La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BANDO DAFNE Distretti, Aggregazioni e Filiere Nuove e/o Emergenti PROGETTO FILIERA INTEGRATA ARMI SPORTIVE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BANDO DAFNE Distretti, Aggregazioni e Filiere Nuove e/o Emergenti PROGETTO FILIERA INTEGRATA ARMI SPORTIVE."— Transcript della presentazione:

1 BANDO DAFNE Distretti, Aggregazioni e Filiere Nuove e/o Emergenti PROGETTO FILIERA INTEGRATA ARMI SPORTIVE

2 IL BANDO Tipologie di intervento/ PROGETTI ammissibili Saranno ammessi esclusivamente progetti di innovazione ricompresi allinterno delle seguenti tipologie di intervento (con riferimento allart. 1 del d.m. del 28 dicembre 2007): 1. attivita` di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale e trasferimento tecnologico e interscambio di conoscenze e tecnologie tra mondo distrettuale e universita`, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, parchi scientifici: 2. interventi di promozione e diffusione delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione (ICT) 3. interventi finalizzati al miglioramento ambientale delle aree produttive 4. interventi mirati al risparmio energetico e allutilizzo di energia pulita attraverso la promozione della competitivita` sostenibile del sistema produttivo lombardo, ed in particolare 5. sviluppo di servizi logistici di sostegno allintero sistema distrettuale: 6. sviluppo di forme di collaborazione tra distretti appartenenti a regioni diverse, anche al fine di rafforzarne la presenza sui mercati internazionali attraverso gli ambiti tematici di cui ai precedenti

3 IL BANDO Spese ammissibili – personale tecnico dipendente e/o assimilato utilizzato nella realizzazione del progetto (sono escluse spese per personale amministrativo-gestionale), fino ad un massimo del 40% del totale delle spese ammissibili; – consulenze esterne direttamente connesse agli obiettivi tecnici di progetto (sono escluse spese per consulenze di tipo amministrativo-gestionale) fino ad un massimo del 30% del totale delle spese ammissibili; – attivita` di management dellaggregazione – svolta internamente o affidata in subcontraenza allesterno – fino ad un massimo del 7% del totale delle spese ammissibili; – attrezzature, strumentazione, materiali e lavorazioni esterne, direttamente connesse al raggiungimento degli obiettivi di progetto e in quota proporzionale al periodo di utilizzo; – acquisizioni di marchi, brevetti, licenze, know-how e di conoscenze tecniche non brevettate strettamente necessarie alla realizzazione del progetto (sono escluse spese per consulenze); – deposito di brevetti e registrazioni di marchi strettamente correlati ai risultati ottenuti nella realizzazione del progetto (non sono ammissibili i costi relativi alle tasse di mantenimento e di rinnovazione o qualsiasi altro costo da imputare a brevetti e marchi con data di deposito o di registrazione antecedente alla data di presentazione della domanda).

4 IL BANDO Forma e misura delle agevolazioni Il contributo e` concesso nella misura massima del 50% delle spese di progetto ritenute ammissibili e verra` erogato a fondo perduto con la seguente ulteriore articolazione: – micro imprese: massimo 60% delle spese ammissibili; – piccole imprese: massimo 50% delle spese ammissibili; – medie imprese: massimo 30% delle spese ammissibili. Il contributo massimo riconoscibile per ciascun progetto, indipendentemente dal costo complessivo, sara` al massimo pari a ,00 e non potra` essere inferiore a , 00.

5 PROPOSTA DI MASSIMA PROGETTO Motivazioni Il settore armi sportive, nellarea geografica considerata, rappresenta eccellenze e declina tecnologie dalla meccanica, plastica ai trattamenti superficiali. Levoluzione delle tecnologie e delle richieste dei mercati, dettate da precise norme sia comunitarie che dei singoli Paesi prevedranno la massima tracciabilità dellarma. Ciò comporta lavvicinamento e linserimento di nuove tecnologie come la meccatronica, lict e lelettronica avanzata. Il principale competitors, per segmento-tipologia e modello, è rappresentato dal sistema turco, estremamente aggressivo nella politica dei prezzi e nelle attività di sviluppo pre competitivo a discapito del riconoscimento del prodotto MADE IN ITALY nei mercati internazionali.

