La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIRITTO DEL LAVORO P IA F ONDAZIONE DI C ULTO E R ELIGIONE C ARD. G. P ANICO Azienda Ospedaliera MASTER I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO IN FUNZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIRITTO DEL LAVORO P IA F ONDAZIONE DI C ULTO E R ELIGIONE C ARD. G. P ANICO Azienda Ospedaliera MASTER I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO IN FUNZIONE."— Transcript della presentazione:

1 DIRITTO DEL LAVORO P IA F ONDAZIONE DI C ULTO E R ELIGIONE C ARD. G. P ANICO Azienda Ospedaliera MASTER I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO IN FUNZIONE DI COORDINAMENTO Sr. Margherita Bramato

2 2 DIRITTO DEL LAVORO Lavoro subordinato Contratto Diritto sindacale Relazioni Agenzia Europea per la Salute e la Sicurezza sul lavoro

3 Sr. Margherita Bramato3 DIRITTO DEL LAVORO È il complesso di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano oltre linteresse economico, anche la libertà, la dignità e la personalità del lavoratore. È costituito da : Norme di diritto privato (contratto) Norme di diritto pubblico (legislazione sociale) Norme di diritto sindacale (associazioni rappresentative del lavoratori e del datore di lavoro).

4 Sr. Margherita Bramato4 OGGETTO E FINALITÀ LOGGETTO specifico è la disciplina della giuridica relazione tra datore di lavoro e lavoratore che trova la sua fonte in un contratto Il FINE del diritto del lavoro è quello di attenuare gli effetti deleteri della subordinazione ( garanzia ) specie quelli che minano la libertà, la dignità e la sicurezza del prestatore di lavoro.

5 Sr. Margherita Bramato5 TENDENZE ATTUALI Anni 60/70, superata limpostazione protettiva del lavoratore - contraente debole, il problema maggiore consisteva nellaffermare leffettività introaziendale dei principi individuali e collettivi con conseguenti limitazioni dei poteri datoriali.

6 Sr. Margherita Bramato6 TENDENZE ATTUALI Oggi la forte innovazione tecnologica ha ridimensionato categorie professionali di bassa qualificazione Creazione di vari tipi di lavoro: parasubordinato, cooperativo, associato, telelavoro mobile. Flessibilità del lavoro ( part-time, contratti formazione lavoro, privatizzazione del pubblico impiego).

7 Sr. Margherita Bramato7 FONTI DEL DIRITTO DEL LAVORO Fonti internazionali (trattati internazionali) Fonti statuali (Costituzione) Fonti contrattuali e/o sindacali (contratto individuale e collettivo)

8 Sr. Margherita Bramato8 LAVORO SUBORDINATO Lart del CC qualifica prestatore di lavoro subordinato colui che si obbliga mediante retribuzione a collaborare nellimpresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dellimprenditore

9 Sr. Margherita Bramato9 COLLABORAZIONE Partecipazione allattività lavorativa Continuità ideale della disponibilità delle energie lavorative messe a servizio del datore di lavoro Inserimento del lavoratore nellorganizzazione produttiva

10 Sr. Margherita Bramato10 SUBORDINAZIONE Sottoposizione del lavoratore alle direttive del datore di lavoro o di superiori gerarchici. Assenza di ogni tipo di rischio per il lavoratore, che ricade sul datore di lavoro ( rischio economico, responsabilità verso terzi per danni causati dal lavoratore) o sugli istituti assicurativi

11 Sr. Margherita Bramato11 Lavoro autonomo Lavoro subordinato PosizioneautonomaSubordinato Prestazione Risultato finale Energie lavorative Organizzaz. Studio professionale Rischio A carico lav. autonomo esonerato Corrispett. In relazione al risultato finale retribuzione

12 Sr. Margherita Bramato12 LAVORO SUBORDINATO: INDICI Losservanza di un orario di lavoro Lassenza del rischio La natura della prestazione La continuità della prestazione La predeterminatezza della retribuzione Linserimento del lavoratore nellorganizzazione produttiva

13 LAVORO GRATUITO La legge quadro sul volontariato n°266/91, definisce lattività di volontariato come prestata in modo personale spontaneo e gratuito tramite lorganizzazione di cui il volontario fa parte, senza scopo di lucro anche indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà.

