La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto ZOONE Zoo technical networking for a sustainable innovation in Adriatic Euroregion Ricerca ed innovazione nei metodi e pratiche nel campo della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto ZOONE Zoo technical networking for a sustainable innovation in Adriatic Euroregion Ricerca ed innovazione nei metodi e pratiche nel campo della."— Transcript della presentazione:

1 Progetto ZOONE Zoo technical networking for a sustainable innovation in Adriatic Euroregion Ricerca ed innovazione nei metodi e pratiche nel campo della riproduzione bovina ISTITUTO AGRARIO MACERATA

2 Progetto ZOONE LIstituto Istruzione Superiore G. Garibaldi di Macerata partecipa, in convenzione con la SVIM – Sviluppo Marche S.p.A. - con sede in Ancona, alla realizzazione dellAzione Pilota PA1 del progetto ZOONE di cooperazione tecnico-scientifica internazionale, finanziato dallUnione Europea. FINALITA Il progetto ZOONE mira al rafforzamento innovativo, attraverso una cooperazione scientifica ed istituzionale, al fine di creare un ambiente favorevole e fornire un supporto specifico alle imprese del settore zootecnico nelle aree rurali dei Paesi Target, estendendo le reti di cooperazione con i Paesi dellArea Adriatica (Stati Membri, Stati Candidati e Stati Potenziali Candidati: Slovenia, Croazia, Bosnia, Serbia e Albania) per promuovere lo sviluppo, attraverso un modello di zootecnia basato su conoscenza ed innovazione delle economie delle aree rurali assicurando, nel contempo, una sostenibilità ambientale, economico e sociale. ISTITUTO AGRARIO MACERATA

3 Il progetto intende perseguire gli obiettivi attraverso la creazione di una rete scientifica ed istituzionale permanente per: 1. La condivisione e lo scambio delle buone pratiche, dei risultati scientifici e delle competenze nel settore zootecnico; 2.La sensibilizzazione degli allevatori, tecnici e consumatori sullimportanza di innovazione e qualità nellallevamento bovino, per migliorare la produzione interna di carne e la competitività del settore; 3.Il trasferimento di know-how specifico a livello tecnico ed istituzionale, come le applicazioni tecnico-scientifiche nel miglio- ramento genetico e nella diffusione della razza bovina Marchigiana produttrice di carne di elevata qualità. ISTITUTO AGRARIO MACERATA

4 MOTIVAZIONI (Adesione al PROGETTO) Linteresse dellIstituto allo svolgimento del progetto di sperimentazione ed innovazione sussiste in coerenza con le attività di studio e sperimentazione condotte dallo stesso nellambito dei metodi e pratiche della riproduzione bovina, finalizzate a dare ulteriore contributo alla selezione dei bovini di razza Marchigiana presenti nellallevamento aziendale con valorizzazione e diffusione della loro progenie. Inoltre, rientra fra gli obiettivi dellIstituto la collaborazione tecnica e scientifica con Enti ed Istituzioni diverse, al fine di dare maggiore rilevanza didattica e formativa alla propria attività. ISTITUTO AGRARIO MACERATA

5 Più precisamente, lintervento permette allIstituto di: - Capitalizzare le attività progettuali in termini di azioni di formazione didattica e tecnico-professionale per gli studenti dellIstituto tramite: a) lezioni teorico pratiche in laboratorio; b) seminario di studio; c) incontri tecnici con il gruppo di lavoro - Effettuare una idonea divulgazione sul territorio (a tecnici, allevatori, ecc.) delle azioni progettuali e delle best practices innovative nel settore della riproduzione bovina mediante un convegno tecnico scientifico e la redazione di una pubblicazione - Partecipare al rafforzamento innovativo delle applicazioni tecnico- scientifiche nel miglioramento genetico e nella diffusione della razza bovina Marchigiana utili alla promozione dello sviluppo zootecnico cooperativo internazionale - Mantenere una rete di collegamenti con le maggiori realtà operative, in ambito tecnico e scientifico, nel settore zootecnico contribuendo ad un servizio di pubblico interesse nelle attività di ricerca ed innovazione destinate allo sviluppo agricolo. ISTITUTO AGRARIO MACERATA

