La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

5 LUGLIO 2008. A.Pi.C.E. come ogni anno ha organizzato la gita sociale in pullman. Nel 2008 la meta è stata NOVALESA in Val Cenischia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "5 LUGLIO 2008. A.Pi.C.E. come ogni anno ha organizzato la gita sociale in pullman. Nel 2008 la meta è stata NOVALESA in Val Cenischia."— Transcript della presentazione:

1 5 LUGLIO 2008

2 A.Pi.C.E. come ogni anno ha organizzato la gita sociale in pullman. Nel 2008 la meta è stata NOVALESA in Val Cenischia

3 Raduno in via Galluppi, sede dellA.Pi.C.E., appello e partenza per Novalesa

4 In Val Cenischia ai piedi del Colle del Moncenisio dove maestose cascate la circondano, sorge Novalesa, 828 m. sul livello del mare: clima frizzante e ventilato. 500 abitanti circa, grazioso villaggio composto da caratteristiche abitazioni costruite prevalentemente in pietra con i tetti in "lose". Parte integrante della famosa strada Franchigena è l'attuale via Maestra, dove sorgevano le botteghe artigiane, gli empori, i maniscalchi e molti alberghi ed osterie che servivano i numerosi viaggiatori, reali, Papi, commercianti e semplici viandanti che la percorrevano per recarsi al di là delle Alpi. I più ricchi allora assoldavano i "marrons", robusti giovani che con adeguate portantine facevano valicare il Colle del Moncenisio senza fatiche ai loro clienti. Ora un pò meno frequentata la si può percorrere in tutta tranquillità ed ammirare ad esempio la bella Chiesa Parrocchiale del XVI secolo, dedicata al Santo Patrono Stefano, ornata da alcuni dipinti di notevole valore artistico, omaggi di Napoleone Bonaparte all'Abbate Priore dell'ospizio che sorgeva sul Moncenisio a m. di altezza, l'urna argentea, finemente lavorata, contenente le reliquie del Santo Compatrono Eldrado, del XII secolo. Tra i caratteristici vicoli, portici e antichi portoni che si affacciano sulla Via Maestra, con qua e là sparsi alcuni affreschi, sorge un piccolo, ma rinomato per le quantità di cimeli abilmente esposti, museo etnografico, dov'è rappresentata attraverso oggetti e strumenti di lavoro, la vita ormai trascorsa dei borghi alpini, di cui orgogliosamente fa parte la popolazione di Novalesa. NOVALESA

5 Arrivati a Novalesa immancabile la foto di gruppo

6 Alcuni caratteristici scorci della ridente cittadina di Novalesa

7 Grandi e piccini in attesa di visitare le bellezze di Novalesa

8 CHIESA PARROCCHIALE DI SANTO STEFANO, Si ammira percorrendo la via Maestra di Novalesa. Costruita nel 1152 su una cappella preesistente, conserva allinterno unurna con le spoglie di SantEldrado,opera di oreficeria romanica; un polittico di scuola francese, la Crocefissione di San Pietro (scuola del Caravaggio), la Adorazione dei Magi (scuola del Rubens), la Deposizione del Cristo dalla croce di Daniele da Volterra e altre opere darte. Di grande interesse i dipinti della facciata.

9 La facciata della Chiesa Parrocchiale presenta una curiosità: un orologio funzionante e uno dipinto.

10 Esterno e interno della Chiesa Parrocchiale di Santo Stefano descritti con molti riferimenti storico/culturali dalla guida signora Rita Picone

11 Il Museo etnografico illustrato con competenza e vivacità dalla signora Angela Vanara

12 Il Museo Etnografico di Novalesa, a pochi passi dalla chiesa parrocchiale, racconta attraverso oggetti, strumenti di lavoro, suppellettili, la vita quotidiana dei borghi alpini, di cui orgogliosamente fa parte la popolazione di Novalesa.

13 La titolare del Ristorante della Posta sig.ra Germana riceve una medaglia e una pergamena per la calorosa ospitalità profusa allA.Pi.C.E.

14 Tutti seduti al Ristorante della Posta per gustare i succulenti cibi

15 In allegria si mangia e si brinda alla salute

16 Il Sindaco di Novalesa sig. Ezio Cesare Rivetti è venuto a salutarci presso il Ristorante della Posta. A.Pi.C.E gli ha consegnato una medaglia a ricordo della giornata trascorsa

17 A sua volta il Sindaco di Novalesa ha omaggiato A.Pi.C.E con una stampa numerata di grande pregio dellartista Anna Branciari

18 LAssociazione Alpini di Novalesa nella persona del presidente sig. Gillio GIAI ha espresso solidarietà ai volontari dellA.pi.C.E. offrendo alcune pubblicazioni. A.Pi.C.E. lo ha ringraziato conferendogli una medaglia a ricordo del piacevole incontro suggellato da un brindisi di buon augurio.

19 Un buon brindisi, i saluti i saluti e un grazie a tutti Il pomeriggio è proseguito con un rinfresco molto gradito nellaccoglientetavernettadel Ristorante della Posta

20 Poi tutti sul pullman si rientra a Torino contenti della bella giornata trascorsa con il bel tempo, il buonumore e la simpatica accoglienza degli amici di Novalesa. Alla prossima gita


Scaricare ppt "5 LUGLIO 2008. A.Pi.C.E. come ogni anno ha organizzato la gita sociale in pullman. Nel 2008 la meta è stata NOVALESA in Val Cenischia."

Presentazioni simili


Annunci Google