La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Venerdì 18 maggio 2007 ore 15-18 LA VALUTAZIONE SCOLASTICA: APORIE E NUOVE PROSPETTIVE È possibile formare tramite la valutazione? Angelo Chiarle Liceo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Venerdì 18 maggio 2007 ore 15-18 LA VALUTAZIONE SCOLASTICA: APORIE E NUOVE PROSPETTIVE È possibile formare tramite la valutazione? Angelo Chiarle Liceo."— Transcript della presentazione:

1 Venerdì 18 maggio 2007 ore LA VALUTAZIONE SCOLASTICA: APORIE E NUOVE PROSPETTIVE È possibile formare tramite la valutazione? Angelo Chiarle Liceo Scientifico Statale «C. Darwin» Rivoli (TO)

2 Valutare, unarte complessa … Quale tipo di prova preparo? In base a quali criteri la decido? Come faccio a dare i voti? Come li giustifico? Come e dove la effettuo? La decido da solo o la concordo con altri? Che cosa voglio verificare o misurare? Sono sicuro che questa prova servirà a misurare ciò che mi importa? Quale tipo di prestazione richiederò ai ragazzi? Quale tipo di studio preparatorio richiedo ai ragazzi? A chi interessa questa verifica? A cosa serve ai ragazzi? A cosa serve a me come docente?

3 I prerequisiti didassi esperienza nel lavoro in classe relazionalità capacità di pensare ad alto livello flessibilità e adattamento percezione delle zone di sviluppo prossimale (dissonanza cognitiva) competenza tecnica (docimologica) senso etico capacità di prospettiva capacità argomentative creatività progettualità

4 Scuola vs. vita Le verifiche della scuolaLe prove della vita eterodirette il prof decide date, contenuti e modalità autodirettenon sempre, ma spesso eteronomeautonome tutte le volte che puoi, te le programmi/ organizzi tu ripetitive numero ridotto e standardizzato di tipologie imprevedibili sfide sempre diverse, mai del tutto prevedibili prove in un colpo solo cè la possibilità di ripetere la stessa prova segrete il prof. non comunica assolutamente nulla pubbliche si conoscono in anticipo simultanee tutti gli allievi insieme nello stesso momento nello stesso luogo scaglionatenei tempi e nei luoghi rigorosamente individuali richiedono solo Self- reliance spesso in team richiedono interdipendenza positiva basate sulla memorizzazione/ ripetizione di nozioni richiedono rielaborazione/ creatività/ divergenza autoreferenziali se si possono considerare superate o meno lo decide il prof. stesso eteroreferenziali valutatori esterni decidono se la prova è stata superata con successo o meno

5 Le verifiche della scuolaLe prove della vita eterodirette il prof decide date, contenuti e modalità autodirettenon sempre, ma spesso assenza di stakeholders (portatori di interessi) La verifica in sé interessa solo al prof.; alle famiglie e ai ragazzi la verifica importa solo per il voto finale presenza di stakeholders (portatori di interessi) la figura che si fa tramite una verifica sta molto a cuore incentivano solo il pensiero convergentespesso richiedono e premiano il pensiero divergente la quantità di conoscenza necessaria è delimitata in anticipo e standardizzata non è possibile definire con chiarezza le conoscenze richieste, che quasi sicuramente saranno superiori a quelle possedute (o diverse) inculcano lidea che la conoscenza è finita ti rendi subito conto di come la conoscenza sia infinita: si può sempre imparare qualcosa… sai che la risposta giusta esiste, e che qualcuno lha in tasca ti rendi spesso conto che le risposte giuste non le ha nessuno in tasca: la soluzione la devi inventare tu, assumendoti tutti i rischi del caso è un triste dovere tanto per il prof. che per lallievo sono attraentiperché sfidanti sono molto demotivantisono molto motivanti inducono alla slealtàcopiare con tutti i mezzi inducono allimpegno e quindi alla correttezza non hai nessun interesse a barare Performances di basso livello Underachivement (potrebbe fare di più!) Performances di alto livello Overachivement

