La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La governance della funzione dinvestimento in banca centrale: il caso della Banca dItalia Sovereign Investment Partnerships Executive Forum on Central.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La governance della funzione dinvestimento in banca centrale: il caso della Banca dItalia Sovereign Investment Partnerships Executive Forum on Central."— Transcript della presentazione:

1 La governance della funzione dinvestimento in banca centrale: il caso della Banca dItalia Sovereign Investment Partnerships Executive Forum on Central Bank Reserves and Official Sector Asset Management Washington, Aprile 2009 Franco Passacantando, Direttore Centrale per lArea Banca centrale, mercati e sistemi di pagamento.

2 2 Riserve ufficiali (valute EUR 32,4 mld*; oro EUR 48,9 mld) Portafoglio finanziario (EUR 91,0 mld) USD 27,3% * ORO 60,2% GBP 5,2% YEN 5,8% CHF 0,3% Altre 1,2% Titoli di Stato 93,6% ETF/OICR 1% Azioni e partecip. 5,2% Altre obbligaz. 0,3% Fonte: Relazione Annuale I portafogli della Banca dItalia ( dati aggiornati al 31 dicembre 2008) * Il dato include operazioni temporanee in dollari, poste in essere nellambito del programma US dollar Term Auction Facility per mio

3 3 I principali fattori di cambiamento Mutamento del contesto Indebolimento dei legami tra gestione delle riserve e politica del cambio, a seguito dellintroduzione delleuro come moneta unica Crescente importanza della redditività delle riserve ufficiali e del portafoglio finanziario della Banca Stimolo ad accrescere efficienza ed efficacia Rafforzamento della specializzazione Riduzione delle duplicazioni e sfruttamento delle sinergie Potenziamento della governance orizzontale e verticale Aumento dellindipendenza della funzione di gestione e controllo del rischio. Salvaguardia degli organi centrali della Banca dal rischio reputazionale

4 4 La recente riforma (dic. 2008) POST-RIFORMA Serv. Gestione dei rischi Middle Office Serv. Investimenti finanziari Front OfficeBack Office Serv. Operazioni di Banca centrale Pol. Mon.ELA Serv. Politica monetaria e del cambio Pol. Mon.Riserve (F.O., B.O., M.O.) Servizio Gestione fondi patrimoniali Portaf. Finanz. (F..O., B.O., M.O.) ELA (Gest rischi finanz.e asset allocation, rischio operat.) PRE-RIFORMA

5 5 I Servizi e le funzioni coinvolti nella riforma Servizio Operazioni di Banca centrale: operazioni di politica monetaria,interventi in cambi, Emergency Liquidity Assistance (ELA). Servizio Investimenti finanziari: investimento del portafoglio finanziario della Banca, delle riserve valutarie e auree e delle riserve gestite per conto della BCE. Servizio Gestione dei rischi: valutazione e controllo dei rischi finanziari e operativi su tutte le attività della Banca; proposte per lasset allocation tattica e strategica.

6 6 La struttura attuale

7 7 1. La fusione tra attività di gestione delle riserve ufficiali e del portafoglio finanziario Perché? Approccio integrato alla gestione finanziaria Ragioni di efficienza Crescenti analogie tra le riserve valutarie e il portafoglio finanziario Sfruttamento delle sinergie derivanti dalla concentrazione delle attività dinvestimento nellambito di un unico team. Eliminazione delle duplicazioni e dei costi derivanti dalla presenza di sale operative gemelle (fusione di 3 sale operative in ununica dealing room) Evoluzione verso un approccio integrato alla gestione dei rischi, di tipo enterprise-wide

8 8 (segue) La fusione tra attività di gestione delle riserve ufficiali e del portafoglio finanziario Le ragioni istituzionali che inducono la banca centrale a detenere riserve valutarie sono differenti da quelle che motivano la detenzione di un portafoglio finanziario in valuta nazionale. Le riserve valutarie devono essere caratterizzate da un profilo di rischio/rendimento particolarmente basso e da un elevato grado di liquidità La fusione tra strutture operative e decisionali non impedisce la definizione di differenti profili per le diverse componenti del portafoglio complessivo della Banca. Tuttavia, i rischi di utilizzo di inside information possono essere mitigati. Potenziali criticità

9 9 2. La separazione tra attività dinvestimento e attività di implementazione della politica monetaria Un adeguato grado di separazione mitiga i rischi di utilizzo di informazioni riservate sulla politica monetaria, nellambito dellattività dinvestimento (Chinese Wall) Benefici reputazionali Le sinergie derivanti dalla presenza di strutture comuni per le operazioni politica monetaria e per gli investimenti sono assai limitate, in quanto le due attività differiscono nella sostanza. Perché? Potenziali criticità Un back office per la politica monetaria (la cui attività è aumentata enormemente durante la recente crisi finanziaria), un back office per gli investimenti Una duplicazione da evitare? Si rafforzano i legami tra le attività di Emergency Liquidity Assistance (ELA) e le operazioni di politica monetaria.

10 10 3. La separazione della funzione di gestione dei rischi dalle attività operative Perché? Aumentare il grado di indipendenza del gestore/controllore del rischio Stimolare un dibattito costruttivo tra gestori del rischio e gestori di portafoglio Uneccessiva distanza tra gestori del rischio e gestori di portafoglio può creare tensioni e sviluppare professionalità divergenti Unica linea di reporting a livello di Direttore Centrale Coordinamento ad alto livello attraverso il Comitato Strategie e rischi finanziari e il Comitato per gli Investimenti Potenziali criticità

11 11 Il processo decisionale per linvestimento delle riserve valutarie e del portafoglio finanziario – I Comitati Comitato Strategie e Rischi Finanziari Membri Principali attività Un membro del Direttorio (Presidente) Direttori Centrali per le Aree: Banca centrale, mercati e sistemi di pagamento, Ricerca economica, Bilancio e controllo. Capi dei Servizi:Gestione dei rischi, Investmenti finanziari, Operazioni di Banca centrale Supporta le decisioni del Governatore sugli investimenti. Valuta lasset allocation strategica della Banca e i budget di rischio. Valuta i risultati degli investimenti. Assicura il raccordo tra le decisioni finanziarie e landamento del bilancio della Banca, in unottica di medio-lungo termine. Periodicità Semestrale

12 12 (segue) I Comitati Comitato per gli investimenti Membri Direttore centrale per lArea Banca centrale, mercati e sistemi di pagamento (Presidente) Capi dei Servizi: Gestione dei rischi, Investimenti finanziari, Operazioni di Banca centrale Due Dirigenti dellArea Ricerca economica e relazioni internazionali Principali attività Valuta e approva le scelte tattiche di scostamento dai benchmark strategici. Valuta i risultati di gestione dei portafogli dinvestimento Bimestrale Periodicità

13 13 Il processo decisionale - Interazioni GOVERNATORE Comitato Strategie e Rischi Finanziari (CSRF) Comitato Investimenti PORTAFOGLI DINVESTIMENTO Asset alloc. strategica Risk budget/limiti Benchmark tattici (entro i limiti stabiliti da CSRF) PROPOSTA APPROVAZIONE Servizio Gestione dei rischi proposte di bmk strategico Servizio Gestione dei Rischi proposte di bmk tattico Servizio Investimenti Finanziari Gestione attiva


Scaricare ppt "La governance della funzione dinvestimento in banca centrale: il caso della Banca dItalia Sovereign Investment Partnerships Executive Forum on Central."

Presentazioni simili


Annunci Google