La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Detenuti al lavoro: unopportunità per le imprese Dott. Fiammetta Trisi Dirigente Ufficio Detenuti e Trattamento Provveditorato Regionale Abruzzo e Molise.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Detenuti al lavoro: unopportunità per le imprese Dott. Fiammetta Trisi Dirigente Ufficio Detenuti e Trattamento Provveditorato Regionale Abruzzo e Molise."— Transcript della presentazione:

1 Detenuti al lavoro: unopportunità per le imprese Dott. Fiammetta Trisi Dirigente Ufficio Detenuti e Trattamento Provveditorato Regionale Abruzzo e Molise di PESCARA Pescara, gennaio 2011

2 Il lavoro in carcere/1 Il lavoro come elemento del trattamento del detenuto. Il lavoro come elemento del trattamento del detenuto. Il Lavoro interno ed il lavoro allesterno Il Lavoro interno ed il lavoro allesterno Lobbligatorietà del lavoro per i condannati Lobbligatorietà del lavoro per i condannati Il carattere assistenziale Il carattere assistenziale Il soddisfacimento delle esigenze interne dell Amministrazione penitenziaria Il soddisfacimento delle esigenze interne dell Amministrazione penitenziaria

3 Il lavoro in carcere/2 Il lavoro domestico e le lavorazioni penitenziarie: da un sistema efficiente ad un sistema in perdita. Il lavoro domestico e le lavorazioni penitenziarie: da un sistema efficiente ad un sistema in perdita. I motivi della crisi (drastica riduzione degli investimenti, automazione dellindustria esterna, venire meno di professionalità specializzate dipendenti Amministrazione, mancanza di una visione aziendale del sistema lavorativo penitenziario I motivi della crisi (drastica riduzione degli investimenti, automazione dellindustria esterna, venire meno di professionalità specializzate dipendenti Amministrazione, mancanza di una visione aziendale del sistema lavorativo penitenziario Lesperienza degli altri paesi europei Linvestimento per la rinascita (dalla Legge Smuraglia agli ulteriori propositi di riforma- IVA, modifica normativa di contabilità penitenziaria, reinvestimento utili, etc.) Linvestimento per la rinascita (dalla Legge Smuraglia agli ulteriori propositi di riforma- IVA, modifica normativa di contabilità penitenziaria, reinvestimento utili, etc.)

4 I criteri di selezione del lavoratore Le liste interne di collocamento ordinario e speciale (per mestiere)Le liste interne di collocamento ordinario e speciale (per mestiere) La selezione degli operatori con riferimento alle esigenze di sicurezzaLa selezione degli operatori con riferimento alle esigenze di sicurezza Il colloquio selettivo e la valutazione da parte del datore di lavoro privato (motivazione, competenze professionali, etc.)Il colloquio selettivo e la valutazione da parte del datore di lavoro privato (motivazione, competenze professionali, etc.) Limportanza trattamentale dello strumento privatistico e della logica del profittoLimportanza trattamentale dello strumento privatistico e della logica del profitto Il detenuto lavoratore, dentro come fuori,con qualche possibilità in piùIl detenuto lavoratore, dentro come fuori,con qualche possibilità in più

5 Il rapporto di lavoro Rapporto di lavoro identico a quello del lavoro esternoRapporto di lavoro identico a quello del lavoro esterno Possibilità di utilizzare le stesse tipologie contrattuali del lavoro liberoPossibilità di utilizzare le stesse tipologie contrattuali del lavoro libero Lavoro subordinato, lavoro autonomo, contratti a progetto, lavoro a domicilio, etc.Lavoro subordinato, lavoro autonomo, contratti a progetto, lavoro a domicilio, etc. La durata (a tempo determinato/indeterminato, full e part-time, per il periodo della detenzione, etc.)La durata (a tempo determinato/indeterminato, full e part-time, per il periodo della detenzione, etc.)