6 Che cosa si perde per strada? Motivazione allimpegno Autonomia Onestà Sincerità Creatività (il guizzo divergente) Profondità Riflessività Alto livello prestazioni (N. B. non dei voti) Senso della continuità e progressività Organicità Desiderio di apprendere Senso della sostanza delle cose Unitarietà del sapere A che cosa si finisce con leducare? educazione alla svogliatezza educazione alla dipendenza educazione alla trasgressività educazione allinautenticità educazione alla ripetitività educazione alla banalità educazione allinstintività educazione alla mediocrità educazione alla discontinuità e frammentarietà educazione alla disorganicità educazione al disinteresse intellettuale educazione al formalismo educazione alla settorialità

7 Che cosa è richiesto per aver successo nella vita? Autoimprenditorialità Autonomia Lealtà di impegno Autenticità umana Capacità di creare cose nuove Capacità di andare a fondo dei problemi Elevati livelli e complessità di pensiero Prestazioni professionali di livello sempre più elevato Lifelong Learning Formazione continua Curiosità intellettuale Capacità di cogliere lessenza dei problemi Approccio olistico ai problemi

8 DeSeCo Program* DeSeCo Program*, Key Competencies for a Successful Life and Well-Functioning Society Acting autonomously and reflectively Using tools interactively Joining and functioning in socially heterogeneous groups Five dimensions of key competencies: Pattern recognition (coping with complexity) Contextual awareness (perception) Reflection and judgement (normativity) Interrelation with others (ability to cooperate) Larger perspective on life and reality (narrativity) Self authoring mind: A more complex system of abstractions and values An active and reflective approach Mental autonomy Distancing the self from both its own mental productions and the socializing press of the surroundings Development throughout life Dealing with ambiguity and diversity Management of motivation, emotion and desire (Emotional Intelligence) Agency and responsibility * cit. in Il curricolo nella scuola dellautonomia, M.P.I., aprile 1007, p. 7, n. 1

9 Quali sfide ci vengono lanciate?

10

11 Curriculum nascosto (disposizioni da sviluppare o potenziare) persistenzagestione dellimpulsivitàempatia autoregolazioneautovalutazione complessità dei processi cognitivi (pensiero critico, transfert, ragionamento, pensiero creativo) flessibilità nel riflettere autoriflessione (metacognizione) precisione e chiarezza nel comunicare accuratezza e precisione capacità di porre domande e individuare problemi applicazione delle conoscenze acquisite a situazioni nuove utilizzo di tutti i sensi per conoscere in profondità creazione di cose nuove disponibilità a meravigliarsi timore reverenziale assunzione responsabile di rischi senso dello humour stabilire rapporti di interdipendenza apprendere con continuitàtolleranza delambiguità inclinazione alla riflessione aperta disponibilità allavventuracuriosità intellettuale attenzione intellettuale pianificare ed essere strategici rispetto agli scopi da conseguire attitudine alla ricerca valutare le ragioni e ricercare la comprensione accettare le sfide senza paura disposizione alla chiarificazione

12 Valuable Intellectual Virtues Intellectual Humility Intellectual Courage Intellectual Empathy Intellectual Integrity Intellectual Perseverance Faith In Reason Fairmindedness Foundation For Critical Thinking Foundation For Critical Thinking, «plustost la teste bien faicte, que bien pleine» Michel de Montaigne, Les Essais, I, 25, (1580)

13 Che cosa vogliamo noi? We want to make the difference «We want to make the difference» Norm Green Ragazzi che si curino del proprio apprendimento Ragazzi che lavorino con entusiasmo nella vita dei ragazzi nella nostra scuola nel nostro territorio Ragazzi pronti a mettersi in gioco Ragazzi consapevoli dei propri punti di forza e debolezza Ragazzi capaci di curiosità intellettuale Ragazzi creativi Ragazzi che non si intimoriscono di fronte alle sfide E in concreto? Ragazzi con desiderio di approfondire Ragazzi flessibili nel riflettere È il regno di Nubicuculia? Ragazzi progettuali e propositivi

