La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© asecos 2006 Stoccaggio e uso di liquidi infiammabili - seminario sperimentale - Giosuè Pintagro asecos GmbH, Gründau.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© asecos 2006 Stoccaggio e uso di liquidi infiammabili - seminario sperimentale - Giosuè Pintagro asecos GmbH, Gründau."— Transcript della presentazione:

1 © asecos 2006 Stoccaggio e uso di liquidi infiammabili - seminario sperimentale - Giosuè Pintagro asecos GmbH, Gründau

2 © asecos 2006 Ritratto asecos security and ecology = asecos Società innovativa con 5 società proprie: nei Paesi Bassi, in Francia, in Spagna, in Gran Bretagna e in Italia Leader sul mercato Europeo nella produzione darmadi di sicurezza

3 © asecos 2006 Prodotti asecos offre soluzioni multifunzionali per lo stoccaggio conforme al regolamento di sostanze pericolose Armadi di sicurezzaArmadi per bombole di gas Cappe aspiranti Vasche di raccoltaManeggioAssorbenti

4 © asecos 2006 Armadi di sicurezza

5 © asecos 2006 Armadi per fusti

6 © asecos 2006 Armadi per bombole di gas

7 © asecos 2006 Base del regolamento Seminario sperimentale EN Parte 1 Armadi di sicurezza EN Parte 2 Armadi per bombole di gas Panoramico

8 © asecos 2006 Il concetto sostanze pericolose… viene usato nel campo della legge di prodotti chimici e nel decreto per sostanze pericolose le materie prime, prodotti o anche materie rimanenti per lo stoccaggio gli attributi sono significativi TossicoIrritanteCorrosivo Estremamente infiammabile Nocivo per lambiente

9 © asecos 2006 Grafica – Trasporto di sostanze pericolose Sostanze pericolose sulle strade (GGVS) Sostanze, che vengono trasportate, si devono anche stoccare.

10 © asecos 2006 Definizione - Immagazzinare e magazzino Immagazzinare... oltre il fabbisogno giornaliero... più lungo di 24 ore (TRGS 514/TRGS 515) Magazzino Un magazzino è un stabile, una camera in un edificio o un area allesterno, che è stata stabilita per stoccare (...) delle sostanze. (TRGS)

11 © asecos 2006 Definizione – Stoccaggio illecito Stoccaggio è illecito –tra passaggi, –in trombi di scale, –in corridoi, –nellambiente di lavoro, –in entrate e uscite Particolarità liquidi infiammabili (...) possono essere stoccati nellambiente di lavoro, a meno che viene garantito la protezione delloperaio e vengono utilizzati arredi particolari, che corrispondono al progresso tecnico. (per esempio FWF90-Armadi di sicurezza secondo TRbF 20 Allegato L)

12 © asecos 2006 Viene osservato il regolamento?

13 © asecos 2006 Viene osservato il regolamento?

14 © asecos 2006 Viene osservato il regolamento?

15 © asecos 2006 Viene osservato il regolamento?

16 © asecos 2006 Da noi non succede niente! Lei è assolutamente sicuro? Lo stoccaggio decentrale di sostanze pericolose aumenta.... di conseguenza aumentano i pericoli derivanti.

17 © asecos 2006 Un laboratorio bello…

18 © asecos 2006 Un paio di settimane dopo… un studente non autorizzato ha fatto un esperimento

19 © asecos 2006 Triangolo del fuoco Ossigeno Origine dellinnesco Sostanze infiammabili EX Innesco: Scintilla meccanica Scintilla elettrica Reazione chimica Carica elettrostatica Superfici molto calde Fiamme libere Sostanze infiammabili: Gas Liquidi Solidi 4. Condizione: Relazione di quantità

20 © asecos 2006 Infiammabilità = La temperatura, con la quale i vapori di un liquido infiammabile, in contatto con laria, crea una miscela infiammante (sotto pressione normale)

21 © asecos 2006 Autocombustione vapori

22 © asecos 2006 Classe di pericolosità di liquidi infiammabili Liquidi estremamente infiammabili punto di infiammabilità < 0 °C Liquidi altamente infiammabili punto di infiammabilità < 21 °C Liquidi infiammabili punto di infiammabilità 21 °C und 55 °C Sostanze pericolose al di sopra di 55 °C non vengono più considerate! Gli Alcolici, sul posto di lavoro, non vengono classificati come pericolo!