6 I diritti del detenuto lavoratore Il diritto alla retribuzione (contratto collettivo di categoria)Il diritto alla retribuzione (contratto collettivo di categoria) Il diritto alle ferieIl diritto alle ferie Il diritto ai permessi retribuiti (per colloqui familiari, visite mediche, partecipazione ad udienze)Il diritto ai permessi retribuiti (per colloqui familiari, visite mediche, partecipazione ad udienze) Il diritto allassistenza contributivaIl diritto allassistenza contributiva Il TFRIl TFR La competenza giurisdizionale per le controversie in materia di lavoroLa competenza giurisdizionale per le controversie in materia di lavoro

7 I doveri del detenuto lavoratore Il rispetto dellobbligazione lavorativaIl rispetto dellobbligazione lavorativa Il rispetto delle prescrizioni del datore di lavoroIl rispetto delle prescrizioni del datore di lavoro Il rispetto della normativa antifortunisticaIl rispetto della normativa antifortunistica Il rispetto della normativa penitenziaria (assoggettabilità al regime disciplinare interno)Il rispetto della normativa penitenziaria (assoggettabilità al regime disciplinare interno)

8 Le agevolazioni normative/1 Locali, attrezzature e macchinari, costi di gestione lAmministrazione penitenziaria cede in comodato gratuito i locali (in regola con la normativa sulla sicurezza dei posti di lavoro) e le eventuali attrezzature esistenti;lAmministrazione penitenziaria cede in comodato gratuito i locali (in regola con la normativa sulla sicurezza dei posti di lavoro) e le eventuali attrezzature esistenti; Possono essere impiantate nuove lavorazioni od integrate le attrezzature ed i macchinari esistenti (purché rispondano a possibili utilizzi futuri dellamministrazione)Possono essere impiantate nuove lavorazioni od integrate le attrezzature ed i macchinari esistenti (purché rispondano a possibili utilizzi futuri dellamministrazione) Lazienda è tenuta al rimborso delle spese vive di energia (luce, gas, vapore, etc.) senza ulteriori oneri;Lazienda è tenuta al rimborso delle spese vive di energia (luce, gas, vapore, etc.) senza ulteriori oneri; Lazienda assicura la manutenzione ordinaria dei locali e macchinari ricevuti in comodatoLazienda assicura la manutenzione ordinaria dei locali e macchinari ricevuti in comodato

9 Le agevolazioni normative/2 Lazienda matura un bonus di 516 euro mensili (sotto forma di credito di imposta) per ogni detenuto assunto (anche per il periodo necessario alla formazione);Lazienda matura un bonus di 516 euro mensili (sotto forma di credito di imposta) per ogni detenuto assunto (anche per il periodo necessario alla formazione); gli oneri contributivi sono abbattuti nella misura dell80%; gli oneri contributivi sono abbattuti nella misura dell80%; le agevolazioni proseguono nei sei mesi successivi alla scarcerazione del detenuto se prosegue il rapporto di lavoro allesterno con lo stesso datore di lavoro.le agevolazioni proseguono nei sei mesi successivi alla scarcerazione del detenuto se prosegue il rapporto di lavoro allesterno con lo stesso datore di lavoro.

10 I risparmi/1 I risparmi/1 I risparmi per limpresa sono importanti I risparmi per limpresa sono importanti e facilmente quantificabili: e facilmente quantificabili: risparmi sui costi di affitto o acquisto dei locali e/o capannoni necessari all attività produttiva ed alleventuale stoccaggio merci; risparmi sui costi di affitto o acquisto dei locali e/o capannoni necessari all attività produttiva ed alleventuale stoccaggio merci; risparmi sui costi di acquisto dei macchinari e di manutenzione straordinaria; risparmi sui costi di acquisto dei macchinari e di manutenzione straordinaria; minime, a volte nulle, spese di investimento a carico dellimpresa per iniziare lattività; minime, a volte nulle, spese di investimento a carico dellimpresa per iniziare lattività;

11 I risparmi/2 risparmi sui costi di sorveglianza e assicurazione degli impianti produttivi; risparmi sui costi di sorveglianza e assicurazione degli impianti produttivi; risparmi sulle imposte locali (ICI, smaltimento rifiuti,ecc.); risparmi sulle imposte locali (ICI, smaltimento rifiuti,ecc.); risparmi sui costi per la formazione del personale; risparmi sui costi per la formazione del personale; risparmi sul costo del lavoro risparmi sul costo del lavoro

