La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le immagini in S. Caterina LA VIGNA. Vigna, vite, tralci, uva, vino diventano spesso, nelle Sacre Scritture, illustrazione di realtà spirituali. Nelle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le immagini in S. Caterina LA VIGNA. Vigna, vite, tralci, uva, vino diventano spesso, nelle Sacre Scritture, illustrazione di realtà spirituali. Nelle."— Transcript della presentazione:

1 Le immagini in S. Caterina LA VIGNA

2 Vigna, vite, tralci, uva, vino diventano spesso, nelle Sacre Scritture, illustrazione di realtà spirituali. Nelle opere di Caterina, lallegoria della vigna ritorna frequentemente, è molto ampia e richiama e si intreccia con altre immagini: quella della vite e dei tralci e quella dellinnesto.

3 Perché lutilizzo delle immagini? Il linguaggio di Caterina è popolare ed immediato; un linguaggio che non può prescindere dalla sua esperienza umana e mistica e dalle circostanze occasionali che lo hanno suggerito. E attraverso questo tipo di linguaggio molto semplice e molto concreto, fatto di allegorie e metafore e quindi di immagini, che Caterina può esprimere la sua esperienza di Dio e i contenuti alti della sua fede.

4 Perché Caterina utilizza limmagine della vigna? Limmagine della vigna nasce e richiama: lambiente nel quale Caterina era immersa, in particolare i paesaggi da cui era circondata; Siena è una terra ricca di vigneti e di oliveti; lambiente nel quale Caterina era immersa, in particolare i paesaggi da cui era circondata; Siena è una terra ricca di vigneti e di oliveti; la conoscenza del vangelo di Giovanni e delle lettere di Paolo (cfr. Ef. 2, 4-5; Rm. 6; Rm 11, ); la conoscenza del vangelo di Giovanni e delle lettere di Paolo (cfr. Ef. 2, 4-5; Rm. 6; Rm 11, ); il rapporto di intima e profonda unione che Caterina vive con il suo Signore. il rapporto di intima e profonda unione che Caterina vive con il suo Signore.

5 Perché Caterina utilizza limmagine della vigna? Nellallegoria della vigna e nellimmagine dellinnesto esiste un forte richiamo al vangelo di Giovanni ( Gv.15, 1-8) e a quanto Gesù vuole esprimere attraverso lesempio della vite e dei tralci: la creatura umana non potrebbe vivere senza Dio; Gesù è venuto (usando limmagine dellenergia elettrica) per "riattaccare la spina" fra l'essere umano, allontanatosi a causa del peccato, e Dio e permettere così che la Sua "energia" passi al pieno delle sue capacità in noi.

6 Perché Caterina utilizza limmagine della vigna? Caterina in particolare con limmagine della vigna e dellinnesto vuole sottolineare la centralità del mistero dellIncarnazione e della Redenzione, del mistero dellinfinito amore di Dio per la sua creatura e della libertà donatagli.

7 Perché Caterina utilizza limmagine della vigna? Rimanete in me, e io in voi. Come il tralcio non può da sé dar frutto se non rimane nella vite, così neppure voi, se non rimanete in me" Un altro concetto che emerge dal vangelo di Giovanni è quello espresso dal verbo rimanere e che Caterina mette in evidenza proprio con limmagine dellinnesto. Il verbo «rimanere» che Gesù ripete in questo brano, rimanda anche all'invito che lui stesso rivolge a s. Caterina quando le dice di non uscire dalla «cella del cognoscimento».

8 Lallegoria della vigna Riferimenti ai testi principali Riferimenti ai testi principali Lettere n. 321 e n.313 Lettere n. 321 e n.313 Dialogo cap. XXIII Dialogo cap. XXIII

9 Lallegoria della vigna Noi siamo la vigna di Dio [...]sapete che la Verità eterna ci creò a immagine e somiglianza sua, e fece di noi una vigna nella quale volle e vuole abitare per grazia (L 321; 313)

10 Lallegoria della vigna E stato posto un lavoratore nella vigna …il lavoratore è la volontà mediante il libero arbitrio[…] al quale è affidato il governo di questa vigna […] durante il tempo di questa vita […], finchè vive può lavorare la sua vigna.

