La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La posta Certificata La Posta Elettronica Certificata La firma Digitale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La posta Certificata La Posta Elettronica Certificata La firma Digitale."— Transcript della presentazione:

1 La posta Certificata La Posta Elettronica Certificata La firma Digitale

2 La Posta Certificata Cosa è ? La è un servizio di comunicazione elettronica tra Cittadino e Pubblica Amministrazione. Il servizio è offerto a titolo gratuito e si rivolge a tutti i cittadini italiani maggiorenni che ne facciano richiesta (anche se residenti all'estero).

3 Cosa è ? Attraverso la ogni cittadino può dialogare in modalità sicura e certificata con la Pubblica Amministrazione comodamente da casa o con qualsiasi dispositivo in grado di connettersi ad internet senza recarsi presso gli Uffici della PA per: richiedere/inviare informazioni alle Pubbliche Amministrazioni inviare Istanze/documentazione alle Pubbliche Amministrazioni ricevere documenti, informazioni, comunicazioni dalle Pubbliche Amministrazioni

4 Cosa è Il servizio fornisce tutte le garanzie di una posta elettronica certificata permette di dare ad un messaggio di posta elettronica la piena validità legale nei casi previsti dalla normativa garantisce data e ora riferiti all'accettazione e alla consegna del messaggio e l'integrità del contenuto trasmesso

5 Cosa è La garantisce un canale di comunicazione chiuso ed esclusivo tra Pubblica Amministrazione e Cittadino, non sono, infatti, previste comunicazioni al di fuori di tale canale, ad esempio tra Cittadino e Cittadino. Le caselle attivate dalla Pubblica Amministrazione per i propri dipendenti (in qualità di Cittadini) sono del tutto equivalenti alle caselle per il Cittadino.

6 Quali sono i Servizi ? I Servizi Base sono forniti gratuitamente e consentono di stabilire un canale di comunicazione semplice, diretto e sicuro tra il Cittadino e la Pubblica Amministrazione. I Servizi Avanzati (di prossima attivazione) sono invece attivabili a pagamento e rendono disponibili molte altre funzionalità della

7 I Servizi Base I servizi base forniti in forma gratuita al Cittadino, ossia l'insieme dei servizi necessari a garantire la creazione di un canale di comunicazione semplice, diretto e sicuro tra Cittadino e Pubblica Amministrazione, sono: la casella di posta elettronica con dimensione di 250 MB, per ogni Cittadino italiano maggiorenne che ne faccia richiesta, destinata esclusivamente alle comunicazioni tra Pubblica Amministrazione e Cittadino, e viceversa.

8 I Servizi Base il servizio opzionale di notifica tramite posta elettronica tradizionale (ad esempio dellavvenuta ricezione di un messaggio sulla propria casella oppure delle ricevute di accettazione e consegna conseguenti un invio) il fascicolo elettronico personale del Cittadino, uno spazio per la memorizzazione dei documenti scambiati con capacità di memorizzazione di 500 MB, attraverso salvataggio operato tramite Casella la messa a disposizione del Cittadino di un indirizzario delle PubblicheAmministrazioni ( in fase di completamento ) provviste di o posta elettronica certificata preventivamente inserite nell'Indice delle PA.

9 I Servizi Avanzati Ai cittadini che ne facciano richiesta, saranno messi disposizione, a pagamento, ulteriori servizi accessori, di prossima attivazione, quali: Servizi di firma digitale Servizi di notifica multicanale, cioè di segnalazione, attraverso SMS, IVR e posta cartacea, degli eventi collegati alla casella stessa Agenda degli eventi, con l'indicazione delle principali scadenze di interesse Il servizio avanzato di fascicolo elettronico personale del Cittadino, con uno spazio di memorizzazione pari a 1 GB

10 I Servizi Avanzati Sono inoltre previsti ulteriori servizi aggiuntivi a pagamento per il Cittadino: Servizio di comunicazione FAX verso Servizio di firma digitale remota Libretto sanitario elettronico Servizi di Postaonline fruibili dalla casella Servizi di stampa, imbustamento e recapito delle comunicazioni effettuate tramite per inoltro cartaceo a terzi Fornitura lettore di smart card Accesso vocale alla casella Cartella centralizzata per la conservazione e la condivisione di file personali (Private Folder)

11 La Sicurezza Limitazione delle comunicazioni il servizio di comunicazione consente le sole comunicazioni tra Cittadino e Pubbliche Amministrazioni e viceversa e quello tra Pubbliche Amministrazioni e Pubbliche Amministrazioni. Relativamente alle caselle della Pubblica Amministrazione la comunicazione è limitata alle Pubbliche Amministrazioni iscritte all'Indice PA.