12 I vantaggi ulteriori del sistema/1 La formazione dei lavoratoriLa formazione dei lavoratori Possibilità di finanziare la fase di formazione professionale nellambito degli ordinari strumenti di finanziamento della formazione professionale in carcerePossibilità di finanziare la fase di formazione professionale nellambito degli ordinari strumenti di finanziamento della formazione professionale in carcere

13 I vantaggi ulteriori del sistema/2 Possibilità di integrare i lavoratori interni con lavoratori esterni (responsabili dei cicli produttivi, responsabili qualità, tecnici, operai, etc.)Possibilità di integrare i lavoratori interni con lavoratori esterni (responsabili dei cicli produttivi, responsabili qualità, tecnici, operai, etc.) Possibilità di sperimentare il lavoratore in vista prosecuzione presso altri rami dellaziendaPossibilità di sperimentare il lavoratore in vista prosecuzione presso altri rami dellazienda

14 I possibili limiti/1 Le esigenze di sicurezza. I controlli sulle persone e sulle cose.Le esigenze di sicurezza. I controlli sulle persone e sulle cose. Lesigenza di verifiche sullassenza di precedenti penali per le persone che accedono in istitutoLesigenza di verifiche sullassenza di precedenti penali per le persone che accedono in istituto Lesigenza di controlli sulle persone e sui mezzi che accedono in istituto e sui controlli dei materiali e manufatti in entrata ed uscita.Lesigenza di controlli sulle persone e sui mezzi che accedono in istituto e sui controlli dei materiali e manufatti in entrata ed uscita.

15 I possibili limiti/2 La presenza di tempi mortiLa presenza di tempi morti Il ridotto orario lavorativoIl ridotto orario lavorativo Le assenze a vario titolo dei detenuti (colloqui con familiari e difensori, udienze, visite mediche, etc.)Le assenze a vario titolo dei detenuti (colloqui con familiari e difensori, udienze, visite mediche, etc.) I problemi connessi alla carenza del personale di polizia addetto alla vigilanza ed al controllo delle attività I problemi connessi alla carenza del personale di polizia addetto alla vigilanza ed al controllo delle attività

16 I possibili limiti/3 La scarsa professionalità dei detenutiLa scarsa professionalità dei detenuti Lelevato turn-over dei detenutiLelevato turn-over dei detenuti I limiti come costi da valutareI limiti come costi da valutare I limiti come costi da abbattereI limiti come costi da abbattere

17 Le soluzioni/1 Selezione dei soggetti da avviare ad attività lavorative (definitivi, fine pena adeguato allattività)Selezione dei soggetti da avviare ad attività lavorative (definitivi, fine pena adeguato allattività) Attività di formazione mirata sulla base delle concrete possibilità di impiego,Attività di formazione mirata sulla base delle concrete possibilità di impiego, Pianificazione e coordinamento delle possibilità formative tra i vari istituti del territorioPianificazione e coordinamento delle possibilità formative tra i vari istituti del territorio

18 Le soluzioni/2 LorganizzazioneLorganizzazione Lorientamento al risultatoLorientamento al risultato

19 Le soluzioni/3 Il carcere costruito intorno allazienda ( e non viceversa).Il carcere costruito intorno allazienda ( e non viceversa). Il vantaggio reciproco e limportanza di un investimento (anche per il carcere)Il vantaggio reciproco e limportanza di un investimento (anche per il carcere) Lattivazione di nuovi meccanismi culturaliLattivazione di nuovi meccanismi culturali Ladozione dei necessari possibili accorgimentiLadozione dei necessari possibili accorgimenti

20 Lattività artigianale ed industriale in carcere per il mercato Una scommessa rischiosa o un serio investimento?

21 Il dato di occupazione dei detenuti in Abruzzo e Molise Il dato aggiornato al 30 giugno 2010 Il dato aggiornato al 30 giugno 2010 Detenuti occupati in carcere: 564 uomini e 8 donne (24 % dei presenti), di cui 437 alle dipendenze dellAmministrazione (101 nelle lavorazioni, 395 nei servizi dIstituto, 24 MOF)Detenuti occupati in carcere: 564 uomini e 8 donne (24 % dei presenti), di cui 437 alle dipendenze dellAmministrazione (101 nelle lavorazioni, 395 nei servizi dIstituto, 24 MOF) Detenuti occupati in art. 21 o.p.: 15Detenuti occupati in art. 21 o.p.: 15 Detenuti occupati con i benefici legge Smuraglia: 11, tutti in MoliseDetenuti occupati con i benefici legge Smuraglia: 11, tutti in Molise 4 a Campobasso (3 in coop falegnami ed 1 in ristorante)4 a Campobasso (3 in coop falegnami ed 1 in ristorante) 7 a Larino (5 in coop pasticceria e 2 in coop pulizie)7 a Larino (5 in coop pasticceria e 2 in coop pulizie)

