La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni."— Transcript della presentazione:

1 1 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

2 PERCEPIRE GLI ALTRI 1. Formazione di Impressioni 2. Utilizzo di schemi ed euristiche 3. Attribuzione Causale Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 2

3 SCHEMI Schemi = strutture cognitive che rappresentano un oggetto di conoscenza, includendo i suoi attributi e i loro legami. Influenzano : - la codifica delle informazioni nuove, - il ricordo di informazioni già acquisite - le inferenze relative ai dati mancanti Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 3

4 Secondo il modello di individuo come tattico motivato, le persone utilizzano due tipi di processi di conoscenza, a seconda degli scopi che perseguono: 1. Processi di conoscenza top-down (o schema-driven): si basano sullesistenza di concetti, conoscenze e teorie presenti in memoria, che sullesistenza di concetti, conoscenze e teorie presenti in memoria, che permettono di trattare stimoli nuovi facendo riferimento a informazioni già possedute Accorciano il lavoro cognitivo, ma possono indurre in errori e distorsioni dovuti allinfluenza di conoscenze già possedute ed abitudini sullinterpretazione delle informazioni 2. Processi bottom-up (o data-driven): si basano sui dati della situazione in atto raccolti tramite la percezione. Sono più accurati, ma in quanto si centrano su ogni singolo elemento di informazione dispendiosi sul piano temporale informazione dispendiosi sul piano temporale Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 4

5 Schemi sociali Schemi di persona Contengono le informazioni utilizzate per descrivere le persone in base a tratti di personalità (simpatico, aggressivo) o altre caratteristiche che le distinguono (studente) Inducono aspettative che influenzano il ricordo di azioni e la comprensione di nuove informazioni (Zadny e Gerard, 1974) Schemi di sé Contengono le informazioni relative a se stessi. La descrizione di sé è organizzata intorno ad alcuni tratti centrali; le informazioni relative a questi tratti sono intorno ad alcuni tratti centrali; le informazioni relative a questi tratti sono elaborate più velocemente rispetto alle informazioni relative a dimensioni meno importanti o aschematiche (Markus, 1977) Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 5

6 Schemi sociali Schemi di ruolo Organizzano le conoscenze relative ai comportamenti attesi da una persona che occupa una determinata posizione nella struttura sociale. Esistono ruoli acquisiti tramite limpegno (ad es., medico, professore) e ruoli ascritti, come il genere sessuale o la razza Schemi di eventi Includono conoscenze relative alle sequenze di azioni appropriate in un determinato contesto, comprese le aspettative sul modo in cui si comporteranno gli altri Esempio: le persone conoscono il copione di comportamento da seguire al ristorante, ed hanno aspettative precise rispetto al comportamento del cameriere ed alle regole da seguire Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 6

7 PERCEPIRE GLI ALTRI Nel processo di formazione di impressione impieghiamo delle scorciatoie cognitive che, in caso di informazioni limitate, ci conducono a giudizi accettabili ma non necessariamente accurati né ottimali Euristiche della disponibilità Euristiche della disponibilità Euristiche della rappresentatività Euristiche della rappresentatività Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche del pensiero controfattuale Euristiche del pensiero controfattuale Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 7

8 PERCEPIRE GLI ALTRI Euristiche della disponibilità Euristiche della rappresentatività Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche del pensiero controfattuale Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 8

9 Euristica della disponibilità E utilizzata per valutare la frequenza o probabilità di un determinato evento: si basa sulla facilità e rapidità con cui vengono in mente esempi che fanno riferimento alla categoria del giudizio in questione ( es. ci sono molti vegetariani ? se trovo molti esempi nella mia mente dico che ci sono molti vegetariani ) Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 9

10 Euristica della disponibilità In molti casi si producono risposte corrette ( se ci vengono in mente molti esempi è probabile che anche nella realtà la categoria a cui ci riferiamo sia numerosa ) tuttavia ci sono fattori che aumentano o diminuiscono la disponibilità di essere in memoria ( es. se sono vegetariano conosco più esempi di persone vegetariane ) Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 10

11 Euristica della disponibilità Quanti sono i morti per omicidio? Quanti sono i morti di tumore allo stomaco? Il numero di morti per omicidio viene ritenuto superiore al numero di morti per tumore allo stomaco, benché queste ultime siano superiori di ben 17 volte I morti per omicidio sono più salienti (eco dovuto alla presenza dei mass media ) per cui si ha un recupero facilitato Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 11

12 PERCEPIRE GLI ALTRI Euristiche della disponibilità Euristiche della rappresentatività Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche del pensiero controfattuale Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni 12

13 Euristica della rappresentatività Lemissione di un giudizio probabilistico in situazioni di incertezza, cioè senza informazioni esaustive e altamente diagnostiche, privilegia la somiglianza con un caso tipico piuttosto che la probabilità di base, cioè il fatto che nellinsieme generale alcuni eventi sono più probabili di altri. 13 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

14 Euristica della rappresentatività TVERSKY e KAHNEMAN (1974 ).. Steve è timido, sempre pronto ad aiutare gli altri, poco interessato al mondo. tranquillo e remissivo, ha bisogno che tutto sia chiaro ed ha una passione per i dettagli.. 14 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

15 Euristica della rappresentatività I rispondenti dovevano indovinare la professione tra una serie di possibili opzioni. Lelenco fornito includeva professioni quali lartista, il pilota,il bibliotecario, loperaio, il trapezista. La maggior parte rispondeva che Steve era un bibliotecario 15 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

