La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sportello unico per le attività produttive SUAP Presentazione del sistema provinciale Ravenna, marzo 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sportello unico per le attività produttive SUAP Presentazione del sistema provinciale Ravenna, marzo 2011."— Transcript della presentazione:

1 Sportello unico per le attività produttive SUAP Presentazione del sistema provinciale Ravenna, marzo 2011

2 Il Contesto normativo di riferimento Articolo 38 Impresa in un giorno L.133/2008 Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico per le attività produttive D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160

3 Gli attori I Comuni con gli Sportelli unici per le Attività produttive - SUAP Le Imprese ed i loro intermediari (associazioni e professionisti) La Provincia con un ruolo di coordinamento (programmazione negoziata, promozione della concertazione con gli Enti locali territoriali, le associazioni )

4 D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 Il SUAP è individuato quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto lesercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, che ha recepito la Direttiva Servizi

5 D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività e i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati, esclusivamente in modalità telematica, al SUAP del comune competente per il territorio il SUAP provvede allinoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento, le quali adottano modalità telematiche di ricevimento e di trasmissione. Stabilisce che:

6 D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 in luogo degli altri uffici comunalie di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento Il SUAP assicura al richiedente una risposta telematica unica e tempestiva in luogo degli altri uffici comunali e di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento, ivi comprese quelle preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, del patrimonio storico- artistico o alla tutela della salute e della pubblica incolumità. Nei casi in cui le attività sono soggette alla disciplina della segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), stabilisce che la segnalazione è presentata al SUAP che verifica, con modalità informatica, la completezza formale della segnalazione e dei relativi allegati. In caso di verifica positiva, il sistema informatico rilascia automaticamente la ricevuta e il richiedente può avviare immediatamente lattività; Stabilisce che:

7 D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 Stabilisce che: le comunicazioni al richiedente sono trasmesse esclusivamente dal SUAP; gli altri uffici comunali e le amministrazioni pubbliche diverse dal comune, che sono interessati dal procedimento, non possono trasmettere al richiedente atti autorizzatori, nulla osta, pareri o atti di consenso, anche a contenuto negativo,e sono tenute a trasmettere immediatamente al SUAP tutte le denunce le domande, gli atti e la documentazione ad esse eventualmente presentate, dandone comunicazione al richiedente.

8 D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 Individua nel portale Impresainungiorno.gov.it la funzione di raccordo tra le infrastrutture e le reti già operative per lo scambio informativo e linterazione telematica tra le Amministrazioni e gli Enti interessati, rimettendo al portale il collegamento ed il reindirizzo ai sistemi informativi già realizzati, garantendo linteroperbilità tra Amministrazioni; Introduce le sistema le cd. Agenzie per le Imprese, soggetto privato al quale sono riconosciute funzioni di natura istruttoria e di asseverazione.

9 Le scadenze del regolamento

10 Le scadenze del D.P.R. 160/2010 –28 Gennaio 2011 i Comuni attestano la sussistenza in capo al Suap dei requisiti di cui allart. 38 c. 3 lett. a) e dellart. 2 del Regolamento (ricezione e trasmissione in via telematica delle pratiche) al Ministero; –29 marzo 2011 i Suap dovranno gestire in via esclusivamente telematica il cd. procedimento automatizzato (tutti i procedimenti soggetti a SCIA) ed il cd. procedimento di fine lavori e agibilità; –1 ottobre 2011 completare la competenza di tutti i procedimenti per attività di impresa con il cd. procedimento unico di autorizzazione, il procedimento di proposta di variante e il procedimento relativo al parere preliminare.

11 28 gennaio 2011 Tutti i Comuni della provincia di Ravenna hanno inviato al Ministero per lo Sviluppo Economico unattestazione di conformità, dei requisiti minimi SUAP Tutti i Comuni della provincia hanno ottenuto laccreditamento e risultano iscritti nellElenco nazionale dei Suap pubblicato sul Portale impresainungiorno.gov.it

12 IN VIGORE DAL 1 OTTOBRE 2011 IN VIGORE DAL 29 MARZO 2011 CAPO III PROCEDIMENTO AUTOMATIZZATO ART.5 Presentazione ed effetti della SCIA ART.6 Funzioni dellagenzia e immediato avvio attività PROCEDIMENTO PER ATTIVITA SOGGETTE A SCIA Fine lavori - Agibilità CAPO IV PROCEDIMENTO ORDINARIO ART.7 Procedimento unico ART.8 Procedimento in variante PROCEDIMENTO PER ATTIVITA SOGGETTE AD AUTORIZZAZIONE Due tipi di procedimento

13 LORGANIZZAZIONE TERRITORIALE I comuni possono esercitare le funzioni inerenti al SUAP in forma singola o associata Nella nostra provincia vi sono due realtà associate: 1.LUnione dei Comuni della Bassa Romagna (Alfonsine, Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massalombarda, Sant. Agata sul Santerno) 2.LUnione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme Ed i restanti Suap in forma Singola: Ravenna Faenza Castel Bolognese Cervia Solarolo Russi