12 La Sicurezza Canali di trasmissione sicuri tutte le connessioni sono realizzate tramite l'impiego di canali sicuri basati sull'utilizzo dei protocolli di trasporto Transport Layer Security (TLS)/Secure Sockets Layer (SSL), che permettano la crittografia dei dati trasmessi in rete.

13 La Sicurezza Antivirus I sistemi di front-end che permettono il colloquio con i client e la casella includono componenti antivirus che effettuano controlli sia nei messaggi in ingresso, che in uscita. Le configurazioni adottate sono tali per cui tutti i messaggi di in cui è rilevata la presenza di virus sono consegnati al motore di per essere trattati in conformità alla normativa vigente.

14 La Sicurezza Gestione Log Tutti i log inerenti i messaggi scambiati sono memorizzati su un registro (log) riportante i dati significativi dell'operazione. I log dei messaggi sono conservati per 30 mesi a cura del Gestore.

15 La Sicurezza Integrità e limitazione dell'uso improprio del servizio il sistema permette, attraverso le caratteristiche della piattaforma utilizzata, di tenere sotto controllo l'utilizzo delle risorse da parte dell'utente, sulla base di specifici parametri quali: il numero massimo di invii, la dimensione massima dei messaggi, numero massimo dei destinatari, dimensione massima dello spazio di memorizzazione della casella. effettuare un numero massimo di invii giornalieri, non superiore a 10; inviare un messaggio con dimensione massima pari a 30 MB; inviare messaggi fino 50 destinatari*.

16 La Normativa La è rilasciata ai sensi dell'art. 16-bis del Decreto Legge del 29 novembre 2008, n. 185, recante "Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi, il quadro strategico nazionale", convertito in legge del 28 gennaio 2009, n. 2 e del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 maggio 2009 recante disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di Posta Elettronica Certificata ai cittadini. L'utilizzo della avviene ai sensi del Codice dell'Amministrazione Digitale ed è aderente al Regolamento sulla Posta Elettronica Certificata DPR 11 febbraio 2005, n. 68 ed alle Regole Tecniche di cui al Decreto Ministeriale 2 Novembre 2005.

17 Come richiedere il servizio di posta Per richiedere lattivazione del servizio basta collegarsi al Portale Web,www.postacertificata.gov.it e seguire i passi operativi indicati dalla procedura interattiva guidata che consente di inserire la richiesta in maniera semplice e veloce.

18 Come richiedere il servizio di posta La procedura prevede: –Inserimento dei dati richiesti: il Cittadino inserisce i dati utili per la sua pre-registrazione. I dati richiesti includono: dati anagrafici, comprensivi del codice fiscale domicilio postale per le eventuali comunicazioni in forma cartacea contatti telefonici (fisso e mobile) indirizzo di posta elettronica tradizionale password di accesso ai servizi che può essere successivamente cambiata in qualsiasi momento attraverso apposita funzione del Portale Web eventuali altri dati

19 Come richiedere il servizio di posta Verifica correttezza dei dati inseriti:(ad es. vincoli di sicurezza sulla costituzione della password, correttezza formale del Codice Fiscale, formato , codice fiscale già registrato, etc.) Selezione dei servizi accessori: è possibile selezionare eventuali servizi opzionali di base (es. notifica su Posta elettronica tradizionale) o Servizi accessori che si desidera attivare, via via che questi vengono resi disponibili.