6 Obiettivi Sviluppare un nuovo modello : processo organizzativo legato alluso ed allo sfruttamento di sistemi tecnologicamente avanzati al fine di supportare lintera filiera nella competitività e strutturare ex ante un sistema di tracciabilità a scalare. Tracciabilità del Numero Catalogo (caratteristiche strutturali e funzionali dellarma) e Matricola (CED Aziendale- CED Banco Nazionale di Prova – Ministero dellInterno)

7 Il progetto Il progetto ha lobiettivo di introdurre un sistema integrato che consenta la tracciabilità dellarma, parti e componenti, al fine di consentire di informatizzare la certificazione dellarma presso gli Enti preposti ( Banco di Nazionale di Prova), garantire la produzione ed il riconoscimento del marchio Made in Italy, sviluppare in modo proattivo tecnologie che consentiranno lo sviluppo di una piattaforma italiana tecnologicamente avanzata. Al fine di raggiungere gli obiettivi previsti sarà necessario coinvolgere e supportare tutte le tipologie dimpresa, produttori – subfornitura ed Enti Istituzionali, che compongono la filiera. Vista la pluralità delle imprese aderenti alla filiera, sarà necessario strutturare una piattaforma tecnologica scalabile, dove saranno previsti moduli (livelli) specifici ed integrabili.

8 Il progetto prevedrà lo sviluppo di una piattaforma integrata sperimentale che consentirà di tracciare larma (Tracciabilità del Numero Catalogo - caratteristiche strutturali e funzionali dellarma - e Matricola (CED Aziendale- CED Banco Nazionale di Prova – Ministero dellInterno). Al fine di raggiungere lobiettivo previsto sarà necessario ricercare, progettare e sviluppare macro attività quali ( a puro titolo esemplificativo): il sistema informatico gli strumenti (hardware) di rilevazione ed elaborazione dei dati la nuova dotazione dellarma (hardware-elettronica es.TAG/Microchip) il sistema di integrazione dati con Enti Esterni Il progetto sarà unico, al suo interno prevedrà attività che potranno essere svolte in parte (esempio solo livello 1 e 2 ) ed attività che saranno svolte in consequenzialità a scelta dellImpresa partecipante ( esempio livello 1 – 2 -3 ). Non sarà possibile partecipare al solo livello 1. Il risultato atteso dallo sviluppo del progetto si concentra nel livello 2 : tracciabilità dellarma – informatizzazione della certificazione.

9 Sintesi della struttura del progetto : Primo livello Destinatari : Imprese produttrici e subfornitura non dotate di un sistema di tracciabilità interno. Obiettivo : Introdurre un sistema informatico avanzato, con caratteristiche standardizzabili, finalizzato a rilevare, elaborare e codificare dati rendendo le produzioni tracciabili in house, nonchè di rendere disponibili dati ed elaborati a terzi. Risultati attesi : Sviluppare un prototipo di tracciabilità dei prodotti ed integrazione di dati, in grado inoltre di interagire verso la filiera a monte e a valle, Miglioramento della qualità, Ottimizzare la programmazione, la gestione dei magazzini e la logistica della filiera. Step 1 – Accesso al Secondo Livello

10 Secondo livello Destinatari : Imprese prodotto finito dotate di un sistema di tracciabilità interno, Ente di certificazione (Banco Nazionale di Prova). Obiettivo :ricercare e sviluppare un sistema integrato sperimentale, hardware e software, che consenta la memorizzazione di dati, su base informatica, da inserire come documento di identità elettronico dellarma. Tracciabilità dellarma – informatizzazione della certificazione Il documento di identità elettronico dovrà essere in grado di rilevare e memorizzare dati statici dal sistema informatico aziendale (come il numero di lotto, la matricola, il produttore etc.), e di essere implementato con dati variabili di specifica natura. (es. codice certificazione etc). Il prototipo dovrà consentire attività di lettura e di implementazione dei dati dellarma sia da parte dallAzienda che dagli Enti preposti per la certificazione della stessa. (Banco Nazionale di Prova). Risultati attesi : Tracciabilità statica dellarma Riduzione dei tempi Riduzione dei costi Ottimizzazione della logistica Promozione di un sistema integrato anche verso Enti e PAmministrazioni Step 2 - Avvicinamento verso tecnologie davanguardia - partecipazione a piattaforme tecnologiche internazionali

11 Terzo Livello Destinatari : Imprese prodotto finito che hanno partecipato al secondo livello. Obiettivo : Scalare il prototipo del documento di identità dellarma inserendo funzionalità, inserimento e lettura dati, implementabili da Enti Esterni (rivenditori, centri di assistenza etc.) che consentano lanamnesi della stessa. Risultati attesi : Completa tracciabilità statica e dinamica dellarma Promozione di un sistema integrato anche verso Enti Esterni appartenenti alla filiera, Sviluppo ed integrazione di tecnologie avanzate Step 2 : Applicazione di tecnologie per la partecipazione a piattaforme tecnologiche internazionali


Scaricare ppt "BANDO DAFNE Distretti, Aggregazioni e Filiere Nuove e/o Emergenti PROGETTO FILIERA INTEGRATA ARMI SPORTIVE."

Presentazioni simili


Annunci Google