14 COSTITUZIONE RAPPORTO LAVORO -Il rapporto di lavoro subordinato è costituito dallincontro di volontà tra il datore di lavoro ed il prestatore di lavoro. - Art e ss. non dà indicazione sullorigine del rapporto di lavoro. - Art cc. dà la definizione di prestatore di lavoro subordinato ma tace sul contratto di assunzione. - Art cc. dà una definizione del contratto dopera, riguardante il lavoro autonomo.

15 Sr. Margherita Bramato15 CONTRATTO DI LAVORO Il contratto di lavoro è instaurato tra soggetti che devono presentare i seguenti requisiti: 1.Capacità giuridica 1.Capacità giuridica ( soggetti titolari di diritti e obblighi). per il datore di lavoro: si acquista con la nascita per le persone fisiche, riconoscimento della personalità giuridica per gli Enti. per il prestatore di lavoro : requisiti di età, che rappresenta lattitudine a prestare il proprio lavoro.

16 Sr. Margherita Bramato16 CONTRATTO DI LAVORO 2.Capacità di agire: - è lattitudine a compiere atti di volontà che modificano la situazione giuridica. - nel diritto del lavoro è la capacità di stipulare contratto di lavoro e di esercitare i diritti e le azioni che ne discendono.

17 Sr. Margherita Bramato17 REQUISITI DEL CONTRATTO La volontà La forma La causa Loggetto Il difetto di anche uno solo di questi elementi determina la nullità del contratto.

18 Sr. Margherita Bramato18 LA VOLONTÀ Il contratto di lavoro si costituisce mediante laccordo delle volontà dei contraenti. Lautonomia delle parti trova molteplici limiti nella tutela del contraente debole, per cui la proposta del datore di lavoro deve tener conto delle clausole previste nei contratti collettivi di categoria. Altri vincoli sono imposti dalla disciplina del collocamento.

19 LA FORMA Generalmente è libera Per legge è richiesta la forma scritta per particolari contratti o per alcune clausole che modificano il contenuto contrattuale: - Contratto formazione lavoro - Contratto a tempo determinato - Determinazione del periodo di prova - Lettera di assunzione sottoscritta per accettazione del lavoratore

20 Sr. Margherita Bramato20 LA CAUSA E la funzione economica e sociale che il contratto deve realizzare La causa del contratto di lavoro si identifica nello scambio tra lavoro e retribuzione.

21 Sr. Margherita Bramato21 LOGGETTO E costituito tanto dalla prestazione di lavoro quanto dalla retribuzione. La prestazione deve essere : - lecita ( non contraria alla legge ) - possibile ( se impossibile il contratto è nullo ) - determinato o determinabile ( il contenuto delle prestazioni è specificato nella lettera di assunzione)

22 Sr. Margherita Bramato22 CONTRATTO A TERMINE E il contratto nel quale, contestualmente alla costituzione del rapporto, viene apposto un termine finale La durata del rapporto risulta prefissata dalla volontà delle parti, e ciò comporta che alla scadenza del termine il rapporto cessa automaticamente, senza necessità di recesso unilaterale.

23 Sr. Margherita Bramato23 PUBBLICO IMPIEGO Il rapporto di pubblico impiego è una relazione che intercorre tra lo Stato o un Ente pubblico e un soggetto privato. Privatizzazione ( D.lgs. N.29 /93 ) - la privatizzazione del P.I. consiste nella estensione delle norme di diritto privato al rapporto di P.I. e della diretta applicazione della disciplina della contrattazione collettiva.

24 Sr. Margherita Bramato24 NORMATIVA L. 421/92 D. lgs 29/93 integrato da D.lgs 247/93, 470/93, 596/93 e dalla legge 273/95 Legge 59/97 ( Bassanini) ha conferito al Governo la delega di emanare entro il ulteriori disposizioni integrative e correttive del Dlgs 29/93 A tuttoggi sono stati emanati: Dlgs 396/97 ( contrattazione collettiva ) Dlgs 80 /98 ( riorganizzazione rapporto di lavoro e di giurisdizione nelle controversie di lavoro) Dlgs.387/98 165/2001

25 Sr. Margherita Bramato25 DISCIPLINA PUBBLICO IMPIEGO Assunzione Contrattazione collettiva Agenzia per la rappresentanza negoziale Dirigenti Svolgimento del rapporto di lavoro Tutela processuale

26 ASSUNZIONE Lart. 36 del Dlgs. 29/93 come modificato dal Dlgs. 80/98 Stabilisce che lassunzione nella P.A. avviene: - mediante procedure selettive volte ad accertare la professionalità, la garanzia allaccesso dallesterno, luniformità ad alcuni principi: pubblicità, imparzialità, economicità, trasparenza, oggettività e celerità di espletamento. - mediante avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento ( per i profili e le qualifiche il cui requisito è la scuola dobbligo) -mediante assunzione obbligatoria dei soggetti appartenenti a categoria protette.

