La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DAMIANI MADE IN ITALY - 1924.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DAMIANI MADE IN ITALY - 1924."— Transcript della presentazione:

1 DAMIANI MADE IN ITALY

2 LA STORIA Damiani S.p.A. Una storica azienda leader nel mercato italiano della produzione e commercializzazione di gioielli. Nascita del Gruppo Damiani a Valenza (AL) Anni’60 –’80 - Processo di potenziamento industriale ed espansione commerciale. 1976 – Damiani riceve il primo Diamonds internazional awards, il più importante riconoscimento di settore, che premia il miglior design e la migliore creazione di gioielli con diamanti. Anni ‘80–’90 - Nuovo stile di comunicazione che associa l’immagine dei gioielli a personaggi di grande notorietà. Fine ’90 - Passaggio d’azienda familiare a realtà imprenditoriale Conduzione dell’azienda passa alla terza generazione della famiglia Damiani e apertura di filiali internazionali in Svizzera, Amsterdam, Stati Uniti, Giappone. Viene acquisito il marchio Alfieri & St. John.

3 LA STORIA 2000 - Creazione del marchio Bliss.
Inizio della certificazione volontaria di bilancio del Gruppo Acquisizione del marchio Calderoni (storico marchio milanese di alta gioielleria) Damiani si quota in Borsa a Milano. Acquisizione al 100% del capitale di Rocca(catena di orologeria) Gruppo sigla accordi con prestigiosi marchi operanti nel settore del lusso per la progettazione, creazione, distribuzione di licenze di gioielli; tra i quali troviamo:

4 LA STORIA L’ internazionalizzazione il contratto con Itochu, poi l ‘inizio di numerose aperture di nuovi negozi, soprattutto in asia e i nuovi accordi commerciali. Febraio, Damiani ha annunciato un accordo strategico con itochu (l’obiettivo di questa partnership è rafforzare la presenza del gruppo Damiani in Giappone). Maggio,Damiani ha concluso un contratto esclusivo di distribuzione con il gruppo Hendgeli, leader nella distribuzione di alta orologeria e gioielleria in Cina.

5 MISSION Missione del Gruppo Damiani è di rafforzare la propria leadership nel settore della gioeilleria di marca, di alta qualità e di design, attraverso: il consolidamento della propria posizione sul mercato italiano, l'espansione sui mercati internazionali e l'ampliamento del network distributivo. Gruppo Damiani si avvale di un laboratorio di produzione di proprietà e produce anche in outsourcing, principalmente nel distretto di Valenza. Caratteristiche distintive del Gruppo Damiani: La secolare tradizione nel settore della gioielleria sviluppata nel distretto orafo di Valenza con il quale il Gruppo ha sempre mantenuto un fortissimo legame.

6 MISSION La forte complementarietà dei cinque marchi in portafoglio
Damiani, Salvini, Alfieri & St. John, Bliss e Calderoni,che permettono di presidiare la maggior parte dei segmenti di mercato e soddisfare le richieste delle differenti fasce di consumatori La grande notorietà del marchio Damiani, presente nelle principali città del mondo attraverso un network di negozi monomarca. La riconosciuta qualità dei prodotti e delle materie prime utilizzate, il design esclusivo e riconoscibile delle collezioni e l’innovativa strategia di marketing e comunicazione. L’unicità di essere nati produttori di gioielli e non dettaglianti, a differenza dei concorrenti.

7 ORGANIGRAMMA SOCIETARIO

8 CDA DELLA III GENERAZIONE PRESIDENTE E AMMINISTRATORE
VICE PRESIDENTE GIORGIO GRASSI DAMIANI PRESIDENTE ONORARIO DEL GRUPPO GABRIELLA GRASSI DAMIANI VICE PRESIDENTE SILVIA GRASSI DAMIANI PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO GUIDO GRASSI DAMIANI

9 LE STRATEGIE STRATEGIA INTEGRAZIONE DELOCALIZZAZIONE DI PRODOTTO
DIVERSIFICAZIONE INTEGRAZIONE VERTICALE INTERNALIZZAZIONE COMUNICAZIONE RICERCA & SVILUPPO

10 STRATEGIA DI PRODOTTO Tradizione - consolidata nel settore della
gioielleria. Qualità - delle materie prime costituite da Pietre preziose, oro e perle acquistate in Giappone,Polinesia e Australia. Punti chiave Design - riconoscibile ed esclusivo delle collezioni

11 DIVERSIFICAZIONE LA DIVERSIFICAZIONE DEL PRODOTTO
viene effettuata tramite 5 marchi: Salvini Caratterizzato da linee semplici destinato alla quoti dianità; riservato ad un target femminile Damiani Offre pezzi unici di prodotti riservati ad una clientela raffinata e di alta qualità Bliss L’utilizzo di acciaio e materiali innovativi indirizzato ad un pubblico giovane,comprendendo anche il segmento maschile Alfieri & St. John Ad elevato contenuto di design, per un mercato giovane (fascia medio-alta) Calderoni e Rocca Per anni fornitori della Real Casa, sono caratterizzati da un ’artigianalità molto riconoscibile e rivolti ad una clientela sofisticata di fascia più alta.

12 INTEGRAZIONE VERTICALE
Il gruppo è integrato verticalmente a valle in modo parziale e procede alla DISTRIBUZIONE dei propri prodotti attraverso una struttura altamente selezionata e su misura. Una rete di oltre 2500 rivenditori che comprende gioiellieri indipendentidi multimarca, department store, franchisees e distributori a cui si affiancano gli oltre 80 negozi di proprietà monobrand e multibrand.

