La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PISA 2012 Studio principale Informazione statistica regionale sulle competenze degli studenti italiani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PISA 2012 Studio principale Informazione statistica regionale sulle competenze degli studenti italiani."— Transcript della presentazione:

1 PISA 2012 Studio principale Informazione statistica regionale sulle competenze degli studenti italiani

2 Che cosè PISA PISA (Programme for International Student Assessment) indagine internazionale promossa dallOCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) con periodicità triennale, per accertare le competenze dei quindicenni scolarizzati

3 Che cosè PISA Lattenzione non si focalizza tanto sulla padronanza di determinati contenuti curricolari, quanto piuttosto sulla misura in cui gli studenti sono in grado di utilizzare competenze acquisite durante gli anni di scuola, per affrontare e risolvere problemi e compiti che si incontrano nella vita quotidiana e per continuare ad apprendere in futuro.

4 Che cosè PISA PISA ha lobiettivo di verificare se e in che misura i quindicenni scolarizzati abbiano acquisito alcune competenze giudicate essenziali per svolgere un ruolo consapevole e attivo nella società e per continuare ad apprendere per tutta la vita (lifelong learning).

5 Che cosè PISA Gli ambiti dellindagine PISA sono: lettura, matematica e scienze. Ogni ciclo dell'indagine rileva le competenze in tutti e tre gli ambiti ma ne approfondisce uno in particolare.

6 Che cosè PISA 2000LetturaMatematicaScienze 2003LetturaMatematicaScienze 2006LetturaMatematicaScienze 2009LetturaMatematicaScienze 2012LetturaMatematicaScienze

7 Che cosè PISA La popolazione di riferimento è costituita dai quindicenni scolarizzati, dal momento che tale età precede, nella maggior parte dei paesi dellOCSE, il termine dellobbligo formativo. In Italia, il campione di studenti che parteciperà allindagine sarà rappresentativo a livello regionale.

8 Il quinto ciclo: PISA 2012 Competenza matematica Per competenza matematica si intende la capacità di un individuo di utilizzare e interpretare la matematica, di darne rappresentazione mediante formule, in una varietà di contesti. Tale competenza comprende la capacità di ragionare in modo matematico e di utilizzare concetti, procedure, dati e strumenti di carattere matematico per descrivere, spiegare e prevedere fenomeni. Aiuta gli individui a riconoscere il ruolo che la matematica gioca nel mondo, a operare valutazioni e a prendere decisioni fondate che consentano loro di essere cittadini impegnati, riflessivi e con un ruolo costruttivo.

9 Il quinto ciclo: PISA 2012 PISA prevede alcune opzioni internazionali alle quali i Paesi possono aderire. LItalia partecipa a PISA 2012 aderendo alla seguente opzione: rilevazione delle competenze in ambito finanziario (Financial Literacy)

10 Financial Literacy Insieme di conoscenze e capacità di comprensione di concetti di carattere finanziario, che consentono di prendere decisioni efficaci in molteplici e diversi contesti, di migliorare il benessere degli individui e della società e di favorire una partecipazione consapevole alla vita economica.

11 Il quinto ciclo: PISA 2012 La rilevazione delle competenze in ambito finanziario (Financial Literacy) rappresenta una novità di questa edizione.

12 Strumenti Lindagine utilizza i seguenti strumenti. Prove per la rilevazione delle competenze degli studenti: Fascicoli contenenti prove di matematica, lettura e scienze; Fascicoli contenenti prove di matematica, lettura e Financial Literacy; Questionari: Questionario Studente; Questionario Scuola; Questionario Genitori.

13 Paper – Based Assessment Matematica Questionario Studente Questionario Genitori Lettura 35 studenti Scienze Financial Literacy 8 studenti Totale studenti coinvolti per scuola 43 studenti.

14 Prove per la rilevazione delle competenze degli studenti Verranno somministrati agli studenti campionati quesiti relativi alle competenze nei quattro ambiti. I quesiti di matematica saranno in numero maggiore in quanto ambito principale. Lanalisi delle risposte degli studenti consentirà non soltanto di stabilire possibili relazioni tra le diverse competenze indagate, ma anche di individuare le eventuali differenze nelle prestazioni degli studenti in una dimensione diacronica (differente nel tempo).

15 Questionari Per raccogliere informazioni sulle variabili di contesto, PISA utilizza 3 questionari, rivolti rispettivamente agli studenti, ai dirigenti scolastici e ai genitori, al fine di interpretare i dati delle prove cognitive in rapporto ai contesti scolastici, familiari e socio-culturali degli studenti.