20 Come richiedere il servizio di posta Scelta Password: il Cittadino inserisce la password da utilizzare per laccesso al Portale Web e, una volta eseguita la registrazione, per utilizzare la casella ed i servizi associati. Presentazione Documentazione descrittiva del Servizio il sistema sottoponeal Cittadino: –le regole per lattivazione e lutilizzo del servizio –i requisiti tecnici per laccesso al servizio –consigli per il corretto utilizzo del servizio in condizioni di massima sicurezza –tutti i documenti e le informative sulle condizioni contrattuali del servizio e sulle implicazioni delladesione allo stesso nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

21 Come richiedere il servizio di posta Accettazione da parte del Cittadino delle condizioni contrattuali del servizio e delle implicazioni delladesione allo stesso nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. Finalizzazione della richiesta: il Cittadino conferma il riepilogo dei dati immessi e dei servizi richiesti e inoltra la richiesta.

22 Come richiedere il servizio di posta Comunicazione dellesito della richiesta: il Cittadino visualizza i dati principali relativi alla sua richiesta, tra cui il Codice utente e lindirizzo della casella Memorizzazione della richiesta di attivazione Stampa riepilogativa della richiesta

23 Come attivare la Casella Una volta effettuata la registrazione sul portale è necessario recarsi presso uno degli uffici abilitati perlidentificazione. Lutente potrà recarsi presso tali uffici a partire dalla data che gli verrà comunicata dalConcessionario e comunque entro 3 mesi dalla registrazione. NB: la richiesta di attivazione del Servizio da richiedere allUfficio Postale Abilitato può essere fatta personalmente dallinteressato, oltre che da persona munita di appositadelega con firma del delegante autenticata ai sensi e per gli effetti di cui allart codice civile.

24 Come attivare la Casella Allo sportello di seguito le attività necessarie da svolgere: Richiesta del documento di riconoscimento in corso di validità e del Codice Fiscale Verifica della correttezza dei dati immessi Comunicazione al Cittadino: comunicazione al Cittadino in modo completo e chiaro delle condizioni d'uso del servizio.

25 Come attivare la Casella Firma del Contratto e dellInformativa: stampa, da parte delloperatore di sportello, del modulo di adesione contenente anche linformativa privacy e firma del Cittadino. Registrazione al sistema di completamento della procedura formale di accettazione Consegna del contratto da parte delloperatore di sportello: Archiviazione della documentazione cartacea

26 Come attivare la Casella Non appena completata lattività di registrazione vengono svolte le attività indicate di seguito: Viene abilitata lutenza allinterno del sistema di gestione delle identità del Portale in modo che il Cittadino possa eseguire le attività connesse al proprio profilo. la casella assegnata viene inserita allinterno dell'elenco degli indirizzi dei cittadini e resa visibile a tutte le Pubblica Amministrazione attive nel sistema viene creata e resa attiva la casella di del Cittadino e attivato lo spazio nel Fascicolo elettronico Personale, relativamente al servizio base. vengono eseguite le procedure di attivazioni degli eventuali servizi addizionali sottoscritti.

27 Posta Elettronica Certificata La Posta Elettronica Certificata (detta anche posta certificata o PEC) è : un sistema di comunicazione simile alla posta elettronica standard a cui si aggiungono delle caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione tali da rendere i messaggi opponibili a terzi.

28 Come avviene la trasmissione con la PEC La trasmissione viene considerata posta certificata solo se : le caselle del mittente e del destinatario sono caselle di posta elettronica certificata. Se una delle caselle coinvolte nella trasmissione non è una casella di PEC si viene a perdere il valore della trasmissione e il sistema potrà fornire solo una parte delle funzionalità di certificazione previste; in questo caso, per esempio, non viene fornita la ricevuta di avvenuta consegna.

29 Come avviene la trasmissione con la PEC L'utilizzo dei servizi di posta certificata avviene esclusivamente utilizzando protocolli sicuri, in modo da evitare qualsiasi manomissione del messaggio da parte di terzi. Quando si spedisce un regolare messaggio da una casella di posta certificata si riceve dal proprio provider di posta certificata una ricevuta di accettazione, firmata dal gestore stesso, che attesta il momento della spedizione ed i destinatari (distinguendo quelli normali da quelli dotati di PEC.).

30 Come avviene la trasmissione con la PEC Un messaggio di posta certificata viene consegnato nella casella del destinatario inserito nella sua "busta di trasporto", ovvero il nuovo messaggio creato dal provider del mittente, contenente il messaggio originale e i più significativi dati di spedizione, sul quale il provider appone la propria firma, in modo che il provider del destinatario possa appurarne l'integrità.

