente i risultati del Seminario sui minori stranieri non accompagnati Trasformazione della pagina web comune (www.minori.it/childoneurope/) in un sito web (www.childoneurope.org )www.minori.it/childoneurope/www.childoneurope.org Tematiche di approfondimento (adozione, abuso, minori stranieri non accompagnati, esclusione sociale) Progetti finanziati dallUnione Europea

17 ChildONEurope - Tematiche di approfondimento Prosecuzione della raccolta di dati statistici e normative sul tema delladozione nazionale ed internazionale Inizio raccolta di dati statistici e normative sul tema dellabuso Prosecuzione della riflessione sulla comparazione dei dati, delle normative, delle politiche e delle buone pratiche in materia di minori stranieri non accompagnati Inizio della riflessione sul tema dellesclusione sociale

18 Consiglio dEuropa organizzazione internazionale nata per promuovere i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto in Europa (occidentale e orientale) e per armonizzare le legislazioni degli stati cooperazione giuridica nellambito del diritto di famiglia e dei diritti dei bambini Strumenti - strumenti giuridici - programmi e progetti - incontri e conferenze

19 COE - Strumenti giuridici vincolanti 1967 Convenzione europea sulladozione dei bambini 1975 Convenzione europea sullo status legale dei bambini nati fuori dal matrimonio 1980 Convenzione europea sul riconoscimento e lapplicazione delle decisioni riguardanti la custodia dei bambini e il ripristino della custodia dei bambini 1996 Convenzione europea sullesercizio dei diritti dei bambini Convenzione europea sui diritti umani e le libertà fondamentali


Scaricare ppt "Legislazione europea sui diritti dei bambini Unione Europea Consiglio dEuropa Unione europea non ha una competenza specifica in materia di infanzia i diritti."

Presentazioni simili


Annunci Google