La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PUBBLICO, NUOVI PUBBLICI, ANZI PERSONE Luca Dal Pozzolo FONDAZIONE FITZCARRALDO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PUBBLICO, NUOVI PUBBLICI, ANZI PERSONE Luca Dal Pozzolo FONDAZIONE FITZCARRALDO."— Transcript della presentazione:

1 PUBBLICO, NUOVI PUBBLICI, ANZI PERSONE Luca Dal Pozzolo FONDAZIONE FITZCARRALDO

2 Le prime indagini sul pubblico e la sociologia della cultura Pierre Bordieu e linvenzione della cultura: la fondazione della sociologia dei consumi culturali Il concetto di capitale culturale Il concetto di campo Il concetto di habitus e di distinzione. Lempirismo americano agli inizi del 900 : I visitors studies Gli studi sui comportamenti e la museum fatigue

3 La democratizzazione della cultura André Malraux: Le maison de la culture e le infrastrutture Avvicinarsi alla cultura e lesperienza estetica Olivier Donnat: Cosa non ha funzionato nella democratizzazione della cultura? Il bias statistico e il dilemma dei consumi culturali.

4 Il cambio di paradigma Anni : Una cultura distintiva: alla cultura ci si adegua. Esempio: il museo positivista Cultura alta – cultura bassa La lettura al centro Il profilo del consumatore culturale: alto tasso distruzione, ceto medio, adulto, lieve/sensibile prevalenza delle donne in molti generi culturali, forte/medio lettore di libri e giornali. Localizzazione urbana centrale. Fuori dal mondo dei consumi culturali e dalla lettura; cittadinanza diminuita, difficoltà di partecipazione, difficoltà dinformazione. La televisione come elemento di rottura e la polemica sulla cultura popolare

5 Il nuovo paradigma Anni 2000 : lesposizione ai contenuti culturali Il prosumer Il lettore soft La cultura digitale Surfare in superficie versus profondità: i nuovi barbari di Baricco Il tramonto della distinzione cultura alta – cultura bassa La rete al centro, linterconnessione

6 Gli interrogativi attuali Chi è il consumatore culturale attuale, chi sono i nuovi pubblici? La pigrizia delle indagini: lo stesso consumatore dei tempi di Bordieu, ma in quote sempre meno rappresentative. E gli altri? Indagine qualitative, sospetti…. Nel frattempo si continuano a usare gli strumenti del modernariato della ricerca.

7 Che fare? La fine dellalterità dello spettatore: il caso Kilowatt

8 La fine del museo positivista e del paradigma del trasferimento di conoscenze. Un esempio vicino Che fare? Oltre 200 donne si trovano un sabato al mese per fare a maglia nelle sale del museo. La maggior parte di loro non era mai stata a Palazzo Madama.

9 Che fare? Lesperienza individuale come terreno di negoziazione dei contenuti. Il museo Egizio Le persone al centro: non solo marketing Linteresse per i nuovi pubblici non può essere episodico perché richiede un rovesciamento di prospettiva. Perdere il controllo assoluto sulla produzione di contenuti e significati Considerare un oggetto non (solo) per il suo significato storico o artistico ma per la sua capacità di generare un confronto Divenire "spazio terzo"

10 Conoscere per progettare. Un esempio: gli Idea Store Abbiamo condotto unindagine di mercato per capire perché la gente del nostro quartiere non usava le nostre biblioteche (meno del 20% degli abitanti). Questa indagine è stata molto approfondita: oltre ai soliti questionari abbiamo anche selezionato un campione di 800 persone rappresentative della composizione demografica della municipalità per raggiungere quell80% della popolazione che erano dei non-utenti. Siamo andati a casa loro e li abbiamo intervistati per unora e mezza, pagandoli per il disturbo, e dai colloqui abbiamo tratto dati quantitativi e qualitativi che ci hanno permesso di gettare le fondamenta del programma. La gente voleva più libri, orari più lunghi, edifici moderni, ma la cosa era che sarebbero venuti più facilmente in biblioteca se avessero potuto combinare la visita con altre cose che fanno quotidianamente, come la spesa al supermercato o al mercatino rionale o portare i bambini a scuola (S. Dogliani, Idea Store)

11 Pubblici potenziali Pubblici occasionali Pubblici centrali Non pubblico Pubblici e non pubblici Motivazioni Interesse Coinvolgimento Ciclo di vita Disponibilità di spesa e tempo Barriere fisiche, psicologiche, sociali, culturali

12 Non pubblico Pubblici attuali e nuovi pubblici Pubblici attuali Nuovi pubblici

13 Le politiche del pubblico: conoscenza Politiche incentrate sul pubblico attuale Conoscenza/interrogazione pubblico Identità, profilo, comportamenti, motivazioni Targeting Customer satisfaction Esposizione ai media e modalità reperimento informazione Politiche rivolte ai nuovi pubblici Indagini e ricerche sul contesto e sui pubblici potenziali Analisi delle barriere allaccesso Percezione dellistituzione Individuazione fattori incentivanti Sperimentazioni, progetti partecipati, follow up di valutazione

14 Le politiche del pubblico: strategie Politiche incentrate sui visitatori attuali Fidelizzazione dellutenza Miglioramento dellesperienza di visita Miglioramento della qualità funzionale del processo Coinvolgimento e partecipazione Politiche rivolte ai nuovi pubblici Ampliamento dei bacini di utenza Ripensamento delle modalità comunicative Incentivazione della prima visita/esperienza iniziative extra-moenia Progettazione partecipata – ambasciatori – comunicazione tra pari

15 Lo sviluppo dellaudience Ampliamento del pubblico e fidelizzazione, vanno lette in unottica di Audience development Frequenza di partecipazione contenuti trasmessi faciledifficile alta bassa audience development Integrazione delle attività di marketing con quelle didattico-educative

16 Grazie per lattenzione! Luca Dal Pozzolo


Scaricare ppt "PUBBLICO, NUOVI PUBBLICI, ANZI PERSONE Luca Dal Pozzolo FONDAZIONE FITZCARRALDO."

Presentazioni simili


Annunci Google