6 MODALITA ATTUATIVE DEL PROGETTO AllIstituto è affidato il supporto tecnico per la conduzione di attività ricerca e di sperimentazione zootecnica in quanto unica struttura rispondente ai criteri di selezione definiti dal progetto ZOONE per limplementazione dellAzione Pilota 4.1 LIstituto fornisce il supporto logistico al Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell Università di Udine - Partner scientifico responsabile della Fase di Lavoro 4: Ricerca ed innovazione nei metodi e pratiche nel campo della riproduzione bovina del progetto ZOONE durante le missioni scientifiche per limplementazione dellAzione Pilota. ISTITUTO AGRARIO MACERATA

7 Interventi LIstituto rende disponibile un nucleo di 10 bovine – di elevato valore genetico, morfologico e funzionale – del proprio allevamento aziendale di razza Marchigiana (iscritto al Libro Genealogico Nazionale), al fine di realizzare le seguenti attività di Embryo Transfer: ISTITUTO AGRARIO MACERATA 1.Scelta e valutazione clinica delle donatrici; 2.Sincronizzazione dei cicli ovarici e induzione della superovulazione; 3.Piani di accoppiamento: scelta dei migliori riproduttori di razza Marchigiana, disponibili presso ladiacente Centro Tori dellAssocia- zione Regionale Allevatori Marche, per la fecondazione delle donatrici super ovulate mediante I.A. (Inseminazione Artificiale); 4.Raccolta degli embrioni prodotti dalle donatrici con una operazione di lavaggio delle corna uterine (flushing); 5.Valutazione, classificazione e congelamento degli embrioni idonei in laboratorio, per il successivo impianto in bovine riceventi allevate nei Paesi Target di progetto (Bosnia). La procedura, ripetuta nellarco del periodo previsto dalla convenzione (15 mesi), prevede la produzione minima di n. 60 embrioni.

8 Tempi di realizzazione: Inizio attività: luglio Fine attività: settembre 2013 Personale referente scientifico: Prof. Giuseppe Stradaioli Dipartimento Scienze Agrarie e Ambientali - Università degli Studi di Udine; Coordinatore: Prof. Claudio Caproli - Tecnica di Produzione Animale IIS G. Garibaldi Macerata Personale assistente Medico Veterinario: Dott. Valentino Tirabasso - Collaboratore ARAM Macerata Medico Veterinario: Dott. Andrea Biancucci - Università degli Studi di Udine Responsabile di allevamento: Prof. Anselmo Melchiorri - ITP IIS G. Garibaldi Macerata Coinvolgimento Enti e Associazioni Università degli Studi di Udine - Dipartimento Scienze Agrarie e Ambientali Regione Marche - Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca - Ancona SVIM - Sviluppo Marche S.p.A. - Ancona ARAM - Associazione Regionale Allevatori delle Marche - Macerata ISTITUTO AGRARIO MACERATA

9 Preparazione di una bovina donatrice per il "flushing" Il Prof. G. Stradaioli esegue il trattamento anestetico Il Dr. A. Biancucci mostra il catetere per il prelievo degli embrioni ISTITUTO AGRARIO MACERATA

10 Flushing: lavaggio delle corna uterine per il prelievo degli embrioni Esame microscopico post prelievo in laboratorio Controllo e isolamento degli embrioni ISTITUTO AGRARIO MACERATA

11 Nel monitor, in alto a Sx e in basso a Dx, due morule di 6/7 giorni di età Il Prof. Giuseppe Stradaioli illustra lEmbryo Transfer agli studenti ISTITUTO AGRARIO MACERATA

12 Da Sx: Dr. A. Biancucci, Dr. V. Tirabasso, Prof. G. Stradaioli e Prof. C. Caproli A Sx il Prof. A. Melchiorri con alcuni collaboratori al progetto ISTITUTO AGRARIO MACERATA


Scaricare ppt "Progetto ZOONE Zoo technical networking for a sustainable innovation in Adriatic Euroregion Ricerca ed innovazione nei metodi e pratiche nel campo della."

Presentazioni simili


Annunci Google