La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Piano dellOfferta Formativa S.M.S. Gramsci Don Minzoni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Piano dellOfferta Formativa S.M.S. Gramsci Don Minzoni."— Transcript della presentazione:

1 1 Piano dellOfferta Formativa S.M.S. Gramsci Don Minzoni

2 2 LE PAROLE CHIAVE BENESSERE PERSONALIZZAZIONE FLESSIBILITA GARANZIA

3 3 Le prime due parole chiave: Benessere e personalizzazione Benessere Ovvero stare bene in una scuola che, oltre alle lezioni curricolari, offre tutta una serie di iniziative per accogliere, orientare, allargare il campo di conoscenze ed esperienze Personalizzazione Le strategie educative e didattiche tengono sempre conto della singolarità e complessità di ciascuno, delle sue capacità e competenze, delle sue aspirazioni nelle varie fasi di sviluppo e formazione

4 4 Composizione dellofferta formativa Lezioni curricolari progettate per unità di apprendimento (U.A.) Integrazione alunni diversamente abili o con disagio socio-culturale Altre iniziative, anche in collaborazione con il Comune Attività di personalizzazione Laboratori Certificazione di lingua Alfabetizzazione Accoglienza

5 5 Alfabetizzazione e accoglienza Progetto intercultura E destinato allinseri_ mento degli alunni stra_ nieri e alla valorizzazio_ ne della loro presenza nella nostra scuola. Alfabetizzazione Si tratta di un laborato_ rio di lingua italiana ri_ volto soprattutto agli alunni stranieri da po- co residenti in Italia. Il laboratorio è offerto per 1 o 2 spazi orari

6 6 Certificazione di lingua Si tratta di uno spazio orario aggiuntivo proposto agli alunni delle classi terze per prepararli in vista della possibilità di affrontare esami esterni di certificazione della lingua straniera. La frequenza è facoltativa e gratuita, mentre a carico delle famiglie resterà leventuale iscrizione agli esami esterni

7 7 Altre iniziative Sportello di ascolto: gli alunni possono rivolgersi ad uno psicologo per esprimere le proprie momentanee difficoltà relazionali Progetto biblioteca: oltre ad un servizio interno alla scuola gestito da una ex insegnante e da genitori volontari, questanno la scuola aderisce ad un progetto comunale di diffusione della lettura presso la biblioteca Mostra del libro: viene allestita annualmente per favorire la lettura tra i ragazzi e le loro famiglie Orientamento: Dalla seconda classe si propongono attività ed incontri che aiuteranno i ragazzi nella scelta della scuola superiore Educazione allaffettività: le classi terze, nellambito delleducazione allaffettività, hanno due incontri con il personale del consultorio della ASL di Paderno per lezioni di educazione alla sessualità

8 8 Altre iniziative Borsa di studio: riservata agli alunni più meritevoli al termine della terza media CCRR: la scuola aderisce al progetto comunale Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi Concorso Lions e Leo: ogni anno gli alunni della scuola partecipano ai concorsi proposti da questa associazione Scuola aperta: esecuzioni di canzoni in lingua inglese e rappresentazioni teatrali,giochi sportivi di istituto Patentino per il ciclomotore: in collaborazione con una Scuola guida del Comune si offre la possibilità di seguire il corso per il conseguimento del patentino

9 9 Altre iniziative La proposta formativa è poi arricchita da visite didattiche e viaggi di istruzione che si legano agli argomenti affrontati in classe e ne costituiscono un completamento. Ecco alcuni esempi: Visite didattiche: visita alla strumentoteca, laboratori di chimica e fisica, percorsi nella Milano romana o medievale, teatro in inglese, visite a musei o mostre, partecipazione alla giornata della memoria, ….. Viaggi di istruzione: Val Camonica (civiltà dei Camuni), Cremona e la produzione liutaia, castelli medievali, i luoghi manzoniani, ….

