La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SQL SERVER Modulo 4 Relatore: Stefano Furlan. Sommario Criteri per scrivere del buon codice TSQL Con cenni a Indici e performances Breve carrellata di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SQL SERVER Modulo 4 Relatore: Stefano Furlan. Sommario Criteri per scrivere del buon codice TSQL Con cenni a Indici e performances Breve carrellata di."— Transcript della presentazione:

1 SQL SERVER Modulo 4 Relatore: Stefano Furlan

2 Sommario Criteri per scrivere del buon codice TSQL Con cenni a Indici e performances Breve carrellata di funzionalità SQL server A conclusione della panoramica già fatta Cenni ad amministrazione del server Utenti e permissioni, setup, backup ecc.

3 SCRIVERE BUON CODICE TSQL Pensiero iterativo VS Pensiero set –based SQL server non è C# Inefficientissimo per i cicli Spaventosamente efficiente per operazioni di parallelizzazione o ricerca

4 SCRIVERE CODICE TSQL DI QUALITÀ Mai usare cicli Anche la generazione di dati che abbiamo fatto per prova era fattibile in tempi brevissimi e per milioni di elementi senza usare i cicli Evitare se possibile un approccio iterativo Evita Roundtrip tra client e Database Cercare di scrivere query con JOIN opportuni Usare in caso tabelle temporanee

5 PROMEMORIA Un campo ha un certo valore (o piccola lista di valori) SELECT….WHERE o WHERE IN (….) Una tabella è contenuta in unaltra SELECT ….. INNER JOIN Una tabella NON esiste in unaltra SELECT … LEFT JOIN … WHERE tabella2.campo IS NOT NULL Contare quante righe ci sono per un certo raggruppamento SELECT … GROUP BY raggruppamento HAVING condizione Recupero di informazioni tramite foreign key(es: decodifica di parametri numerici) JOIN Anomalia se il pannello non esiste

6 ALTRE FUNZIONALITA FUNZIONI Richiamabili da query Solitamente non usate: problematiche di performances TABLE FUNCTIONS «viste» parametriche Anche qui problemi di performances Tipi di dato Possibilità di creare tipi di dato cutsom NON SI USANO SPESSO

7 TEMP TABLES Si tratta di tabelle create «on the fly» in un database di sistema: il TEMPDB Utili per passaggi complessi dellelaborazione Vengono droppate appena la connessione si chiude Prefisso # ES: create table #tabellaTemporanea ( idPannello int Nome varchar(200) )

8 TEMP TABLES Dentro alla procedura possono essere tranquillamente usate come se fossero tabelle vere Al termine della procedura è buona norma eliminarle DROP TABLE #tabellaTemporanea

9 ESERCITAZIONE Riscrivere la store di verifica della trasmissione ma creando una tabella temporanea allinizio della procedura in cui vengono messi i dati della sola trasmissione da controllare La tabella temporanea dovrà avere una colonna testuale in più in cui metteremo il motivo dello scarto Limitarsi per semplicità a controllare le anomalie QTA 500 Coppia idpannello-datamisurazione già presente Al termine, se vi sono anomalie effettuare una SELECT dei soli dati anomali DROP della tabella temporanea Notare che la procedura scritta è molto più semplice della vecchia versione

10 Ultimi esercizi Estrarre tutti i dati di energia prodotta per lIdPannello 1 Sommarla in un unico totale Sommarla per ogni mese in maniera da ottenere 12 righe Qta prodotta per tipo di pannello TipoPannello (descrizione testuale) QTA sommata Numero di righe di quantità rilevata Numero di pannelli distinti Quantità prodotta per ogni mese e pannello Idpannello Mese Qta sommata Ordinata per mese e idpannello

11 ALTRI ESERCIZI Con una query creare un nuovo pannello Scoprire lid pannello che è stato assegnato dal database alla riga appena creata Creare una riga di energia prodotta in data odierna con 200kwh per limpianto creato Verificare con la query che mostrava il totale per ogni impianto Prendere tutti i valori di energia prodotta dallimpianto 1 per aprile e maggio 2013 e Reinserirli in tabella energia prodotta ma per limpianto appena creato Sostituire la energia prodotta di tutte le righe dellimpianto appena creato con 0 (zero) e verificare che è successo con la query Eliminare tutte le righe dellimpianto creato

12 Altre cose da tenere a mente Il Backup Disaster recovery (problema TLOG)

13 Utenti, Ruoli e Permissioni MAI usare «sa»! Autenticazione SQL vs Autenticazione windows Permissioni a livello server e a livello database I ruoli più importanti Datareared Datawriter Owner(ha diritto di vita e di morte sul db) Permissioni su singolo oggetto ES: stored procedure MAI usare «sa»!

