La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO AUTONOME PROVINZ BOZEN.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO AUTONOME PROVINZ BOZEN."— Transcript della presentazione:

1 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO AUTONOME PROVINZ BOZEN

2 ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI Andrea e Pietro Delai BOLZANO-BOZEN

3 MUSEO DARTE MODERNA MUSEUM FUR MODERNE KUNST GRUPPO: Bassetto Devis Beggio Marco Bonadio Elisa

4 Il lotto messo a disposizione per la realizzazione del nuovo Museo darte Moderna di Bolzano è sito allincrocio tra via Dante e via Rosmini dove oggi sorge un parcheggio auto. Il lotto è circondato sul lato nord da edifici, sul lato sud da un nuovo condominio di recente costruzione, sul lato ovest dai prati del Talvera e sul lato est da via Dante. Il terreno presenta un dislivello di circa 2 m verso i prati del Talvera. Il bando di concorso mette inoltre a disposizione del progettista delle aree, di proprietà non ancora della Provincia, che possono essere usate, ma che attualmente sono occupate da un insieme di costruzioni edificate negli anni 30 che si presentano allo stato di rudere, il loro stato di conservazione è scadente e necessitano di un radicale intervento di ristrutturazione.

5 1.TECNOLOGIA: Piante Prospetti Sezioni 2. COSTRUZIONI: Particolare scala Particolare trave 3.IMPIANTI: Impianto antincendio 4. TOPOGRAFIA: Integrazione grafica INDICE:

6 TECNOLOGIA PIANTE SEZIONI PROSPETTI

7 Piano terra Schema statico piano terra

8 Primo piano intermedio Schema statico

9 Primo piano Secondo piano intermedio

10 Secondo piano Terzo piano Biblioteca +18m Ristorante +18m Terrazza +15m

11 Sezione A- A Terrazza Superficie finestrata- biblioteca Interrato

12 +15m + 18m - 3m SEZIONE B-B

13 PROSPETTO LATO EST Fotografia di una parte della nostra città riprodotta sullintonaco e protetta da una sottile lamina trasparente Muratura a vista Plexiglas azzurro

14 PROSPETTO LATO SUD Plexiglas azzurro Muratura a vista

15 PROSPETTO LATO NORD Terrazza posta a +15m Terrazza posta a +18m

16 PROSPETTO LATO OVEST

17 COSTRUZIONI Particolare scala Particolare trave

18 DIMENSIONAMENTO SCALA

19 Individuazione della scala

20 SCHEMA STRUTTURALE DELLA SCALA

21

22 ANALISI DEI CARICHI SULLA RAMPA Peso proprio del gradino Rivestimento superiore in marmo Peso soletta in C.A. Intonaco inferiore INCLINAZIONE SCALINO ANALISI DEI CARICHI SUI PIANEROTTOLI Peso soletta Rivestimento in marmo Intonaco LE MASSIME SOLLECITAZIONI RISULTANO IN CONDIZIONE DI INCASTRO

23 Schema statico n°1 Schema statico generale Schema statico n°2

24 SCHEMA TAGLIO SCHEMA MOMENTO

25 SCHEMA CON SCALA INCASTRATA

26 DIMENSIONAMENTO TRAVE RETICOLARE

27 POSIZIONE IN PIANTA DELLE TRAVI RETICOLARI LAMELLARI

28 SCHEMA TRAVE RETICOLARE

29 N° nodi X(cm)Y(cm)Fx(kg)Fy(kg) COORDINATE NODI CARICHI Numero nodi= 13

30 N° aste inizfinetipoArea cmq Rag (cm) L (cm) ang 112Legn o ° 223Legn o ° 313Legn o ° 414Legn o ° 534Legn o ° 635Legn o ° 754Legn o ° 846Legn o ° 956Legn o ° 1057Legn o ° 1167Leg no ° 1268Leg no ° 1378Leg no ° 1479Leg no ° 1589Leg no ° 16810Leg no ° 17910Leg no ° 18911Leg no ° Leg no ° Leg no ° Leg no ° Leg no ° Leg no ° Caratteristiche ed incidenza aste