11 Lallegoria della vigna Ricevendo il santo battesimo, questo lavoratore ha ricevuto: Il coltello dellamore alla virtù e dellodio al peccato il coltello viene utilizzato attraverso il libero arbitrio per …svellere le spine dei peccati mortali e piantare le virtù.. La fortezza

12 Lallegoria della vigna La vigna è dotata dun lume, quello dellintelletto e della coscienza Dio ci ha dato anche il lume dellintelletto perché riconosciamo e distinguiamo gli amici e i nemici che volessero passare per la porta della volontà… (L321) …dinanzi alla quale è posto il cane della coscienza perché abbai quando li sente spingere per entrare. Ma occorre che questo cane vegli e non dorma (L321)

13 Lallegoria della vigna In mezzo alla vigna cè la vasca per innaffiare le piante, ripiena di sangue Nel mezzo della vigna Dio ha posto il vasello del cuore, pieno di sangue, per innaffiare con esso le piante perché non si secchino […]

14 Lallegoria della vigna Con che sinnaffia la vigna? Non con lacqua, ma col sangue prezioso di Cristo, sparso con tanto fuoco damore, e questo sangue sta nel vasello del cuore… (L321).

15 Lallegoria della vigna Dio ha collocato la vigna particolare dellanima in quella più grande della Chiesa dove si trova la vite vera che è Cristo

16 Lallegoria della vigna La vigna è la Chiesa di Dio Fedeli e ministri sono tutti lavoratori della santa Chiesa Questa solidarietà di tutto il corpo è espressa nellallegoria delle 3 vigne: - anima - prossimo - Chiesa Per coltivare la propria vigna bisogna lavorare anche le altre due. La nostra vigna è affiancata da unaltra vigna …cioè quella del prossimo nostro: la quale è tanto unita insieme con la nostra, che utilità non possiamo fare alla nostra, che non sia fatta anco alla sua (L 321; 313)

17 LINNESTO Riferimenti ai testi principali Riferimenti ai testi principali Dialogo Dialogo cap. XXIV Orazione X Orazione X Lettere di Paolo ai Romani e agli Efesini ( Ef. 2, 4-5; Rm 6, Rm 11, 16-24) Lettere di Paolo ai Romani e agli Efesini ( Ef. 2, 4-5; Rm 6, Rm 11, 16-24) Vangelo di Giovanni Vangelo di Giovanni (Gv. 15, 1-11) (Gv. 15, 1-11)

18 LINNESTO […] voi dunque siete i miei lavoratori, usciti da me, sommo ed eterno lavoratore, che vi ho uniti ed innestati nella vite, per lunione che io ho fatta con voi nellIncarnazione… (D 24) Dio è il lavoratore che piantò la VERA VITE ( il Figlio Suo Unigenito) nella terra della nostra umanità … acciocché voi tralci uniti alla vite, faceste frutto (D. 23)

19 LINNESTO Limmagine dellinnesto è bene espressa nellOrazione X Dio dona alluomo che con il peccato si era allontanato da Lui, albero di vita, una seconda possibilità ; gli infonde nuova vita innestando Sé nellumanità con la Incarnazione del Verbo, e lo irrobustisce irrorandolo del sangue di Cristo mediante linnesto di Lui nellalbero della croce. Ma bisogna che luomo innesti se stesso in Cristo crocifisso: solo così potrà dare frutto.