14 Come possiamo raccogliere la sfida con il nostro lavoro di professionisti della valutazione scolastica? Premessa Essere valutati è un bisogno (formativo)Linee-guida Rendere la valutazione A Relationship-Building Tool, cioè creare relazioni e non ostacolarle con la valutazione Coltivare relazionalità tramite i voti Elevata competenza tassonomica (rubriche, manuali) Valutazione soggettiva con criteri pubblici Autenticità della soggettività valutante Valutazioni puntualmente discutibili/ contestabili Attitudine alla sperimentazione Tolleranza dellambiguità Accettare le critiche per migliorare gli strumenti di valutazione Usare i voti per sfidare, non per punire o irreggimentare Proporre sempre alternative Empowerment Evaluation (David M. Fetterman): «uso di concetti valutativi, tecniche e strumenti per migliorare ed accrescere lautodeterminazione»

15 Come, in concreto? Che cosa si può fare?Con quale strumento didattico? Concordare e/o far decidere le date delle prove portfolio dello studente Concordare e/o far decidere cosa studiareportfolio dello studente + Differentiated Instruction Offrire diverse possibilità di prova di prestazione Wiggins-McTighe Personalizzare apprendimenti e prove di verifica portfolio dello studente + valutazione autentica + Differentiated Instruction Iscrizione allAccademia del Cimento (possibilità di rifare n volte la stessa prova) portfolio dello studente Comunicare in anticipo (a inizio UdA) il compito di prestazione Wiggins-McTighe Pensare a compiti di prestazione sfidanti, perché non copiabili valutazione autentica Sfidare la riflessività dei ragazziWiggins-McTighe Sfidare la creatività del ragazzoMatrice GRASPS Progettare prove di gruppoCooperative Learning (es. T-G-T) Rendere pubblici e negoziabili i criteri di valutazione rubriche di valutazione Usare i voti per sfidare i ragazzi, non per punire o impaurire rubriche di valutazione + valutazione autentica

16 Il portfolio dello studente

17 Concordare e/o far decidere cosa studiare Personalizzare apprendimenti e prove di verifica Concordare e/o far decidere le date delle prove Sfidare la creatività del ragazzo

18 Compito autentico di accertamento/prestazione «Si tratta di un compito progettato per simulare o per ripetere importanti sfide del mondo reale, al di fuori della scuola».

19 Offrire diverse possibilità di prova di prestazione

20 Pensare a compiti di prestazione sfidanti, non copiabili

21 Sfidare la riflessività dei ragazzi domande essenziali «Organizzate programmi, corsi e unità di studio e lezioni intorno a domande». «gli studenti focalizzino chiaramente il lavoro su poche domande chiave ricorrenti». Grant Wiggins-Jay McTighe, Fare progettazione. La teoria di un percorso didattico per la comprensione significativa. Edizione italiana a cura di Mario Comoglio, Roma, Libreria Ateneo Salesiano, 2004, 289 pp. Jay McTighe-Grant Wiggins, Fare progettazione. La pratica di un percorso didattico per la comprensione significativa. Edizione italiana a cura di Mario Comoglio, Roma, Libreria Ateneo Salesiano, 2004, 378 pp.

