La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nuova Sede A.P.T. Centro di Informazione e Percorso Privilegiato in Pisa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nuova Sede A.P.T. Centro di Informazione e Percorso Privilegiato in Pisa."— Transcript della presentazione:

1 Nuova Sede A.P.T. Centro di Informazione e Percorso Privilegiato in Pisa

2 R.u.p. Ing. Genoveffa CARLUCCIO Progetto Architettonico e Coordinamento Generale Arch. Luca MARINARI Collaborazione alla Progettazione e Restituzione Grafica Geom. Stefano PIEROTTI Progetto Strutturale Ing. Sergio GIORGI Computi e Contabilità Geom. Gabriele VANNI Progetto Impianti Meccanici P.I. David COLI Progetto Impianti Elettrici P.I. Gabriele VANNI Progetto e Coordinamento Sicurezza Arch. Marco Gronchi

3 RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA Nuova sede dellAgenzia per il Turismo, centro di informazione e percorso privilegiato in Pisa. QUADRO DELLE ESIGENZE STRATEGIE DEL PROGETTO – Il punto di informazione ed accoglienza turistica è uno strumento tecnico operativo dellAmministrazione Provinciale con il fine di attuare politiche di sviluppo del turismo in un ampio ambito territoriale diventando un vero e proprio terminal di confluenza dei turisti, ai quali si creano dei percorsi ad hoc e si introducono alla visita della città, attraverso la storia, la cultura e larchitettura. La nuova sede dellAgenzia di promozione turistica che nascerà in questo luogo prevede la realizzazione di una struttura con doppia funzione: da una parte, vi saranno tutti gli uffici dell'Agenzia, attualmente operativi al Centro Forum in via Matteucci e dall'altra, i locali saranno adibiti a front-office per orientare e migliorare il soggiorno del turista. Allinterno della nuova sede verrà strutturato anche unCentro Redazioni Dati che ha compiti di Coordinamento degli Uffici di Informazione Locali (previsti dal Regolamento Regionale sul turismo) oltre a proporsi come strumento di gestione del sistema informativo degli Uffici Informazione. Oltre alle informazioni, dovrà essere assicurata lattività di promozione di azioni di orientamento e consulenza per gli operatori economici e per le Pubbliche Amministrazioni in modo che adeguino le offerte, la quantità e la qualità delle prestazioni in base alle esigenze della domanda e far confluire poi allAgenzia tutte quelle informazioni da dare all utente e distribuire il materiale conoscitivo di immediata consultazione. SITUAZIONE ATTUALE DELLIMMOBILE Come vediamo la distribuzione interna funzionale è tipica, con lungo corridoio e le varie ex aule che si attestano su esso, il tutto su due piani (piano terra e piano primo); una parte della superficie era destinata al vano ingresso con scala per la distribuzione verticale oltre ai servizi igienici. Strutturalmente il manufatto si compone verticalmente di due distinte parti, di dimensioni pressochè uguali, e datate per la più vecchia i primi anni quaranta mentre la seconda parte intorno al 1970; tale condizione di struttura mista prefigura un adeguamento normativo strutturale di tutto ledificio ai sensi del DM.14/01/2008 in qualità anche di edificio annoverato come rilevante. Esternamente non si configura nessuna specifica pertinenza in uso esclusivo al fabbricato ma gli spazi presenti sul luogo consentono senza dubbio ritagliare ambiti a verde e/o pavimentati a servizio esclusivo e specifico del manufatto edilizio. ILLUSTRAZIONI DELLE SCELTE PROGETTUALI Il piano dintervento proposto prevede una ristrutturazione edilizia delledificio con il suo riattamento e la riconversione funzionale; si prefigurano movimenti di volumi edilizi per necessità tecniche ed estetiche con interventi alla sagoma edilizia che ne consentono una rivisitazione architettonica globale. Il risultato sarà una struttura con visibilità più permeabile, con una deframmentazione dell involucro esterno che consente introspezioni visive esterno-interno ed interno-esterno; difatti il sistema facciata sul lato est, zona degli ingressi, è caratterizzato da una parete a setti murari intervallata, a identiche dimensioni, da spazi aperti per gli ingressi alla struttura di accoglienza e da spazi con ampie finestre per la zona uffici. Una vetrata a nastro al piano primo pone in diretto rapporto visivo linterno e lesterno con una vista unica e suggestiva verso Piazza dei Miracoli. Le ampie trasparenze presenti su questo prospetto sono protette da una pensilina in acciaio che si sviluppa a tuttaltezza delledificio con pilastri circolari e sistema frangisole, con una copertura rivestita di scandole in zinco-titanio integrate da pannelli fotovoltaici; tale soluzione architettonica richiama la forma delle pensiline dei camminamenti pedonali dell ITIS L.da Vinci già presenti sul luogo. La parete del prospetto ovest è invece caratterizzata grandi portali vetrati, da terra al solaio di copertura, che valorizzano e uniscono gli attuali vani finestra e permettono di usufruire al massimo della luce diurna riflessa oltre a permettere un rapporto visivo diretto sul giardino interno qui chiamato giardino delle immagini mutanti, pensato questultimo come spazio espositivo di immagini, di prodotti e culture tipiche della provincia pisana e/o toscane. Il giardino sarà accessibile al piano terra dai turisti che vedranno mostre temporanee allestite da amministrazioni locali del pisano.