13 INTERNALIZZAZIONE DUBAI LOS ANGELES
Il Gruppo è presente nel mondo con 82 punti vendita mono e multi marca dislocati nelle principali vie della moda italiane ed internazionali e conta oltre 2500 rivenditori. Canali distributivi: il canale retail, con 47 punti vendita monomarca e multimarca gestiti dal gruppo. il canale wholesale, con 28 boutiques monomarca in franchising oltre a gioiellieri indipendenti multimarca, catene di gioiellerie, department stores, franchisees e distributori. DUBAI LOS ANGELES

14 NETWORK COMMERCIALE BRAND STRATEGIA nuove aperture DOS 15 nuovi DOS
apertura di un nuovo DOS 300/400 nuovi clienti all’ingrosso apertura di un nuovo DOS DOS ESISTENTI NUOVE APERTURE

15 DELOCALIZZAZIONE La produzione di gioielli a brand Damiani, Salvini, Alfieri &St. John è localizzata presso il distretto orafo di Valenza, al fine di garantire un elevata qualità dei gioielli tipica del Made in Italy.

16 mondiali, consolidando rapporti con celebrità internazionali.
COMUNICAZIONE Al fine di mantenere ad un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti, il Gruppo investe circa l’8% dei ricavi annui in campagne pubblicitarie mondiali, consolidando rapporti con celebrità internazionali. L'impegno sociale Gesti semplici e concreti in linea con i valori familiari : Damiani for Japan Clean Water

17 RICERCA & SVILUPPO Il prodotto offerto rappresenta da sempre la chiave del successo del Gruppo,che ha saputo negli anni trovare innovazioni stilistiche e di design che hanno contraddistinto le collezioni proposte alla clientela. Per soddisfare la clientela con nuove linee, all’interno del Gruppo opera uno staff dedicato allo sviluppo del prodotto. Nel corso dell’esercizio 2011/2012 il costo complessivamente sostenuto per lo sviluppo prodotto è stato pari a Euro migliaia.

18 LE 5 FORZE COMPETITIVE CONCORRENTI: Mirco Visconti Bvlgari Rota
Cartier FORNITORI Materie prime: Oro-instituti bancari. Perle-Giappone, Australia e la Polinesia Pietre preziose- esclusivamente “conflict free” NUOVI ENTRATI Marchi già affermati sia interni, sia esterni che potrebbero competere PRODOTTI SOSTITUTIVI Altri prodotti dei diversi marchi, in Italia e anche nel mondo. ACQUIRENTI Clienti con reddito medio/alto e stile di vita classico e moderno

19 RISCHI ED INCERTEZZE Rischi connessi all’incremento dei prezzi delle materie prime nonché ad eventuali difficoltà dell’approvvigionamento delle stesse. Rischi connessi alla posizione dominante dei fornitori nel mercato dei diamanti. Rischi connessi ai punti di vendita non gestiti direttamente dal Gruppo. Rischi connessi all’impiego di manodopera specializzata e all’impiego di manifatture e fornitori esterni. Rischi connessi alla difesa dei diritti di proprietà. Fattori di rischio connessi al settore in cui opera.

20 AZIONARIATO L'azionariato del Gruppo Damiani è sudiviso:

21 DATI ECONOMICI A seguito della quotazione al mercato regolamentato (nel 2007), il Gruppo Damiani ha proceduto: Alla conversione dei bilanci al 31 dicembre 2006, 2005 e 2004, secondo i principi contabili IAS / IFRS; alla chiusura dell’esercizio al 31 marzo. Nel corso dell’esercizio chiuso al 31 marzo 2012 il gruppo Damiani ha realizzato ricavi consolidati pari a 151,6 milioni di euro, un risultato operativo di -7,4 milioni di euro e un risultato netto di Gruppo di -11,9 milioni di Euro. Marchio Damiani ha realizzato oltre la metà dei ricavi sul mercato estero. Al 31 marzo 2012, i ricavi da vendite del gruppo Damiani derivano da: canale wholesale per il 69,4%
e il canale retail per il 30,6% I ricavi da vendite al 31 marzo 2012 scomposti per aree geografiche: Italia71,5%;
Giappone6,4%;
America4,6% e il 17,5%resto del mondo.

22 POSIZIONE FINANZIARIA NETTA
DATI ECONOMICI (mille euro) RICAVI DELLE VENDITE UTILE NETTO 14.238 15.302 4.865 18.268 14.550 11.950 TOTALE ATTIVITÀ PATRIMONIO NETTO 76.430 95.106 86.178 POSIZIONE FINANZIARIA NETTA 47.906 28.427 38.397 39.028 18.497 28.588 NUMERO DIPENDENTI 466 512 649 619 574 573

23 RICAVI DELLE VENDITE

24 RICAVI DELLE VENDITE

25 UTILE NETTO

26 PATRIMONIO NETTO

27 ALCUNI INDICI In % 2007 2008 2009 2010 2011 2012 ROI 2,67 15,67 -8,64 -12,92 -8,81 -6,41 ROS -13,30 15,82 -9,08 -12,55 -7,49 -4,85 ROE 2,14 9,81 -3,67 -16,96 -15,50 -14,01 ROA -1,66 10,46 -5,08 -8,41 -5,34 -4,25 EBITDA/ VENDITE -6,87 17,22 - 4,22 -4,99 -4,1 -5,8%

28 ROI E ROE

29 FONTI https://aida.bvdep.com/

30 DAMIANI AIRIMESEI-MARIN ANISOARA GRECO CARMELO GRECU IRINA CRISTINA


Scaricare ppt "DAMIANI MADE IN ITALY - 1924."

Presentazioni simili


Annunci Google