14 Le novità 1.Il SUAP è lunico punto di contatto con linteressato e con gli altri Enti ed uffici coinvolti in tutte le fasi dei procedimenti inerenti lattività di impresa, in qualsiasi settore sia essa operante (agricoltura, industria, artigianato, commercio, servizi); 2.i contatti tra SUAP e richiedente devono essere esclusivamente telematici; 3.Il SUAP deve coordinare le fasi endo-procedimentali di competenza dei vari uffici e Enti esterni nellambito di procedimenti unici; 4.Tutti i contatti tra SUAP e altri uffici e PA devono essere telematici (con PA esterne tramite PEC); 5.Deve essere garantita la connessione telematica dei dati della cd.comunica che limpresa presenta presso il Registro Imprese della CCIAA ed il SUAP; 6.Devono essere garantiti i tempi di conclusione dei procedimenti previsti dal regolamento per i procedimenti unici che prevedono rilascio di autorizzazioni; 7.Deve essere assicurata la possibilità di pagare telematicamente tutti gli oneri derivanti dai procedimenti unici (di competenza di tutti gli Enti ed uffici coinvolti).

15 Ladeguamento del SUAP ai requisiti previsti dal DPR 160/2010 incide in modo sostanziale sullorganizzazione complessiva del Comune

16 LAMBITO DI COMPETENZA DEL SUAP SI AMPLIA ricomprende tutti i procedimenti relativi all esercizio dellattività di impresa, comprensive di tutte le attività disciplinate dalla cd. Direttiva Servizi. Questo comporta che i procedimenti relativi alla fase di inizio attività, nonché allesercizio delle attività di impresa che attualmente sono assegnati a diversi Servizi comunali e ad altre PA devono essere attribuiti al SUAP.

17 il SUAP è linterlocutore unico per lutente e deve gestire per tutti i procedimenti le seguenti fasi: –Ricezione istanze telematiche –Ricevute telematiche di presentazione –Avvio di procedimento –Richieste di integrazioni –Notifica provvedimenti di sospensione o divieto prosecuzione attività –Convocazione e gestione conferenze di servizio –Richieste pagamenti spese istruttorie –Rilascio autorizzazioni o notifiche dinieghi e motivi ostativi

18 Aspetto tecnologico

19 cosa si è fatto A LIVELLO REGIONALE Si è individuato il SW di Front Office People A&C per linoltro telematico delle istanze per i procedimenti unici da parte delle imprese e dei loro interlocutori (Associazioni e professionisti) People è il sistema adottato da tutta la Regione Emilia Romagna

20 cosa si è fatto A LIVELLO PROVINCIALE Il SW di Front Office People A&C È stato installato sui server della Provincia a servizio di tutti i Comuni del territorio provinciale Creato il sito di accesso al sistema di front office provinciale Attività di formazione per operatori SUAP e per operatori URP Integrazione tra i software e le procedure di protocollazione, fascicolazione e archiviazione per la gestione dei procedimenti unici telematici del nuovo SUAP

21

22 cosa si è fatto: Creazione della Banca dati provinciale dei procedimenti amministrativi attualmente circa 240 procedimenti Scia già caricati e validati dal Gruppo di lavoro provinciale Tiro a segnoAlbergo FochinoResidenta turistico-alberg. Attività FunebreCampeggi Animali da compagniaOstello gioventù Agenzia d'affariAgriturismo Produttori agricoliAffittacamere AcconciatoriBed & Breakfast Noleggio senza cond.Case e app. per vacanze PanificazioneAgenzie immobiliari TatuaggioCasa per ferie EstetistaFattoria didattica VicinatoSomministrazione Media strutturaVendita cose antiche usate Grande strutturaTombola Spacci interniLotteria Apparecchi automaticiPesca CorrispondenzaGiochi leciti Commercio elettronicoTeatrino Domicilio consumatoriSpettacolo in strada Strumenti punta e taglio

23 Il servizio permette a imprese e professionisti di generare dinamicamente, compilare e spedire online la documentazione necessaria a inviare un'istanza a qualsiasi SUAP del territorio provinciale. 1) Generare la modulistica dinamica Il sistema permette la creazione dinamica della modulistica a partire dai suoi elementi di base, detti "interventi" Il servizio mette a disposizione un database della conoscenza i cui interventi sono stati concertati, codificati e certificati. Tali interventi sono relativi ai settori del commercio, dell'edilizia e dell'ambiente e, sulla base delle esigenze dellutente, possono essere composti a determinare dinamicamente la modulistica e le funzionalità di front-office dei SUAP. 2) Compilazione online Se autenticato, l'utente può non solo generare la modulistica ad hoc per i propri bisogni, ma anche compilarla online. L'integrazione di People A&C con il sistema regionale FedERa permette di importare automaticamente i dati anagrafici. 3) Invio online Una volta compilati i dati, il sistema permette anche di inviarli sempre online all'Ente di competenza. L'invio è valido a tutti gli effetti di legge: l'utente riceverà una notifica dell'avvenuta ricezione sulla casella di indicata al momento della registrazione. Inoltre, potrà seguire l'evoluzione del procedimento online nella sezione "Le mie pratiche".

