La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il rischio: approccio psicofisico e approccio motivazionista Teoria di Lola Lopes.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il rischio: approccio psicofisico e approccio motivazionista Teoria di Lola Lopes."— Transcript della presentazione:

1 Il rischio: approccio psicofisico e approccio motivazionista Teoria di Lola Lopes

2 Approccio psicofisico È quello della UA senza necessariamente ipotizzare che la funzione di utilità sia sempre concava o sempre convessa. Friedman e Savage (1948) ipotizzano che gli individui possano essere avversi al rischio per bassi livelli di ricchezza, poi propensi al rischio, e di nuovo avversi al rischio per livelli alti di ricchezza.

3 Indicatori di rischio Nellapproccio psicofisico gli indicatori di rischio sono i momenti della distribuzione di probabilità: media e varianza. Il rischio è rappresentato dalla varianza del rendimento atteso.

4 Approccio motivazionista La decisione di fronte ad una scelta rischiosa dipende dalle motivazioni che animano lindividuo: Motivazione ad avere successo (speranza), esempio del lancio dellanello, gli individui eviteranno distanze troppo elevate o troppo ravvicinate. Motivazione ad evitare il fallimento o linsuccesso (paura), gli individui con questa motivazione sceglieranno distanze estreme.

5 Teoria di Lola Lopes (1987) La teoria si fonda su due fattori: Un fattore dispositivo che descrive come un individuo si dispone rispetto ad una scelta rischiosa Un fattore contestuale o ambientale, riflette gli obiettivi, i desideri e i vincoli dellindividuo, ma dipende anche dal contesto in cui lindividuo si colloca.

6 Fattore dispositivo Desire for security and desire for potential: il desiderio di sicurezza prevale nelle persone che danno più importanza alle conseguenze negative, mentre quello per il potenziale prevale nelle persone che danno più importanza alle conseguenze positive.

7 Fattore contestuale Valutazione della congruità e ragionevolezza della scelta data la propria situazione. Valutazione delle alternative disponibili (costo opportunità) Distanza tra la situazione corrente e i precedenti obiettivi

8 Secondo la Lopes le persone non ragionano pensando alla varianza di una distribuzione (probabilmente valutano solo la media) ma provano a stabilire la probabilità di ottenere un risultato inferiore o maggiore di un certo livello. Il desiderio di sicurezza e quello di potenzialità si esprimono attraverso riflessioni tipo: qual è il risultato migliore o peggiore che posso ottenere, oppure quanto è alta la probabilità di ottenere un determinato risultato.

9 4 principi Gli individui, oltre al valore medio, prestano attenzione alla distribuzione cumulata delle perdite e dei guadagni. Il desiderio di sicurezza porta ad attribuire più importanza alle perdite o più in generale alla coda di sinistra della distribuzione degli esiti possibili, il desiderio di potenziale alla coda di destra. In ogni individuo coesistono i due desideri ma più frequentemente prevale quello di sicurezza. La probabilità di raggiungere i propri obiettivi di rendimento condiziona la scelta.

10 Tabella 1: la distribuzione di probabilità del rendimento percentuale. Rend. Medio=2.88 Rendimento %Probabilità

11 Secondo la Lopes ai diversi livelli di rendimento gli individui associano la probabilità decumulata, cioè la probabilità di ottenere un valore al rendimento in oggetto. Vedi tabella 2 Calcolo del rendimento medio di un titolo. La probabilità decumulata deve essere moltiplicata per la differenza tra il rendimento ad essa relativo e quello inferiore (Tabella 3): (R i -R i-1 ) D i

12 Tabella 2: la distribuzione di probabilità decumulata del rendimento percentuale rendimentoProbabilità decumulata

13 Tabella 3 Media=2,88 R i -R i-1 DiDi (R i -R i-1 ) D i

14 Distorsione nelle probabilità decumulate La paura induce a ragionare come se le probabilità della coda di sinistra fossero più alte di quanto sono in realtà (distorsione); la speranza come se le probabilità della coda di destra fossero più alte. Tabelle 4 e 5 e 6

15 Distorsione delle probabilità decumulate h p = D 1+q La paura influenza le valutazioni di convenienza attraverso una distorsione nella probabilità decumulata, attraverso questo espediente si abbassa il calcolo della media in misura tanto maggiore quanto maggiore è la coda di sinistra dei rendimenti (quella dei risultati inferiori alla media)

16 Tabella 4: rendimento medio percentuale utilizzando la probabilità decumulata distorta dalla paura Media =2.58 R i -R i-1 h p =D i 1,3 (R i - R i-1 )*h p

17 Fronte della speranza La speranza induce a ragionare come se fossero più alte le probabilità della coda di destra (relative agli esiti maggiori della media). La probabilità decumulata è così trasformata: h s = 1-(1-D) 1+q

18 Tabella 5:rendimento medio percentuale utilizzando la probabilità decumulata distorta dalla speranza Media=3.15 R i -R i-1 h s =1-(1-D i ) 1,3 (R i - R i-1 )*h s

19 La forma combinata della probabilità cumulata è h p/s = δh p + (1-δ)h s Quindi un investitore valuta un titolo come se il valore atteso fosse il seguente: (R i -R i-1 ) h p/s Se δ =0.5 paura e speranza coesistono in modo equilibrato se δ >0.5 prevale la paura e lindividuo si comporta come se il rendimento del titolo fosse minore di quanto è in realtà.

20 Tabella 6: rendimento medio percentuale che tiene conto sia della paura che della speranza. Media=2,69 R i -R i-1 h p/s (R i - R i-1 )*h p/s

21 La teoria Motivazionista della Lopes, la teoria del Mental accounting e la teoria della piramide degli investimenti implicano una certa separatezza della scelta d investimento (dovuta al bisogno di sicurezza e alla speranza) è in netto contrasto con la teoria classica del portafoglio che prescrive unottimizzazione globale e simultanea dellintero portafoglio degli investimenti.


Scaricare ppt "Il rischio: approccio psicofisico e approccio motivazionista Teoria di Lola Lopes."

Presentazioni simili


Annunci Google