La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEARLE, LA MENTE. Tesi centrale La mente è un fatto naturale. Proprietà biologica di un organismo vivente. Indagabile scientificamente. MA Non può essere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEARLE, LA MENTE. Tesi centrale La mente è un fatto naturale. Proprietà biologica di un organismo vivente. Indagabile scientificamente. MA Non può essere."— Transcript della presentazione:

1 SEARLE, LA MENTE

2 Tesi centrale La mente è un fatto naturale. Proprietà biologica di un organismo vivente. Indagabile scientificamente. MA Non può essere ridotta alla componente fisico-materiale. Esistenza di unontologia soggettiva. La mente, per Searle, emerge dallattività neurobiologica. Questultima può essere descritta in modo completo in terza persona, ma lo stesso non vale per gli stati mentali emergenti.

3 Persone, intenzionalità e significato Quel libro è un mattone

4 Filosofia della mente e antropologia Persona Realtà Fenomeni mentali NB: per Cartesio i cervelli non potevano essere coscienti, perché li considerava meramente materiali.

5 Mentale e fisico MentaleacquaFisicoH2O

6 Ontologia soggettiva Una sensazione esiste se cè un soggetto che la prova. Meccanismo della sete: La sensazione avviene a un livello più alto di quello di sinapsi e neuroni.

7 Naturalismo biologico 1. Gli stati coscienti sono fenomeni reali del mondo reale. 2. Gli stati coscienti sono causati interamente dai processi neurobiologici cerebrali di livello inferiore. Gli stati coscienti sono perciò causalmente riducibili ai processi neurobiologici. Non hanno una vita autonoma, indipendente dai processi neurobiologici.

8 Naturalismo biologico/2 3. Gli stati coscienti sono realizzati nel cervello quali caratteristiche del sistema cerebrale, e dunque esistono ad un livello più alto di quello dei neuroni e delle sinapsi. I singoli neuroni non sono coscienti, ad essere coscienti sono parti del sistema cerebrale costituito dai neuroni. 4. Gli stati coscienti sono caratteristiche reali del mondo reale e hanno efficacia causale: la mia sete causa la mia azione.

9 Coscienza È un processo che avviene nel cervello. Non è riducibile ai processi neurobiologici di terza persona. Ha unontologia di prima persona. È formata quindi dai processi cerebrali coscienti.

10 Sopravvenienza Dire che un fenomeno A sopravviene su un fenomeno B significa dire che A dipende totalmente da B in modo tale che ogni mutamento delle proprietà di A deve essere correlato a un mutamento delle proprietà di B. La coscienza sopravviene sui processi cerebrali. La sopravvenienza della coscienza sui processi cerebrali è causale. I processi cerebrali, a livello di attività neuronale, non costituiscono la coscienza; piuttosto, lattività neuronale, al livello più basso, causa la proprietà di livello più alto o di sistema, la coscienza.


Scaricare ppt "SEARLE, LA MENTE. Tesi centrale La mente è un fatto naturale. Proprietà biologica di un organismo vivente. Indagabile scientificamente. MA Non può essere."

Presentazioni simili


Annunci Google