31 Come avviene la trasmissione con la PEC Non appena effettuata la consegna il provider del destinatario invia al mittente la ricevuta di consegna. Anche in questo caso si tratta di un messaggio , firmato dal gestore stesso che attesta: la consegna data e ora di consegna contenuto consegnato

32 Come avviene la trasmissione con la PEC la ricevuta di consegna contiene, in allegato, anche il messaggio vero e proprio (con tutti i suoi eventuali allegati). Questo significa che la posta certificata fornisce al mittente una prova, firmata dal provider scelto dal destinatario, di tutto il contenuto che è stato recapitato (con data e ora di recapito). Questa è una delle caratteristiche più significative che distingue la posta certificata dai normali mezzi per l'invio di documenti ufficiali in formato cartaceo.

33 La Firma Digitale

34 Definizione di documento Informatico e Valore Probatorio Il Codice della Amministrazione Digitale (D.Lgs 7 marzo 2005, n.82) definisce documento informatico la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti. Sancisce inoltre che Il documento informatico, sottoscritto con firma digitale o con un altro tipo di firma elettronica qualificata, ha lefficacia prevista dallarticolo 2702 del codice civile.

35 Definizione di documento Informatico e Valore Probatorio Lutilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria. ed anche che Le istanze e le dichiarazioni presentate alle pubbliche amministrazioni per via telematica ai sensi dellarticolo 38, commi 1 e 3, del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, sono valide: –a) se sottoscritte mediante la firma digitale, il cui certificato è rilasciato da un certificatore accreditato; Possiamo quindi utilizzare la firma digitale per sottoscrivere una dichiarazione o un contratto, brevemente tutto ciò che richiede una sottoscrizione autografa ai sensi dellart del codice civile. La firma digitale garantisce quindi, nei confronti dei documenti informatici, la presenza degli stessi requisiti che la firma autografa garantisce nei confronti dei documenti cartacei, fornendo in più garanzia di immodificabilità delloggetto della sottoscrizione.

36 La firma Digitale La firma digitale costituisce uno dei cardini del processo di e-governement. Possono dotarsi di firma digitale tutte le persone fisiche: cittadini, amministratori e dipendenti di società e pubbliche amministrazioni. Per dotarsi di firma digitale è necessario rivolgersi ai certificatori accreditati: soggetti pubblici e privati che hanno ottenuto lautorizzazione a svolgere tale attività. L'elenco degli enti certificatori è tenuto dal DigitPA (ex CNIPA ), Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione.A metà dellanno 2008 si contano oltre 3,2 milioni di dispositivi di firma digitale.

37 Cosa è La Firma Digitale La Firma Digitale è: – il risultato di una procedura informatica che garantisce lautenticità e lintegrità di messaggi e documenti scambiati e archiviati con mezzi informatici, al pari di quanto svolto dalla firma autografa per i documenti tradizionali. – La differenza tra firma autografa e firma digitale è che la prima è legata alla caratteristica fisica della persona che appone la firma, vale a dire la grafia, mentre la seconda al possesso di uno strumento informatico e di un PIN di abilitazione, da parte del firmatario.

38

39 Cosa è La Firma Digitale La Firma Digitale è: – La firma digitale è il risultato di una procedura informatica (validazione) che consente al sottoscrittore di rendere manifesta l autenticità del documento informatico ed al destinatario di verificarne la provenienza e lintegrità. In sostanza i requisiti assolti sono: –Autenticità: con un documento firmato digitalmente si può essere certi dell identità del sottoscrittore; –Integrità: sicurezza che il documento informatico non è stato modificato dopo la sua sottoscrizione; –Non ripudio: il documento informatico sottoscritto con firma digitale, ha piena validità legale e non può essere ripudiato dal sottoscrittore.

40 Come Funziona Per generare una firma digitale è necessario: utilizzare una coppia di chiavi digitali asimmetriche, attribuite in maniera univoca ad un soggetto detto Titolare della coppia di chiavi. La prima, chiave privata destinata ad essere conosciuta solo dal Titolare, è utilizzata per la generazione della firma digitale da apporre al documento, La seconda, chiave da rendere pubblica, viene utilizzata per verificare lautenticità della firma.