31 N°aste Sforzi(kg) Sollecitazione sulle aste Numero aste =23

32 RISOLUZIONE GRAFICA Lasta numero 2 e 22 risultano scariche Puntoni

33 DIMENSIONAMENTO DELLA RETE ANTINCENDIO

34 Schema distributivo di un piano intero Schema distributivo ultimo piano Servito dalle due colonne A e B Servito dalla sola colonna montante B

35 Lunghezza=81 m Schema delle due colonne montanti

36 Schema di distribuzione della rete degli sprinkler dellultimo piano del museo (ristorante biblioteca) Lunghezza 81m Lunghezza 48.1m Per il dimensionamento si tengono in considerazione i sette erogatori più sfavoriti

37 CAPACITA DI DEFLUSSO Il D.M. 19/08/1996 riguardante i locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo richiede i seguenti valori di capacità di deflusso: - 50 per il piano terra con pavimento a quota compresa tra più o meno 1m rispetto al piano di riferimento; per i locali con pavimento a quota compresa tra più o meno 7.5m rispetto al piano di riferimento per i locali con pavimento a quota al di sopra o al di sotto di 7.5m rispetto al piano di riferimento. DENSITA DI AFFOLLAMENTO Secondo la norma per locali adibiti ad esposizione, mostre,gallerie il valore della capacità di deflusso è di 0.4 persona/mq, mentre per le autorimesse non sorvegliate è di 0.1persona/mq MASSIMO AFFOLLAMENTO IPOTIZZABILE: Si ottiene con il prodotto della densità di affollamento per la superficie lorda del compartimento.( = D.affol.* sup lorda) piano intero = 0.4 *1600= 640 persone piano intermedio = 0.4 *525= 210 persone piano ultimo biblioteca = 0.4* 435= 174 persone piano ultimo ristorante = 0.4* 370= 148 persone TOTALE AFFOLLAMENTO = 640*3+210* = 2662 PERSONECAPACITA DI DEFLUSSO Il D.M. 19/08/1996 riguardante i locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo richiede i seguenti valori di capacità di deflusso: - 50 per il piano terra con pavimento a quota compresa tra più o meno 1m rispetto al piano di riferimento; per i locali con pavimento a quota compresa tra più o meno 7.5m rispetto al piano di riferimento per i locali con pavimento a quota al di sopra o al di sotto di 7.5m rispetto al piano di riferimento. DENSITA DI AFFOLLAMENTO Secondo la norma per locali adibiti ad esposizione, mostre,gallerie il valore della capacità di deflusso è di 0.4 persona/mq, mentre per le autorimesse non sorvegliate è di 0.1persona/mq MASSIMO AFFOLLAMENTO IPOTIZZABILE: Si ottiene con il prodotto della densità di affollamento per la superficie lorda del compartimento.( = D.affol.* sup lorda) piano intero = 0.4 *1600= 640 persone piano intermedio = 0.4 *525= 210 persone piano ultimo biblioteca = 0.4* 435= 174 persone piano ultimo ristorante = 0.4* 370= 148 persone TOTALE AFFOLLAMENTO = 640*3+210* = 2662 PERSONE

38 TRATT O PORTATA EFFETTIVA l/h PORTAT A TEORICA l/h VELOCIT à m/s DIAMETR I mm LUNGHEZZA m RESISTENZE DISTRIBUITE RESISTENZE ACCIDENTALI RESISTENZE TOTALI mm RR*L εnεn Zn*Z colonna- B A-B B-C C-D D-E E-F * Z= V*V / 2*g le perdite di carico in tale tratto dovranno tenere conto del percorso della tubazione che nel punto E scende di tre metri mentre nel punto F risale di tre metri: distribuite = 6m (discesa e salita) * (tratto planimetrico EF) *12=262.8mm localizzate : quattro curve da 90° = 6 mm ca

39 F-G G-H H-I I-L L-M M-N N-O O-P RESISTENZE TOTALI DISTRIBUITE TRATTO COLONNA B PUNTO P PARI A mm ca = 1m ca

40 TOPOGRAFIA: INTEGRAZIONE GRAFICA

41 Blocco A Blocco B Blocco C INTEGRAZIONE


Scaricare ppt "PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO AUTONOME PROVINZ BOZEN."

Presentazioni simili


Annunci Google