La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

edizione dell’autografo

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "edizione dell’autografo"— Transcript della presentazione:

1 edizione dell’autografo
6 edizione dell’autografo e del testimone unico (errori e correzioni)

2 errori di Boccaccio (da Hamilton 90)
L[a] sua compagnia, io vi cor[o]no reina, Ve[n]uta, conve[ne]vole, orgoglio[sa] abbia [bia]simo dicono(no), desinava(va)no, rama(ma)richi Molt(r)e altre, se(n)dendo fossera per fossero, fortana per fortuna le reina, questo maniera

3 Sacchetti, Le sposizioni di Vangeli (autografo)
L’uomo non conosce ed ha ignoranza di tutto il tempo che dee venire, che è infinito; e la ignoranza nostra è nel tempo futuro ancora (XIV 18) (futuro>passato)

4 Antonio Cammelli, Sonetti (aut. H.223 inf. Ambrosiano)
Ognun mi dice: Tu sei magro e secco. – Il pare un mostruoso babbino –; chi: – Santo Onofrio – e chi: San Bernardino. Ogni po’ men che fusse, il parrebbe Ecco. (son. XLVI, vv.1-4) babbino > babb[o]ino

5 Cielo d’Alcamo, Rosa fresca aulentissima (c. 54r Vat. lat. 3793, sec
Cielo d’Alcamo, Rosa fresca aulentissima (c. 54r Vat. lat. 3793, sec. XIII ex.-XIV in.) Seli cauelli artoniti donã auanti fossio morto caisi miperdera losolacco e lo dipo;| rto . quando cipasso e ueioti rosa fresca delorto . bono conforto donimi tutore . | poniamo chesaiunga ilnostro amore . (vv )

6 Seli cauelli artoniti donã auanti fossio morto
[…] caisi miperdera losolacco e lo diporto . quando cipasso e ueioti rosa fresca delorto . bono conforto donimi tutore . poniamo chesaiunga ilnostro amore .

7 ed. Contini (Poeti del Duecento)
11 “Se li cavelli artòn[n]iti, - avanti foss'io morto, 12 ca’[n] i[ssi] sì mi pèrdera - lo solacc[i]o e 'l diporto. 13 Quando ci passo e véjoti, - rosa fresca de l'orto, 14 bono conforto dònimi tut[t]ore; 15 poniamo che s'ajùnga il nostro amore”.

8 ed. Panvini 11 “Se li cavelli artonniti, - avanti foss'io morto,
12 [donna], c'aisì mi pèrdera - lo sollazzo e 'l diporto. 13 Quando ci passo e vèioti, - rosa fresca de l'orto, 14 bono conforto donimi tuttore; 15 poniamo che s'aiunga il nostro amore.”

9 Laudario di Cortona (IV, vv. 108-110, ed. Guerri)
Et vedere uno grande porto De quello chiarito viso De Jesù gran deporto

10 Laudario di Cortona (V, vv.59-62)
Or dimme, dolce figlio, Se tu sei liberato Da quello gran periglio Dove tu seri stato (condiz. =‘saresti stato’) se’ ristato (=‘sei restato’)

11 Panuccio del Bagno (Laur. Red. 9, XV vv.37-8)
Lo ver plager che porto della diva lor magna (divisione delle parole nel ms., testimone unico) della di valor magna

12 Giostra delle Virtù e dei Vizi (Na Nazionale XIII.C.89)
Lu Re pin[u] de gratia cum dolçor s’inclinava e fo ‘n tal pietate (trascr. tradizionale) Lu Re pin[u] de gratia cum dolçor s’inclinava e fontal pietate (trascr. corretta)

13 L. Pulci, Morgante, XIII 50 vv.4-6
E la fanciulla serviva di coppa; Rinaldo sempre e[b]be gli occhi lucenti, Alcuna volta con esso rintoppa (trascr. corrente fino agli anni ’40) E la fanciulla serviva di coppa Rinaldo sempre, e’ begli occhi lucenti, alcuna volta con esso rintoppa (trascr. corretta)

14 Boccaccio, Teseida I 38 (aut. Fi BML Acq. e Doni 325)
Né altramenti il cinghiar c’ha sentiti nel bosco i can fremire e’ cacciatori, i denti batte e rugghia e gli spediti sentieri a sua salute cerca e, pe’ romori ch’egli ha in qua in là in giù e ‘n su uditi, non sa qua’ vie per lui si sien migliori.


Scaricare ppt "edizione dell’autografo"

Presentazioni simili


Annunci Google