22 «Dobbiamo trasformare in forma di domande gli standard dei contenuti». Domande sulla letteratura del Duecento 1.Che cosa dà un senso alla vita? 2.Innamorarsi di una persona vuol dire, in realtà, innamorarsi di sé stessi? 3.Possiamo parlare solo di quello che conosciamo per esperienza diretta? 4.È vero che il matrimonio è la tomba dellamore? 5.Lamore è una responsabilità? 6.La cultura, per sopravvivere, ha per forza bisogno del potere politico che la sostenga? 7.I poeti provenzali erano veramente femministi? 8.Amore e sofferenza sono inseparabili? 9.Lamore è una follia? 10.Come ci si salva dalla follia? 11.Cosa spinge un poeta a scrivere poesie? 12.In amore bisogna soffrire? 13.La sofferenza va accettata o respinta sempre e comunque? 14.Esiste una sofferenza accettabile? 15.Di che cosa deve parlare una poesia? 16.Cosa deve trasmettere una poesia? 17.Essere sé stessi vuol dire non cambiare mai? 18.Lamore è la culla della poesia? 19.In amore è meglio sognare o essere ben desti? 20.Si può sopravvivere alla morte dei sogni? Come? 21.Quali sono gli ingredienti dellamore? 22.In tempi difficili come i nostri la dolcezza può ancora trovare spazio? 23.In che cosa consiste la dolcezza? N. B. Scegliere le domande che intrigano maggiormente, e trovare le risposte nelle poesie selezionate. Verranno valutate le conoscenze acquisite di letteratura, unitamente alla capacità di ragionare sui testi poetici a partire da alcune grandi domande.

23 Programma di Italiano di Quinta Liceo Ordinamento per grandi domande Se la felicità non è lobiettivo, dacché ci è negata, cosa si vive a fare? Leopardi La religione è un intralcio? Se non lo è, è la risposta? Manzoni In nome di quale sogno vale la pena di vivere? Carducci A cosa ci può aggrappare per salvarsi dalla decadenza? Decadentismo Quale baluardo è possibile contro il male? Pascoli Qual è il segreto per vincere la difficile sfida della vita? Svevo Scrutare loltre. Destino o condanna? Maledizione o salvezza? Pirandello Esiste una redenzione possibile dal male di vivere? Ungaretti, Montale, Gozzano, Saba, Quasimodo

24 … lasciando le cose in sospeso … intrappolando i ragazzi nei difficili problemi del mondo reale

25 Piani di domande progressive

26 I sei aspetti della comprensione significativa Spiegare Interpretare Applicare Avere prospettiva Empatizzare Avere autoconoscenza Comprendiamo veramente quando siamo in grado di:

27 Campionatura Quale campione di compiti o domande ci consentirà di fare valide inferenze sulla prestazione globale dello studente, tenuto conto che non è possibile testarlo su tutto?

28

29 Rubrica di valutazione Va costruita prima di pensare al compito di prestazione Va costruita prima di pensare al compito di prestazione

30

31 Qual è la posta in gioco? «In Prima mi trovo benissimo: ho proprio limpressione di fare lezione con delle persone. In Quinta, invece, ho la sensazione di parlare da sola. Ripasso la letteratura per me, perché mi fa comodo». «Di questi compiti non ne posso proprio più: mi danno la nausea». «Fare quattro pagine di programma diventa una fatica immensa: oggi hanno questo, domani hanno quellaltro. Ce nè sempre una!». «Si sta abbassando il livello delle richieste». ««Io spiego e banalizzo. I ragazzi prendono appunti e banalizzano. Alla fine nei compiti mi ritrovo delle cose incredibili!»». «Ti fa pure rabbia, perché vedi che questi ragazzi, appena escono, sono capaci di combinare cose notevoli».

32 È possibile unalternativa? formare degli adulti migliori far cogliere il valore della vita intellettuale coltivare la capacità di pensare contrastare convinzioni fuorvianti sviluppare la capacità di dare senso alle conoscenze contrastare le monoculture della mente

33 orizzonte di senso


Scaricare ppt "Venerdì 18 maggio 2007 ore 15-18 LA VALUTAZIONE SCOLASTICA: APORIE E NUOVE PROSPETTIVE È possibile formare tramite la valutazione? Angelo Chiarle Liceo."

Presentazioni simili


Annunci Google