41 Come Funziona Caratteristica di tale metodo, detto crittografia a doppia chiave, è che, firmato il documento con la chiave privata, la firma può essere verificata con successo esclusivamente con la corrispondente chiave pubblica.La sicurezza è garantita dalla impossibilità di ricostruire la chiave privata (segreta) a partire da quella pubblica, anche se le due chiavi sono univocamente collegate.

42 La certificazione Il certificato è un documento elettronico, contenente informazioni relative al titolare e la chiave pubblica di firma del Titolare. E il risultato di una apposita procedura di certificazione che garantisce la corrispondenza biunivoca tra una chiave pubblica ed il soggetto a cui essa appartiene. Affinché i soggetti possano riporre completa fiducia nei certificati digitali e nei dati in essi contenuti, occorre che una "terza parte fidata" - il Certificatore - garantisca laffidabilità dei dati contenuti nel certificato, occupandosi quindi del suo rilascio e pubblicazione su un apposito registro accessibile online.

43 Il Certificatore Le principali attività del Certificatore sono le seguenti: verificare ed attestare lidentità del richiedente; stabilire il termine di scadenza dei certificati, ed il periodo di validità delle chiavi in funzione della loro "robustezza " e degli usi per i quali sono impiegate; emettere e pubblicare il certificato, in un archivio pubblico gestito dallo stesso Certificatore; revocare o sospendere i certificati. I certificatori, per lattuale normativa, sono accreditati presso il Centro nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione ed iscritti in un apposito elenco.

44 La Certificazione e la Marcatura Temporale La procedura di marcatura temporale serve ad attestare lesistenza di un documento informatico rispetto ad una data certa. Tale procedura, che deve essere resa disponibile ai propri titolari di firma digitale da ogni certificatore, prevede la generazione di una marca temporale che fornisce un riferimento temporale opponibile ai terzi atto a dimostrare lesistenza di un documento informatico in un dato momento.

45 Un elenco di certificatori Actalis S.p.A. (dal 28/03/2002) Aruba Posta Elettronica Certificata S.p.A. (dal 06/12/2007) Banca dItalia (dal 24/01/2008) Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (dal 03/08/2004) Cedacri S.p.A. (dal 15/11/ Nuova denominazione sociale della Cedacrinord S.p.A.) CNDCEC (dal 10/07/2008) Comando C4 Difesa - Stato Maggiore della Difesa (dal 21/09/2006) Consiglio Nazionale del Notariato (dal 12/09/2002) Consiglio Nazionale Forense (dal 11/12/2003) I.T. Telecom S.r.l. (dal 13/01/2005) In.Te.S.A. S.p.A. (dal 22/03/2001) Infocert S.p.A. (dal 19/07/2007) Intesa Sanpaolo S.p.A. (dal 08/04/ risultato della fusione per incorporazione del Sanpaolo IMI in Banca Intesa e conseguente cambio di denominazione sociale) Ecc.ecc.

46 Come si ottiene il Certificato Per la legge italiana il Certificatore deve provvedere a verificare l identità del soggetto che richiede il certificato attraverso procedure appositamente definite. Il richiedente –deve fornire allEnte di Certificazione la documentazione utile per accertare la sua identità; Il Certificatore, a sua volta – fornisce al richiedente un codice identificativo univoco;

47 Come si ottiene il Certificato A seguito della generazione delle chiavi asimmetriche, quella privata da mantenere segreta e quella pubblica da rendere disponibile per la verifica, questultima chiave viene inviata al Certificatore per lemissione del certificato; Il Certificatore, infine, genera e pubblica il certificato che contiene i dati del Titolare e la sua chiave pubblica che i destinatari utilizzano per la verifica della firma.

48 Cosa Contiene Un certificato Digitale Il certificato è il mezzo di cui dispone il destinatario per avere la garanzia sullidentità del suo interlocutore e per venire in possesso della chiave pubblica di questultimo. Per tale ragione il certificato contiene, oltre la chiave pubblica per la verifica della firma, anche i dati del titolare; è garantito e firmato da una "terza parte fidata": il certificatore.