4 Si affaccia su questo spazio un volume contenitore destinato a deposito e archivio oltre a gruppi servizi igienici al p.t. e p.1, con un regolare e ricercato prospetto corto, sormontato dalla prosecuzione della pensilina in aggetto presente su questo lato del fabbricato principale; di rottura invece è il taglio anarchico dato ai vani finestra presenti sul lato ovest di questo contenitore, volutamente in contrasto con la regolarità dei portali del prospetto ovest del fabbricato principale. Completano il complesso un ambiente tecnico che si contrappone sia come forma (circolare) al fabbricato principale che come materiale di tamponamento delle pareti previsto in parte in c.a. (parte squadrata) e in parte in profili obliqui in acciaio verniciato (parte a pianta circolare). Il taglio obliquo dato alla copertura oltre a caratterizzare il piccolo manufatto richiama le coperture già presenti dei laboratori dellITIS L. da Vinci consente limpianto di pannelli fotovoltaici e solari esposti così a sud con l adeguata inclinazione. Tutto linsediamento è pensato con cromatismi eleganti e non aggressivi con luso di diverse tonalità di colore beige, secondo le diverse superfici da trattare. L accesso allarea di pertinenza alledificio, opportunamente e meglio identificata nelle slide, avviene pedonalmente da un nuovo ingresso di via C. Matilde che consente, grazie allevidente introspezione visiva, di creare uno stretto rapporto fra la zona pubblica esterna e larea pertinenziale con giardino delledificio oggetto d intervento; dalla via L. da Vinci è previsto lingresso carrabile per i mezzi dellagenzia e per il carico e scarico materiale. Larea esterna è attrezzata anche come ambito di sosta e di conversazione per per i turisti che accedono ai servizi dellagenzia. LE FUNZIONI: Front office - laccoglienza – workshop Al piano terra unampia area è espressamente riservata al ricevimento dellutenza - front office -, caratterizzata da un singolare bancone che si conforma con sagoma ellissoidale, in continuità con la scala di accesso al piano primo, generato il tutto allinterno di doppie volumetrie ed altezze di largo respiro; questarea si completa con spazi per lattesa e per la consultazione del materiale informatico oltre alle video-proiezioni sia in interno che in esterno nel giardino delle immagini mutanti accessibile da questo ambito funzionale; completano questo ampio spazio un workshop per la promozione di prodotti tipici del territorio. Gli uffici La zona più a nord è costruita per ambienti con uffici educationals per operatori, pubbliche amministrazioni e giornalisti oltre a locali deposito e di servizio. Al piano primo, che si accede dalla bella scala in acciaio e muratura, sono organizzati gli uffici di direzione, amministrazione e contabilità, segreteria e redazione dati, oltre ad una sala riunioni e proiezione audiovisivi che si affaccia in vista al complesso monumentale di Piazza dei Miracoli. IL PROGETTO IN EDILIZIA SOSTENIBILE La rilettura critica del sistema dei valori di cui larchitettura è (o dovrebbe essere) portatrice, riguarda in primis la salubrità degli ambienti e la sostenibilità ambientale, le misure relative agli aspetti energetici oltre, non in secondo piano, alle valenze architettoniche-estetiche, il tutto finalizzato ad offrire il benessere ed il microclima ambientale più idoneo per laccoglienza degli utenti e degli addetti che vi lavorano, pertanto la ristrutturazione si avvarrà di materiali e scelte bioedili: il sistema pensilina con schermature frangisole evita lirraggiamento diretto al fabbricato e protegge il camminamento pedonale dagli agenti atmosferici; la sistemazione esterna a verde è studiata affinché si mitighino gli sbalzi termici; il progetto illuminazione è attento a diffondere il più possibile la luce naturale in tutti gli spazi e per il maggior numero di ore, pertanto le ampie superfici vetrate oltre allevidente risparmio energetico consentono unalta qualità illuminante degli ambienti interni. il sistema impiantistico prevede lausilio di pannelli fotovoltaici, per almeno 2kw., e solari per la produzione di acqua calda, orientandosi così verso una progettazione sensibile al risparmio energetico ed alla qualità; il rivestimento a cappotto con ottima capacità coibente e luso di infissi e pareti vetrate di alta qualità e standards prestazionali consentono il raggiungimento di adeguati valori termici ed acustici; Pisa, 1 Giugno 2010 IL PROGETTISTA arch. Luca Marinari