22 I principali settori di intervento in Italia Lavorazioni industriali (falegnameria, tessitoria, sartoria industriale ed artistica, lavanderia, etc.)Lavorazioni industriali (falegnameria, tessitoria, sartoria industriale ed artistica, lavanderia, etc.) Informatica (assemblaggio e riparazione P.c. e componenti informatici, smontaggio attrezzature informatiche e recupero pezzi, data-entry, etc.)Informatica (assemblaggio e riparazione P.c. e componenti informatici, smontaggio attrezzature informatiche e recupero pezzi, data-entry, etc.) I call centersI call centers Tipografia, legatoria e serigrafiaTipografia, legatoria e serigrafia EdiliziaEdilizia Vetreria (industriale ed artigianale- tiffany, etc.)Vetreria (industriale ed artigianale- tiffany, etc.) Pulizia e manutenzione spazi verdi e fabbricatiPulizia e manutenzione spazi verdi e fabbricati

23 I settori di intervento/2 Alimentari (gestione mense e centri cottura, preparazione prodotti conservati, pasticceria, panetteria, etc.)Alimentari (gestione mense e centri cottura, preparazione prodotti conservati, pasticceria, panetteria, etc.) Agricoltura (serre ortofrutticole, floricultura, produzioni biologiche)Agricoltura (serre ortofrutticole, floricultura, produzioni biologiche) Prodotti tipici (zafferano, dolci tipici, etc.)Prodotti tipici (zafferano, dolci tipici, etc.) Pesca e allevamenti itticiPesca e allevamenti ittici Artigianato (ceramiche, oggettistica, borse ed oggettistica in pelle, creazioni artistiche, etc.)Artigianato (ceramiche, oggettistica, borse ed oggettistica in pelle, creazioni artistiche, etc.)

24 Il dato geografico Lalta incidenza di aziende al nord (Lombardia, Piemonte, Veneto) con investimenti della stessa azienda in più realtà territoriali limitrofeLalta incidenza di aziende al nord (Lombardia, Piemonte, Veneto) con investimenti della stessa azienda in più realtà territoriali limitrofe La ridotta presenza di imprese al centro sud (prevale il lavoro esterno)La ridotta presenza di imprese al centro sud (prevale il lavoro esterno)

25 La lavorazioni penitenziarie in Abruzzo/1 SULMONA Lavorazioni attive Lavorazioni attive Falegnameria, sartoria, calzoleria Falegnameria, sartoria, calzoleria (gestite da Amministrazione penitenziaria per fabbisogno interno) (gestite da Amministrazione penitenziaria per fabbisogno interno) Lavorazioni ferme (Per implementazione macchinari): Lavorazioni ferme (Per implementazione macchinari): Tessitoria (1150 MQ) Tessitoria (1150 MQ) Lavorazioni saltuarie: Lavorazioni saltuarie: Legatoria, produzione di oggettistica e prodotti artistici per manifestazioni storico-cavalleresche Giostra cavalleresca) Legatoria, produzione di oggettistica e prodotti artistici per manifestazioni storico-cavalleresche Giostra cavalleresca) Terreno agricolo: 2 ha Terreno agricolo: 2 ha

26 La lavorazioni penitenziarie in Abruzzo/2 PESCARA Lavorazioni ferme Spazi in ristrutturazione ed allestimento (1400 mq per lavorazioni e magazzini e 500 mq per laboratori professionali)

27 La lavorazioni penitenziarie in Abruzzo/3 VASTO Azienda agricola Azienda agricola Superficie: 1,5 ha con 3 serre Superficie: 1,5 ha con 3 serre Detenuti impiegati: da 6 ad 1 Detenuti impiegati: da 6 ad 1 3 locali a disposizione da allestire (130 mq) 3 locali a disposizione da allestire (130 mq)