23 © asecos 2006 Classi di pericolosità – Esempi altamente infiammabile (in °C)InfiammabilitàAutocombustione Benzolo Etanolo< Acido acetico Etere di petrolio Solfuro di carbonio-3095 Acetone<

24 © asecos 2006 Classi di pericolosità – Esempi Facilmente infiammabile, infiammabilie (in °C)InfiammabilitàAutocombustione Petrolio21-55ca. 260 Propilbenzene30450 Diossano11245 Xilolo30460 Metanolo11455 Etanolo12425 Toluolo4 480

25 © asecos 2006 Classi di pericolosità – Esempi senza classificazione (prima AIII) (in °C)InfiammabilitàAutocombustione Gasolio55ca. 220 Olio combustibile> Nitrobenzene88480 Cimene47436

26 © asecos 2006 Triangolo del fuoco Ossigeno Origine dellinnesco Sostanze infiammabili EX Innesco: Scintilla meccanica Scintilla elettrica Reazione chimica Carica elettrostatica Superfici molto calde Fiamme libere Sostanze infiammabili: Gas Liquidi Solidi 4. Condizione: Relazione di quantità

27 © asecos 2006 Limiti desplosioni

28 © asecos 2006 Esempi classici di liquidi infiammabili 4 gocce di liquido infiammabile possono evaporare a 500 ml di miscela infiammabile 500 ml

29 © asecos 2006 Esempi classici di liquidi infiammabili 1 bicchierino di liquore di un liquido infiammabile può evaporare ad un fusto di 200 l di miscela infiammabile 200 l

30 © asecos 2006 Esempi classici di liquidi infiammabili 1 litro di liquido infiammabile può evaporare a 50 fusti da 200 l = l miscela infiammabile

31 © asecos 2006 … e pure succede ogni giorno…

32 © asecos 2006 … e pure succede ogni giorno…

33 © asecos 2006 EN Parte 1 Armadi di sicurezza per sostanze infiammabili

34 © asecos 2006 Leggi in Europa (prima della EN) Leggi Europei Germania DIN e TRbF Paesi Bassi NEN 2678 Richieste: FWF 20 – paragonabile Austria Decreto per liquidi infiammabili Richieste: F90 altri paesi Europei nessuna norma per armadi, decreti e direttive, che descrivano larmadio di sicurezza e il suo utilizzo

35 © asecos 2006 Ambito di competenza della EN Ambito della competenza della EN comprende armadi con un volume interno massimo di 1m³ armadi posizionati liberi armadi fissati ai muri armadi montati su route o rotelle La EN non e valida per magazzini murati magazzini percorribili

36 © asecos 2006 EN Obiettivi di protezione - Definizioni Tempo necessario al personale per abbandonare il locale, sia di quello impiegato dai servizi antincendio per entrare nellambiente di lavoro, prima che i materiali infiammabili conservarti provochino un incendio incontrollabile Aspirazione tecnica degli armadi di sicurezza Laspirazione deve eseguire direttamente al di sopra della vasca di raccolta Ritenzione di fuoriusciti allinterno dellarmadio (vasca di raccolta)

37 © asecos 2006 EN Obiettivi di protezione - Definizioni Principio di aspirazione dellaria negli armadi di sicurezza Misurazioni di un produttore darmadi con il risultato seguente: Flusso dellaria fresca: 40 m³h Flusso dellaria espulsa: 42 m³h Perdita daria: solo ca. 2 m³h (ca. 5 %)

38 © asecos 2006 Classificazione secondo la EN TipoTempo trascorso prima che laumento di temperatura sia superiore da T ai 180 K min Omologazione secondo EN :1999 Allaccio daspirazione Chiusura delle porte automatica 15>15 30>30 60>60 90>90 Un armadio per lo stoccaggio resistente al fuoco deve essere assegnato ad un Tipo [...].

39 © asecos 2006 Richieste di prova per armadi di sicurezza Prova di Tipo Ogni modello e misura darmadio è da sottoporre ad un test in camera a fuoco Richieste di prova Ente indipendente riconoscuito Laumento di temperatura viene misurato allinterno dellarmadio (punti di misurazione nellaria e sulle superfici) per 180 K oltre 15, 30, 60 o 90 minuti I ripiani ed i cassetti devono essere in grado di sostenere il carico specificato dal fabbricante, per tutto il periodo del test nella camera a fuoco

40 © asecos 2006 Test in camera a fuoco secondo EN minimo 100 mm di distanza tra parete posteriore e la parete della camera a fuoco! Riscaldamento approssimativo secondo ETK Camera a fuoco Armadio Bruciatore 100 mm Distanza

41 © asecos 2006 Test in camera a fuoco (EN )

42 © asecos 2006 Test in camera a fuoco (EN ) Lattacco dei cavi di misura Bilancia

43 © asecos 2006 Test in camera a fuoco (EN ) Armadio nella camera a fuoco

44 © asecos 2006 Test in camera a fuoco (EN ) Linterno della camera a fuoco

45 © asecos 2006 EN Documentazione (1) Per ogni modello ed ogni misura darmadio Rapporti di prova da un ente indipendente per le prove sui materiali Prova di osservanza in conformità ai requisiti del regolamento di sicurezza per lattrezzatura e per il regolamento di sicurezza per i prodotti CE dichiarazione di conformità Importante: Solo il rapporto di un ente indipendente riconosciuto e un attestazione di un test a camera fuoco, garantisce un test superato con successo! Importante: Solo il rapporto di un ente indipendente riconosciuto e un attestazione di un test a camera fuoco, garantisce un test superato con successo!