10 10 Laboratori Attività proposte sulle classi prime: laboratori operativi (tecniche pittoriche, rame, giochi sportivi) e metacognizione Attività proposte sulle classi seconde: teatro, metacognizione, laboratorio sportivo e musicale Attività proposte sulle classi terze:, laboratori operativi (lab. musicale, cartonaggio, ceramica, giochi sportivi) latino e metacognizione

11 11 Laboratori Per acquisire maggiori competenze Per favorire interessi ed inclinazioni Una volta effettuata la scelta la frequenza è obbligatoria Per favorire la scelta degli studi futuri

12 12 LA MULTIMEDIALITA NELLA DIDATTICA T.I.C. Tecnologie dellinformazione e della comunicazione Compresenza di più mezzi di comunicazione in uno stesso supporto informatico Apprendimento globale: sviluppo e potenziamento capacità operative e logiche Scuola in rete con il mondo Innovazione didattica e arricchimento dellofferta formativa Elemento che rivoluziona le modalità di insegnamento/apprendimento

13 13 Personalizzazione I ritmi ed i modi di insegnamento sono continuamente adattati alle necessità, conoscenze e competenze del singolo alunno mediante un monitoraggio continuo e costante della sua situazione per attuare: Una verifica continua ed in tempo reale dei livelli di conoscenza, dei modi e dei ritmi di apprendimento di ciascuno Interventi tempestivi di riprogrammazione individuale, in relazione alle singole esigenze

14 14 Per attuare la personalizzazione dellinsegnamento, allinizio dellanno scolastico effettuiamo test di ingresso, strutturati in modo che sia possibile definire il livello di conoscenza iniziale di ciascun allievo. Lassegnazione ad un livello non è definitiva, ma soggetta a cambiamenti derivanti dai risultati raggiunti nelle prove successive. Personalizzazione – periodo iniziale

15 15 Livello 3 Esito largamente positivo Esito negativo Attività di supporto adeguate al livello Test dingresso Esito discretamente positivo Livello 2 Livello 1 Personalizzazione iniziale

16 16 Personalizzazione - in itinere In classe proponiamo a tutti lo stesso argomento, ma richiediamo da ciascun alunno prestazioni adeguate al suo momentaneo livello di conoscenza Unità apprendimento p1p1 Prestazioni livello 1 Prestazioni livello 2 Prestazioni livello 3 p2p2 p3p3

17 17 verifica Verifica del livello, e delle modalità di apprendimento Esito positivo Esito negativo Unità di apprendimento Verifica del livello e delle modalità di apprendimento Modifica o conferma dei livelli di approfondimento Attività di supporto adeguato

18 18 Attività di supporto Contemporaneità Una volta alla settimana per Lettere e Matematica (Inglese se si hanno le risorse) la classe viene divisa in gruppi di livello omogenei, che sono seguiti da insegnanti della stessa materia per recuperare, consolidare o approfondire le conoscenze relative a tutti gli obiettivi della materia Integrazioni A disposizione dei Consigli di Classe ci sono ulteriori risorse integrative per poter intervenire in modo mirato e per periodi circoscritti nel tempo su particolari necessità di un allievo, o comunque di un piccolo gruppo. Si tratta di spazi orari dedicati da docenti della stessa materia per interventi di potenziamento o recupero mirati

19 19 Tutte le settimane dellanno Su livelli omogenei (R.C.P) Insegnanti della stessa Materia Su tutti gli Obiettivi Le contemporaneità

20 20 Le integrazioni Interventi di potenziamento o recupero individualizzati Effettuate su singoli alunni (o piccoli gruppi) Effettuate Durante gli spazi curricolari Per tempi programmati Da docenti della materia

21 21 Terza parola chiave: Flessibilità La nostra struttura oraria prevede spazi curricolari, ore di lezione, da 50 che consentono di recuperare risorse per attuare un sistema flessibile che si adatti alle esigenze di ogni alunno tramite le diverse attività di supporto, il laboratorio linguistico, la certificazione di lingua,…. La scelta di spazi da 50 consente inoltre la collocazione di tutte le attività curricolari (ore obbligatorie) al mattino. Ciò non avviene con scelte di spazi orari da 55 o 60.