49 Cosa Contiene Un certificato Digitale numero di serie del certificato ragione e denominazione sociale del certificatore codice identificativo del titolare presso il certificatore nome, cognome e data di nascita ovvero ragione o denominazione sociale del titolare valore della chiave pubblica

50 Cosa Contiene Un certificato Digitale algoritmi di generazione e verifica utilizzabili inizio e fine del periodo di validità delle chiavi algoritmo di sottoscrizione del certificato Il certificato in formato X.509, contiene in uno standard riconosciuto, una serie di campi per dati obbligatori ai quali possono essere aggiunte ulteriori estensioni per riportare informazioni aggiuntive.

51 Le Chiavi Asimmetriche e la Crittografia Vista la rilevanza giuridica del documento informatico, occorre poter individuare in maniera semplice il suo sottoscrittore e poter rilevare immediatamente se il documento è integro oppure è stato alterato dopo la sua sottoscrizione. A tale scopo riveste particolare importanza la crittografia, tecnica per rendere inintellegibili documenti a chi non dispone della relativa chiave e dellalgoritmo necessario.

52 Le Chiavi Asimmetriche e la Crittografia La crittografia può essere: simmetrica, nel caso in cui ogni titolare dispone di una chiave per la firma dei documenti; la stessa chiave deve essere a conoscenza del destinatario che la utilizza per la verifica; asimmetrica, ogni titolare dispone di una coppia di chiavi, una privata, da mantenere segreta, utilizzata per la sottoscrizione dei documenti, laltra da rendere pubblica e da usare per la verifica.

53 Cosa è una chiave di coppia asimetrica ? E una coppia di chiavi crittografiche, una privata ed una pubblica, da utilizzarsi per la sottoscrizione dei documenti informatici. Pur essendo univocamente correlate, dalla chiave pubblica non è possibile risalire a quella privata che deve essere custodita in maniera riservata dal Titolare.

54 Cosa è una chiave di coppia asimetrica ? Chiave privata: elemento della coppia di chiavi asimmetriche, destinato ad essere conosciuto soltanto dal soggetto Titolare, mediante il quale si appone la firma digitale sul documento informatico. Chiave pubblica: elemento della coppia di chiavi asimmetriche destinato ad essere reso pubblico, con il quale si verifica la firma digitale apposta sul documento informatico dal Titolare delle chiavi asimmetriche.

55

56 Cosa e un certificato per chiavi di firma ? Il certificato è un documento elettronico contenente informazioni relative al Titolare e la sua chiave pubblica; è firmato dal Certificatore con la propria chiave privata utilizzata solo per questo scopo. Il Certificatore emette il certificato e lo sottoscrive apponendo la sua firma digitale mediante la chiave privata di certificazione. Chiunque desideri assicurarsi dellautenticità e dellintegrità dei dati in esso contenuti, può verificarlo utilizzando la chiave pubblica del certificatore stesso. Il certificato viene inviato al richiedente che, nel rispetto della normativa vigente, lo allega, per la verifica, al documento informatico ed alla relativa firma digitale.

57 Limpronta del documento e la Firma Digitale La prima operazione per generare una firma digitale è lestrazione, dal documento originario, della cosiddetta "impronta digitale", cioè una stringa di dati lunga di solito 160 bit, ottenuta con una funzione matematica, detta "hash", irreversibile (non è possibile, a partire dall impronta, risalire al documento originario). Tale funzione sintetizza il testo in modo univoco (a due testi che differiscono anche per un solo carattere, corrispondono due impronte diverse).

58 La Generazione della Firma digitale La generazione della firma consiste nella cifratura con la chiave privata dellimpronta precedentemente generata. In questo modo la firma risulta legata: attraverso la chiave pubblica - univocamente correlata alla chiave privata utilizzata per la firma del documento informatico - al soggetto sottoscrittore tramite limpronta al testo sottoscritto La firma digitale, vale a dire limpronta cifrata, viene allegata al documento in chiaro insieme al certificato da cui è possibile ottenere la chiave pubblica per la verifica.

59 La generazione della Firma Digitale Le principali fasi del processo di firma digitale sono: Viene prodotta limpronta del documento da firmare, utilizzando la funzione di hash; Si genera la firma digitale cifrando, con la chiave privata del sottoscrittore, limpronta precedentemente prodotta; Viene creata la "busta elettronica", contenente il documento informatico, la firma digitale ed il certificato della chiave pubblica; il "pacchetto" così formato viene trasmesso al destinatario.