46 © asecos 2006 EN Documentazione Significa uso in conformità al regolamento sicurezza per lutente Identificazione chiara dei documenti ad ogni armadio di sicurezza

47 © asecos 2006 Certificati Qualità con sigillo deccellenza

48 © asecos 2006 PEGASUS – genialmente semplice, semplicemente geniale 60% meno dispendio di forze Armadio con porte a battente asincronizati (=AGT) con un sistema a binario innovativo Aprire due porte con una mano – con lo stesso dispendio di forze Sistema di chiusura delle porte automatica (=TSA) senza elettricità >> >>

49 © asecos 2006 Vol. 2 – risparmia 60% di lavoro Risparmia 60% di lavoro Armadio con porte a soffietto asincronizzati (=AGT) con un sistema a binario innovativo Aprire due porte con una mano – con lo stesso dispendio di forze Sistema di chiusura delle porte automatico entro 60 secondi (=TSA)

50 © asecos 2006 EN Parte 2 Armadi di sicurezza per bombole di gas

51 © asecos 2006 EN >>> Obiettivi di protezione: … Il personale deve poter abbandonare ledificio senza correre rischio personale. … Il posto di lavoro deve essere raggiungibile per il pronto soccorso ed i vigili del fuoco, prima che le bombole di gas siano instabile. >>> Laumento della temperatura massimo consentito sulle valvole delle bombole (max. 50 K dopo 15, 30, 60 o 90 minuti) >>> Strategia conseguente delle 4 classe come nella EN divisione in 4 classe di Tipo G15, G30, G60 e G90 >>> Condizioni di prova precisati >>> Ogni modello darmadio ed ogni misura e da sottoporre ad un test in camera a fuoco (prova di Tipo)

52 © asecos 2006 Criteri di prova EN >>> Prova realistica >>> Punto di misura al punto più critico, tra la valvola e la bombola

53 © asecos 2006 Perché G90 come progresso tecnico? >>> Adempie le richieste ai magazzini >>> Permette la disponibilità, il prelievo E lo stoccaggio da/di bombole di gas direttamente nellambiente di lavoro >>> Possibilità di posizionamento in settori critici (per esempio in corridoi, in dipendenza della larghezza dei usciti demergenza) >>> Offre il massimo di sicurezza per la bombola contro un riscaldamento critico di (max. 50 K dopo 90 minuti sulle valvole della bombola) >>> Lo stesso livello di protezione nello stoccaggio di bombole di gas come viene usato nello stoccaggio di solventi

54 © asecos 2006 EN – Pubblicazione e validità >>> EN sostituisce la DIN >>> Pubblicazione al 02/2007 >>> Fase di transizione: 6 mesi, fino a 06/2007

55 © asecos 2006 EN – Veröffentlichung und Inkrafttreten >>> Produttori darmadi per bombole di gas devono sottoporre nuovamente ogni modello darmadio ad un test secondo le richieste della EN >>> Lutente è responsabile, di richiedere la completa documentazione immatricolata >>> In futuro anche per gli armadi di bombole di gas la resistenza di 90 minuti al fuoco diventerà il progresso tecnico!

56 © asecos 2006 EN e asecos Documentazione immatricolata completa di asecos >>> Rapporti di prova da enti indipendenti riconosciuti Importante: Solo il rapporto di un ente indipendente riconosciuto è un attestazione di un test a camera a fuoco, garantisce un test superato con successo! >>> Certificato di prova in conformità ai requisiti del regolamento di sicurezza per lattrezzatura >>> Dichiarazione di conformità del produttore - CE Questo significa >>> Utilizzo conforme al regolamento >>> Massima sicurezza dellutente >>> Identificazione chiara della documentazione per ogni modello darmadio Questo significa >>> Utilizzo conforme al regolamento >>> Massima sicurezza dellutente >>> Identificazione chiara della documentazione per ogni modello darmadio

57 © asecos 2006 G90 – Rapporto di prova secondo la prEN

58 © asecos 2006 La ringraziamo per la sua attenzione... Giosuè Pintagro asecos GmbH, Gründau


Scaricare ppt "© asecos 2006 Stoccaggio e uso di liquidi infiammabili - seminario sperimentale - Giosuè Pintagro asecos GmbH, Gründau."

Presentazioni simili


Annunci Google