20 LINNESTO Noi possiamo essere buoni o cattivi lavoratori della vigna. I buoni lavoratori o servi: - lavorano la vigna della loro anima: Traendone fuori lamor proprio; Rivoltando la terra del loro affetto; così nutrono il seme della grazia ricevuto nel battesimo lavorando la loro, lavorano anche lanima del prossimo - … devono essere uniti ed innestati a questa vite…

21 LINNESTO In che modo devono essere uniti ed innestati a questa vite ? AFFINITA Somiglianza fisiologica si utilizzano piante di appartenenza ad una stessa specie. - …sapete che la verità eterna creò noi allimmagine e similitudine sua… (L 313; O X) PERIODO Periodo di tempo in cui viene praticato - …finchè avete tempo in questa vita, potete levarvi la puzza del peccato col vero dolore e col ricorrere ai miei ministri… (D 24) - …e così avete il coltello, che dovete usare col libero arbitrio finchè ne avete tempo… ( D 23) - Adunque è da levarsi nel tempo presente che ci è dato per misericordia… (L 313)

22 LINNESTO CONTATTO le cellule del cambio che contribuiranno alla formazione dei tessuti della sezione del ramo devono essere tra di loro in stretto contatto per questo la parti combacianti dovranno essere il più possibile unite. -..se luomo col libero arbitrio innesta sé in te e teco unisce e lega il cuore e laffetto suo, legando e fasciando questo innesto col la fascia della carità… - …e seguitando la dottrina sua… - amare, conoscere e compiere la sua volontà Un buon innestatore deve essere veloce e sicuro; la lama del coltello deve essere sempre molto tagliente e possibilmente sterilizzato …Voi dunque avete il coltello che dovete usare col libero arbitrio…

23 LINNESTO Da Dio, albero di vita, ha vita lalbero damore che è lanima. […] Hai fatto questo albero libero; tu hai dato rami a questo albero, ciò sono le potenze dellanima, la memoria, lintelletto e la volontà […]

24 […] vedendo che questo albero non poteva fare frutto altro che di morte perché era separato da te, Vita, gli desti il rimedio con quel medesimo amore con cui lavevi creato […]

25 …Tu somma dolcezza ti sei degnato dunirti con la nostra similitudine, tu splendore, con le tenebre; tu sapienza, con la stoltezza […] O dolce e soave innesto…

26 Chi ti costrinse a questo per renderle la vita, avendoti questa tua creatura fatta tanta ingiuria? […] tu, Vita, con la morte, e tu infinito, con noi finiti. Solamente lAMORE, come è detto è, onde per questo innesto si dissolve la morte.

27 E bastava alla tua carità davere fatta con lei questa unione? No. E perciò tu, Verbo eterno, innaffiasti questo albero con il sangue tuo...

28 e lega il cuore e laffetto suo, legando e fasciando questo innesto con il fascio della carità e seguitando la dottrina tua [...] Questo sangue per il calore suo lo fa germinare, se luomo col libero arbitrio innesta sé in te e teco unisce… Questo sangue per il calore suo lo fa germinare, se luomo col libero arbitrio innesta sé in te e teco unisce…

29 […] Quando noi siamo innestati, allora i rami che tu hai dati allalbero nostro menano i frutti loro […] […] benchè molti per i loro difetti non producono altro che frutti di morte, perché non innestano sé in te, Vita eterna […]

30 O verità eterna, amore inestimabile! Così come tu producesti a noi frutti di fuoco damore di lume e obbedienza pronta…

31 …per la quale obbedienza corresti come innamorato allobbrobriosa morte della croce e ci desti quei frutti, in virtù dellinnesto della tua deità nellumanità nostra, e per linnesto che tu facesti del corpo tuo nel legno della croce…

32 così lanima innestata in te in verità a nessunaltra cosa attende se non allonore di te e alla salute delle anime… (Oraz. X)


Scaricare ppt "Le immagini in S. Caterina LA VIGNA. Vigna, vite, tralci, uva, vino diventano spesso, nelle Sacre Scritture, illustrazione di realtà spirituali. Nelle."

Presentazioni simili


Annunci Google