24 Il Sistema contiene un insieme di moduli (interventi) che corrispondono ai procedimenti di competenza degli Sportelli Unici per le Attività Produttive. La piattaforma vuole rispondere a due esigenze che danno concretezza ai principi di trasparenza, buon andamento e imparzialità della pubblica amministrazione e sono principalmente: A) dare attuazione e applicazione alle previsioni della Direttiva servizi; dellart. 38 del DL 112/2008 e del relativo regolamento di attuazione, il DPR 160/2010; del CAD – Codice dell'amministrazione digitale; B) garantire il diritto allinformazione e allaccesso alla piattaforma da parte dellutente, sia esso privato cittadino o imprenditore, relativamente ai procedimenti per lavvio di attività di impresa. Le informazioni, inoltre, possono essere dinteresse e di utilità anche per le PPAA, Enti e soggetti che a vario titolo, operando sul territorio regionale, intervengono nel complesso iter procedimentale per lavvio dellattività dimpresa. La banca-dati attualmente è costituita da un set di interventi-base: essi possono essere utilizzati singolarmente oppure aggregati a comporre un procedimento più complesso.

25 Il sistema permette un doppio percorso di navigazione, a seconda che l'utente sia o meno identificato. 1) Senza necessità di autenticazione - né attraverso user/password né attraverso smart card. Chiunque può accedere alle informazioni su procedimenti uniformi e omogenei condivisi dal Tavolo di coordinamento regionale, oppure sui procedimenti personalizzati dai singoli Enti. Lutente non autenticato può generare dinamicamente la modulistica che risponde alle sue necessità e scaricarla sul proprio PC. 2) Con autenticazione - attraverso user/password FedERa o attraverso smart card. Gli utenti registrati sul sistema di autenticazione regionale FedERa o in possesso di CNS o CIE possono non solo generare la modulistica personalizzata, ma anche compilare l'istanza e inviarla online all'Ente di interesse. L'invio è valido agli effetti di legge. Per compilare/inviare è necessario autenticarsi fin dall'inizio della navigazione. Per autenticarsi, cliccare "Login" in home page oppure nell'angolo in alto a destra nell'intestazione.home page

26 È la piattaforma per la gestione online dei servizi afferenti allo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP). Consente a imprese, cittadini e associazioni di categoria di consultare, compilare e presentare completamente online le pratiche ai SUAP PEOPLE A&C

27 cosa si è fatto Installazione del SW di Back Office VBG Sistema Integrato gestione procedimenti Attività di configurazione del sistema Caricamento modulistica Creazione collegamenti tra FO People ed Back office VBG Attività di formazione ACCESSO ALLE FUNZIONI OPERATIVE /SIGePro/ Sistema Integrato per la Gestione dei Procedimenti UTENTE PASSWORD

28

29 Da fare installazione modulo pagamenti on-line per le spese istruttorie per i procedimenti suap e le modalità (telematiche) per riversare le quote di competenza ai diversi Enti ed uffici (Centro di competenza riuso regionale) garantire lo scambio di documentazione esclusivamente in formato telematico con altri uffici del comune e con le altre PP.AA che interagiscono nei procedimenti; Verificare ladeguatezza della strumentazione hardware degli uffici e prevedere lacquisizione delle strumentazioni necessarie (PC, monitor più grandi, plotter per stampa etc.) Rivedere lorganizzazione degli uffici interessati in funzione di un assetto di gestione necessariamente diverso da quello attuale basato sul cartaceo Regione Comuni Provincia

30 Come accedere ai servizi on-line? Ottenere credenziali FEDERA Avere dispositivo di firma digitale per inviare pratiche di sportello unico Collegarsi a selezionare il procedimento unico e seguire il percorso guidato per esprimere le esigenze del casohttp://servizi.provincia.ra.it/suap

31

32 Come ottenere credenziali FEDERA? Collegarsi al portale https://federa.lepida.ithttps://federa.lepida.it Selezionare lente certificatore dallelenco di quelli accreditati in base alla propria residenza o alla vicinanza alla sede lavorativa Compilare il modulo on-line e seguire le istruzioni, facendo attenzione ad ottenere un livello di affidabilità alto al termine del percorso (tramite CIE/CNS o rivolgendosi allente secondo le modalità accettate e indicate sul relativo sito istituzionale NOTA: Le credenziali ottenute sono valide per accedere ai serivizi on-line di tutti gli enti del territorio regionale, sia come cittadino sia come operatore di un intermediazione, non occorre chiederne altre!

33 Come conoscere lo stato di avanzamento della pratica? Collegarsi al portale Autenticarsi con le credenziali FEDERA Accedere alla sezione le mie pratiche

34

35


Scaricare ppt "Sportello unico per le attività produttive SUAP Presentazione del sistema provinciale Ravenna, marzo 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google