16 Euristica della rappresentatività I partecipanti hanno confrontato la descrizione di Steve con la rappresentazione prototipica delle categorie di lavoro Hanno percepito maggior somiglianza tra Steve e il prototipo del Bibliotecario Hanno percepito maggior somiglianza tra Steve e il prototipo del Bibliotecario Hanno giudicato più probabile che Steve fosse un bibliotecario Hanno giudicato più probabile che Steve fosse un bibliotecario Non hanno tenuto conto della probabilità di base: ci sono molti più operai che bibliotecari Non hanno tenuto conto della probabilità di base: ci sono molti più operai che bibliotecari 16 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

17 Euristica della rappresentatività Lelemento chiave che guida i giudizi è semplicemente la somiglianza con il caso tipico, senza la considerazione di quanto questo caso tipico sia effettivamente diffuso Lincapacità di tener in considerazione la probabilità di base è dimostrata dal Lindas problem (Tversky & Kahneman 1982) ERRORE di CO - OCCORENZA ERRORE di CO - OCCORENZA 17 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

18 Euristica della rappresentatività Linda ha 32 anni, single, indipendente. Ha una laurea in filosofia ed ha svolto una tesi in filosofia politica. E molto sensibile ai temi della giustizia sociale ed ha partecipato a manifestazioni contro il nucleare 18 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

19 Euristica della rappresentatività Quale delle due opzioni è più probabile ? Linda è unimpiegata di banca Linda è unimpiegata di banca Linda è unimpiegata di banca ed è attiva nel movimento per le pari opportunità tra i sessi Linda è unimpiegata di banca ed è attiva nel movimento per le pari opportunità tra i sessi 19 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

20 Euristica della rappresentatività Nel 90% dei casi i partecipanti hanno indicato la seconda opzione 20 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

21 Euristica della rappresentatività Violazione di una regola fondamentale del calcolo probabilistico La co - occorrenza tra due eventi non può essere più probabile di ciascuno dei due eventi presi singolarmente 21 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

22 PERCEPIRE GLI ALTRI Euristiche della disponibilità Euristiche della rappresentatività Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche del pensiero controfattuale 22 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

23 Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Nellemetter un giudizio compiamo delle approssimazioni : - dapprima valutiamo la nostra posizione rispetto ad un punto di riferimento - e poi, a seguito di aggiustamenti, raggiungiamo la decisione finale deriva dalla incapacità di liberarci dalle ancore Il punto di riferimento iniziale rispetto al quale compiamo un giudizio esercita uninfluenza determinante sul nostro giudizio finale ineliminabile anche in presenza di ricompense economiche 23 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

24 Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento * TVERSKY e KAHNEMAN (1973 ) - Chiedono ai partecipanti di indicare se il numero dei paesi africani all ONU è a. Gruppo 1: maggiore o inferiore al 65%? b. Gruppo 2: maggiore o inferiore al 10%? - Successivamente, tutti i partecipanti devono indicare lesatta percentuale di paesi africani allONU LE PERCENTUALI FUNZIONANO COME ANCORE? LE PERCENTUALI FUNZIONANO COME ANCORE? 24 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

25 Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Successivamente, tutti i partecipanti devono indicare lesatta percentuale di paesi africani allONU a. Gruppo 1 (65%): 42 % b. Gruppo 2 (10%): 25 % 25 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

26 Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento le persone fanno fatica a compiere una correzione adeguata ( accomodamento ) rispetto alla percentuale fornita come ancora nella precedente domanda. Il fenomeno è difficilmente eliminabile 26 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

27 Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento GREENBERG ET AL. (1986): - medesimo caso giudiziario (reato di furto) a. Gruppo 1: quale sia il massimo della pena previsto per lo specifico reato b. Gruppo 2: quale sia il minimo della pena previsto per lo specifico reato Le condanne risultano molto più severe quando si è preso come iniziale punto di riferimento il massimo della pena, evidenziando la difficoltà di aggiustare adeguatamente le proprie valutazioni una volta che nel campo psicologico sia stata introdotta unàncora di giudizio. 27 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

28 PERCEPIRE GLI ALTRI Euristiche della disponibilità Euristiche della rappresentatività Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche dellancoraggio e dellaccomodamento Euristiche del pensiero controfattuale Euristiche del pensiero controfattuale 28 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

29 Euristiche pensiero controfattuale linsieme delle riflessioni su come la vita avrebbe potuto essere se certi eventi non si fossero verificati, se certe decisioni non fossero state prese Processo che si svolge attraverso limmaginazione : il passato viene smontato e il futuro ricostruito in un modo che si sarebbe potuto realizzare, ma non è stato. Queste operazioni di simulazione mentale possono influenzare in maniera sostanziale il modo di interpretare gli eventi e le nostre e altrui risposte emozionali Le cose non sarebbero andate così se … 29 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

30 Euristiche pensiero controfattuale Kahneman & Tversky (1982) Mr X e Mr Y dovevano prendere aerei differenti previsti per il medesimo orario A causa dellintenso traffico di New York arrivarono 30 min in ritardo rispetto allorario di partenza A Mr X venne comunicato che il suo aereo era partito in orario A Mr Y venne comunicato che il suo aereo era partito con 20 min di ritardo Chi è più triste? Mr Y Mr Y 30 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni

31 Euristiche pensiero controfattuale Medvec et al. (1995) monitorano le espressioni emotive dei 2 e 3 classificati alle olimpiadi del 1992 Gli argenti erano meno sorridenti che i bronzi Gli argenti erano arrivati più vicini alla vittoria controfattuale sulla perdita Gli argenti erano arrivati più vicini alla vittoria controfattuale sulla perdita I bronzi erano arrivati più vicini alla non vittoria controfattuale sulla vincita I bronzi erano arrivati più vicini alla non vittoria controfattuale sulla vincita 31 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni


Scaricare ppt "1 Corso di Psicologia Dinamica : Le relazioni in gruppo – Dott. Daniele Bisagni."

Presentazioni simili


Annunci Google