28 La lavorazioni penitenziarie in Abruzzo/4 TERAMO 3 LOCALI PER TOTALE 250 MQ SPAZI VERDI 1000 MQ TERRENO AGRICOLO

29 La lavorazioni penitenziarie in Abruzzo/5 LANCIANO 5 HA TERRENO AGRICOLO 5 HA TERRENO AGRICOLO 5 LOCALI DA 50 A 150 MQ 5 LOCALI DA 50 A 150 MQ

30 Lavorazioni penitenziarie in Molise/1 Lavorazioni penitenziarie in Molise/1 LARINOPasticceria Detenuti impiegati: 5 Spazi disponibili: Locale 150 mq da allestire Spazi disponibili: Locale 150 mq da allestire

31 Lavorazioni penitenziarie in Molise/2 CAMPOBASSO Spazi disponibili: 400 mq da allestire Spazi disponibili: 400 mq da allestire Falegnameria Falegnameria Lavorazioni : Produzione e vendita di miele (Cooperativa lAlveare), cereria Lavorazioni : Produzione e vendita di miele (Cooperativa lAlveare), cereria Lavorazioni non più attive: Laboratorio di tessitura artigianale Lavorazioni non più attive: Laboratorio di tessitura artigianale

32 La banca dati delle competenze per le regioni Abruzzo e Molise Il monitoraggio costante della popolazione detenuta presente in Abruzzo e Molise e delle sue competenze professionaliIl monitoraggio costante della popolazione detenuta presente in Abruzzo e Molise e delle sue competenze professionali La disponibilità della banca dati SIDOLFLa disponibilità della banca dati SIDOLF

33 Legislazione in materia di Attività dei lavoratori detenuti Legge 22 giugno 2000 n. 193 Legge 22 giugno 2000 n. 193 Norme per favorire l'attività lavorativa dei detenuti. Legge 22 giugno 2000 n. 193 Decreto Ministero della Giustizia 9 novembre 2001 Decreto Ministero della Giustizia 9 novembre 2001 Sgravi contributivi a favore delle cooperative sociali, relativamente alla retribuzione corrisposta alle persone detenute o internate negli istituti penitenziari, agli ex degenti degli ospedali psichiatrici giudiziari e alle persone condannate e internate ammesse al lavoro all'esterno. Decreto Ministero della Giustizia 9 novembre 2001 Decreto Ministero della Giustizia 25 febbraio 2002 n.87 Decreto Ministero della Giustizia 25 febbraio 2002 n.87 Regolamento recante sgravi fiscali alle imprese che assumono lavoratori detenuti. Decreto Ministero della Giustizia 25 febbraio 2002 n.87

34 Lazienda è suddivisa in due distinte aree, linterna con tre tunnel serra per complessivi 1000,00 mq, lesterna pari a 1,500 ha destinata alle colture in pieno campo. Il progetto ha consentito di ristrutturare le tre serre costruite già da alcuni anni per fini didattici, trasformando due tunnel per la coltivazioni ortofloricole con le moderne tecniche colturali del fuori suolo e lultimo in fungaia. Gli spazi esterni vantano un oliveto da oltre 400 piante di Gentile e Leccino, concepito per produzioni di qualità nel rispetto dei disciplinari di produzione degli oli di colline teatine dop. Larea a coltura è completata da un frutteto multispecie Casa Circondariale Vasto

35 Il Progetto di giustizia riparativa e di recupero del patrimonio ambientale alla Marina per una Riparazione Possibile è unattività che si colloca tra leducazione alla legalità e limpegno verso la comunità esterna. Lattività, frutta della sinergia con lente Comune con lapporto del WWF, iniziata a giugno 2005, ha per oggetto la cura e la manutenzione di un tratto di costa di circa 3 km, appartenente alla Riserva naturale regionale di Punta Aderci; Liniziativa ha riscosso notevole successo presso la cittadinanza e le istituzioni locali, con il coinvolgimento di ben 18 detenuti.

36

37

38

39

40

41

42

43

44


Scaricare ppt "Detenuti al lavoro: unopportunità per le imprese Dott. Fiammetta Trisi Dirigente Ufficio Detenuti e Trattamento Provveditorato Regionale Abruzzo e Molise."

Presentazioni simili


Annunci Google