27 Sr. Margherita Bramato27 CONTRATTAZIONE COLLETTIVA La nuova normativa sulla contrattazione è il punto più qualificante della riforma nel P.I. Si persegue lobiettivo generale di armonizzare le regole sul P.I. con quelle del lavoro privato. Legge quadro n° 93/83 prevedeva la recezione dellaccordo mediante apposito decreto presidenziale; Il d.lgs 29/93 abolisce il sistema della recezione dei contratti ed attribuisce agli stessi il ruolo di fonte diretta e primaria di regolamentazione del rapporto di lavoro.

28 Sr. Margherita Bramato28 LIVELLI DI CONTRATTAZIONE Lart. 45 del D.lgs 29/93 come modificato dallart. 1 del D.lgs 396/97 stabilisce che la contrattazione collettiva si sviluppa su due livelli: 1. Contratti nazionali collettivi di comparto (ARAN- OOSS) 2. Contratti integrativi

29 Sr. Margherita Bramato29 Aran (agenzia per la rappresentanza negoziale) È un organismo dotato di personalità giuridica, nonché di autonomia organizzativa e contabile, che ha il compito di rappresentare le pubbliche amministrazioni in tutte le trattative sindacali a livello nazionale.

30 Sr. Margherita Bramato30 IL DIRIGENTE Il D.lgs 29/93 e 80/98 ha designato una nuova figura di dirigente nella P.A., anchessa completamente privatizzata, con compiti di gestione finanziaria, tecnica e Amministrativa, la cui funzione è quella di attuare programmi, realizzare obiettivi prefissati con responsabilità e autonomia tecnico-amministrativa.

31 Sr. Margherita Bramato31 STRUTTURA E SVOLGIMENTO DEL RAPPORTO LAVORO Il rapporto di lavoro è disciplinato dal Tit.V. del CC ( art ). La legge 300/70 (Statuto dei lavoratori) si applica alla P.A., a prescindere dal numero dei dipendenti. Obblighi: -della diligenza : lart.2104 cc recita il lavoratore deve usare la diligenza richiesta dalla natura della prestazione, dallinteresse dellimpresa e da quello superiore della produzione nazionale. -dell obbedienza : il lavoratore deve osservare le disposizioni per lesecuzione e la disciplina del lavoro -della fedeltà: divieto a carico del lavoratore di trattare in concorrenza con lazienda e divulgare notizie organizzative e di produzione in modo da recare danno e pregiudizio.

32 Sr. Margherita Bramato32 ECCEZIONI 1. Procedure concorsuali per le assunzioni 2. Mansioni: - per le quali è stato assunto - equivalenti nellambito della classificazione professionale prevista dai contratti collettivi - corrispondenti alla qualifica superiore acquisita per effetto di sviluppo professionale o di procedure concorsuali 3. Mobilità: - passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse ( consenso a tre ) - mobilità collettiva ( eccedenza di personale )

33 Sr. Margherita Bramato33 TUTELA PROCESSUALE Il D.lgs 29/93, 80/98 e 387/98 ha devoluto al giudice ordinario, in funzione del giudice del lavoro tutte le controversie relative al rapporto di lavoro, ai comportamenti antisindacali, alle procedure di contrattazione collettiva.

34 ESTINZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO 1. Scadenza del termine 2. Recesso volontario ( recesso ad nutum ) 3. Licenziamento per giusta causa e giustificato motivo 4. Per risoluzione legale ( morte invalidità assoluta arresto o detenzione).


Scaricare ppt "DIRITTO DEL LAVORO P IA F ONDAZIONE DI C ULTO E R ELIGIONE C ARD. G. P ANICO Azienda Ospedaliera MASTER I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO IN FUNZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google