60

61 Come si verifica una Firma Digitale Il processo di verifica consiste nei seguenti fasi fondamentali : la decifratura della firma digitale con la chiave pubblica del mittente, contenuta nel certificato allegato; si ottiene così limpronta in precedenza generata dal mittente del documento - lesito positivo di questa operazione assicura lautenticità dellorigine dei dati;

62 Come si verifica una Firma Digitale la creazione, a partire dal documento informatico ricevuto, dellimpronta univoca, utilizzando la stessa funzione di hash precedentemente utilizzata dal mittente; il confronto tra le due impronte, quella ricevuta in maniera cifrata - e decifrata utilizzando la chiave pubblica - e quella calcolata utilizzando la funzione di hash, dà la garanzia che il documento non è stato alterato.

63 Linfrastuttura a Chiave Pubblica Contesto Tecnologico E un insieme di apparati, regole di sicurezza, procedure operative e servizi che rendono possibile la gestione affidabile ed efficiente di applicazioni per la firma digitale, lautenticazione, la protezione della riservatezza e la marcatura temporale dei documenti informatici.

64 Linfrastuttura a Chiave Pubblica Contesto Tecnologico Si basa sulla crittografia asimmetrica a chiave pubblica e svolge le seguenti funzioni principali: generazione e distribuzione di coppie di chiavi digitali; verifica dellidentità dei richiedenti i certificati; emissione e pubblicazione dei certificati; gestione del ciclo di vita dei certificati (sospensione, revoca, rinnovo)

65 Linfrastuttura a Chiave Pubblica Contesto Tecnologico La chiave privata utilizzata per la firma dei documenti informatici deve essere conservata in maniera sicura e segreta dal Titolare che ne è responsabile; Per tale ragione le smart card crittografiche, opportunamente protette da PIN di accesso, sono state individuate come un valido supporto, in quanto oltre a permettere la generazione delle chiavi al loro interno e l applicazione della firma digitale, dispongono di sistemi di sicurezza che impediscono lesportazione e la copia della chiave privata, fuori dalla smart card in cui è stata generata.

66 Linfrastuttura a Chiave Pubblica Contesto Tecnologico La diffusione della chiave pubblica, invece, consente a tutti i possibili destinatari dei documenti informatici di disporre della chiave necessaria per la verifica dei documenti. Per individuare in maniera sicura il sottoscrittore del documento, deve essere legata in maniera certa al titolare della corrispondente chiave privata.

67 Il Dispositivo di Firma Per la normativa italiana con dispositivo di firma si intende "un apparato elettronico programmabile solo allorigine, facente parte del sistema di validazione, in grado almeno di conservare in modo protetto la chiave privata e generare al suo interno le firme digitali." Uno degli strumenti che è possibile utilizzare come dispositivo di firma è la smart card crittografica.

68 La Smart Card Dal punto di vista operativo, l'utente deve avere un dispositivo di firma sicuro, rilasciato da un Ente Certificatore. Si tratta di una smart card, ovvero una carta a microprocessore personalizzata e dotata di codice segreto (PIN). Utilizzando la sua carta, attraverso gli appositi strumenti hardware e software, l'utente è in grado di apporre la propria firma digitale su un qualsiasi documento informatico. La firma risulterà indissolubilmente legata da un lato al soggetto sottoscrittore e dall'altro al testo sottoscritto. Il destinatario del documento, mediante il proprio sistema informatico, ha la possibilità di verificare l'identità del sottoscrittore, l'integrità del documento e la data e ora della sua generazione.

69 Possibili Utilizzi della FirmaDigitale comunicazioni ufficiali con le amministrazioni pubbliche risposte a bandi e gare pubbliche moduli di richiesta di vario genere dichiarazioni fiscali e di altro tipo trasmissione di documenti legali rapporti contrattuali su reti aperte (Internet) fornitura elettronica di beni e servizi transazioni finanziarie identificazione e/o autorizzazione gestione di attività in gruppi/sistemi chiusi o a partecipazione controllata gruppi di lavoro e di ricerca transazioni personali.


Scaricare ppt "La posta Certificata La Posta Elettronica Certificata La firma Digitale."

Presentazioni simili


Annunci Google