22 22 Quarta parola chiave: Garanzia La nostra offerta formativa garantisce Che sia predisposta una programmazione condivisa, strutturata per unità di apprendimento differenziate per livello di prestazioni Che gli obiettivi da raggiungere siano gli stessi per tutte le classi Che tutti gli obiettivi previsti dalla normativa vigente siano proposti a tutti gli alunni Che, grazie ad un sistema di valutazione appositamente studiato, Gli interventi siano tempestivi e specifici Le richieste del docente siano commisurate alla situazione dellalunno in quel momento Vi sia trasparenza e condivisione con lalunno e la famiglia

23 23 La valutazione Precede, accompagna e segue i percorsi curricolari. Attiva le azioni da intraprendere, regola quelle avviate, promuove il bilancio critico su quelle condotte a termine. Assume una preminente funzione formativa, di accompagnamento dei processi di apprendimento e di stimolo al miglioramento continuo.

24 24 Misurazioni nei livelli Per ogni attività svolta, interrogazione, verifica…, esprimiamo la valutazione in centesimi ed indichiamo in quale livello di apprendimento è inserito attualmente lalunno. Ciò gli dà modo di valutare il percorso fatto, lefficacia o meno del proprio approccio allo studio e quali siano le proprie potenzialità. La valutazione certificativa deriverà dalla media di tutte le misurazioni che lalunno avrà ottenuto nelle differenti prove e trasformata in voto finale con la mediazione del docente. In questo modo la valutazione di tutti gli alunni sarà uniformata, senza distinzione di livelli, nella scala decimale da 1 a 10.

25 25 SOVRAPPOSIZIONE DEI LIVELLI

26 26 LA SCALA DI MISURAZIONE La scala di misurazione diventa unica, da 1 a 100. Non si effettuano più calcoli di riconversione tra i livelli, come succedeva nei precedenti anni. Livello Zona critica %Voto Livello – – – – – 656 Livello 2 66 – – 858 Livello 3 86 –

27 27 Classi TN/TP e Inglese Per assicurare la formazione di classi tra loro omogenee ed eterogenee al loro interno, gli alunni non vengono divisi in base al tempo scuola scelto: nella stessa classe ci saranno allievi che seguiranno solo le lezioni curricolari del mattino e allievi che poi si fermeranno per le attività laboratoriali Il decreto Gelmini prevede la possibilità di scegliere 5 ore di inglese a discapito della seconda lingua straniera. Poiché le scarse risorse disponibili potrebbero accontentare solo poche richieste, la nostra scuola ha deciso di dare a tutte le classi il massimo possibile di spazi di inglese, salvaguardando anche la seconda lingua comunitaria.

28 28 Ogni settimana un alunno ha a disposizione 35 spazi curricolari Di cui 2 spazi settimanali di contemporaneità. Per chi sceglie il tempo prolungato anche 4 spazi aggiuntivi di laboratorio Spazi aggiuntivi di alfabetizzazione Spazi aggiuntivi di integrazione Offerta oraria settimanale

29 29 Orario Lunedì mattino ore 7.55 – pomeriggio ore – 16.15* Martedì mattino ore 7.55 – 13,45 Mercoledì mattino ore 7.55 – pomeriggio ore – Giovedì mattino ore 7.55 – Venerdì mattino ore 7.55 – Nei giorni di lunedì e mercoledì è garantito il servizio mensa per chi frequenta le attività di laboratorio *Il pomeriggio con la metacognizione prevede luscita alle 16,40


Scaricare ppt "1 Piano dellOfferta Formativa S.M.S. Gramsci Don Minzoni."

Presentazioni simili


Annunci Google