La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alunni 4^ C – 4^ D – 4^ E Anno Scolastico 2011 -2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alunni 4^ C – 4^ D – 4^ E Anno Scolastico 2011 -2012."— Transcript della presentazione:

1 Alunni 4^ C – 4^ D – 4^ E Anno Scolastico

2 IL MIELE

3 UNICO DOLCE PRODOTTO IN NATURA

4 IL MIELE DELLETNA MIELE DI SULLA MIELE DARANCIO MIELE DI LIMONE MIELE MILLEFIORI MIELE DI CASTAGNO MIELE DI EUCALIPTO MIELE DI FICODINDIA MIELE DI TIMO

5 L A PRODUZIONE « APICOLTURA »

6 IL BOTTINAGGIO Le api producono il miele dal nettare dei fiori che bottinano, trasformano, combinano con sostanze prodotte dal proprio organismo.

7 LARNIA Il miele viene conservato negli alveari, abitazioni composte da migliaia di piccole cellette chiamate favi. Lalveare e una cassetta di legno creato dall'uomo per poter allevare le api, con all'interno dei telai verticali di legno sui quali le api realizzano le loro cellette di cera. Nella parte alta, il "melario", le api depositano il nettare e lo trasformano in miele. Nella parte bassa, detta "nido", vengono deposte le uova dalle quali nasceranno le nuove api.

8

9 LA MATURAZIONE Quando il miele e' maturo, le api rivestono le cellette con l'opercolo, vale a dire uno strato di cera, per custodire il loro prodotto.

10

11 LA SMELATURA Dalle arnie l'uomo preleva i telai con il miele e provvede subito a rimuovere l'opercolo di cera con adeguati attrezzi.

12

13 LA SMELATURA – FASE 2 I telai, con i favi carichi di miele, vengono posizionati in una macchina detta "smelatrice", che grazie alla forza centrifuga estrae il miele.

14

15 DECANTAZIONE Il miele dalla smelatrice viene trasportato in recipienti di acciaio per giorni, dove il miele vero e proprio si separa in modo naturale dalla cera e da altre sostanze con un processo chiamato decantazione.

16

17 INVASETTAMENTO


Scaricare ppt "Alunni 4^ C – 4^ D – 4^ E Anno Scolastico 2011 -2012."

Presentazioni simili


Annunci Google