5 QUADRO ECONOMICO GENERALE DI PROGETTO Importo lavori ,00 Oneri della Sicurezza ,00 sommano ,00 Iva 10% ,00 sommano ,00 Spese tecniche,pubblicazioni e varie ,00 TOTALE ,00 CRONOPROGRAMMA DI ATTUAZIONE Descrizione fasedata Progettazione Preliminare Progettazione definitiva Progettazione Esecutiva Aggiudicazione Appalto Consegna lavori Fine Lavori Collaudo

6 Foto n. 1 Foto n

7 Foto n Foto n. 3

8 Foto n. 6 Foto n.5 65

9 Foto n.7 Foto dellingresso principale 7

10 Foto bagni al PT Foto Interna del corridoio di distribuzione al PT

11 Percorso attuale Percorso di Progetto

12 Messa a dimora di piante essenza Platano Patio pavimentato con gress porcellanato Pavimentazione in masselli carrabili in cls rettificato recinzione metallica in acciaio zincato e verniciato a polveri costituito da pilastrini e pannelli Pannelli fotovoltaici Pannelli solari Manto di copertura in zinco-titanio Pannelli fotovoltaici Manto di copertura in zinco-titanio

13 pavimento in gres porcellanato 30x60 cm percorso per diversamente abili visivi in gres porcellanato pavimento in gres porcellanato 60x60cm Frangisole in alluminio pavimento in gres porcellanato 30x60cm

14 pavimento in gres porcellanato 60x60cm

15 Vista Giorno Vista Notte

16 Vista Giorno Vista Notte

17 Vista Giorno Vista Notte

18 Vista Giorno Vista Notte

19 PROSPETTO EST

20 PROSPETTO NORD

21 PROSPETTO SUD

22 PROSPETTO OVEST


Scaricare ppt "Nuova Sede A.P.T. Centro di Informazione e Percorso Privilegiato in Pisa."

Presentazioni simili


Annunci Google