La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sportello Amico a.s. 2005-2006 Doc. Rosaria Fiorentino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sportello Amico a.s. 2005-2006 Doc. Rosaria Fiorentino."— Transcript della presentazione:

1 Sportello Amico a.s Doc. Rosaria Fiorentino

2 Introduzione Il progetto si rivolge ad utenti adulti del CTP-Eda che hanno bisogno di un supporto per gestire i propri problemi contando sulle proprie risorse personali Loperatore dello sportello amico ha come scopo quello di insegnare a tali utenti a riconoscere e utilizzare le proprie potenzialità

3 Lo psicoterapeuta e loperatore dello sportello amico: le differenze Lo psicoterapeuta si interessa del disagio e della sofferenza psichica di quegli individui che hanno una personalità disarmonica Lintervento dello psicoterapeuta mira ad aiutare la persona a riconquistare una vita psichica sana ed equilibrata Lo psicoterapeuta lavora sui conflitti recenti e - con un lavoro di background - arriva a quelli più remoti della storia dellutente.

4 Loperatore dello S.A. ha un raggio dazione più ristretto: si concentra su un problema specifico, su un disagio che emerge e focalizza lattenzione sul presente piuttosto che sul passato Loperatore dello S.A. non mette mai in discussione la personalità dellindividuo: si lavora sulla capacità dellutente a dare un senso alla sua vita, di modificare la visione distorta delle cose, e, di conseguenza, anche il modo di affrontarle Lo psicoterapeuta e loperatore dello sportello amico: le differenze

5 Limportanza di un intervento Casavatore presenta numerosi problemi derivanti soprattutto da un alto tasso di marginalità e di deprivazione sociale. La marginalità spinge un gran numero di persone adulte in una situazione di indifferenza e di mancanza di qualsiasi desiderio di confronto e di comunicazione con laltro. Le difficoltà culturali rendono spesso difficile la richiesta da parte dei nostri utenti di contatti con la psicologa o con strutture sanitarie istituzionali perché ritenute altro rispetto ai contesti di appartenenza.

6 La funzione delloperatore di sportello a Casavatore è dunque di: DIVENIRE UN ELEMENTO DI EMPATIA E DI AIUTO PER PERSONE SVANTAGGIATE

7 Esempi concreti Loperatore deve accogliere lindividuo e definire il contesto e la situazione in modo che la persona possa capire cosa significa cominciare questo percorso. Inoltre far capire che: il rapporto con loperatore sarà basato sull interesse empatico e sullaccettazione completa della persona; sulla libertà di esprimere emozioni e sentimenti in uno spazio protetto; sullassenza di obblighi e costrizioni sugli argomenti da trattare; sull assenza di limiti e regole ben definiti.

8 Calendarizzazione Gli incontri si sviluppano il Lunedì e il Giovedì dalle alle e il Giovedì dalle ore alle Il numero di utenti previsti è proporzionale alle richieste che pervengono alloperatore. Gli incontri di Sportello amico sono cominciati nel mese di ottobre e si prevede una prima fase che terminerà nel mese di febbraio e una seconda che terminerà nel mese di maggio.

9 Lo Sportello amico: una branca dello Sportello sociale Lo Sportello amico fa parte delle più ampie attività poste in essere dallo Sportello Sociale. Lo Sportello sociale coordina lattività in collegamento con loperatore dello sportello amico attraverso incontri periodici quindicinali. Lattività di Sportello amico viene rendicontata con relazione conclusiva di verifica e valutazione delle attività.


Scaricare ppt "Sportello Amico a.s. 2005-2006 Doc. Rosaria Fiorentino."

Presentazioni simili


Annunci Google