14 INDICI Strutture interne al server che facilitano lordinamento Una definizione precisa è oltre alla portata del corso Se una clausola where viene eseguita su campo non indicizzato Il server dovrà leggere tutte le righe per rispondere Ogni indice occupa spazio Se i dati sono pochi lassenza di indici non si fa sentire In definitiva: Aggiungere indici solo su tabelle molto molto grandi Indicizzare solo colonne non in chiave primaria E su cui si pensa di dovere eseguire delle ricerche ES: tabella tabEnergiaProdotta

15 Installazione sql server Useremo versione 2008 Express

16 UTILIZZO DI C# PER LE CHIAMATE A SQL SERVER

17 Architettura di un sistema di telecontrollo Pannelli fotovoltaici Sistema di controllo DB Collettore dati Sistema di reportistica Utente Dati Controllo Applicazione di configurazio ne (CRUD)

18 SQL e C# SQL server non fornisce uninterfaccia utente di alcun genere A differenza di access C# usato per creare questinterfaccia Lettura dei dati Gestione delle configurazioni (CRUD) Utile mettere tutte le funzioni di accesso ai dati in un unico posto Data Access Layer (DAL)

19 Interfaccia CRUD CR come CREATE Aggiungo una riga U come Update Modifico i dati D come DELETE Elimino Tipi di interfaccia comuni Edit su Tabella Lista con edit su form separato Master-Detail

20 Passi per la chiamata da C# Richiamare la libreria sqlClient Creare un oggetto connection Aprirlo Creare un oggetto COMMAND per la Connection così creata Assegnare alloggetto command i parametri necessari Chiamare il metodo di esecuzione del COMMAND Pulire tutto prima di sucire (dispose)

21 Apertura della connessione using System.Data.SqlClient; SqlConnection conn; conn=new SqlConnection(«stringadiconnessione»); conn.Open(); Stringadiconnessione=«Server=localhost\SQLLOCAL;Dat abase=dbTestFotovoltaico;User Id=utenteApplicazione; Password=aspirapolvere»;

22 Dichiarazione del Command SqlCommand command; command=new SqlCommand(«testocomando»,conn); «testocomando» è una query INSERT INTO tabPannelli (descrizione) VALUES (pannellocreatodac)

23 Esecuzione di una query che non ritorna dati command.ExecuteNonQuery();

24 Esecuzione di una query che ritorna dati SqlDataAdapter da = new SqlDataAdapter(); da.SelectCommand = cmd; DataSet ds = new DataSet(); da.Fill(ds);

25 Chiamata a procedura con parametri SqlCommand cmd = new SqlCommand("spVerificaDatiTrasmissione", conn); cmd.CommandType = System.Data.CommandType.StoredProcedure; SqlParameter key = new SqlDbType.SmallInt); key.Value = 1; //id della trasmissione!!!! key.Direction = ParameterDirection.Input; cmd.Parameters.Add(key); SqlParameter msg = new SqlDbType.VarChar); msg.Size = 255; msg.Direction = ParameterDirection.Output; // This is important! cmd.Parameters.Add(msg); cmd.ExecuteNonQuery();

26 Se la procedura ritorna dati… SqlConnection conn = new SqlConnection("Data Source=nomeserver;Initial Catalog=dbTestFotovoltaico ;User=utenteApplicazione;Password=aspirapolvere"); conn.Open(); //apro la connessione SqlCommand cmd = new SqlCommand("spVerificaTrasmissione2", conn);//creo loggetto command cmd.CommandType = CommandType.StoredProcedure;//tipo del comando: per la stored proc è obbligatorio! //creo il parametro SqlParameter idTrasmissione = new SqlDbType.Int); //qui specifico il tipo dato idTrasmissione.Direction = ParameterDirection.Input;//direzione(INPUT o OUTPUT) idTrasmissione.Value = 1; //il valore che sto passando alla store(qui abbiamo cablato 1 ma poteva essere una variabile) cmd.Parameters.Add(idTrasmissione); //aggiungo il parametro alloggetto command //eseguo il comando cmd.ExecuteNonQuery();//esecuzione della store SqlDataAdapter da = new SqlDataAdapter();//recupero dei dati tornati dalla store da.SelectCommand = cmd; DataSet ds = new DataSet(); da.Fill(ds); conn.Close(); //chiudo la connessione


Scaricare ppt "SQL SERVER Modulo 4 Relatore: Stefano Furlan. Sommario Criteri per scrivere del buon codice TSQL Con cenni a Indici e performances Breve carrellata di."

Presentazioni simili


Annunci Google