16 Questionario Studente PISA prevede la somministrazione agli studenti di un questionario per la rilevazione delle variabili di contesto relative alla provenienza socio- economica, alle caratteristiche dellindirizzo di studi seguito e alla motivazione nei confronti dello studio della matematica. Sono anche previste alcune domande per rilevare le opinioni e gli atteggiamenti nei confronti della matematica e delle relative attività di studio. Le domande si riferiscono principalmente a: lo studente (età, classe, sesso); la famiglia e la casa (composizione della famiglia, livello di istruzione e occupazione dei genitori, beni disponibili, paese dorigine, lingua parlata a casa); lapprendimento della matematica (strategie e stili di apprendimento); le esperienze dello studente riguardo alla matematica (modalità di insegnamento, compiti a casa); il contesto scolastico (opinioni sui docenti e sulla scuola).

17 Questionario Scuola Le prestazioni degli allievi sono influenzate da alcune caratteristiche della scuola, dalle modalità con cui linsegnamento è organizzato, dalle strategie didattiche adottate. Il questionario è rivolto ai dirigenti scolastici, ai quali si richiede di fornire informazioni relative a: struttura e organizzazione della scuola; studenti e corpo docente; risorse di cui la scuola dispone (computer, laboratori, biblioteca); programmi di studio e procedure di valutazione; clima di scuola; caratteristiche dellutenza, criteri di ammissione e di esclusione; politiche e pratiche didattiche della scuola. In Italia, per la prima volta, si aggiunge unopzione nazionale, ovvero un ulteriore breve questionario di approfondimento del Questionario scuola.

18 Questionario Genitori Il questionario sarà distribuito agli studenti che lo porteranno a casa per la compilazione da parte dei genitori. Lo strumento è stato somministrato per la prima volta nel terzo ciclo dellindagine (Pisa 2006) con un elevato tasso di risposta da parte dei genitori. Le domande contenute nel questionario sono principalmente relative a: caratteristiche demografiche dei genitori; atteggiamenti dei genitori nei confronti della scuola frequentata dai figli; coinvolgimento dei genitori nella vita scolastica dei figli; sostegno dei genitori ai figli per lapprendimento a casa; possibilità da parte dei genitori di scegliere la scuola dei figli; status di immigrato dei genitori.

19 Vincoli di segretezza I materiali utilizzati nellindagine sono sottoposti a vincoli di segretezza non dovranno essere diffusi o dati in visione a nessuno se non agli studenti coinvolti nella somministrazione. Il personale scolastico non deve avere accesso ai materiali dellindagine.

20 Data di somministrazione della prova 30 marzo 2012 ore 9.00 In Aula Magna Recarsi a scuola unora prima della somministrazione Dallinizio della lettura delle istruzioni nessuno studente può essere ammesso alla prova

21 IMPORTANTE Gli alunni devono cercare di rispondere a tutte le domande anche se non si è certi della risposta; Non bloccarsi su un singolo quesito; Portare una matita, gomma, penna, un righello e una calcolatrice il giorno della somministrazione; Non chiedere di uscire dallaula destinata alla prova se non per effettive necessità; Portare con sé qualcosa da mangiare (crakers, biscotti……).

22 I Genitori I genitori riceveranno dai propri figli il Questionario Genitori; Lo compileranno; Lo consegneranno entro 2 giorni alla scuola personalmente o attraverso i propri figli; E garantita ai genitori ed ai loro figli la riservatezza di qualunque informazione o dato (i dati sono raccolti in forma anonima)

23 Le procedure di somministrazione Gli studenti entrano nellaula; Prendono posto in corrispondenza del cartellino con il proprio nome; Gli studenti avranno la busta contenente il Fascicolo, il Questionario Studente e la busta sigillata con il Questionario Genitori; Lettura delle istruzioni.

24 Tempi di somministrazione delle prove cartacee PISA Attivitàtempi Distribuzione del materiale e lettura delle istruzioni 10 – 15 minuti Fascicolo di prove cognitive1 ora (esattamente) Breve pausaNon più di 5 minuti Fascicolo di prove cognitive1 ora (esattamente) Breve sondaggioNon più di 5 minuti Pausa15 minuti Questionario studente30 minuti Lettura delle istruzioni per la compilazione del Questionario genitori 5 minuti Raccolta dei materiali e conclusione della somministrazione 3 – 5 minuti Totale3 ore e 20 minuti (circa)

25 Il controllo di qualità Scelta delle scuole: alcune scuole, scelte in maniera casuale, saranno visitate da Osservatori per il Controllo di Qualità. Finalità: verificare che in tutti i paesi siano rispettate le medesime procedure di somministrazione. Compito degli Osservatori: assistere alla somministrazione e svolgere un breve colloquio con linsegnante referente. I l Referente Unico Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Dora dAndrea Prof. Gabriella Grilli Riferimenti Manuale dellinsegnante referente unico


Scaricare ppt "PISA 2012 Studio principale Informazione statistica regionale sulle competenze degli studenti italiani."

Presentazioni simili


Annunci Google